NEWS

Volkswagen Passat: tutta nuova per la Cina

16 ottobre 2018

In Cina la Passat è un modello specifico per quel mercato, che ora si rinnova completamente.

Volkswagen Passat: tutta nuova per la Cina

STILE SU MISURA - La Cina è di gran lunga il primo mercato al mondo per la Volkswagen, dove l'anno scorso ha venduto 3,18 milioni di vetture sulle 6,23 milioni complessive. Non stupisce quindi che il costruttore tedesco voglia realizzare modelli in linea con i gusti degli automobilisti locali. È il caso della nuova berlina Volkswagen Passat, una quattro porte che riprende il nome di quella venduta in Europa ma cambia profondamente nello stile, adattato per rispecchiare le preferenze dei cinesi: la grande mascherina anteriore, le vistose cromature e la scritta Passat a caratteri maiuscoli sul portello posteriore conferiscono maggiore “importanza” all'auto. La casa tedesca ha deciso insomma di seguire una strada diversa rispetto agli altri costruttori, che tendono a vendere la stessa vettura con differenze minime in varie parti del mondo, tanto da realizzare tre Passat diverse per la Cina, l'Europa e gli Stati Uniti.

LUNGHEZZA “MAXI” - La Volkswagen Passat 2018 per la Cina è lunga 493 cm e ha un interasse di 287 cm, misure superiori di 6 e 7 cm rispetto al vecchio modello. Il modello per l'Europa, a confronto, “cede” 16 cm in lunghezza e 8 cm fra il centro delle ruote anteriori e posteriori, pur avendo lo stesso telaio di quella cinese: la base meccanica è la nota MQB, utilizzata anche per le Volkswagen Golf e Tiguan. Il nuovo modello ha un interno accogliente e ben rifinito, che nulla invidia alla Passat per l'Europa: ci sono infatti i sedili riscaldabili e ventilati, il tetto panoramico in vetro e nuovi materiali per filtrare i rumori esterni, che secondo quando annunciato dalla casa tedesca sono inferiori del 33% rispetto alla vecchia generazione. Non mancano lo schermo a sfioramento di 9,2” nella consolle e l'head-up display.

ANCHE IBRIDA - L'equipaggiamento della Volkswagen Passat cinese è molto ricco anche sul fronte della sicurezza, grazie al monitoraggio dell'angolo cieco, al regolatore di velocità adattivo, al mantenimento attivo della corsia e allo spegnimento automatico dei fari abbaglianti. Il primo motore annunciato è il noto benzina 2.0 TSI da 186 CV o 220 CV, abbinato al cambio automatico doppia frizione DSG a 7 marce, ma in futuro arriverà un ibrido con batterie ricaricabili alla spina basato sul benzina 1.4.



Aggiungi un commento
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
16 ottobre 2018 - 18:16
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Claus90
16 ottobre 2018 - 20:32
Che vaggaro oh
Ritratto di MAXTONE
16 ottobre 2018 - 20:42
Perdonami Fx88, non che avessi molta voglia di commentare il post, ma non capisco perché continui a chiamarmi in causa confondendomi con l'altro utente Gio75 col quale peraltro ho spesso scambi di idee stimolanti e sempre nel massimo rispetto reciproco che è (dovrebbe perlomeno) essere la regola n.1 della policy del sito. In ogni caso se vuoi la mia su questa Passat per la Cina, non la trovo neanche male anzi, sa un po' di Genesis nella vista laterale, il taglio della terza luce in particolare, ma nulla di che, nel complesso mi sembra elegante e abbastanza equilibrata. Inoltre essendo una berlina e non un suv già mi è simpatica a prescindere.... per le critiche mosse alla filosofia costruttiva e ingegneristica di Toyota/Lexus non me ne può importare meno anche perché non si può censurare un opinione solo perché non la si condivide quindi per ciò che mi riguarda sei libero di esprimerne quante ne vuoi, buone e meno buone che siano.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
16 ottobre 2018 - 20:49
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Fdet_
16 ottobre 2018 - 12:37
Praticamente hanno preso la phaeton del 2008 e le hanno cambiato il nome... I posteriori vw sono un pugno negli occhi, in ogni modello, continuerò a sostenerlo.
Ritratto di francesco.87
16 ottobre 2018 - 13:03
e infatti solo li può vendere
Ritratto di luperk
16 ottobre 2018 - 13:59
A dimostrare quanto il mercato cinese sia più avanzato di quello europeo. Tra qualche anno forse lo sarà anche quello sudamericano.
Ritratto di luperk
16 ottobre 2018 - 21:21
molto piu avanzato quello europeo con le citycar indiane e le lattine di tonno francesi, lol
Ritratto di Giuliopedrali
16 ottobre 2018 - 15:23
I modelli europei per la Cina mediamente non sono granché perché sono creati per il pubblico meno trendy. Gli europei anche se VW vende tantissimo sono quasi inconsapevolmente coscienti che soprattutto lì è difficile affrontare la modernità stilistica ed elettrica di una BYD o una Tesla o Nio o forse anche di Toyota o Hyundai e quindi propongono solo berline di qualità (supponendo che le cinesi lo siano meno) ma talmente tradizionali da poter conquistare ormai solo la provincia, almeno penso.
Ritratto di Giulio Pedali
16 ottobre 2018 - 15:54
I cinesi aspettano solo un design iconico tipo la 33, non questo rottame a gasolio.
Pagine