NEWS

Volkswagen ID.3: è seconda solo alla Golf

Pubblicato 29 gennaio 2021

A dicembre 2020 l’elettrica Volkswagen ID.3 è stata la seconda auto più venduta in Europa, battuta solo dalla Golf.

Volkswagen ID.3: è seconda solo alla Golf

PARTENZA COL BOTTO - Dopo un avvio a rilento per alcuni problemi tecnici, sembra proprio che la Volkswagen ID.3 stia vivendo il successo sperato dalla casa tedesca. Da settembre 2020, mese del lancio, il costruttore ha dichiarato di aver ricevuto 68.000 ordini consegnandone 56.500 ai clienti. Nello scorso mese di dicembre la ID.3 ha registrato vendite in Europa pari a 26.987 unità, piazzandosi alle spalle della Volkswagen Golf, che con 29.949 vetture è risultata essere la più venduta nel vecchio continente (vedi tabella qui sotto). Grazie a questi numeri la Volkswagen ID.3 è l’elettrica più venduta del gruppo, superando l’Audi e-tron e la Volkswagen e-Golf, che hanno registrato rispettivamente 47.300 e 41.300 unità consegnate nel 2020. 

LA ENTRY LEVEL - Nel 2021 la Volkswagen ID.3 ha tutte le carte in regola per consolidare la sua leadership in Europa. Infatti, ochi giorni fa, si sono aperti gli ordini per la variante più economica City, che costa 34.400 euro (che possono diventare 24.290 euro con gl’incentivi), ha un’autonomia di 320 km (la batteria è di 45 kWh) e 150 CV di potenza. Inoltre nei prossimi mesi arriverà anche la suv ID.4 e, entro la fine dell’anno, la suv-coupé ID.5.

Volkswagen ID.3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
187
110
50
39
89
VOTO MEDIO
3,6
3.562105
475




Aggiungi un commento
Ritratto di Flynn
31 gennaio 2021 - 09:22
Erano bidoni per la pessima qualità costruttiva. Ruggine e assemblaggi scadenti. Poi potevano piacere per l’aurea sportiva che avevano, ma e’ anche grazie a loro che in quegli anni e’ nato il mito della qualità tedesca
Ritratto di Flynn
31 gennaio 2021 - 11:24
Giulio , aggiungo, guarda bene cosa è uscito in quegli anni: i due flop di Arna e 90, la 33 che era un’Alfasud zincata ma con degli interni peggiori e la sovrastimata 75. Hai voglia a non fare fallimento
Ritratto di Giuliopedrali
31 gennaio 2021 - 12:29
La concorrenza era la Ritmo ancora più inaffidabile (con la Delta un carroarmato...) e le R11 o R14 e le Austin Maestro e Allegro hai presente... Quelle che alla prima piogerellina si bucherellavano di ruggine e la portiera poteva anche cadere per terra, le uniche di qualità erano la solita Golf e la Ford Escort, la 33 prima serie che avevo non aveva neanche brutti interni sempre che non la confrontavi alla Mercdes 190 che poi era criticata proprio per la plancia, la 33 non solo era un successo ma fu quella apprezzata dagli utenti più in Olanda o UK che qui forse e da cui avrebbero potuto svilupparsi nuove generazioni: altro che Subaru, le altre un vicolo cieco purtroppo, dimostrato abbondantemente dalla spettacolare Giulia di oggi. Cioè le Alfa sono quelle auto che le guidavi come le auto normali di 10 anni dopo, che debbano essere a trazione posteriore o cosa non sta scritto da nessuna parte, spero che in Stellantis se ne accorgano se no... A tra l'altro su Quattroruote di febbraio il rendering della nuova B SUV Alfa che dovrebbe uscire nel 2022 (o 2032 - 2042...) somiglia nella fiancata in maniera impressionante all'Alfasud.
Ritratto di Giuliopedrali
31 gennaio 2021 - 18:09
Erano talmente ruggini che erano zincate...
Ritratto di Voltaren
31 gennaio 2021 - 22:01
La 33 col ponte torcente rispetto al layout delle vere Alfa? Pedrali, lasci perdere, si copre di ridicolo ad ogni nuovo post.
Ritratto di zero
31 gennaio 2021 - 20:22
@Flynn Però, non è che, per andare a tutti i costi contro un utente, bisogna diventare più superficiale di lui. Bidoni tutte le Alfa a partire dal 1980 è una cosa che non si può sentire in bocca ad una persona che si considera appassionata di auto...
Ritratto di Flynn
31 gennaio 2021 - 22:12
@Zero: ho indelebile il ricordo del test che feci con una 164 Turbo del 1992 che mi proposero di acquistare. Un motore strepitoso, pazzesco per l’epoca , ma non conclusi l’affare perché trovai la trazione sull’asse anteriore uno sbaglio imperdonabile.
Ritratto di Flynn
31 gennaio 2021 - 22:32
Poi, per carità, bidone è indubbiamente un termine esagerato e comunque negli anni qualche modello di pregio è stato proposto.., ma sarebbe ipocrita, da parte mia, affermare che la bella guida non passi necessariamente per la trazione posteriore.
Ritratto di zero
31 gennaio 2021 - 23:34
@Flynn È tutto molto seggettivo. Sono gusti, e i gusti non si discutono. Una macchina può essere bella da guidare con qualunque trazione: poi c'è chi ne preferisce una e chi ne preferisce un'altra... Mi reputo fortunato, in questo senso: riesco a divertirmi sia con l'anteriore che con la posteriore, adottando e sapendo di adottare tratti di guida diversi. Per le posteriori, si parla sempre dei sovrasterzi di potenza e del sottosterzo di curva. E ci sta. Ma, se un'anteriore è molto ben fatta come l'Alfa ha sempre saputo fare, ci si diverte tantissimo anche impostando traiettorie e percorrerendo le curve con la gestione dei trasferimenti di carico tra gli assi. Comunque, non discuto le preferenze di ciascuno... Ho avuto e ho ancora sia Alfa a trazione posteriore che Alfa a trazione anteriore, e tutte mi hanno dato sempre grandi soddisfazioni. Sentendi liquidare queste ultime come bidoni, proprio non riuscirò a capirne mai il perché.
Ritratto di alphia
1 febbraio 2021 - 06:58
Ma anche dagli 80 in poi non è certamente la 33 portabandiera di Alfa buone, allora anche restando nello stesso segmento la 147 cos'era fatta da Ferrari o Lamborghini in confronto visto il reparto tecnico che aveva ?
Pagine