NEWS

La Viper sul viale del tramonto?

25 ottobre 2015

L’impianto dove sono fabbricate le Viper è tra quelli destinati alla chiusura e non ci sono indicazioni su altre allocazioni della produzione.

La Viper sul viale del tramonto?
NOTIZIA TRA LE RIGHE - Forse per la iconica coupé Viper, oggi prodotta con il marchio SRT, è giunto il momento dell’uscita di scena. Non ci sono dichiarazioni esplicite in materia, ma l’ipotesi è abbastanza concreta, perché suffragata da quanto la direzione del gruppo Fiat Chrysler Automotive - a cui appartiene il marchio Dodge con cui la Viper è venduta - ha in programma di fare nei prossimi anni. Questo in base a quanto riportato nella lettera relativa ai programmi del gruppo per il prossimo futuro che la FCA ha allegato all’accordo contenente il contratto di lavoro per i prossimi quattro anni.
 
DESTINO SEGNATO? - Nelle 250 pagine dei documenti che costituiscono l’accordo, è compresa anche una sezione in cui la FCA indica i progetti per il quadriennio in materia di investimenti e programmazione delle attività. La parte dove sono indicati impegni per 5,6 miliardi di dollari come interventi per nuove produzioni nei diversi stabilimenti. E proprio spulciando queste pagine gli osservatori delle cose automobilistiche americane, e in particolare i fans della Chrysler e della Viper hanno rilevato che tra gli impianti del gruppo destinati a chiudere c’è la storica fabbrica di Detroit dove viene prodotta la Viper, e che nel documento programmatico non ci sono previsioni a proposito di una nuova sede di produzione. Ergo: il modello Viper sarebbe a fine corsa. Secondo i piani citati, la fine dovrebbe essere nel 2017.
 
TROPPO POCHE - Del resto non mancano, o mancherebbero, le motivazioni per questa decisione: per quanto sia rilevante sul piano del fascino del modello e del suo appeal per gli appassionati dell’auto “muscle car” care agli americani, i dati di mercato sono assolutamente insostenibili (760 unità vendute nel 2014) per giustificare la prosecuzione della produzione, quanto meno in una struttura facente parte del gruppo. Nell’assenza di notizie in proposito (oltre a quella della chiusura della fabbrica di Detroit) non va infatti dimenticato che vetture del tipo della Viper spesso sono realizzate da aziende esterne di più piccole dimensioni. È però anche vero che se ci fosse un’ipotesi del genere, probabilmente se ne sarebbe saputo qualcosa.
 
UNA LUNGA STORIA - La storia della Viper inizia nel 1989, quando fu presentato il primo prototipo da sviluppare. La produzione di serie iniziò nel 1992 con il marchio Dodge, proprio nello stabilimento di Detroit di cui è stata annunciata la fine. Ne sono state realizzate e proposte quattro generazioni, l’ultima delle quali venduta con il marchio SRT. Solo di recente è tornata ad essere una Dodge. Nel corso degli anni ha utilizzato diverse soluzioni motoristiche. L’ultima è il V10 di 8,4 litri da 645 CV.
SRT Viper
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
48
9
5
0
1
VOTO MEDIO
4,6
4.63492
63


Aggiungi un commento
Ritratto di Racing 89
26 ottobre 2015 - 18:00
Perchè non esportarla in europa? La GM lo ha fatto con la corvette che (parere mio) è una c...ta in confronto alla viper.
Ritratto di follypharma
27 ottobre 2015 - 10:41
2
120-130000 euro per una viper ... mmmmm ...... penso di capire perche' non vende... a quel prezzo non comprerei mai una viper... con tutto il bene che posso volere a una auto cosi' ignorante (nel senso buono del termine) .. c'e' di gran lunga di meglio in giro a prezzi simili e anche a meno.. la rimpiangeranno in pochi.. giusto quei 700 acquirenti annui.. R.I.P.
Ritratto di FedericoBentyaga
16 febbraio 2016 - 15:49
Un'auto fantastica sia dentro che fuori. La linea è bellissima e non mi dispiace affatto che sia rimasta ai anni 90. Il motore è un classico americano, io mi chiedo perchè per il mercato europeo non hanno previsto un 3.0 o un 3.5.
Pagine