NEWS

Toyota Yaris Cross: al via le prenotazioni

Pubblicato 06 maggio 2021

Da oggi è possibile prenotare in Italia la Toyota Yaris Cross, che sarà in consegna da settembre del 2021.

Toyota Yaris Cross: al via le prenotazioni

SI PRENOTA ONLINE - La Toyota Yaris Cross è la crossover di piccole dimensioni (lunga 418, larga 177 e alta 168 cm) costruita su una piattaforma condivisa con la Yaris. La casa giapponese annuncia che a partire da oggi 6 maggio la vettura sarà prenotabile accedendo alla piattaforma on-line. L’apertura delle prenotazioni avviene a pochi giorni dall’anteprima nazionale, che si terrà l’8 maggio a Torino in occasione della partenza del Giro d’Italia. Sempre l’8 maggio partirà parallelamente lo Yaris Cross Tour, con alcune unità di Yaris Cross che faranno il giro delle concessionarie italiane.

TRE ALLESTIMENTI - Con un versamento di 250 euro si avrà la possibilità di prenotare la Toyota Yaris Cross e scegliere tra i tre allestimenti disponibili: Lounge, Adventure e Premiere. La fase di acquisto verrà poi finalizzata nel mese di luglio quando il cliente verrà ricontattato dal concessionario scelto. 

I KM IN ELETTRICO SONO GRATIS - Tutti coloro che effettueranno la prenotazione online della Toyota Yaris Cross potranno beneficiare di due vantaggi. Il primo è la sottoscrizione per un anno, inclusa nel prezzo, dell’assicurazione “dedicata” alle ibride WeHybrid Insurance. Una volta terminato il periodo gratuito, dal secondo anno, il cliente avrà la possibilità di pagare il premio assicurativo in base ai km percorsi con il motore termico acceso, mentre quelli percorsi con motore elettrico saranno gratuiti. Il secondo bonus a disposizione di tutti coloro che prenoteranno l’auto online si chiama WeHybrid Challenge, ed è una sorta di programma di fidelizzazione che eroga bonus in base alla percentuale di percorrenza in elettrico raggiunta; è possibile così accumulare fino a 150 euro di “crediti green”, convertibili in un voucher da spendere su Kinto GO, la piattaforma di mobilità integrata della casa. Con i crediti accumulati si può pagare il parcheggio o acquistare i biglietti per i mezzi di trasporto pubblico o per eventi in una delle 5mila città convenzionate.

SOLO IBRIDA - La Toyota Yaris Cross è spinta dal sistema ibrido basato sul motore 3 cilindri 1.5 a ciclo Atkinson abbinato a un motore elettrico per complessivi da 116 CV, che secondo la casa dovrebbe garantire emissioni di CO2 di circa 100 g/km per la variante a trazione anteriore, e meno di 110 g/km nei modelli con sistema di trazione integrale (guarda il video qui sotto per scoprire come funziona). 

Toyota Yaris Cross
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
78
55
39
31
50
VOTO MEDIO
3,3
3.316205
253




Aggiungi un commento
Ritratto di Pintun
7 maggio 2021 - 07:49
zioesse, la Yaris vende quasi solo perché è ibrida e questa è la moda del momento, anche se come dimensioni è rimasta una delle poche ad averle giuste per un'utilitaria e personalmente mi piace sia fuori che dentro. Anche questa versione penso venderà bene, perché oltre ad essere ibrida è pure suv, quindi ancora più in linea con le mode del momento. Se la Clio fosse ibrida a 18000 euro rischierebbe di superare la Panda come vendite.
Ritratto di Pierre Cortese
7 maggio 2021 - 09:04
1
La Clio ha il difetto maggiore nella linea rimasta ancorata ai canoni estetici in voga nel 2012. Evidentemente, visto anche il flop della Golf 8 (7,5 sarebbe più onesto definirla) il trend di lasciare le linee quasi invariate di generazione in generazione è morto con la passata decade. Ora la gente apprezza molto più il cambiamento radicale piuttosto che la prudente evoluzione ragionata. Era ora, mi verrebbe da dire. Naturalmente IMHO e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di mondoka
7 maggio 2021 - 09:38
Sulla Golf concordo che la linea non spinge a comprarla di sicuro. Per la Clio direi più che è il prezzo troppo alto il fattore primo, oramai costa quasi come la Captur allora comprano direttamente questa visto che i Suv sono più desiderati.
Ritratto di andrea10
7 maggio 2021 - 10:39
Captur tra minor sconto e maggior listino dista circa 4.200 euro dalla clio a parità di motore
Ritratto di andrea10
7 maggio 2021 - 10:38
Una Clio Hybrid Zen costa 24.500 euro circa , con pronta consegna in stock per questo mese arrivi a prendere anche 3.500 di rottamazione e 1.500 se fai finanziamento ,quindi scendi a 19.000 ... se inseriscono nuovamente gli incentivi detrai altri 1.500 euro , scendendo a 17.500 euro. Costano sempre tanto le auto nuove, ma visto il mercato il prezzo è molto concorrenziale e la vettura validissima
Ritratto di mondoka
7 maggio 2021 - 10:56
Non ho mai approfondito nel dettaglio soprattutto sul discorso sconti in concessionaria, ma dando un'occhiata veloce leggevo sul listino del sito AlVolante che Clio 1.0 TCe 100CV Life €16.300 contro Captur 1.0 TCe 100CV Life €17.950, cioè 1650 di differenza. Per questo coi soli listini io stesso che non sono patito di Suv la Clio rispetto alla Captur non l'avrei considerata a livello di Renault Segmento B. Poi forse FCA avrà fatto scuola di sparare prezzi di listino esagerati e lasciare molto spazio sugli sconti per provare a dirottare al momento la cosa su un modello o una motorizzazione o nel voler più o meno vendere in un periodo pur rinunciando a parte del guadagno. Comunque Clio è molto scesa nelle vendite Italiane, mentre Captur non se la cava male, forse il discorso sugli sconti della prima non è noto oppure varia molto da zona a zona.
Ritratto di andrea10
7 maggio 2021 - 17:38
Perchè ci son giochetti a cui pochi fanno caso. La Captur adesso parte dalla Zen , quindi confrontando le 2 vettura a parità di allestimento e motore (la Clio parte da 65cv) vedrà che la Clio Zen Tce 90cv parte da 18.450 e la Captur da 21.150 , tolga lo sconto in meno e gli accessori che sulla Captur son di serie ,mentre su Clio deve pagarli come gli alzacrist post . elettrici ,i cerchi in lega ecc . Ovviamente ,pur con lo stesso pianale , Captur ha 19cm in più di lunghezza , le bocchette di areazione per il posteriore , il divano scorrevole ,insomma per alcuni aspetti è giustificato il divario. Anche se continuo a ritenere che i prezzi delle vetture nuove sia esorbitante , o meglio non sostenibile dalle famiglie italiane
Ritratto di 19andrea81
6 maggio 2021 - 21:23
Mamma mia che interni tristi fa la Toyota
Ritratto di Isogrifo70
6 maggio 2021 - 21:29
1
Esatto, mi hai anticipato! Fuori non scrivo nulla xché mi bannerebbero!
Ritratto di Meandro78
6 maggio 2021 - 21:50
Eh no, gli interni sono perfettamente tarati sullo spirito dell'acquirente medio di questa roba. Che sogna lunghe passeggiate in cerca di cantieri di ammirare.
Pagine