NEWS

Winterkorn orgoglioso di Skoda e Seat

31 ottobre 2011

L'amministratore delegato si dichiara contento del percorso intrapreso dai due marchi meno “nobili” del gruppo Volkswagen. Smentito ogni interessamento per il mondo delle moto.

SI PUNTA SU SKODA - A lungo considerate come le “Cenerentole” del gruppo Volkswagen, Skoda e Seat stanno seguendo la strada giusta per reggere il passo di Audi e Volkswagen. A pensarla in questo modo Martin Winterkorn (nella foto sopra), amministratore delegato del gruppo tedesco, intervistato da Automotive News. La Skoda, che prevede di vendere 1,5 milioni di auto entro il 2018 (qui per saperne di più), secondo Winterkorn, “è uno dei marchi in maggiore crescita al mondo. Il potente capo del Volkswagen Group precisa poi che "nel suo Dna, la Skoda ha auto economiche e affidabili, perfette per questo periodo storico: continuiamo ad affinare il suo posizionamento sul mercato per venire incontro alla crescente domanda dei clienti in Cina, Russia, India e Europa”.

seat_ibiza_leon_altea_copa.jpg
Da sinistra le Seat Leon, Ibiza e Altea XL.


SEAT IN RISTRUTTURAZIONE
 - Sulla stessa lunghezza d'onda è anche il giudizio sulla Seat. Il piano quinquennale di salvataggio pensato per la casa spagnola (qui per saperne di più) ha già permesso di ridurre il passivo dell'anno fiscale 2010 da 187 a 104 milioni di euro (qui la news). Secondo Winterkorn “la Seat ha intrapreso la giusta direzione sotto diversi punti di vista. Le vendite stanno crescendo, nuovi modelli stanno arrivando e l'anno prossimo sbarcherà anche Cina”.

Skoda gruppo
I modelli della gamma Skoda. Da sinistra: Superb, Fabia, Octavia, Yeti, Roomster.


NIENTE MOTO NEL FUTURO
- Smentendo alcune indiscrezioni trapelate alla fine del 2009, quando si era parlato di un interessamento per l'austriaca KTM, Winterkon è stato chiaro: “le moto sono oggetti bellissimi. Ma non abbiamo nessun programma di entrare in questo mercato”.



Aggiungi un commento
Ritratto di LinUs62
7 novembre 2011 - 09:01
...quindi confermi che anche il gruppo VW fà le stesse cose che fà il gruppo FIAT... saluti! ;)
Ritratto di fogliato giancarlo
7 novembre 2011 - 19:38
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Cinque porte
1 novembre 2011 - 08:14
La Fiat non ha mai comprato la Seat hanno solo fatto un accordo per creare auto Fiat low cost,poi la Fiat ha cercato di comprarla ma il governo spagnolo non glielo ha permesso! Così si é messa a fare auto in proprio. Ed è subito fallita,così la comprata la VW.
Ritratto di IchLiebeCorsa84
1 novembre 2011 - 22:28
Le Škoda sembrano davvero delle ottime automobili. Sono ben rifinite, hanno buoni motori parchi e sufficientemente brillanti e una linea gradevole (anche se non proprio all'ultima moda); oltretutto i prezzi sono competitivi e l'immagine è migliorata. Qui da noi non piacciono molto, ma in Austria e (ovviamente) in tutto l'Est europeo si vendono come il pane. E poi non bisogna dimenticare che Škoda é campione del mondo di Rally 2011 (IRC).
Ritratto di antonellof
3 novembre 2011 - 11:21
non ricordate che fino agli anni 80 con l avvento dei rallyes e della trazione quattro il tanto vituperato e blasonato marchio AUDI non lo cacava nessuno. Per fare un marchio vincente bisogna lavorare con la tecnologia e con il marketing per ad ogni marchio trovare il giusto settore e questo i tedeschi lo sanno fare benissimo. E noi cosa facciamo per tecnologia sviluppiano una 500 elettrica senza convinzione. Voglio proprio ridere purtroppo per non piangere quando nel 2015 uscira la golf elettrica con un prezzo competitivo e la tecnologia adeguata. Che fine farà l industria italiana.
Ritratto di LinUs62
4 novembre 2011 - 09:38
Io, purtroppo, non son + giovanotto...1962...lascia perder le auto elettriche vgà....vedremo la Golf elettrica...quante ne vedi in giro di auto elettriche...e quanto costan? vedremo, vedremo.....
Ritratto di antonellof
9 novembre 2011 - 11:09
io sono del 1963 ricordo 15 anni fa che dicevano anche così i fotografi della prime fotocamere digitali. Il mondo si evolve cambia ne parliamo tra 15 anni quando non ci saranno più motori a scoppio solo auto da antiquariato o elettriche o ibride
Pagine