Volkswagen XL Sport: chiamale emozioni...

02 ottobre 2014

La base di questa XL Sport è quella della super economa XL1 che, grazie al motore Ducati, diventa una “belva” da 270 km/h.

Volkswagen XL Sport: chiamale emozioni...
TELA DÒ IO LA SUPERECONOMICA… - La Volkswagen presenta al Mondial de l’Automobile di Parigi una concept car che è un concentrato di emozioni. Si chiama Volkswagen XL Sport e la sigla rivela la parentela con la vettura ideata per realizzare prestazioni estreme in materia di consumi. La VW XL1 è infatti vettura che vanta il primato assoluto in materia di efficienza. L’aggiunta della definizione Sport però fa subito capire che si tratta di altra cosa. Nome a parte, la linea e tutte le caratteristiche costruttive fanno della XL Sport una autentica auto sportiva, nel senso più pieno del termine. 
 
CHICCA ITALIANA SOTTO IL COFANO - Telaio e meccanica sono modernissimi, ma comunque a farsi notare e a fare notizia è soprattutto il motore: in posizione retro-centrale c’è infatti il 2 cilindri a V di 90° della Ducati, impiegato sulla sportivissima moto Ducati 1.199 Superleggera. Un propulsore di 1.199 cc leggerissimo e con bielle in titanio, capace di erogare 200 CV e 134 Nm di coppia. La sua architettura è del tutto particolare, con misure inusitate: alesaggio 112 mm e corsa 60,8 mm. Il regime massimo di rotazione è di 11 mila giri. Il sistema delle valvole è di tipo desmodromico, mentre ognuno dei due cilindri è alimentato da due iniettori. Il cambio è a 7 marce con doppia frizione.
 
 
PRESTAZIONI DA PRIMATO - Abbinato al peso estremamente contenuto (grazie al largo impiego di materiali leggeri) e al design improntato all’aerodinamica più raffinata (la superficie frontale è di 0,44 mq con un coefficiente di penetrazione di 0,258) il motore Ducati permette alla Volkswagen XL Sport di scattare da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e raggiungere i 270 km/h. La casa tedesca sottolinea come la XL Sport sia la vettura da 200 CV più veloce al mondo, così come il propulsore è il bicilindrico con più cavalli esistente. 
 
ALLA RICERCA DELLA LEGGEREZZA - Adeguate alle prestazioni sono le gomme della VW XL Sport: 205/40 R 18 per le ruote anteriori e 265/35 R 18 per quelle posteriori. I cerchi sono in sintonia con il resto della vettura: sono forgiati in magnesio, una tecnica costruttiva che permette una riduzione del peso di 23,9 kg. Per quanto riguarda i freni la coupé Volkswagen-Ducati impiega dischi ceramici. 
 
VESTITO” D’AVANGUARDIA - Per la carrozzeria i progettisti della Volkswagen hanno previsto l’uso del materiale sintetico (cioè plastica) rinforzato con la fibra di carbonio, come dire la soluzione più innovativa oggi esistente. Rispetto a una normale carrozzeria in acciaio, questa soluzione pesa soltanto il 20%. L’apertura dell’abitacolo è con la classicissima soluzione delle “ali di gabbiano”, come nella maggior parte delle berlinette da competizione. 
 
 
DIMENSIONI CORSAIOLE - La Volkswagen XL Sport ha dimensioni da berlinetta da corsa: è lunga 429 cm, larga 1.85 cm e alta 115 cm. Il passo misura 242 cm. Ciò significa che ci sono sensibili differenze rispetto alla XL1 d’origine, lunga 3.89 cm, larga 166 mm, con passo di 222 cm. Pressoché immutata è invece l’altezza: 115 cm.
 
UNA CONCEPT PER 500 FORTUNATI - La XL Sport è sullo stand Volkswagen di Parigi come una concept car, ma la casa dice già nelle prime righe del relativo comunicato stampa che sarà prodotta (e sicuramente venduta) in 500 esemplari. Da notare che la “supereconomica” XL1 è stata prodotta in soli 250 pezzi. Come dire che a Wolfsburg credono che la sportività affascini più dell’ecolo-economia. Nessuna indicazione per il prezzo, come succede per le auto che non hanno ,difficoltà a trovare acquirenti.


Aggiungi un commento
Ritratto di Porsche
2 ottobre 2014 - 15:47
i tedeschi sono assai più umili di Marchionne che butta solo fango (invidia e basta). Piech in persona ha detto che Ducati è una eccellenza, quindi non si discute. L'obiettivo di Vw era il ridimensionamento dei motori auto, e questa è la ricetta secondo Vw. Quindi fare concorrenza a BMW sulle 2 ruote, e continuare sulla strada intrapresa per le auto. Coerenza TEUTONICA. Per fare questo hanno acquisito Ducati. Ovviamente questo porterà un aumento della capacità produttiva dell'azienda due ruote, ma poi si vedrà. Intanto Vw opera e fa i FATTI, gli altri pensano solo a sbraitare e dare la colpa agli altri... ovvero chi fà.... Il solito scaricabarile italiano....
Ritratto di Montreal70
2 ottobre 2014 - 23:10
Si ma... E che c'entra?
Ritratto di Montreal70
2 ottobre 2014 - 23:10
Si ma... E che c'entra?
Ritratto di Montreal70
2 ottobre 2014 - 23:10
Si ma... E che c'entra?
Ritratto di Montreal70
2 ottobre 2014 - 23:10
Si ma... E che c'entra?
Ritratto di Montreal70
2 ottobre 2014 - 23:10
Si ma... E che c'entra?
Ritratto di Montreal70
2 ottobre 2014 - 23:10
Si ma... E che c'entra?
Ritratto di Montreal70
2 ottobre 2014 - 23:10
Si ma... E che c'entra?
Ritratto di Highway_To_Hell
2 ottobre 2014 - 12:48
C'è chi il bicilindrico lo usa da una vita e chi se lo deve fare prestare da Ducati, dargli per porlo su un'auto dai contenuti ridicoli che non riuscirà a piazzare nemmeno in serie limitata (come già accade per quella schifezza di xl1...). All'avanguardia della tecnica? Ai confini del ridicolo direi...
Ritratto di Fojone
2 ottobre 2014 - 13:18
a sentire te dovevano chiudere anni fa... :D fidati: ad essere ridicolo sei tu, non i contenuti di quest'auto :D
Pagine