Infiniti Q50 2.2d Premium AT

Pubblicato il 5 gennaio 2019
Ritratto di Boss-600
alVolante di una
Infiniti Q50 2.2d
Infiniti Q50
Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
5
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.5
Perché l'ho comprata o provata
Ho deciso di comprare una berlina sportiva che non sia la "solita noiosa tedesca".
Gli interni
Alle linee moderne si accompagnano finiture di alto livello e comandi piuttosto pratici: per esempio, molte delle funzioni di bordo si controllano anche da uno schermo tattile nella plancia, che si trova sotto il display, più ampio, del navigatore (optional). Le poltrone, provviste di regolazioni elettriche fra cui quella della larghezza dello schienale, sono ben sagomate e comode. Accogliente anche il divano, ma solo a patto che lo si occupi in due. Il bagagliaio è più capiente di quello delle concorrenti, ma lo schienale abbattibile si paga a parte. Ampie, eppure sagomate in modo da essere confortevolmente avvolgenti, le poltrone sono provviste di regolazioni elettriche precise e numerose: è registrabile anche la larghezza dello schienale. Buono lo spazio a disposizione di chi viaggia dietro, anche se la sagoma del divano e l’ingombro del tunnel nel pavimento lo rendono più adatto a due passeggeri che a tre (chi sta al centro appoggia la schiena contro il rigonfiamento poco imbottito che cela la botola passante per gli sci). Fra i portaoggetti c’è un pozzetto nel tunnel sagomato per fungere anche da doppio portabibita.
Alla guida
Gli ingombri della Infiniti Q50 non sono trascurabili, ma scegliendo la modalità di guida meno sportiva fra le quattro disponibili (la selezione avviene tramite un bilanciere nel tunnel) lo sterzo si alleggerisce parecchio. Inoltre, con il cambio automatico (optional) si gode di una notevole fluidità di marcia, sebbene la prontezza nello sprint al semaforo non sia eccezionale. Normali i consumi, con medie di 13 km/l. La visibilità è ottima davanti, molto meno dietro: in manovra meglio affidarsi alla retrocamera (di serie), che aggiungendo il pacchetto Visibility (optional) diventa di tipo perimetrale (lo schermo mostra la sagoma della vettura e di ciò che la circonda). Il motore vanta un’erogazione davvero omogenea (al punto da sembrare meno vivace di quel che è), ma è un po’ rumoroso in accelerazione (oltre che a freddo). Da promuovere la fluidità del cambio automatico, molto meno la sua rapidità quando si cercano le prestazioni: la risposta resta lenta anche inserendo le marce in modalità sequenziale tramite le palette al volante. In ogni caso si può contare sull’elevata tenuta di strada e su uno sterzo che, specie una volta impostata la taratura più diretto, si rivela piacevolmente pronto. Discrete le rese chilometriche, con i 18 km/l facilmente a portata “di piede”. La Infiniti Q50 è stabile e correttamente insonorizzata, anche dal punto di vista aerodinamico e rispetto al rumore di rotolamento delle gomme. All’altezza della situazione le sospensioni, che lasciano percepire - complici le gomme parecchio ribassate - soltanto i rattoppi più marcati. Dello sterzo “elettrico” si apprezza la ridotta entità delle reazioni sul volante. Notevole la souplesse del motore, che a 130 km/h lavora a soli 2100 giri (con benefici anche per il consumo: 15,9 km/l rilevati) e buone le capacità di ripresa, favorite, quando si accelera dopo un rallentamento, il cambio automatico che scala una o più marce.
La comprerei o ricomprerei?
La comprerei altre mille volte. È stata la prima berlina in cui ho respirato l'atmosfera tipica dei momenti emblematici, solenni oserei dire, che ci accompagnano per tutta la vita.
Infiniti Q50 2.2d Premium AT
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
0
0
0
VOTO MEDIO
4,5
4.5
2
Aggiungi un commento
Ritratto di Unknown
31 gennaio 2019 - 17:37
AHAHAHAHAHAHAHAH GRANDE REDAZIONE!!!!!
listino
Le Infiniti
  • Infiniti Q60 Coupé
    Infiniti Q60 Coupé
    da € 46.900 a € 68.900
  • Infiniti QX30
    Infiniti QX30
    da € 38.440 a € 46.950
  • Infiniti Q30
    Infiniti Q30
    da € 25.950 a € 48.130
  • Infiniti QX70
    Infiniti QX70
    da € 56.350 a € 75.010
  • Infiniti Q70
    Infiniti Q70
    da € 50.050 a € 67.400

LE INFINITI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE INFINITI

  • A margine del Salone di Parigi 2018 la Infiniti presenta la Project Black S una coupé derivata dalla Q60, ma con tecnologie derivate delle Formula 1.

  • Il prototipo della Infiniti, presentato al Salone di Detroit 2018, anticipa un'evoluzione del design della casa giapponese che vedremo sui prossimi modelli di serie.

  • La Infiniti presenta al Salone di Parigi un motore innovativo capace di modificare il rapporto di compressione in base alle condizioni di guida. Questo significa massima efficienza in tutte le situazioni e quindi consumi molto contenuti. Dovremmo vederlo su una vettura della Infiniti nel 2018.