Volkswagen: a Parigi una concept elettrica

16 settembre 2016

Al Salone di Parigi la Volkswagen presenterà una concept di auto elettrica con oltre 400 km di autonomia e una ricarica di soli 15 minuti.

Volkswagen: a Parigi una concept elettrica

GRANDE AUTONOMIA, PICCOLA CARICA - La Volkswagen ha diffuso alcune immagini che suggeriscono lo stile del prototipo di vettura elettrica destinata al prossimo Salone dell’auto di Parigi. Stando alle indiscrezioni, questa concept anticipa un'auto di serie totalmente elettrica che dovrebbe arrivare sul mercato nel 2019. Un dato su tutti spicca da quanto trapelato: l’autonomia, attuale punto debole delle elettriche. Si dice che la vettura sarà in grado di percorrere tra i 400 e 480 chilometri con le batterie completamente cariche, garantendo così un’ottima autonomia complessiva. Il dato impressiona soprattutto a fronte del tempo di ricarica richiesta: 15 minuti.

DIMENSIONI DA MEDIA, SPAZIO DA WAGON - I materiali usati per il corpo vettura saranno piuttosto convenzionali, a partire dall’acciaio. Per quanto riguarda le dimensioni, l’elettrica della Volkswagen dovrebbe avere le dimensioni esterne di una Golf; a quanto pare, però, lo spazio interno, però, sarà maggiore e si avvicinerà a quello offerto dalla Passat. Questo sarà possibile grazie alle ridotte dimensioni del motore elettrico e alla collocazione delle batterie nel “pavimento” della vettura.

1 MILIONE DI ELETTRICHE - La vettura esposta a Parigi anticipa una delle cinque elettriche che la Volkwagen vuole introdurre sul mercato da qui ai prossimi anni. L’obiettivo è di riuscire a vendere, nel mondo, un milione di auto con questo tipo di alimentazione. Per riuscirci, dopo la hatchback, il colosso teutonico introdurrà una crossover, una berlina di lusso e una supersportiva. Ci sarà anche una monovolume ispirata alla Budd-e concept che, con molto probabilità, arriverà sul mercato prima di tutti gli altri modelli elettrici.



Aggiungi un commento
Ritratto di luigi sanna
17 settembre 2016 - 14:46
5
Perche mai non potrebbe essere possibile? Tutto è un evoluzione, e in questo campo, non ci sono limiti, quindi. Tutto sta ad immagazzinarla l'energia, ma per produrla o diffonderla non ci sono limiti (ripeto)... le batterie, quelle si purtroppo.... hanno dei limiti. Considera che Nikola Tesla era in grado di diffonderla via Wireless... parliamo degli albori del 900', noi qua, siamo ancora alle batterie. Wireless per Navi, Aerei, Treni, Città, tutto..... povero Nikola, se ci vedesse... siamo ancora alla clava.
Ritratto di Strige
17 settembre 2016 - 16:42
Attualmente non esistono batterie che possano essere ricaricate in 15 minuti. A meno che non mi sia sfuggita qualche innovazione, ma googlando non mi pare che ci sia qualcosa di reale, ma solo teorie. Per me il futuro è e sarà il grafene, quello si che si ricarica in 20 minuti e garantisce autonomie 10 volte quelle attuali. Ovviamente, anche qua si parla di solo teoria.
Ritratto di luigi sanna
17 settembre 2016 - 17:56
5
Magari avranno realizzato delle batterie diverse, chissà. Sta di fatto che con la poca distribuzione al livello Nazionale (parlo di colonnine specifiche), bisognerà "sempre" caricarle di Notte, con i nostri 3 Kw... Mamma mia.
Ritratto di Strige
17 settembre 2016 - 21:03
per voi che state in Italia si....qui ci sono parecchie colonnine fast-charge in giro per londra oppure te le puoi installare anche a casa....ricarichi l'auto in poco....così dicono.
Ritratto di Davelosthighway
17 settembre 2016 - 22:09
Sparate e solite manie di esagerazione Made in vw . Dove pensano di ricaricarle queste auto ? Al CERN ? vw sta diventando sempre più un buco nero pieno di menzogne
Ritratto di v8sound
16 settembre 2016 - 15:22
Ricarica in 15 minuti????????? Allora, nell' articolo non è specificata la capacità delle batterie, potrebbe essere (per analogia con altri modelli) intorno ai 50 - 60 kWh. Allora, per ricaricare 50 kWh in 15 minuti, al netto delle perdite e collegato direttamente alla rete avremmo bisogno di una fornitura da 200 kW, probabilmente di una cabina di trasformazione da media a bassa tensione!!! Con qualche dispositivo di ricarica veloce avrei comunque bisogno di immagazzinare tale energia, se fosse ogni 24 ore dovremmo comunque riservare circa 2 kW per il dispositivo di ricarica!
Ritratto di Luzzo
16 settembre 2016 - 16:08
spiegaglielo qua https://newsroom.porsche.com/en/technology/porsche-engineering-e-power-electromobility-800-volt-charging-12720.html
Ritratto di remo la barca
16 settembre 2016 - 18:16
L'articolo non è attinente, in quanto spiega come superare il limite rappresentato dall'intensità (amperaggio) raddoppiando la tensione (voltaggio). Ciò non toglie che per trasferire 50 kW in quindici minuti sia necessario appunto una potenza (volt X ampere, quindi a prescindere dalla sola tensione o intensità) pari a quella di settanta appartamenti. Magari non proprio ina cabina di trasformazione ma quasi. Non solo, ma la botta che prende la rete di alimentazione con un simile assorbimento farebbe probabilmente saltare una riga di automatici.
Ritratto di v8sound
16 settembre 2016 - 21:11
X Remo la barca. Semplificando, la potenza è data dal prodotto corrente x tensione. Nel tuo esempio riporti 50kW che appunto è la potenza. La carica di una batteria è invece data dall'energia della stessa, ovvero potenza per tempo, infatti io nel mio commento precedente ho scritto 50 kWh. Per esempio, se per avanzare l'auto consuma mediamente 10 kW avrai un'autonomia di 5 ore, se ne consuma 25 kW sarà di 2 ore. Con la ricarica funziona in modo analogo, è l'energia che devo trasferire, a parità di essa per dimezzare il tempo di ricarica devo raddoppirare la potenza. Riguardo alla centrale elettrica, quando superi i 100 kW quasi sempre l'ente distributore non la fornisce in bassa tensione, ma bensì in media.
Ritratto di v8sound
16 settembre 2016 - 20:54
X Luzzo. Cos'è che dovrei spiegare?
Pagine