NEWS

Volkswagen T-Cross: i disegni

2 settembre 2018

La Volkswagen ha diffuso i disegni ufficiali della sua crossover più piccola, al T-Cross, che sarà in vendita nella primavera del 2019.

Volkswagen T-Cross: i disegni

SUV CITTADINA - Le crossover e suv stanno dilagando e sta diventando protagoniste anche nella fascia di modelli di dimensioni più contenute. Al processo partecipa anche la Volkswagen che sta mettendo a punto la sua proposta, la Volkswagen T-Cross, che con la sua lunghezza di 411 cm viene definita “urban suv” e nella gamma del marchio andrà a collocarsi al di sotto della T-Roc (più lunga di 12 cm). La casa ha anche accennato alle tempistiche del lancio, dicendo che lo sviluppo è nella fase finale e la presentazione avverrà in autunno, con inizio vendite nella prossima primavera per sfidare le rivali Seat Arona, Renault Captur, Ford Ecosport e Peugeot 2008. Dopo aver fatto circolare le immagini del modello “camuffato” nelle situazioni dei test stradali di sviluppo (qui la news), ora la Volkswagen ha mostrato quattro disegni che danno l’idea della personalità della T-Cross. Gli schizzi sono infatti parecchio dettagliati e propongono le vedute esterne davanti e dietro oltre a due dell’abitacolo. 

LINEE ORIZZONTALI NEL FRONTALE - Il frontale della Volkswagen T-Cross adotta elementi sia della Touareg, come lo sviluppo orizzontale delle linee, accentuato dall’elemento superiore che si estende per tutta la larghezza della vettura, includendo i fari e con la cornice che pare incorporare anche la griglia centrale. Nella parte più bassa trovano posto due elementi luminosi, uno per lato, ispirati a quelli della T-Roc, di grandi dimensioni con vistosa cornice apparentemente cromata. Ne nasce una sorta di “competizione visiva” su quale dei gruppi ottici sia quello principale.

POSTERIORE COMPATTO - La stessa logica “orizzontale” è presente anche nella parte posteriore della Volkswagen T-Cross, che peraltro presenta una netta compattezza. I due gruppi ottici sono coordinati orizzontalmente con una sorta di cornice a tutta larghezza, in cui pare trova posto un sottile elemento luminoso. E anche agli altri livelli della carrozzeria dominano le linee orizzontali, in sintonia con le tendenze stilistiche delle ultime Volkswagen.

FUNZIONALITÀ ALL’INTERNO - I due disegni dell’abitacolo della Volkswagen T-Cross sono forse più difficili da interpretare per quel che concerne le proporzioni, ma rendono comunque evidente l’impostazione tutta rivolta al conducente dell’insieme costituito da plancia, console e ovviamente cruscotto. Uno dei disegni mostra il volante con una curiosa struttura a quattro razze, di cui due che hanno la stessa origine nella corona e gli altri vertici “appoggiati” sulle altre due razze.  

Volkswagen T-Cross
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
20
9
19
17
45
VOTO MEDIO
2,5
2.472725
110
Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
2 settembre 2018 - 14:26
È vero. Audi con Walter De Silva era meglio di oggi con Marc Lichte (Wolfgang Egger ora è alla BYD cinese che fa auto a livello Audi...) basta guardare la vecchia e la nuova A5 coupé, ancora carina quella vecchia, rarissima quella nuova.
Ritratto di Alfiere
3 settembre 2018 - 08:52
1
Su molti modelli campano ancora del lavoro di de silva senza stravolgimenti da 10 anni
Ritratto di Boys
3 settembre 2018 - 16:42
1
dottorstrange..guarda che a Wolfsburg NON VOGLIONO cambiare o modificare le loro linee d'antan finché la gente le compra.. se analizzi bene le loro auto "nuove" le affinano con un ritocco dei fari e pochissimo altro e negli interni sono aggiornamenti degli optional che altri competitors danno senza farli pagare e la qualità ormai se guardiamo gli interni di Polo e T-Rock (auto provate) altri fanno meglio con un prezzo inferiore il che..
Ritratto di gjgg
2 settembre 2018 - 11:57
1
??? Pensavo (da profano della situazione) fosse già a listino. Comunque, da quel che si può intuire, meglio in termini di fluidità estetica della gamma suv già in vendita nello stesso marchio (il che fra l'altro è strano perché dovrebbe essere la più compatta e potenzialmente tozza della famiglia). Da notare il fanalone monofascia posteriore se non erro introdotto dalla Sportage e a cui in molti pare si stiano aspirando
2 settembre 2018 - 13:36
I fanaloni monofascia esistono dalla notte dei tempi, uno tra tanti esempi: Alfa 164 nata 31 anni fa. Comunque è una moda iniziata dai nipponici nel 1983 con la Honda Prelude seconda serie, la terza serie del 1988 invece fu la prima auto di serie a montare le quattro ruote sterzanti gestite da un elettronica molto avanzata che consentiva al retrotreno di sterzare, a seconda dei casi, in fase o in controfase.
Ritratto di gjgg
2 settembre 2018 - 14:14
1
Parlavo di suv e poi di quella particolare configurazione con la fascia unitoria più sottile dei gruppi ottici in quanto tali (forse la Dodge Dart fra le prime che mi vengono in mente ad adottarla fra i non suv). Amarcord invece per l'excursus sulle da te citate, qui ne gira ancora una di 164 prima serie, fra l'altro una 3.0 V6, se non erro.
Ritratto di Giuliopedrali
2 settembre 2018 - 14:28
Oggi il fanalone monofascia posteriore (l'unica cosa che stonava sulla Alfa33 Imola, stupenda) ce l'hanno tantissimi SUV cinesi, quasi tutti uguali però dotati di molta presenza.
Ritratto di gjgg
2 settembre 2018 - 14:58
1
Infatti come dicevo lo Sportage ha fatto molta scuola, figurati se i cinesi non ci si rifacevano. Comunque un qualche test drive, anche solo in inglese, sarebbe utile per capire effettivamente a che livello si trovano
Ritratto di Giuliopedrali
2 settembre 2018 - 15:07
Be ne trovi un sacco di test drive in english please non in mandarino su Bestsellingcars.blog o su Carsalebase di test di nuove auto cinesi, e sono veramente sorprendenti, meglio non leggere neanche se uno odiasse i prodotti cinesi, e il bello è che le strade cinesi sono tutte dritte, quindi le cinesi che arriveranno qui saranno pure più raffinate nella guida di quelle testate ora in Cina da un australiano...
Ritratto di gjgg
2 settembre 2018 - 15:13
1
Devo trovare allora il momento quando mi avanzano un po' di MB. Modello consigliato da cui partire?
Pagine