NEWS

La TVR Griffith in produzione dal 2022

Pubblicato 26 gennaio 2021

A oltre tre anni dalla presentazione della Griffith iniziano i lavori per la fabbrica nel Galles, che dall’inizio del 2022 produrrà il primo modello della nuova TVR.

La TVR Griffith in produzione dal 2022

IL RITORNO - TVR è stato un costruttore inglese specializzato nella costruzione di sportive leggere, potenti ed essenziali, che ha realizzato dalla fine degli Anni 50 fino al 2006, quando le difficoltà economiche sono diventate insormontabili e ha dovuto cessare l’attività. Nel 2013 il marchio TVR è stato rilevato dall’imprenditore inglese Les Edgar, che ha dato inizio al suo programma di rilancio. Il primo frutto della nuova strategia è stata la presentazione, nel settembre del 2017, della TVR Griffith (nelle foto), progettata dalla Gordon Murray Design, che sarebbe dovuta entrare in produzione di lì a breve, 11 anni dopo l’uscita di scena della Tuscan. 

TROVARE I FINANZIAMENTI - Ma portare in produzione la TVR Griffith si è rivelato molto più complicato del previsto, soprattutto a causa della scelta del sito produttivo. La TVR scelse il Galles perché poteva usufruire dei fondi messi a disposizione dall’UE per le aree meno sviluppate industrialmente. Poi è arrivata la Brexit e le cose sono cambiate, i soldi dell’Europa non c’erano più e trovare nuovi finanziamenti non è stato facile per una società indipendente. I problemi, però, sembrano finalmente essere risolti e, a tre anni e mezzo dalla presentazione della Griffith, questo mese inizieranno i lavori di ristrutturazione del sito gallese di Ebbw Vale, che saranno propedeutici per l’avvio della produzione in serie. Inizialmente saranno impiegati circa 80 addetti, che passeranno a 200 quando i lavori saranno completati. La consegna delle prime auto è attesa nel 2022.

LA FIRMA DI GORDON MURRAY - La TVR Griffith è una coupé sportiva progetta da Gordon Murray basata su una meccanica a motore anteriore e trazione posteriore. Il telaio è di tipo multimateriale: al traliccio di tubi in acciaio si aggiungono pannelli in fibra di carbonio per conferire maggiore rigidità. Dello stesso materiale è anche la carrozzeria e per questo la TVR dichiara per la Griffith un peso di 1.250 kg, ripartito equamente fra l’asse anteriore e quello posteriore, peculiarità che la dovrebbe rendere molto equilibrata nella guida al limite. 

LO ZAMPINO DELLA COSWORTH - La TVR Griffith è lunga 431 cm ed una classica coupé fastback bassa e filante, con un lungo cofano anteriore, un abitacolo raccolto spostato verso la coda tronca, che termina con alettone retrattile per scomparire alla vista. La Griffith è spinta da un V8 aspirato 5.0 della Ford Mustang GT, modificato dal preparatore Cosworth e portato a 500 CV, associato a un cambio manuale a 6 rapporti che trasmette il moto alle ruote posteriori. Le prestazioni dichiarate dalla casa sono di alto livello: 0-100 km/h in meno di 4 secondi e una velocità massima nell’ordine dei 320 km/h. In occasine della presentazione fu comunicato un prezzo di partenza di circa 120.000 euro.

TVR Griffith
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
31
9
3
1
3
VOTO MEDIO
4,4
4.3617
47




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
27 gennaio 2021 - 15:46
ma a me non è che facciano impazzire solo le attuali o moderne TVR, Marcos, Morgan o le Rolls etc, semplicemente ogni Austin, Riley, Alvis, Lanchester, Armstrong Siddeley o Jensen del passato.
Ritratto di slvrkt
26 gennaio 2021 - 16:53
4
esteticamente non e' speciale, dentro e' assai approssimativa (lo schermo davanti al guidatore e' inguardabile) ma 5 stelle perche' non e' un suv e non e' un'elettrica, quindi appartiene a quell'elite superiore ormai sempre piu' rara da trovare
Ritratto di Oxygenerator
26 gennaio 2021 - 17:21
E nel 2022 vorranno dar vita a questo dinosauro da 5000 cc ?? Auguri. Sopratutto in europa.
Ritratto di Giuliopedrali
26 gennaio 2021 - 18:35
Io la trovo stratosferica, ho appena visto adesso in centro un iddddiota polacco con una nuovissima Mercedes S cabrio AMG, se non era per le targhette ti pareva una C cabrio qualsiasi: quanto avrà speso: 200 - 250.000 Euro, ecco queste sono le auto di oggi, viva le cinesi elettriche, le auto di un tempo e le inglesi tutte.
Ritratto di Andre_a
26 gennaio 2021 - 21:02
9
Io adoro la S cabrio AMG, proprio per quello: hai un'auto estremamente comoda, lussuosa e veloce, ma tutti la scambiano per una Mercedes qualsiasi e non ti rompono le scatole
Ritratto di Giuliopedrali
26 gennaio 2021 - 21:54
Orribile sto concetto, allora spendo 50.000 Euro invece di 250.000, una bella Jensen Interceptor è era esattamente il contrario eppure aveva una classe che qualsiasi fanfaronata tedesca manco si sogna.
Ritratto di Andre_a
26 gennaio 2021 - 22:11
9
Sono gusti. Se c'è una cosa che non mi piace della mia Tesla è proprio il fatto che è troppo riconoscibile, soprattutto con le portiere aperte: gente che, nonostante il Covid, si avvicina per fare domande, i posti di blocco che ti fermano ogni singola volta, il tizio che tira fuori il cellulare per fotografarti mentre sta guidando... i primi giorni fa piacere, ma alla lunga non è bello. Le "sleeper" mi sono sempre piaciute, ma oggi le apprezzo anche di più. Magari il polacco che hai incontrato ha anche qualche supercar in garage, ma per farsi un giro in Italia, secondo me ha scelto la macchina giusta.
Ritratto di Walkyria1234
26 gennaio 2021 - 22:25
Non me ne voglia ma, Lei ha un concetto strano per determinare l'idiozia di una persona. Mi fa specie che un appassionato di automobili come lei, minimizzi con uno stile da "tifoso" le scelte altrui. Credo che discernere i gusti dai giudizi, sia la vera virtù dell'appassionato. Saluti
Ritratto di Giuliopedrali
27 gennaio 2021 - 15:48
Quando un'auto è solo status symbol, dimostrazione di riccehezza e contemporaneamente non è un'auto spettacolare tipo appunto certe Mercedes che costano solo di più delle altre Mercedes, mentre se uno gira con un Aston V8, una Rolls o una Jensen Interceptor d'epoca offre anche un bel vedere a tutti gli altri, a me sembra un concetto semplice.
Ritratto di Andre_a
27 gennaio 2021 - 17:52
9
Sbagli la premessa. Per tanta gente, soprattutto appassionati, l'auto non è mai solo status symbol e dimostrazione di ricchezza. Come ti ho detto sopra, l'auto appariscente rischia di essere una noia.
Pagine