NEWS

Vola il prezzo dei carburanti

07 dicembre 2011

Da oggi sono in vigore gli aumenti delle accise decisi con la manovra “Salva Italia” del governo Monti: benzina e diesel sopra gli 1,7 euro al litro.

SALE ANCORA - Secondo le rilevazioni di oggi effettuate da Quotidianoenergia, su base nazionale e compresa la quota di distributori indipendenti, la benzina sale a 1,708 euro (+9,9 centesimi) e il gasolio a 1,702 euro (+13,5 centesimi). In particolare, il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) varia oggi tra l'1,697 euro al litro degli impianti Esso, l'1,709 di quelli Tamoil e l'1,602 delle pompe no-logo. Per il diesel si va dall'1,677 euro al litro della IP, all'1,691 della TotalErg e all'1,567 delle no-logo. Il Gpl, infine, è tra lo 0,735 euro al litro dell'Eni, lo 0,750 della Shell e lo 0,721 delle no-logo.





Aggiungi un commento
Ritratto di Jinzo
7 dicembre 2011 - 12:48
ancora piu frustrati diciamo che sarebbe comodo il gpl o metano.. davvero adesso farebbe comodo una fiat multipla la migliore come rendimento e consumi a metano
Ritratto di Dareios
8 dicembre 2011 - 10:00
tanto hanno aumentato anche gpl e metano... non si sono lasciati sfuggire proprio niente...
Ritratto di fogliato giancarlo
8 dicembre 2011 - 11:39
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Dareios
8 dicembre 2011 - 12:22
giancarlo, ci "conosciamo" (virtualmente intendo) da un pezzo, credevo ti ricordassi che ho un'auto a metano (e che quindi le cose da te dette le constato anche io personalmente)! ;-) il mio discorso era per far capire che pure se col metano spendo 1'000 e con la benzina 1'500 €, io quei 1'000 € non li trovo comuqneu per terra... è vero che si risparmia però questo non significa che allora possono alzare il metano fino ad 1.5 € al kg perchè tanto è cmq meno di 1.6 della benzina!
Ritratto di mpresti
7 dicembre 2011 - 12:54
Ladri e farabutti, continuano a spremerci come limoni, i soldi che mancano cha vadano a prenderglieli a tutti i parlamentari truffaldini che se li sono nascosti nelle banche svizzere e si sono comprati proprietà in mezza europa sulle nostre spalle.
Ritratto di Zack TS
7 dicembre 2011 - 17:30
1
beh però è giusto pagarli così tanto.......oh si ammazzano di lavoro in parlamento, giocare con l'ipad è un impegno gravoso! :D
Ritratto di Andry9188
7 dicembre 2011 - 13:06
rimangono le pompe funebri. Quelle dovrebbero essere ancora convenienti. Tanto in quel settore non c'e' crisi. Comunque, avrebbero potuto tassare pesantemente (come hanno fatto molti altri Paesi europei) gli enormi capitali rientrati dalle banche dei cosiddetti paradisi fiscali. Invece la tassazione e' stata a dir poco ridicola. Evasori e mamma-mafia continuano a ringraziare.
Ritratto di tonino320
7 dicembre 2011 - 13:15
siamo arrivati al dolce gente...dopo di ciò c'è solo il collasso. e' veramente osceno sapere che i primi a dover "stringere la cinghia" sono i politici in quanto solo grazie al taglio sui loro "piccolissimi" stipendi si potrebbe far risollevare una nazione in pochissimo tempo...eppure si cerca sempre tra la povera gente, quella che stenta ad arrivare a fine mese, quella che non si può neanche permettere a natale di regalare un panettone agli amici perchè con quei soldi ci deve pagare da mangiare per sopravvivere!!! ASSURDO!!! Italiani ma quando ci diamo una svegliata e facciamo sentire a questi ladri che sono al governo che noi non ce la facciamo proprio più???!!!
Ritratto di nicodiego
7 dicembre 2011 - 13:39
Quando c'è stato il fallimento della Grecia, la nostra classe politica diceva che il nostro sistema economico finanziario era solido, non si rischiava il default. Adesso si scopre che se non si approva la manovra finanziaria il paese fallisce. Mi chiedo ormai sconsolato dov'è la credibilità dei politici se mai è esistita.
Ritratto di osmica
7 dicembre 2011 - 13:48
Mai vista. Mai sentita. Da anni sono apolitico, e rimarro' tale (presumo) per altri anni. Di credibilita' non c'e' ne da nessuna parte. Ognuno fa i proprio interessi. Solo per dire: l'ultimo governo e' passato da "meno tasse per tutti", a "non c'e' alcuna crisi" a "l'italia e' ipersicura" alla situazione odierna (oltre al "governo tecnico") "siamo nella merxx totale", "piu' tasse per tutti", "pensione da fame, oggi e domani", "aspetta e spera che vai in pensione", "benzina, oggi, ha 1.70€, ovvero ti conviene fare il piego oggi e non domani", "accise su accise", "tasse su tasse", "bollo gia' caro? Adesso e' piu' caro, cosi' non ti lamenti che prima era caro". Alla prossima tassa, tassina, tossina.
Pagine