NEWS

Volkswagen Golf GTI: 245 cavalli e tanta elettronica

Pubblicato 14 maggio 2020

La versione sportiva della Golf si potrà ordinare a fine estate, con consegne fra settembre e ottobre: promette lo stessa versatilità della precedente ma più coinvolgimento alla guida.

Volkswagen Golf GTI: 245 cavalli e tanta elettronica

SOLO DSG (O QUASI…) - L’ottava generazione della Volkswagen Golf GTI riprende la “ricetta” della settima: motore 2.0 turbo (con 245 CV e 370 Nm di coppia, ovvero lo stesso della precedente GTI Performance), trazione anteriore con differenziale autobloccante a controllo elettronico (di serie) e cambio manuale a sei marce, oppure robotizzato DSG a doppia frizione e sette rapporti. Quest’ultimo sarà l’unico offerto in Italia, sebbene anche da noi non sia esclusa la possibilità di aprire degli ordini “speciali” (con prezzi da definire di volta in volta) per chi non può proprio fare a meno della trasmissione manuale. Il listino arriverà in estate inoltrata (prezzi indicativi da 35.000 euro), con consegne fra settembre e ottobre.

SI FA NOTARE - Il capo del design della casa, Klaus Bischoff, e il responsabile dello sviluppo del telaio, Karsten Schebsdat, hanno svelato inediti dettagli di questa vettura. E ovviamente lo hanno fatto online, visto il periodo di pandemia da coronavirus. Come nelle più recenti Volkswagen Golf GTI, il frontale è sempre attraversato da una sottile linea rossa e gli scarichi rimangono due, e rotondi. Tuttavia, la nuova generazione è contraddistinta da uno stile più personale: basta far caso alla grande griglia anteriore, dentro cui sono inserite le luci diurne a nido d’ape. E accanto al logo sul frontale sono presenti due segmenti luminosi a led. Sul “perché” di questo cambio di passo, visto che da sempre la GTI è sinonimo di sportività che passa quasi inosservata, Bischoff è stato chiaro: “già la Golf “normale” è più sportiva di quella che l’ha preceduta. E questi dettagli servono a sottolineare le prestazioni di cui questa GTI è capace”.

CENTRALINA DEDICATA - Le novità si preannunciano interessanti anche dal punto di vista della guidabilità: “volevamo conservare lo stesso livello di comfort della precedente - ha riassunto Schebsdat - migliorando però l’agilità, specialmente nelle curve strette. E mantenendo la grande stabilità del retrotreno alle alte velocità”. Numerose le modifiche rispetto alla Volkswagen Golf GTI appena pensionata: il telaietto anteriore è in alluminio anziché acciaio (si risparmiano 3 kg: una finezza ripresa dalla precedente versione speciale Clubsport S), boccole, molle e ammortizzatori hanno una nuova taratura e debutta il Vehicle Dynamics Manager. Si tratta di una centralina, montata accanto al differenziale autobloccante a controllo elettronico, dedicata alla gestione di quest’ultimo e degli ammortizzatori regolabili. Così, è possibile non solo scegliere fra 5 modalità di guida, ma anche fra ben 15 livelli intermedi di taratura degli ammortizzatori. Grazie a questo componente, le regolazioni dell’elettronica avvengono in maniera più rapida e precisa.

A TUTTA ELETTRONICA - Confermato anche lo sterzo a demoltiplicazione variabile: come nella settima Volkswagen Golf GTI, la cremagliera ha denti più radi ai lati e l’azione diventa più diretta dopo i primi gradi di rotazione del volante, passando da un rapporto di 14,1:1 a poco meno di 8,5:1. Inoltre, come nelle altre Golf 8, l’impianto frenante ha un servofreno elettronico: ciò permette di regolare la sua risposta in base alla velocità, e la GTI ha una sua taratura specifica. Miglioramenti hanno interessato anche l’Esp, che è disattivabile parzialmente o del tutto (in quest’ultimo caso si riattiva solo se l’elettronica rileva un pericolo di collisione con un veicolo davanti o in caso di manovra d’emergenza): il pilota Benjamin Leuchter ha confidato che sul circuito di handling della casa, ha ottenuto il miglior tempo proprio con il primo step, dato che lascia molta libertà al guidatore.

VIDEO
Volkswagen Golf
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
61
54
69
49
164
VOTO MEDIO
2,5
2.493705
397




Aggiungi un commento
Ritratto di opinionista
15 maggio 2020 - 14:19
2
Anche la GTI non è accattivante nel design, il che tutto da dire. Design dei cerchi poi rasenta il ridicolo, meglio soluzioni di 20 anni fa più oneste e gradevoli. Gli interni non trasmettono molta sportività a partire dal volante, attualmente uno dei meno riusciti. Malgrado ho visto la prova della Golf R al Nürburgring, il paraurti e calandra sono più accattivanti e meglio inglobati con il resto della vettura.
Ritratto di Bialbero1570
15 maggio 2020 - 15:25
…..e questi dettagli servono a sottolineare le prestazioni di cui questa GTI è capace”..… mamma mia che roba! E dov'è la sostanza nei contenuti? qualche led? il display interno più grande? quella griglia che attraversa orizzontalmente tutta la plancia? ...o forse quella gigante che è sul muso? ..a me questa pare più una rete da recinzione, o quelle reti che si mettono nell'orto per far arrampicare i fagiolini… che tristezza, con quel muso di plastica che sembra ripiegato in basso come se l'avessero avvicinato troppo ad una fonte di calore. Le fiancate di una banalità inimitabile ed un posteriore che se non avesse scopiazzato qualcosa dalla vecchia serie 1 versione M non avrebbe niente di distintivo... Ma tanto i "soliti" golfisti l'apprezzeranno comunque, e i "bravi" designer tedeschi si compiaceranno di aver creato l'ennesima lavatrice che spopola tra i pochi cruccofili del Bel Paese ancora esistenti
Ritratto di marcoveneto
15 maggio 2020 - 16:03
Inizilmente non mi piaceva per niente questa Golf 8. Ora, che ci ho fatto un po' l'occhio, la trovo discreta. Da vedere dal vivo per un giudizio finale. Certo è che tra una Golf e una T-Roc, sceglierei Golf a mani basse.
Ritratto di irgeometra
15 maggio 2020 - 17:16
Acc.... noi progettisten crucchi si siamo scordati di mettere nella plancia lo skermo multimediale.... Heinz, vai all'Euronics e compra un tablet, che lo appiccichiamo sopra la plancia con l'attak....
Ritratto di conan55
15 maggio 2020 - 20:33
intanto come estetica mi sembra una fiat stilo rimaneggiata e poi qualcuno mi sa spiegare a cosa servono 245 cavalli sulle strade e col traffico di oggi? bisogna smetterla di fare questo tipo di auto che oltretutto hanno anche un mercato limitato.
Ritratto di conan55
15 maggio 2020 - 20:35
intanto come estetica mi sembra una fiat stilo rimaneggiata e poi qualcuno mi sa spiegare a cosa servono 245 cavalli sulle strade e col traffico di oggi? bisogna smetterla di fare questo tipo di auto che oltretutto hanno anche un mercato limitato.
Ritratto di Gordo88
17 maggio 2020 - 03:30
1
Non tutti abitano nei grossi centri urbani dove solo smart e simili hanno senso di circolare (per fortuna) e poi ad oggi quella cavalleria non è elevata per un' auto definita hot hatch
Ritratto di conan55
17 maggio 2020 - 12:58
ma fammi il piacere. allora quella con 100 cavalli è ferma, ma proprio non mi pare. parlano tanto di inquinamento, di incidenti, di morti e poi ti mettono in commercio queste auto che non hanno senso. logicamente i giornalisti specie quelli del settore, le pompano parlandone bene ed intanto si fanno le loro belle sedute stampa in pista, ovviamente sponsorizzate dalle case con relativa magnatoria e viaggio in posti esotici. devono per forza parlarne bene salvo poi alla prossima uscita dire che la successiva è molto meglio elencando i difetti di quella appena lasciata dei quali si erano scordati, o non li avevano notati, nella prova di quel modello. ovviamentye le case fanno provare il modello top dimenticandosi di dare il prezzo di quel modello ma dicendo il prezzo di partenza con differenze a volte anche del 50 per cento. sveglia ragazzi!!!
Ritratto di Gordo88
18 maggio 2020 - 16:05
1
A parte che questo discorso potrebbe valere per qualsiasi modello che ha avuto un predecessore e non solo per le auto sportive, chiaro che le case elenchino gli aspetti migliorati dalla serie precedente ma questo non significa per forza che prima fossero carenti... Se poi a te bastano 100cv va bene ma non pretendere che tutti siano tarati secondo i tuoi canoni, altrimenti potrei dirti che anche una panda 30 può portarti ovunque eh
Ritratto di Miti
15 maggio 2020 - 21:40
1
Ma come? Non è la ventesima generazione ? Caspita, avrei giurato che è così ! La possiamo chiamare l'auto col Alzheimer ? Così non riconoscerà la settima, sesta, quinta etc generazione ? E così vivrà con l'illusione che è tutta nuova e unica ?
Pagine