Volkswagen XL Sport: chiamale emozioni...

02 ottobre 2014

La base di questa XL Sport è quella della super economa XL1 che, grazie al motore Ducati, diventa una “belva” da 270 km/h.

Volkswagen XL Sport: chiamale emozioni...
TELA DÒ IO LA SUPERECONOMICA… - La Volkswagen presenta al Mondial de l’Automobile di Parigi una concept car che è un concentrato di emozioni. Si chiama Volkswagen XL Sport e la sigla rivela la parentela con la vettura ideata per realizzare prestazioni estreme in materia di consumi. La VW XL1 è infatti vettura che vanta il primato assoluto in materia di efficienza. L’aggiunta della definizione Sport però fa subito capire che si tratta di altra cosa. Nome a parte, la linea e tutte le caratteristiche costruttive fanno della XL Sport una autentica auto sportiva, nel senso più pieno del termine. 
 
CHICCA ITALIANA SOTTO IL COFANO - Telaio e meccanica sono modernissimi, ma comunque a farsi notare e a fare notizia è soprattutto il motore: in posizione retro-centrale c’è infatti il 2 cilindri a V di 90° della Ducati, impiegato sulla sportivissima moto Ducati 1.199 Superleggera. Un propulsore di 1.199 cc leggerissimo e con bielle in titanio, capace di erogare 200 CV e 134 Nm di coppia. La sua architettura è del tutto particolare, con misure inusitate: alesaggio 112 mm e corsa 60,8 mm. Il regime massimo di rotazione è di 11 mila giri. Il sistema delle valvole è di tipo desmodromico, mentre ognuno dei due cilindri è alimentato da due iniettori. Il cambio è a 7 marce con doppia frizione.
 
 
PRESTAZIONI DA PRIMATO - Abbinato al peso estremamente contenuto (grazie al largo impiego di materiali leggeri) e al design improntato all’aerodinamica più raffinata (la superficie frontale è di 0,44 mq con un coefficiente di penetrazione di 0,258) il motore Ducati permette alla Volkswagen XL Sport di scattare da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e raggiungere i 270 km/h. La casa tedesca sottolinea come la XL Sport sia la vettura da 200 CV più veloce al mondo, così come il propulsore è il bicilindrico con più cavalli esistente. 
 
ALLA RICERCA DELLA LEGGEREZZA - Adeguate alle prestazioni sono le gomme della VW XL Sport: 205/40 R 18 per le ruote anteriori e 265/35 R 18 per quelle posteriori. I cerchi sono in sintonia con il resto della vettura: sono forgiati in magnesio, una tecnica costruttiva che permette una riduzione del peso di 23,9 kg. Per quanto riguarda i freni la coupé Volkswagen-Ducati impiega dischi ceramici. 
 
VESTITO” D’AVANGUARDIA - Per la carrozzeria i progettisti della Volkswagen hanno previsto l’uso del materiale sintetico (cioè plastica) rinforzato con la fibra di carbonio, come dire la soluzione più innovativa oggi esistente. Rispetto a una normale carrozzeria in acciaio, questa soluzione pesa soltanto il 20%. L’apertura dell’abitacolo è con la classicissima soluzione delle “ali di gabbiano”, come nella maggior parte delle berlinette da competizione. 
 
 
DIMENSIONI CORSAIOLE - La Volkswagen XL Sport ha dimensioni da berlinetta da corsa: è lunga 429 cm, larga 1.85 cm e alta 115 cm. Il passo misura 242 cm. Ciò significa che ci sono sensibili differenze rispetto alla XL1 d’origine, lunga 3.89 cm, larga 166 mm, con passo di 222 cm. Pressoché immutata è invece l’altezza: 115 cm.
 
UNA CONCEPT PER 500 FORTUNATI - La XL Sport è sullo stand Volkswagen di Parigi come una concept car, ma la casa dice già nelle prime righe del relativo comunicato stampa che sarà prodotta (e sicuramente venduta) in 500 esemplari. Da notare che la “supereconomica” XL1 è stata prodotta in soli 250 pezzi. Come dire che a Wolfsburg credono che la sportività affascini più dell’ecolo-economia. Nessuna indicazione per il prezzo, come succede per le auto che non hanno ,difficoltà a trovare acquirenti.


Aggiungi un commento
Ritratto di Fojone
4 ottobre 2014 - 18:56
e non capisco perchè sia stata abbandonata a se stessa... conosco gente che aveva l' 850... poi la 127... poi la Uno...seguita dalle 2 serie di punto, e che ora, come ultima auto, si son comprati una Fiesta o una Polo... ci fosse stata una Punto un pelo diversa da quella che già avevano se la sarebbero portati a casa... io personalmente non ho mai "digerito" le Punto e prima di loro le Uno. le trovavo scomode e poco performanti rispetto alle rivali francesi e tedesche. alla guida della Uno di mio cugino mi sentivo su un trespolo e quando ritornavo sulla mia Renault 5 mi sembrava di rinascere! ma sono abitudini e gusti personali...
Ritratto di Romeodolorosa
4 ottobre 2014 - 20:31
Mah forse per te è troppo complicato capire di auto......e te saresti anche un ex riparatore??????? Vabbè dai stai scherzando su!!!!!mi faccio una risata e via .....ti ricordo che in Italia l auto più venduta e la panda che guarda caso ha la stessa concezione di m.........ahhhhh non mi va più di scrivere tanto Non c'è peggiore sordo di chi non vuol sentire. ...... Pensala come vuoi e se ti va la Germania non è poi tanto lontana, ti ci puoi sempre trasferire e vedere se ti accettano , tanto noi nella storia dei motori rimaniamo sempre i migliori!
Ritratto di Fojone
5 ottobre 2014 - 01:40
perche lo dici tu? a me non risulta che ad esempio la prima auto sia stata italiana... o che i nomi dei cicli termodinamici Otto e Diesel venaono da ingegneri italiani... i freni a tamburo siano stati inventati dagli italiani e neanche anni dopo quelli a disco... anche nelle sospensioni non mi risulta che abbiamo inventato molto... lo stesso vale per i cambi, per non parlare poi del'elettronica e dei sistemi ibridi. per cosa saremmo i migliori?
Ritratto di Romeodolorosa
5 ottobre 2014 - 14:38
Continui a non capire nulla di auto..... Sulle invenzioni motoristiche:il doppio albero a camme è nostro,il cammon rail, il motore a scoppio, lo scooter, la prima auto utilitaria,le innumerevoli vittorie ferrari nella storia, l'alfa romeo.......potrei andare avanti sui particolari.......anzi tié vedi http://youtu.be/q459yBkCt4U Ci metto anche i jeans il microchip .........fojone ti ho detto di trasferirti in Germania che li ti trovi meglio forse..... Ma noi rimaniamo nel male e nel bene sempre i migliori compresi i motori.....studia!
Ritratto di Fojone
5 ottobre 2014 - 19:16
non hai la minima idea di quello che dici... volendo o non volendo ho studiato motori, telai e carrozzerie da quando avevo 14 anni ti garantisco che, in campo automobilistico l'italia praticamente insegue sempre. non solo i tedeschi ma anche tutti gli altri! quando Daimler costruiva auto, in italia si producevano carrozze... negli anni 50 i francesi giravano su auto con freni a disco, sospensioni idropneumatiche, cambio semi automatico, fari autodirezionali, frizione idraulica... gli italiani giravano con la 1100 con le balestre :D... forse sei tu che devi studiare e ragionare un po su quello che dici...
Ritratto di Romeodolorosa
5 ottobre 2014 - 20:36
Titoli Mondiali Descrizione Record Scuderia Maggior numero di titoli mondiali Piloti 15 Italia Ferrari Maggior numero di titoli mondiali Piloti consecutivi 5 Italia Ferrari Maggior numero di titoli mondiali Costruttori 16 Italia Ferrari Maggior numero di titoli mondiali Costruttori consecutivi 6 Italia Ferrari Gran Premi Descrizione Record Scuderia Maggior numero di Gran Premi disputati 885 Italia Ferrari Maggior numero di stagioni disputate 65 Italia Ferrari Vittorie Descrizione Record Scuderia Maggior numero di vittorie 221 Italia Ferrari Maggior numero di vittorie per modello di vettura 16 Regno Unito McLaren M23 Maggior numero di vittorie consecutive 11 Regno Unito McLaren Maggior numero vittorie in una stagione 15 Regno Unito McLaren - 1988 Italia Ferrari - 2002, 2004 Stagioni consecutive con almeno una vittoria 20 Italia Ferrari..........senti avrei appena iniziato e mi sono solo riservato a scrivere qualcosa sulla F1 tralasciando le altre vittorie su altri campi automobilistici....ma mi sono rotto di riempire le pagine di questo sito per cercare di far capire qualche cosa a un malato..... Te a 14 anni ti vedevi i cartoni animati dei motori.......così li hai studiati.....come ti ho detto NON CI CAPISCI UN TUBO!
Ritratto di Fojone
6 ottobre 2014 - 14:02
sei stato su Wikipedia a leggerti un po di numeri sulla Ferrari? io non ne ho bisogno...la Ferrari la conosco abbastanza bene...abito in zona sai? per l'appunto alcuni miei ex compagni di scuola ci sono andati a lavorare. se fai il bravo ti faccio avere una tuta... :D. visto che hai elencato tutte quelle belle cose, mi sai dire cosa vincevano i piloti Ferrari dal 1979 al 2000? e dal 1965 al 1975?la scuderia cosa vinceva dal 1965 al 1974? e poi dal 1984 al 1994? e dal 2008 ad oggi? non sono periodi senza vittorie un po lunghi per chi dovrebbe essere superiore a tutti gli altri? sei proprio il tipico povero fiattaro, che non potendo parlare bene delle auto del proprio gruppo, parla di auto con l'anima e poi finisce immancabilmente per chiamare in ballo Ferrari e i suoi record (come ti ho fatto notare ne ha di positivi ma anche di negativi!) credo che ti convenga riaprire wikipedia e guardarti un po di storia delle auto e dei motori. magari ti accorgi di quanto sei ignorante! non ti preoccupare: se qualcosa non ti è chiaro, chiedimi pure dei chiarimenti...
Ritratto di Romeodolorosa
6 ottobre 2014 - 21:18
Eh sì gli unici chiarimenti che vorrei chiederti e di cambiare spacciatore perché il tuo cervelletto è scoppiato..... Ma scusa dove vuoi che informo io?certo che su Wikipedia poi sui libri poi sulle riviste del settore (quello che dovresti fare te perché come ti ho detto non ne capisci un tubo di auto) e ti assicuro che tutto le mie informazioni le ho coltivate fin da quando avevo 10 anni..... Ho fatto anche copia incolla di una parte della storia dea F1 mica potevo riempire tutta la pagina web .... Per i record non posso ricordare tutte le date delle vittorie ferrari (a parte quelle più significative)o quelle dell Alfa romeo (a parte quelle più significative).....o scrivere tutto con il mio Cell.(sai che pa..e) !Ma ti pare a te che devo riempire la pagina del sito con tutte l invenzioni italiane sul campo dei motori quando chiunque può andarsele a cercare, compreso te! che poi le nostre invenzioni sono state quelle più significative(vedi il motore a scoppio ) Con te cerco di essere sbrigativo non mi va di perdere tempo con il classico tedescofilo che vede solo la qualità dell auto in un cruscotto o da un sedile se ti fa i massaggi o dalle mode...... Ti manca l animaaaa ti mancano le papille gustative per assaporare l'essenza dell'auto nel suo insieme,ti manca l udito per ascoltare la musica di un motore, ti manca.....mmmm....... Nulla!!!! non puoi capire sei tedescofilo! Mangia i crauti ;-)..... ( ma come fai ad essere nato vicino Modena e non capire un tubo di motori)!!!
Ritratto di Fojone
6 ottobre 2014 - 21:57
sei proprio come dicevo io :D... senza argomenti tiri fuori la storia del anima e le vittorie di Ferrari... credo che a nella soffitta di casa dei mie ci siano ancora i mie vecchi libri di scuola.. non sono molto aggiornati... ma per cominciare vanno bene. Come fai a definirmi tedescofilo, se ti ho parlato perlopiù di invenzioni francesi? mi sembri un po confuso! :D
Ritratto di Romeodolorosa
7 ottobre 2014 - 17:05
Tedescofilo è una carta di identità che ti si addice e non te lo dico solo per l ultima risposta ma per tutte le risposte che dai ...... Comunque tedescofilo o renaultofilo o daciofilo la realtà resta sempre la stessa è che sei super invidioso della storia e dei blasoni dei nostri prodotti e case sia che siano tedesche, francesi o giapponesi non avranno mai...... Tutto qua......!!!!! Come ti ripeto continua a studiare!!!! Impegno!!! Anche se credo non c'è la farai ;-)
Pagine