Lamborghini Huracán LP 610-4

Pubblicato il 5 gennaio 2019
Ritratto di Boss-600
alVolante di una
Infiniti Q50 2.2d
Lamborghini Huracán
Qualità prezzo
2
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
2
Visibilità
1
Confort
2
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
3
Media:
3
Perché l'ho comprata o provata
Grazie ad una conoscenza ho potuto provare una Lamborghini Huracan nuova fiammante in pista. 5 giri al massimo, per testare la sportività di questa supercar.
Gli interni
Una novità che per la prima volta ritroviamo su una vettura di Sant’Agata è il manettino sulla razza inferiore del volante, che consente di selezionare le modalità di guida sport, strada, corsa. Inutile, invece, cercare lo schermo del sistema di infotainment: su questa nuova Lambo, riprendendo in qualche modo quanto accade con il virtual cockpit della nuova Audi TT, tutte le informazioni vengono visualizzate nel grande schermo a colori TFT da 12,3 pollici, proprio dietro al volante. Volante che ingloba, tra l’altro, tutti gli altri comandi come devioluci e tergicristalli. Sulle prime, data la gran quantità di tasti presenti anche sul tunnel centrale, il tutto non sembra essere molto intuitivo, ma basta poco per iniziare a padroneggiare le diverse funzioni. L’abitacolo riesce a mixare in modo esemplare quello che è il sapore e l’essenza di una lavorazione artigianale con la qualità nei dettagli e nelle finiture che ci si aspetterebbe da una “tedesca” (Audi docet). L’unica grossa pecca, date le linee, rimane sempre la visibilità posteriore, in questo caso praticamente inesistente.
Alla guida
Che la Huracán non è altro che una vettura praticamente da competizione con fari e targhe per circolare su strada lo si capisce ancor di più “studiando” com’è fatta sottopelle. Prima ancora che il motore, infatti, troviamo grandissima raffinatezza nel telaio, che utilizza solo ed esclusivamente allumino e fibra di carbonio, al fine di garantire la massima rigidità strutturale insieme ad una leggerezza ineguagliabile: meno di 200 kg il peso dell’intera struttura. Passando al cuore della vettura, il V10 da 5204 cm3 è stato interamente riprogettato, ed adesso è in grado di sviluppare la potenza monstre di 610 cv. Cavalli puro sangue, che per la gioia del palati fini della bella guida, vengono erogati a 8250 giri/min. Sono le gioie che soltanto un aspirato può regalare. Aspirato che, vale la pena di sottolinearlo, garantisce una potenza specifica di ben 117,3 cv/litro, traguardo facile da raggiungere con la sovralimentazione, molto meno senza: soltanto gli aspirati veramente sportivi riescono a superare la soglia dei 100 cv/litro. Il valore di coppia massimo, di 560 Nm, viene erogato poco sopra i 6000 giri/minuto: altro dato che provocherà un brivido di piacere agli appassionati della bella guida. Niente coppia “tutta e subito” dei moderni turbo, perché qui allungo ed ululato del V10 sono tutti da cercare verso la zona rossa. Quando si spinge per davvero da Huracán regala numeri semplicemente pazzeschi: grazie al peso di appena 1420 Kg, ogni cavallo deve portare a spasso appena 2,3 kg, e questo consente di raggiungere i 100 km/h in appena 3.2 secondi. Ancora più sbalorditivo è lo 0-200km/h in appena 9.9 secondi. Un’accelerazione del genere è possibile anche grazie al nuovo cambio, adesso doppia frizione. La trasmissione LDF (Lamborghini Doppia Frizione), che riesce anche a pesare meno del vecchio robottizzato, garantisce tempi di cambiata più che dimezzati rispetto alla Gallardo. La ripartizione della trazione, come in tutte le “Lambo” più recenti, avviene sulle quattro ruote: la frizione multidisco a controllo elettronico ripartisce istantaneamente la coppia tra gli assi. In condizioni di normalità la Huracán è praticamente una trazione posteriore, ma la spinta trasferita alle ruote anteriori può arrivare fino al 50% nel caso di perdita di aderenza. Un’ultima novità è il nuovo servosterzo ad assistenza variabile LDS (Lamborghini Dyamic Steering) che varia automaticamente la prontezza e la demoltiplicazione del volante in funzione della velocità.
La comprerei o ricomprerei?
La comprerei per le prestazioni sbalorditive, così come lo sono la guida ed il fascino incredibile che emana ogni millimetro di carrozzeria. Non la comprerei per la visibilità e per la percezione degli ingombri che sono piuttosto difficoltose.
Lamborghini Huracán LP 610-4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
0
0
0
0
VOTO MEDIO
5,0
5
2
Aggiungi un commento
listino
Le Lamborghini
  • Lamborghini Aventador Roadster
    Lamborghini Aventador Roadster
    da € 382.510 a € 382.510
  • Lamborghini Huracán Spyder
    Lamborghini Huracán Spyder
    da € 201.501 a € 267.894
  • Lamborghini Urus
    Lamborghini Urus
    da € 209.143 a € 215.853

LE LAMBORGHINI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE LAMBORGHINI

  • Sette Lamborghini Urus hanno percorso 900 km in due giorni, affrontando condizioni meteorologiche talvolta difficili e ardui sentieri sterrati. Qui per saperne di più.

  • La versione SVJ, pilotata da Marco Mapelli, ha compiuto il giro della Nordschleife in 6’44”97, battendo il record della Porsche 911 GT2. Qui per saperne di più.

  • La Lamborghini ha diffuso un video inedito della Urus, la super suv da 650 cavalli da oltre 200.000 euro. Qui per saperne di più.