Volkswagen Golf GTI, GTD e GTE: le tre anime della sportività

Pubblicato 27 febbraio 2020

Svelate le versioni GT della Golf 8: benzina da 245 CV, diesel da 200 e ibrida da 245.

Volkswagen Golf GTI, GTD e GTE: le tre anime della sportività

Quattro mesi dopo la presentazione della Volkswagen Golf 8, vengono svelate le sue prime versioni sportive: sono la Golf GTI, con il motore benzina 2.0 da 245 CV; la Golf GTD, con il diesel 2.0 da 200 CV; e la Golf GTE, dotata del sistema ibrido da 245 CV con batterie ricaricabili dall’esterno. Queste versioni saranno presentate al Salone dell’auto di Ginevra.

> VOLKSWAGEN GOLF GTI

La GTI è un classico per la Volkswagen Golf: ha debuttato nel 1975 ed è arrivata all’ottava generazione. Ha un look atletico e non appariscente, come da tradizione, ma fin dal primo sguardo si capisce che è una GTI: a connotarla sono l’assetto ribassato di 1,5 cm, le ruote con specifico design di 17” (optional di 18” e 19”), la modanatura nera sotto i fascioni e le portiere, lo spoiler sopra il lunotto, i due grossi scarichi e lo specifico paraurti anteriore, con griglie a nido d’ape ed i fari fendinebbia composti da 5 punti luminosi a forma di X (optional). Immancabile il profilo rosso nella mascherina, che integra anche una sottile fascia di led ad unire visivamente i fari.

L’interno della Volkswagen Golf GTI 2020 è impreziosito da specifici dettagli, diventati parte integrante della tradizione di questo fortunato modello: sono i sedili sportivi rivestiti da tessuto in stile tartan e l’impugnatura del selettore del cambio ispirata ad una pallina da golf (di colore nero). Presenti lo schermo di 10,25” per il cruscotto, quello a sfioramento di 10” nella consolle e l’illuminazione diffusa a led, personalizzabile in 30 colori, oltre ai pedali in metallo con inserti anti-sdrucciolo e allo sportivo volante con tasti a sfioramento: ci sono anche quelli per il sistema Travel Assist, che gestisce la guida assistita fino a 210 km/h. 

La Volkswagen Golf GTI ha sospensioni McPherson all’anteriore e multilink dietro. Debutta un nuovo sistema per il controllo della dinamica, che gestisce il differenziale a controllo elettronico XDS e le opzionali sospensioni a attive DCC: il guidatore può selezionare le modalità Eco, Comfort, Sport e Individual, per avere un’auto più confortevole sui fondi irregolari o diretta fra le curve. Il motore 2.0 della GTI, noto internamente come EA888 (lo stesso della scorsa generazione), ha 245 CV, 370 Nm di coppia e si abbina a due trasmissioni: la manuale a 6 rapporti e la robotizzata DSG a 7, entrambe collegati alle ruote motrici anteriori. 

> VOLKSWAGEN GOLF GTD

La Volkswagen Golf GTD si differenzia dalla GTI per l’assenza della modanatura nera sotto fascioni e portiere. Cambiano anche il profilo nella mascherina (è di colore argento, non più rosso), il disegno delle ruote e i due scarichi: non più ai lati del paraurti, ma ravvicinati sulla sinistra. Il suo motore è un “duemila” da 200 CV e 400 Nm di coppia, il più potente diesel mai adottato da una Volkswagen Golf, dotato di un doppio catalizzatore SCR per l’abbattimento delle emissioni allo scarico. Il cambio è solo DSG a 7 rapporti. 

> VOLKSWAGEN GOLF GTE

Priva dell’assetto ribassato e degli scarichi, la Volkswagen Golf GTE ha un fregio blu nella mascherina e lo sportellino sulla fiancata sinistra per il cavo di ricarica. All’interno, gli schermi hanno specifici menù per visualizzare i flussi energetici, la carica delle batterie e la residua autonomia del motore elettrico. È dotata di un sistema ibrido che si compone di un benzina turbo 1.4, da 150 CV, e di un motore elettrico, da 115 CV, per una potenza complessiva di 245 CV e 400 Nm di coppia. Ad alimentare il motore ad elettroni è una batteria di 13 kWh, del 50% più capace rispetto alla scorsa generazione: grazie ad essa la Golf GTE è in grado di percorrere fino a 60 km spinta dal motore elettrico. Equipaggiata con il cambio robotizzato DSG a 6 marce, secondo la casa tedesca ha prestazioni simili alla Golf GTI.

VIDEO
Volkswagen Golf
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
53
65
46
156
VOTO MEDIO
2,5
2.5
378




Aggiungi un commento
Ritratto di mika69
28 febbraio 2020 - 15:21
Quando siamo passati da Corolla a Golf nel 2009, è cambiato il mondo a livello di tante cose, in meglio intendo. Corolla affidabilissima e con un buon motore, ma finiva lì. Golf tutt'altro modo di guidare, di divertirsi anche, poi finiture e accorgimenti a iosa, che Corolla con il binocolo te li dava.
Ritratto di ELAN
28 febbraio 2020 - 16:44
1
Scusa mika... ma di quale Corolla e di quale Golf parliamo? Cos'avrebbe una Golf attuale, eccetto qualche schermo o gommina più bella, rispetto ad una Civic o una Mazda 3 (ed ovviamente rispetto alle premium tedesche?). Capisco il valore affettivo... ma forse bisogna anche essere un pò obiettivi. Ecco, capirei parlassimo della guida di una 1er TP con almeno 190cv... e del come questa quida sia differente dalle altre... ma la Golf? O parli della Golf GTI con differenziale aut. ecc.. ecc...
Ritratto di emergency
2 marzo 2020 - 09:00
Io mi ricordo della golf primi anni 80 la GTi 1.6 penso d 115 CV ERA MITICA ORA HA PERSO TOT IL SUO FASCINO E NAUSEANTE non spenderei mai e poi mai una cifra del genere per una macchinetta che non li vale.
Ritratto di Pavogear
27 febbraio 2020 - 11:34
La più interessante è ovviamente la GTI, che trovo molto bella e anche personale. Inoltre ha il plus di poter essere acquistata col cambio manuale. Continuo a non capire la GTD o meglio, non capisco perché qualcuno la dovrebbe comprare. Per quanto riguarda invece la GTE, anche in caso la vedo poco sensata e come un'occasione buttata via. Perché non dotarla dell'assetto ribassato e privarla dei terminali di scarico cromati come quelli presenti sulle altre due versioni? In fondo la clientela di queste auto cerca auto sportive e che si distinguono rispetto ai modelli normali. Inoltre il sistema plug-in sicuramente aggiungerà molto peso al modello, e dunque si poteva tranquillamente optare per una soluzione più spinta, magari col motore a benzina della GTI ingentilito e con lo stesso motore elettrico per una potenza complessiva sull'ordine dei 300 cavalli. In questo modo non si sarebbe sovrapposta né alla GTI, in quanto il cliente che vuole una sportiva più pura e divertente avrebbe optato sicuramente per la versione solo a benzina, né alla futura R, in quanto quest'ultima è dotata della trazione integrale e dunque un ulteriore step in termini di prestazioni. Non so, la vedo come se avessero deciso di fare la GTE solamente per apparire amici dell'ambiente senza credere veramente in questa soluzione
Ritratto di Neofita
28 febbraio 2020 - 09:22
Io ho avuto il piacere di guidare una GTE della serie 7 e ti posso garantire che non è pesante, anzi è molto scattante e divertente. L'unico ostacolo alla sua diffusione era (all'epoca) il prezzo spropositato, ma fosse costata poco più di una diesel, sarebbe stata un'ottima alternativa.
Ritratto di Pavogear
28 febbraio 2020 - 11:56
Speriamo sia così anche con questo modello allora. Estetica a parte, la soluzione del plug-in non è male e ha i suoi vantaggi dato che permette di viaggiare col solo motore elettrico per brevi tratti e dunque negli spostamenti in città non si consuma una goccia di benzina in modo da risparmiarla per divertirsi fuori città. Infatti pur preferendo una versione solo a benzina su auto come questa, ammetto che se fosse un pelo più curata dal punto di vista estetico e avesse l'opzione del cambio manuale allora sarei molto indeciso tra le due
Ritratto di mika69
28 febbraio 2020 - 11:45
Però i cerchi della GTI sono a dir poco orrendi.
Ritratto di Pavogear
28 febbraio 2020 - 11:57
Ti dirò, a me non dispiacciono anche se sicuramente potevano fare meglio. Mi piacerebbe però vederla con i cerchi della GTD
Ritratto di mika69
28 febbraio 2020 - 11:59
Quelli sono da 19"...oltre che sicuramente più belli.
Ritratto di Elix69
27 febbraio 2020 - 11:35
Decisamente meglio la Corolla GTI.... Oppure la Mazda 3 GTI.... Non venderà sicuramente..... Auf viedersen
Pagine