NEWS

Tutor: ne entrano in funzione altri 41

Pubblicato 03 ottobre 2019

Continua la progressiva riaccensione dei Tutor, che ora coprono 810 km di autostrade in Italia.

Tutor: ne entrano in funzione altri 41

390 KM IN PIÙ - Il Tutor (o Sicve PM), il sistema per la misurazione della velocità media in autostrada, dai giorni scorsi è tornato attivo in 41 tratte, che coprono 390 km di autostrade in Italia. Fra le nuove tratte ci sono ad esempio il tunnel del Monte Bianco, nelle direzioni da e verso la Francia, e il tratto fra Udine e Gemona dell’Autostrada A16 Dei Due Mari. In totale oggi i tutor monitorano 87 tratti autostradali per 810 chilometri (qui i dettagli delle tratte). 

SPENTI PER IRREGOLARITÀ - I Tutor furono disattivati ad aprile 2018, quando avevano raggiunto la copertura di 300 tratte per un totale di 2500 chilometri di autostrada. Lo spegnimento avvenne a seguito della sentenza del Tribunale di Roma, il quale stabilì che Autostrade per l’Italia non è proprietaria del software alla base del sistema Tutor (chiamato Sicve). Autostrade è corsa ai ripari introducendo il SICVe PM, una sorta di evoluzione del precedente sistema. La riattivazione dei dispositivi è quindi avvenuta sostituendo al sistema Sicve il SICVe PM. A dicembre 2018 il nuovo Tutor era in funzione su 31 tratti autostradali, per complessivi 290 km, saliti ai 37 di giugno e ai 42 di luglio.





Aggiungi un commento
Ritratto di Agl75
3 ottobre 2019 - 21:28
A me piacerebbe che tutti, Svizzeri inclusi, pagassero le multe.
Ritratto di Pavogear
4 ottobre 2019 - 09:23
Veramente sarebbe utile il contrario. Se tutti smettessero di pagarle, capirebbero che è inutile e toglierebbero quei sistemi, in quanto avrebbero più spese di manutenzione rispetto a quelle che gli arrivano
Ritratto di Rav
4 ottobre 2019 - 01:03
3
Male non fa e a differenza dei normali velox almeno multa chi è recidivo e non chi sgarra sul posto. Non capisco la solita frase fatta sul "fare cassa" dato che da quando sono in funzione (e mi riferisco ad anni fa), non ho ancora sentito nessuno di mia conoscenza multato da un tutor. Per cui o è la solita moda o si ha la coda di paglia (discorso ben diverso sui velox, e lì condivido). Inoltre passano i tutor ma i geni che ci inchiodano sotto, pensando serva a qualcosa, restano... viaggio per l'80% dei miei tragitti in autostrada, il problema non sono i tutor, ma la gente che ci passa sotto.
Ritratto di Gordo88
4 ottobre 2019 - 01:31
Possono attivarlo sempre su più tratte ma personalmente da un mesi a questa parte mai visto veramente attivo su diversi tratti della a14-a1
Ritratto di Giti2000
4 ottobre 2019 - 10:00
La maggior parte dei limiti sono solo operazioni per fare cassa, allo stato non gliene puo’ fregar de’meno della salute dei cittadini, su alcune tratte autostradali a tre corsie, un limite di 130 km/h e’ ridicolo e spesso causa distrazione e sonnolenza, e per finire non e’ provato che chi va piano sia un cittadino rispettoso del codice, tutto pretestuoso e coercitivo
Ritratto di ammazza58
7 ottobre 2019 - 14:07
Allora in Austria che ti impongono di viaggiare a 110 km sono tutti addormentati. Dai ,sù un po di serietà.
Ritratto di erresseste
4 ottobre 2019 - 11:17
Tutto quello che riguarda il mondo auto serve al Governo per fare cassa e basta! Strade con asfalti da rifare, guard rail da sistemare, illumunazione carente. Mentre i soldi ricavati dal mondo auto (multe, accise, bolli, superbolli, ecc. ecc.) li utilizzano per altre cose...
Ritratto di gynt
5 ottobre 2019 - 10:49
Commettere un'infrazione e lamentarsi se arriva la multa è come andare a prostitute e lamentarsi che vogliono anche i soldi.
Ritratto di Alfa1967
5 ottobre 2019 - 11:56
Che commento inutile. Lei quando imbocca l'uscita autostradale procede a 40km h ?
Ritratto di gynt
5 ottobre 2019 - 13:00
Dove ho scritto che rispetto i limiti?
Pagine