Volkswagen Passat: un restyling di sostanza

06 febbraio 2019

La Passat 2019 riceve nuove tecnologie e sistemi di assistenza alla guida. Rivisto l’ibrido della GTE.

Volkswagen Passat: un restyling di sostanza

VA DA SOLA - In vendita dal 2014, l’ottava generazione della Volkswagen Passat si concede un aggiornamento di metà “carriera” e fa il pieno di nuove tecnologie, perché fra le tante novità della versione rinnovata (nei concessionari da settembre 2019) c’è anche il sistema per la guida semi-automatica Travel Assist: grazie a sensori e ad una telecamera, la nuova Passat è in grado di restare nella corsia di marcia, seguire il flusso del traffico fino a 210 km/h e arrestarsi in caso di stop, prima di ripartire e riportarsi alla velocità programmata dal cruise adattativo. Questa funzionalità è utile non soltanto in autostrada ma anche sulle statali, perché il Travel Assist “incrocia” le informazioni presenti sul Gps e riduce automaticamente la velocità impostata sul cruise in caso di limiti più bassi o prima di una rotatoria, un incrocio o un centro abitato. Il sistema di disattiva però se il guidatore non tocca il volante per dieci secondi, in quanto per legge chi guida deve sempre restare vigile.

ABBAGLIANTI SEMPRE ACCESI - Il Travel Assist (al debutto su una Volkswagen) entra a far parte del pacchetto Iq.Drive, che include sistemi di assistenza alla guida già conosciuti (a partire dalla frenata automatica d’emergenza) e altri inediti. La Volkswagen Passat 2019 è dotata infatti dell’Emergency Steering Assist, che aiuta il guidatore nelle manovre d’emergenza in cui deve evitare un ostacolo: il sistema riconosce il pericolo e aziona i freni, aiutando chi guida nella brusca sterzata, prima di mettere in funzione i controlli elettronici per stabilizzare l’auto nel successivo riallineamento. La Volkswagen Passat ha di serie i fari a led fin dal primo livello di equipaggiamento, mentre quelli di livello superiore sono dotati delle luci anteriori a matrice di led, che spengono automaticamente alcuni “punti” luminosi per creare un cono d’ombra che non abbaglia chi guida in senso contrario. In questo modo è possibile tenere sempre agli abbaglianti accesi, anche di notte. Sulla Volkswagen Passat sono a led anche i fanali posteriori.

SEMPRE CONNESSA - La Volkswagen Passat riceve inoltre migliorie per il sistema multimediale, abbinato a schermi a sfioramento di 6,5”, 8 e 9,2”. Integrata c’è una scheda sim, che permette di collegarsi ad internet senza “appoggiarsi” alla connessione di uno smartphone, ad esempio per ascoltare musica online o per dialogare con l’assistente vocale, che si richiama dicendo “Ciao Volkswagen”, al quale si possono chiedere informazioni su alberghi, ristoranti e località turistiche. La funzionalità Apple CarPlay è utilizzabile anche senza fili. Fra le novità della rinnovata Passat rientra anche la strumentazione digitale, che assume il nome Digital Cockpit (prima si chiamava Active Info Display) e sfrutta uno schermo dai colori più vividi e brillanti. Il guidatore può scegliere nuove personalizzazioni, privilegiando ad esempio la mappa del Gps oppure gli strumenti che indicano velocità e giri del motore.

BATTERIE MAGGIORATE - I motori della Volkswagen Passat 2019 restano sette: i benzina 1.5 da 150 CV e 2.0 da 190 e 272 CV, oltre ai diesel 1.6 da 120 CV e 2.0 da 150, 190 e 240 CV. A questi si aggiunge il rinnovato sistema ibrido da 218 CV della Passat GTE, sempre basato sul benzina 1.4 da 156 CV e sul motore elettrico da 115 CV. A cambiare sono le batterie, che passano da 9,9 kWh a 13 kWh di capacità, per un’autonomia che nella modalità di guida a zero emissioni può raggiungere i 55 km (misurati secondo il nuovo e più severo ciclo di consumo wltp). Collegandole alla rete elettrica di casa, le batterie si ricaricano in 6 ore e 15 minuti. La Passat GTE, disponibile anche con carrozzeria wagon, può essere guidata nelle modalità solo elettrica E-Mode, nell’ibrida Hybrid e nella GTE, dove i motori a benzina ed elettrico lavorano per massimizzare le prestazioni. Il guidatore può decidere anche di andare solo a benzina per mantenere la carica delle batterie, in previsione di spostamenti in città.

STILE “CONFERMATO” - Meno profondo il lavoro degli stilisti, che hanno ridisegnato i fascioni, la mascherina e riposizionato la scritta Passat al centro della coda. Cambia infine il disegno delle ruote di 17”, 18” o 19”. Oltre alle versioni berlina e wagon resta la Passat Alltrack, con protezioni sulla carrozzeria in stile crossover.

Volkswagen Passat
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
56
56
32
28
69
VOTO MEDIO
3,0
3.0083
241


Aggiungi un commento
Ritratto di Carlo959
8 febbraio 2019 - 15:44
Nel titolo si parla di restyling, a inizio articolo di "aggiornamento" (il che appare assai più appropriato). Le hanno iniettato la giusta dose di ADAS e sostituito la fanaleria con quella dei modelli più recenti. Modello con una lunga e tipica tradizione di 'sostanza' e consolidato successo commerciale (da noi), oggi (e, credo, domani) certamente meno in voga, causa notorio diverso orientamento generale del mercato.
Ritratto di marika333
9 febbraio 2019 - 14:08
Ormai questo sito è diventato un salotto contro le tedesche e vw in particolare...davvero noioso non potersi confrontare con persone che argomentano ed oltre alla loro opinione scrivono solo pareri soggettivi e sempre negativi
Ritratto di maomar61
10 febbraio 2019 - 01:03
Anonima come tutte le VW ma alla fine hanno ragione loro, perchè vendono. Io non la comprerei mai, anche se probabilmente la cura costruttiva è molto buona (anche se negli ultimi anni è calata la qualità). Il design è veramente povero.
Ritratto di NELLO NERO
11 febbraio 2019 - 20:15
1
Ciao maomar in quale autovetture Tu personalmente trovi un design ricco (contrario di povero)? Se non hai mai acquistato, usato a lungo una W sulla base di quale valutazione puoi affermare che la cura costruttiva fosse prima buona ed ora non più. Grazie se rispondi. Un caro saluto.
Pagine