NEWS

Tre nuovi allestimenti per le Maserati

Pubblicato 02 luglio 2021

Per l'edizione 2022 dei suoi modelli la Maserati introduce gli allestimenti GT, Modena e Trofeo abbinabili a Ghibli, Quattroporte e Levante.

Tre nuovi allestimenti per le Maserati

PICCOLE DIFFERENZE PER IL MY22 - I tre nuovi allestimenti GT, Modena e Trofeo disponibili per Ghibli, Quattroporte e Levante sono ordinabili a partire dal 1 luglio 2021 sulle edizioni 2022 dei modelli citati. Al di là delle differenze per ciascuno tutti hanno in comune il nuovo logo Maserati introdotto con la recente MC20 che campeggia anche su montante posteriore e il rinnovato lettering per le scritte che indicano i modelli. Sulla fiancata, inoltre, è presente la scritta GT, Modena o Trofeo.

GT - L’allestimento GT è disponibile per le Ghibli e Levante dotate del motore 4 cilindri a benzina 2.0 mild hybrid da 330 CV e per la Quattroporte (foto qui sopra) con il 3.0 V6 a benzina da 350 CV. Sulla carrozzeria sono previsti inseriti cromati, con cerchi in lega di 18’’ (per Ghibli e Levante) o 19’’ (per Quattroporte). All’interno sono presenti sedili in pelle e Dark Mirror Trim su Ghibli GT, radica su Quattroporte GT, mentre Levante GT abbina Black Piano Trim.

MODENA - L’allestimento Modena, dalla connotazione più sportiva, è disponibile per le Ghibli e Levante (foto qui sopra) dotate del motore 3.0 V6 a benzina da 350 CV. C’è anche la variante Modena S che si abbina allo stesso motore, ma in versione da 430 CV. Esteticamente troviamo un paraurti sportivo con inserti in nero lucido e  cerchi in lega di 20’’. Nell’abitacolo sono presenti sedili sportivi in pelle e le finiture Black Piano Trim per Levante e Quattroporte o Dark Mirror Trim per Ghibli. L’allestimento Modena S è invece abbinato alle finiture Nerissimo Pack, con pinze dei freni rosse.

TROFEO - L’allestimento Trofeo si posiziona al top della gamma ed è abbinabile solo al motore V8 Twin Turbo da 580 CV per tutti e tre i modelli. Gli esterni sono impreziositi da finiture in fibra di carbonio, cerchi in lega da 21’’ e pinze freni rosse. Per gli interni (nella foto qui sopra la Ghibli) ci sono sedili sportivi in pelle naturale “Pieno Fiore”.

Maserati Levante
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
261
59
65
51
70
VOTO MEDIO
3,8
3.77075
506




Aggiungi un commento
Ritratto di Andrea Doria
2 luglio 2021 - 23:05
Quella Quattroporte mostra chiaramente i segni degli anni che passano, così come la Ghibli. Perchè, ho come l'impressione che in FCA non abbiano avuto nulla in programma di sostituzione, e che i francesi si siano ritrovati con un pugno di mosche, e quindi dover accelerare alcuni progetti che ancora latitano? Ma credo che la mia visione sia un po' troppo semplicistica.
Ritratto di CIABATTA
3 luglio 2021 - 08:58
Vedere (per l'ennesima volta) un brand come Maserati ridotto in questo modo fa commuovere. Oddio, è l'Italia tutta ad essere commovente mentre se ne segue il declino. 3 "nuovi" allestimenti in salsa Fiat 500 basati su di un'estetica vecchia di almeno 15 anni, o che avrebbero rappresentato un certo tipo di "lusso" 15/20 anni fa...
Ritratto di katayama
3 luglio 2021 - 09:10
Sì, queste auto hanno un involontario e notevole fascino rétro, dai costi industriali esorbitanti. Occorre vedere se PSA ha comperato un'azienda di cassetti vuoti e costosissimi quanto infruttuosi Innovation Lab, oppure se Maserati ha sorprendenti tecnologie in canna, da poter mettere a disposizione, cosa che stento a credere. Ma oggi la priorità è la transizione ecologica, che potrebbe essere, dice il ministro, un "bagno di sangue". E allora forse è meglio essere già moribondi ed emettere poca CO2; è già un vantaggio, per quanto surreale, ma se quella è la prospettiva... "Bagno di sangue": il linguaggio iperbolico da travet pressurizzato indica che la persona non è ancora stata "avvicinata" dagli esperti della comunicazione. Una volta che cambierà registro comunicativo, però, saranno solo opportunità da cogliere e riprese da agganciare. Quello sarà un segnale chiaro per tutta l'industria nazionale, non solo per Maserati.
Ritratto di giulio 2021
3 luglio 2021 - 09:54
Una volta poco tempo fa in TV ho visto un documentario USA sulle supercar e parlava della Ghibli e della sua costruzione nello stabilimento di Mirafiori o comunque Torino, ma come una volta lì si costruivano milioni di 127 o di Uno o Punto ora si spreca sto immenso stabilimento una volta orgoglio del mondo industriale italiano per qualche centinaio di Maserati al mese, ecco qui c'è davvero qualcosa che non quadra.
Ritratto di giulio 2021
3 luglio 2021 - 10:09
E scusate se torno sull'argomento, ma appunto allora ci ha visto meglio Di Risio con la sua DR Motors che importa SUV cinesi in Molise, che già vende quasi 1000 pezzi al mese in Italia, e si preannunciano importanti novità, cioè questo qua ha poco più che un officina in Molise dove modifica le calandre e pochissimo altro di auto nuove sconosciute importate dalla Cina, e la sua attività aumenta sempre più, mentre questi di Stellantis a quanto pare hanno bisogno di enormi ex stabilimenti per (non) vendere il premium, che si parli di Alfa come DS come Maserati, come Peugeot di una certa fascia, vinceranno gli importatori, ora da noi c'è Koelliker con le semi lussuose Weltmeister, Aiways, Seres e le lussuose Karma...
Ritratto di katayama
3 luglio 2021 - 10:36
@giulio 2021 No, ma vedi che adesso Mirafiori svolta... Per non dover comperare ancora "crediti CO2" da Tesla, a suon di miliardi, in Stellantis hanno scoperto che gli conviene riempire i piazzali di 500e, raddoppiandone la produzione. Basta produrle e sei già virtuoso, la transizione ecologica funziona così... Quantomeno hanno trovato uno scopo a 'sto modello. Poi, se ammazzano la Panda (quella vende vaccarana, non può "passarla liscia") e arriva la 120e fanno proprio bingo, a modo loro...
Ritratto di gt3mc12
3 luglio 2021 - 10:39
Prendere spunto da chi sopravvive nei rispettivi segmenti. Inizialmente anche solo per Quattroporte predisporre un progetto evolutivo tedesco, come per 911 o Panamera per intenderci. Evitare soluzioni sino coreane di rivoluzione triennale
Ritratto di giulio 2021
3 luglio 2021 - 10:50
Questi c'hanno piani trentennali ... Cioè un modello resta in produzione trent'anni...
Ritratto di Luzo
4 luglio 2021 - 12:19
be si, se la Continental può stare sul mercato da 15 contando sullo 'scaffale' e sui soldi di vag, non vedo perché maserati (FCA) che è un moscerino in confronto non può tenerlo altrettanto tempo un modello ( che anche se lo ignori è stato ben evoluto nel tempo) e se ne potrebbero fare di esempi paralleli vedi Urus che prima di essere prodotto ci ha messo anni, e tu ci hai messo pure i soldi perché ciò avvenisse. In sintesi, si fanno tanti processi ad cazzum
Ritratto di katayama
4 luglio 2021 - 14:16
@Luzo Non fare di questi paragoni che non c'entrano. Se ricordi, nel 2014 il Marchionne-pensiero (e anche quello di Elkann che 10 anni prima l'aveva voluto come CEO dopo ben 5, se non ricordo male, cambi al vertice in soli 2 anni, che ammazzerebbero qualsiasi azienda) era quello di entrare sui mercati internazionali allo stesso livello dei tedeschi, ma con quel qualcosa in più che solo l'italianità può dare. Ok, dove siamo rimasti? Cosa ci siamo persi? E il discorso vale anche per Alfa, ovviamente.
Pagine