Volkswagen T-Roc: quasi pronta la versione R

07 febbraio 2019

Sono nella fase finale i test della crossover sportiva T-Roc R, con circa 300 CV, trazione integrale e cambio a doppia frizione.

Volkswagen T-Roc: quasi pronta la versione R

IN MANI ESPERTE - È l’impegnativo circuito tedesco del Nürburgring il “banco” di prova scelto per la nuova Volkswagen T-Roc R, la variante sportiva della crossover T-Roc che in questo periodo sta effettuando test di sviluppo in condizioni al “limite”. I collaudatori Benjamin Leuchter e Petter Solberg (campione del mondo rally nel 2003) stanno mettendo alla frusta questa “piccola bomba”, che dovrebbe arrivare entro fine 2019 con una carrozzeria più aggressiva delle normali Volkswagen T-Roc, come si vede nel video qui sotto, in cui si notano i fascioni maggiorati, l’assetto ribassato e le ruote di grandi dimensioni.
 
SORELLA DELLA SQ2 - La casa tedesca per il momento non ha comunicato ulteriori dettagli su cosa si nasconda sotto alle camuffature della Volkswagen T-Roc R, ma ha diffuso un primo disegno che ne anticipa l'aspetto (qui sopra). Quello che sappiamo dalle indiscrezioni è che dovrebbe avere la trazione integrale e il classico 4 cilindri turbo 2.0 della casa tedesca nella sua versione più potente, quindi con circa 300 CV. Si tratta dello stesso “hardware” che viene utilizzato dall’Audi SQ2, versione sportiva della Q2, che condivide pianale e meccanica con la T-Roc. Il cambio sarà il robotizzato doppia frizione a 7 marce, dotato anche delle palette al volante per cambiare marcia manualmente.

Volkswagen T-Cross
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
69
33
39
49
116
VOTO MEDIO
2,6
2.640525
306




Aggiungi un commento
Ritratto di Santhiago
10 febbraio 2019 - 12:31
Ok.. Ma la mia affermazione da te citata non va disgiunta da quanto scritto prima, cioè che la commistione di queste caratteristiche generino un nonsenso, che andavo a esemplificare nella frase successiva. Forse unire le frasi con i due punti sarebbe stato più corretto rispetto a separarle con il punto, ma aldilà delle sfumature legate all'interpunzione, il senso del mio discorso rimane il punto di vista personale sulla logica di certe scelte. Sono consapevole che purtroppo oggi sia spesso questa la realtà, e la mia critica va sia verso un' offerta studiata non per fornire un prodotto che risponda ad un bisogno, ma più per generare un bisogno diverso, sia verso una domanda inconsapevole che si lascia indurre dai market maker, e questa mia visione critica si estende a vari aspetti della società e della cultura, o meglio dire, sottocultura, contemporanea: suv prestazionali, musica trap, influencer, fast food, sono tutti prodotti che trovo insensati nella loro offerta, ma chiaramente l'offerta trova senso nella domanda. Partendo dalla prima, è quindi anche su quest'ultima che si estende mia critica. Quindi, certo che sono consapevole che ci saranno acquirenti x questa auto così come per la Gla Amg, ma ciò non toglie che io disprezzi sia la scelta di offrire un auto di questo tipo, ritenendola opportunistica, sia soprattutto quella di apprezzarlo, ritenendola inconsapevole, e infine quella di acquistarlo. Spero di non averti annoiato, ma solo aver chiarito il senso del mio post.
Ritratto di tramsi
10 febbraio 2019 - 14:19
Non è mai noiosa l'alta comunicazione, anzi. Sono intervenuto, come hai compreso, sul proiettare il tuo gusto e la tua logica all'esterno. Oggettivamente, è molto difficile stabilire cosa sia giusto o sbagliato, a meno che non intervenga il legislatore, che potrebbe comunque, ad avviso di alcuni, sbagliare. Vedasi, ad esempio, la posizione di alcune amministrazioni sui diesel, stante che quelli di ultima generazione, dati del CNR e dell'ADAC alla mano, non emettono più inquinanti di un benzina. Gli esempi potrebbero continuare all'infinito. Parafrasandoti e concludendo, sei consapevole che oggi sia spesso questa la realtà, purtroppo per te, per fortuna per altri. Buona domenica.
Ritratto di DavideK
10 febbraio 2019 - 18:15
E non vogliamo parlare degli studi che mostrano come, alla fine, anche l'elettrico NON inquini apprezzabilmente meno dei benzina e diesel moderni? Ormai i fatti e la razionalità sono completamente banditi, si va avanti di superstizione in superstizione.
Ritratto di ardo
13 febbraio 2019 - 01:15
non c'è niente peggio della trap! anche se chadia... bitch 2.0 bitch 2.0 sordi sordi sordi, yalla yalla yalla! buahahahahah (almeno scende da una porsche, che degrado...:-D) ti insegno l'abc!!! https://youtu.be/H-BDfLF1cYA
Ritratto di FG
7 febbraio 2019 - 15:01
@tramsi la T-Roc è su base MQB (Golf). La T-Cross è su base MQA0 (Polo) ;)
Ritratto di tramsi
7 febbraio 2019 - 15:28
@FG: precisazione parzialmente corretta quanto molto apprezzata: il confronto serve ad estendere le proprie conoscenze. Ho verificato. Allora, partendo dal presupposto che la piattaforma di base è la MQB, declinata in varianti dimensionali - quella della T-Roc non è esattamente quella della Golf, bensì è la stessa della Karoq e della Ateca ed è denominata MQB-A1. La T-Cross, invece, ha la stessa identica piattaforma delle Polo, Scala, Ibiza, Arona, A1 ed è denominata MQB-A0.
Ritratto di ELAN
8 febbraio 2019 - 00:00
1
E la T-cross non può avere il multilink probabilmente, indizio che questa sia sulla base modulare Golf. Io comprerò altro magari, ma tu avresti speso più di 30000 euro per una Polo R rialzata?
Ritratto di tramsi
8 febbraio 2019 - 00:13
La precedente Audi S1 aveva il multilink posteriore e non è immaginabile una trazione integrale da oltre 300 cv col ponte torcente. La mia automobile è una segmento B da e € 41.000 e spiccioli di listino. Mi hanno fatto lo sconto, ovviamente. Il mondo è bello perché è vario e non credo di essere propriamente asciutto in materia automobilistica. Unicuique suum, punti di vista e... de gustibus.
Ritratto di ELAN
8 febbraio 2019 - 09:27
1
La precedente Civic Type-R aveva 310cv e il ponte torcente... ma non era un suv e costava € 35.000. Io 50.000 euro per una RS3 li spenderei magari, ma per una T-Roc guarderei altro... e mi fa piacere che anche tu condivida il meum.
Ritratto di tramsi
8 febbraio 2019 - 13:11
Ma questa, a differenza della Civic (che non sapevo avesse il torcente, lo apprendo adesso - invero, ho controllato ed è proprio così: era un ponte semirigido, simile a quello della precedente Megane RS. Sono letteralmente basito!) è a trazione integrale, quindi il retrotreno è anche traente. Se sul telaio della precedente A1 (= Polo) da 231 cv son riusciti a montare la trazione integrale e le sospensioni posteriori multilink, avrebbe dell'incredibile montare il torcente su questa, integrale e con 300 cv.
Pagine