NEWS

Sulla Volvo XC40 arriva il 3 cilindri

19 febbraio 2018

La gamma della Volvo XC40 si arricchisce del motore a benzina 1.5 turbo, che farà da base per un sistema ibrido con batterie ricaricabili.

Sulla Volvo XC40 arriva il 3 cilindri

C'È ANCHE L’AUTOMATICO - La crossover Volvo XC40 è la prima automobile della casa svedese a ricevere il nuovo motore a benzina 3 cilindri turbo di 1.5 litri, più economico da acquistare e mantenere rispetto al 2.0 ordinabile finora. Il nuovo motore dovrebbe sviluppare 156 CV, stando a quanto annunciato dalla Volvo pochi mesi fa. Il motore è abbinato di serie al cambio manuale a 6 marce e in opzione all’automatico a 8 rapporti. Sulla base del 1.5 verrà realizzato un sistema ibrido con batterie ricaricabili, destinato alla XC40, alla futura berlina compatta S40 e alle vetture del costruttore cinese Lynk&co, che appartiene come la Volvo al gruppo Geely.

OLTRE TRE C'È DI PIÙ - Il motore 1.5 non è lo stesso montato da qualche anno sulla berlina V40: non solo quest’ultimo è un 4 cilindri, ma il nuovo 3 cilindri 1.5 appartiene infatti alla recente famiglia di motori Drive-E e ha caratteristiche di modularità, cioè condivide gran parte delle componenti con il fratello maggiore 2.0 delle XC60, S90, V90 e XC90, a partire dalla cilindrata unitaria del cilindro. In questo modo si fanno scendere i costi di produzione e si migliora l’efficienza: i motori Drive-E vengono costruiti nella stessa fabbrica, a Skövde (Svezia).  Insieme al nuovo motore sono state aggiunte alla gamma della Volvo XC40 anche altri motori, ovvero il diesel D3 da 150 CV e il T4 benzina da 190 CV.

Volvo XC40
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
76
37
40
11
26
VOTO MEDIO
3,7
3.66316
190


Aggiungi un commento
Ritratto di Prrrrr
20 febbraio 2018 - 10:00
Capisco lo sforzo tecnologico e Volvo è un Marchio che ho sempre ammirato, ma non si era parlato di propulsione totalmente elettrica? Credevo che iniziassero con questa Generazione, invece..... stiamo ancora all'ibrido.
Ritratto di IloveDR
20 febbraio 2018 - 10:51
4
molto bella, una Suvvettina di carattere, molto cara, ma questo per me non è un problema perché non la devo acquistare...
Ritratto di Pellich
20 febbraio 2018 - 14:47
Bella, mi piace.. ma cosa se ne fa un'auto così, soprattutto nelle potenze meno interessanti, di gomme 235 o 245???
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
20 febbraio 2018 - 20:59
Confermo che anche il 3 cilindri turbo Renault non vibra e non mi fá assolutamente rimpiangere il benzina 1.600 aspirato 4 cilindri della precedente Ford Focus. Non solo il francese consuma molto meno (parliamo di 4/5 km in più a litro in media) ma ha grosso modo la stessa coppia max a 2.500 giri contro i 4.000 della tedesca. I pregiudizi sono duri a morire (un pò come se un turista venisse a Napoli e si meravigliasse del fatto che nessuno canti serenate in per strada, che nessuno suoni il mandolino o balli la tarantella mentre cammina per andare al lavoro!). Ma veramente pensate (parlo agli scettici dei 3 cilindri) che un costruttore come Volvo (che sicuramente non commercializza iow cost nè utilitarie, ma proporrá il nuovo SUV a prezzi che sconfineranno probabilmente nel segmento D) proponga un propulsore del genere se non sapesse il fatto suo? Ma veramente pensate che l'intero management della casa svedese si sia fumato qualche oppiaceo prima di produrre un motore del genere? Pensate veramente che il 3 cilindri sia stato proposto per risparmiare sui costi su un veicolo che di economico non avrà nulla? Il mondo è bello perchè tutti possono dire la propria, ma se non si sá di cosa si stia realmente parlando, perlomeno rifletti un pò e magari guidi questi motori per più di qualche chilometro (non basta il giretto promozionale di 10 minuti presso le concessionarie) prima di sparare sentenze, almeno per evitare di fare, nella migliore delle ipotesi, la figura del disinformato. Se piace il 4 cilindri ed anche aspirato i listini sono molto ampi, ma denigrare altre scelte tecniche non mi sembra un segnale di acquisite conoscenze tecniche.
Ritratto di Paolo-Brugherio
21 febbraio 2018 - 00:54
6
Non discuto sulla validità dei recenti 3 cilindri e, a conferma, più possessori si sono espressi favorevolmente. Ma se io, a parità di costi nello stesso segmento, devo scegliere tra un modello con un moderno 3 cilindri ed un collaudato 4 cilindri, embè, il 3 cilindri lo lascio volentieri agli altri.
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
21 febbraio 2018 - 20:17
Rispetto sempre le opinioni di tutti, ed ovviamente anche la sua. Tuttavia, lei parla di scelta 3 - 4 cilindri da affettuarsi "a paritá di costi nello stesso segmento". Ebbene, ad esempio nel segmento B cui al momento appartengo, la scelta 3 cilindri turbo si e' rivelata sensibilmente più economica del relativo aspirato 1.200 4 cilindri. Infatti, a parte le ovvie maggiori prestazioni che però non a tutti potrebbero interessare (maggior potenza, coppia superiore di quasi il 30% posta peraltro a 1.750 giri più in basso) la 3 cilindri, a paritá di versione, costa solo 500 euro in più. Considerato che quest'ultima percorre mediamente almeno 3 km in più a litro, che paga meno di assicurazione r.c. (calcolata in Italia non sulla potenza bensì in base ai cv fiscali ovvero cilindrata - io a Napoli in prima classe risparmio circa 100 euro all'anno rispetto alla 4 aspirata ), e che la turbo dispone di catena di distribuzione (il costruttore non ne prevede sostituzione in quanto progettata con durata pari motore) in luogo della cinghia dentata presente sul 4 (in 200.000 km si risparmiano almeno 2 cambi cinghia), prendendo carta penna e calamaio non è difficile verificare che con la 3 si viaggia non solo in maniera molto più dinamica ma addirittura a costi sensibilmente inferiori. Discorso consumi: in estate, favorito anche dalle alte temprerature che aiutano a ridurre i consumi, su statale con guida soft ma con clima acceso 4 persone + 2 valige sono riuscito a tenere medie consumo di 4,4 litri per 100 km, (è assolutamente libero di non credermi - anch'io non ci crederei se non avessi visto con i miei occhi -e non dimentichiamo, con una vettura che ha un rapporto peso/potenza che un'ammiraglia di 1.600 kg per migliorarlo deve avere almeno 150,66 cv). L'enorme vantaggio di una soluzione 3 turbo è quello di avere un unico motore ma con 2 anime, da poter utilizzare all'occorrenza in due maniere diverse : 1) permette consumi incredibili se la mattina ti alzi con umore green e voglia di risparmio (la mia ha anche un tasto eco di serie che variando la mappatura della centralina riduce il consumo di un ulteriore 10% ma non lo uso qusi mai perchè l'auto diventa sensibilmente più moscia in accelerazione); 2) permette notevoli soddisfazioni se invece ti vuoi un attimo divertire senza per un pò pensare ai consumi (comunque sempre ragionevoli, almeno rispetto al mio precedente aspirato 1.600) lasciandoti alle spalle in accelerazione auto come ad esempio Alfa Romeo Giulietta (non la base, ma la turbo benzina con 120 cv per il discorso appunto del rapporto peso/potenza). Concludendo, lungi da me l'idea di farle cambiare idea, ma il tutto per illustrare a lei ed a chi ci legge i motivi dell'acesa di questa scelta progettuale, frutto non di moda estemporanea ma di motivi piu' che pratici. Per alcuni modelli la domanda supera di gran lunga la capacitá produttiva dell'offerta (la mia l'ho dovuta aspettre 5,5 mesi e mi è anche andata bene rispetto a qualcuno che ha dovuto aspettare oltre mezzo anno). Mi scuso per la lunghezza.
Ritratto di dreamerofcars
20 febbraio 2018 - 21:33
Per me il tre cilindri su un'auto e' una c.. .a pazzesca!!! 92 minuti di applausi.
Ritratto di roberv40
20 febbraio 2018 - 22:33
pienamente d'accordo con te
Ritratto di MaurizioSbrana
21 febbraio 2018 - 23:45
1
Rispondo a tutti quelli che denigrano i 3 cilindri. Ricordatevi che il 1.0 ecoboost ford è stato nominato per anni motore dell’anno da giurie internazionali, ed è 3 cilindri... ricordatevi che la bmw i8, supercar affascinante per la tecnica ibrida, ha un motore benzina turbo 3 cilindri... ricordatevi che i v6 non sono altro che 2 motori 3 cilindri accoppiati... che praticamente tutti i costruttori del mondo stanno ormai adottando questo tipo di struttura, il 3 cilindri appunto, declinandolo in diverse cilindrate e potenze. Potranno non essere visti di buon occhio. E mi ricordo come nel lontano 1997 tutti pensavano che il motore diesel fosse degni dei trattori e dei camion, per poi forse rimpiangerlo ora che viene accantonato “solo” perché è inquinante... col tempo capirete che non il motore a 3 cilindri, ma un Buon motore a 3 cilindri gira bene come un 4 cilindri... solo consuma meno... tutto qui...
Pagine