NEWS

Volkswagen: allo studio fari sempre più intelligenti

18 ottobre 2018

I fari delle automobili diventeranno sempre più elemento attivo di sicurezza perché possono comunicare informazioni utili.

Volkswagen: allo studio fari sempre più intelligenti

VEDONO... E PROVVEDONO - Sono lontani i tempi in cui i fari delle automobili erano composti da una semplice lampadina e una parabola riflettente in grado di ampliare il fascio luminoso. Oggi su molte vetture sono presenti fari a led, dove diodi luminosi possono creare un fascio molto più profondo, intenso e facile da indirizzare rispetto alla lampadine. La Volkswagen è convinta che questa tecnologia abbia ancora grandi margini di sviluppo e nel 2014 ha inaugurato perciò una nuova area di nella fabbrica di Wolfsburg, in Germania, dove si trova un tunnel lungo cento metri e largo quindici dove i tecnici posso effettuare test in condizioni simili a quelle stradali regolando l'illuminazione ambientale. Qui inoltre è possibile capire come pedoni e altri guidatori reagiscono ai nuovi sistemi luminosi (guarda il video qui sotto).

INGOMBRI CHIARI - In questo centro prove la Volkswagen sta mettendo a punto nuove funzionalità per fari e fanali a led, che saranno in grado di “parlare” al guidatore e aiutarlo quando deve effettuare manovre complesse. Un esemplare di prova della Volkswagen Touareg è dotato ad esempio di fari anteriori ad alta definizione a led con migliaia di minuscoli punti luce, che un software gestisce in maniera intelligente per orientare il fascio luminoso: i fari possono illuminare la strada e allo stesso tempo creare due linee sull'asfalto per indicare al guidatore quanto è larga l'auto. Questa funzione, chiamata Optical Lane Assist, è utile a chi traina un rimorchio e deve affrontare un passaggio stretto di notte (o in presenza di lavori in corso). Il sistema Optical Lane Assist funziona anche in curva.

I CARTELLI NEI FANALI - La casa tedesca è al lavoro inoltre per aggiungere un sistema di tipo matrix nei fanali posteriori, che saranno in grado di spegnere ciascun led per svolgere diverse funzioni: in questo modo si potrà ad esempio far comparire un segnale di pericolo all'interno dei fanali quando si è appena verificato un incidente. Il sistema matrix è già stato implementato da tempo nei fari anteriori, dovei singoli led si spengono selettivamente per non abbagliare ad esempio chi guida in senso contrario. Con la funzione Optical Park Assist, invece, i fanali indicano sull'asfalto l'area di parcheggio, aiutando il guidatore nelle “retro” più difficili.

PENSANDO ALLA GUIDA AUTONOMA… - Specifiche luci a led permetteranno anche di far comunicare le auto a guida autonoma con l’esterno, magari per segnalare un pericolo con diodi luminosi abbinati a estese bande in fibra ottica in posizione ben visibile. I test sono in corso… Un veicolo di prova su base Tiguan (foto qui sopra) viene utilizzato anche per verificare l’efficacia di schermi sul frontale e nelle fiancate: servono a segnalare ai pedoni la possibilità di attraversare la strada. L’esigenza nasce dal fatto che nelle auto a guida autonoma non c’è un guidatore con cui il pedone può incrociare lo sguardo per capire di essere stato visto. Un analogo schermo nella zona posteriore può, per esempio, segnalare una coda, un po’ come fanno oggi i pannelli a messaggio variabile sulle autostrade. I tecnici stanno mettendo a punto un linguaggio di simboli comprensibili in tutto il mondo, ma ci vorrà una decina di anni per vederli su strada.

VIDEO




Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
19 ottobre 2018 - 19:38
2
Oppure quelli che prendono Audi e BMW con 300k km di terza mano e alla prima riparazione o cambio gomme la rivendono per lo spavento.
Ritratto di Roomy79
19 ottobre 2018 - 20:58
1
L’anno scorso al cambio gomme invernale ho trovato prima di me un idiot@ con una serie 330 d, il meccanico smonta le posteriori una era un 235 e l’altra un 225 o simile...si e giustificato dicendo che le ha prese usate da persone diverse e che marca, spall@ e il raggio erano uguali. Non aggiungo altro
Ritratto di Agl75
20 ottobre 2018 - 14:28
@roomy: fantastico!!!! Ahahahah
Ritratto di Agl75
20 ottobre 2018 - 14:33
@roomy: fantastico!!!! Ahahahah
Ritratto di andrea999
22 ottobre 2018 - 01:00
Gli ha detto pure bene se era Mercedes gli toccava cacciare quasi 2000E.
Ritratto di Illuca
18 ottobre 2018 - 20:42
A quando un pannello sul tetto come polizia e carabinieri!?
Ritratto di fabrizio GT
18 ottobre 2018 - 21:32
ieri mattina prendo la macchina per andare al lavoro.... qualcuno mi ha rotto il fanale posteriore!!! prezzo del pezzo nuovo 110€ , sto parlando di una fiat idea 1°serie, voi capite che mi girava il belino.... ok destinazione sfasciacarrozze......con un po' di fatica trovo il pezzo al costo di 20€ e pensate un po' senza la benchè minima esperienza 5 minuti e una chiavetta a tubo dell'8 sostituito il pezzo. Adesso cosa mi succederebbe se fosse stato un fanale come quello dell'articolo? quanto sarebbe costato 600/700 o forse 1000 euro? meglio una cosa semplice con tre lampadine..... concordo con fr4ncesco chi li vede i triangolini?
Ritratto di Pellich
19 ottobre 2018 - 14:27
.. beh, nulla di nuovo, accade già di dover spendere quelle cifre per un faro a led o xeno rovinato, rotto o non più funzionante (fuori garanzia) ..
Ritratto di marcoveneto
19 ottobre 2018 - 15:30
Prova a vedere quanto costa un radar che quasi tutte le auto hanno di serie ora..c'è da mettersi le mani nei capelli...più tecnologia = più elettronica = maggiori costi sui ricambi
Ritratto di 82BOB
18 ottobre 2018 - 21:36
Non credo siano una buona soluzione! Dovrebbero invece pensare a fanali anteriori e posteriori, a prescindere dalla tecnologia, che costino poco per la sostituzione e che diano pochi problemi di malfunzionamento! Oltre ovviamente ad avere un'ottima visibilità posteriore e non dare problemi di abbagliamento!
Pagine