NEWS

La Golf GTI Clubsport S fa il record al Nürburgring

04 maggio 2016

La versione più estrema della Volkswagen Golf GTI "piazza" un tempone al Ring e batte la Honda Civic Type R.

La Golf GTI Clubsport S fa il record al Nürburgring

VA FORTE IN PISTA - Il regalo per l’anniversario numero 40 della Volkswagen Golf GTI è una versione dalle prestazioni molto elevate, alleggerita, che rappresenta una sorta di invito a nozze per gli amanti della guida sportiva: la Golf GTI Clubsport S è una vettura estrema, sviluppata per divertire chi la guida e per andar forte in circuito. Non a caso ha stabilito il nuovo record per automobili a trazione anteriore sul circuito vecchio del Nürburgring, il mitico Nordschleife: il pilota 28enne Benny Leuchter ha completato un giro di pista in 07’49’’21 minuti, ritoccando il miglior tempo stabilito nel marzo 2015 dalla Honda Civic Type-R (7’50”63 minuti). La Golf GTI Clubsport S risulta più veloce anche di molte vetture più specialistiche e competitive, a testimonianza della bontà degli interventi apportati.

SCARICO PIÙ CANTERINO - Gli uomini della casa tedesca hanno realizzato la Volkswagen Golf GTI Clubsport S a partire dalla meno estrema GTI Clubsport, a sua volta potenziata e incattivita rispetto alla normale Golf GTI Performance. Il motore è lo stesso 2.0 TSI, turbo, che guadagna 45 CV rispetto alla GTI Clubsport e raggiunge quota 310 CV. Un così significativo incremento della potenza si ottiene grazie ad un nuovo impianto di scarico, che produce un rumore più accattivante e scenografiche fiammate quando il selettore di guida è impostato sulla modalità Corsa. I condotti utilizzati sono più capaci, accorgimento che riduce la pressione interna e permette così di ottenere prestazioni più elevate. I tecnici hanno sostituito inoltre la pompa dell’olio e sono riusciti ad incrementare la coppia motrice, portandola a 380 Nm (+30) erogata attraverso le sole ruote anteriori. La trasmissione è affidata al solo cambio manuale a 6 rapporti.


La Clubsport S con la prima "mitica" GTI degli Anni 70.

ATTENZIONE AL PESO - Il termine Clubsport è utilizzato dai costruttori tedeschi per automobili alleggerite o potenziate. In questo caso la tradizione viene confermata, perché il modello ha un allestimento interno da vettura pronto-corsa: la Clubsport S è priva del divano posteriore (l’abitacolo è solo per due), dei tappetini e di buona parte del materiale insonorizzante, ma adotta invece una batteria alleggerita e nuovi componenti in alluminio per le sospensioni anteriori. In questo modo, secondo i dati comunicati, è possibile risparmiare 30 chili. La scelta del cambio manuale determina un risparmio di 20 chili rispetto all’automatico Dsg. La Volkswagen dichiara per la Golf GTI Clubsport S un peso a secco di 1.285 chili ed un rapporto peso/potenza di 4,15 kg/CV, migliore di numerose vetture sportive d’alto rango. Per l’accelerazione 0-100 km/h alla Volkswagen Golf GTI Clubsport S bastano così 5,8 secondi, mentre la velocità massima (non limitata) è nell’ordine dei 265 km/h.

LA TECNICA RINGRAZIA - L’aggiunta della S al nome Clubsport implica varie novità sotto il profilo tecnico: l’impianto frenante è maggiorato e si avvale di componentistica derivata dalle competizioni, il motore poggia su supporti irrigiditi, le modifiche al telaio permettono di affrontare le curve a velocità superiore ed il controllo di trazione lavora in maniera più efficace, limitando le perdite di aderenza nelle curve più strette. I cerchi in lega misurano 19 pollici e calzano pneumatici di tipo semi-slick, della Michelin, adatti più alla pista che non alle strade pubbliche: si chiamano Sport Cup 2 e sono proposti nella taglia 235/35. Il nuovo pacchetto aerodinamico è sbilanciato a favore del posteriore, in maniera da ottimizzare la trazione. La Volkswagen Golf GTI Clubsport S verrà realizzata in 400 esemplari numerati e potrà essere guidata nelle modalità Comfort, Normale, Corsa e Individuale. Quest’ultima prevede a sua volta l’opzione Nürburgring, specifica per il circuito tedesco.

Volkswagen Golf
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
331
226
186
126
310
VOTO MEDIO
3,1
3.12044
1179


Aggiungi un commento
Ritratto di orsogol
5 maggio 2016 - 19:24
1
Già, non ci avevo pensato che ha solo due posti. Però alle 5 di mattina per arrivare a casa qualcuno magari si siede lo stesso dietro da qualche parte.......
Ritratto di emergency
5 maggio 2016 - 17:22
Per rispondere a Pagani sarà la 124 sport Abarth (e non competition ) la sorella minore della 124 rally da 310cv che si cimentera nei rally a partire dal 2017.
Ritratto di fiattaro
5 maggio 2016 - 19:50
addirittura.
Ritratto di tuningman
5 maggio 2016 - 17:23
La vera regina del Ring è la Leon Cupra 280 cv perchè è l'unica che ha girato quasi di serie a parte le gomme semi-slick. Le altre compresa megane Trophy , Golf Club super preparate e alleggerite senza nulla praticamente e biposto!!!!!!!!! Detto da uno che ha la Golf GTI 230 cv ...............GRANDE CUPRA
Ritratto di felixprimo
5 maggio 2016 - 19:11
"Il nuovo pacchetto aerodinamico è sbilanciato a favore del posteriore, in maniera da ottimizzare la trazione", ...ma sono giornalisti o semplici praticanti che devono raggiungere i 5000€ nel biennio per iscriversi all'ordine? Dovrebbero sapere che stanno parlando di una TA!
Ritratto di Fulminebianco
6 maggio 2016 - 17:34
Considerando cosa riesco a fare con la mia "povera" Performance da soli 230 CV non riesco ad immaginare cosa potrei con questo "mostriciattolo"!
Ritratto di Gordo88
7 maggio 2016 - 15:41
Già la performance di base è un gran mezzo e con qualche accorgimento( mappa assetto e gomme) può diventare una buona auto da track day!! Io col golf 6 gti mi prendo qualche soddisfazione anche in questo campo
Ritratto di Ferrariccardo
8 maggio 2016 - 12:02
Ke massa di c....... Ke c'è, mamma mia. Gente ke nn capisce un emerito c...... Di auto e sa aprir bocca solo x le notizie ke sparano i media senza sapere quale fosse la vera "realtà"!!!
Pagine