Kia Picanto 1.0 Easy Bi-fuel

Pubblicato il 31 agosto 2009
Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
3
Media:
4.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Mi hanno spinto all'acquisto 3 motivi principali: 1. IL PREZZO: al netto di tutti gli incentivi, ci si può portare a casa quest'auto veramente a poco. I 1500 euro di eco-incentivo GPL sono aumentati di 500 euro, grazie alle basse emissioni di CO2 (la soglia massima è di 120 g\km, e la Picanto ne emette 112 g\km). In tutto 2000 euro di eco-incentivi. A questi si sommano 1500 euro di sconto incondizionato applicato dalla casa produttrice ed, eventualmente, altri 1500 euro di sconto rottamazione. Se non siete abbastanza fortunati da avere un vecchio veicolo da rottamare potete comunque godere di ben 3500 euro di sconto assicurato. 2. LE OPINIONI: ho alcuni colleghi che possedevano già la prima serie di quest'auto. A distanza di anni (la prima serie risale al 2004) sono ancora entusiasti dell'affidabilità di quest'auto (basta con i soliti pregiudizi sulle coreane) e soprattutto dei bassi consumi. E pensare che la prima serie non aveva neanche l'alimentazione a GPL. 3. L'ESTETICA: ho scelto quest'auto insieme alla mia compagna. Entrambi siamo rimasti colpisti dall'aspetto simpatico ma non banale degli esterni. E' un'auto che ruba sguardi e molto giovanile. Per fortuna i colori della seconda serie sono meno vivaci, rispetto a quelli della prima serie, adattandosi così maggiormente ai gusti degli automobilisti italiani. Io mi sono orientato su un grigio chiaro. E poi, ultimo elemento ma non meno importante, la cortesia: in nessuna altra concessionaria sono stato accolto con uguale cordialità. Il personale del centro KIA in cui ho acquistato l'auto si è messo a disposizione sin dal primo istante, ha chiarito ogni mio dubbio, e mi ha permesso di fare anche un test-drive (non prenotato). Sono stato in concessionaria più di un'ora e mezza e non sono stato nemmeno cacciato !
Gli interni
-- PLASTICHE: Gli interni sono realizzati principalmente in plastica. Solo la versione Hot ha alcuni inserti metallici, ma il materiale dominante è comunque la plastica. Purtroppo devo ammettere che le plastiche che ricoprono tutta la plancia, il cruscotto e i pannelli delle portiere si graffiano piuttosto facilmente. Per chi ha la mania della perfezione (come me) può essere davvero un peccato. A volte basta aprire la portiera con il portachiavi in mano o con un anello ruvido per lasciare un segno, specie sulla plastica dei manici interni delle portiere, che sono in plastica liscia, al contrario di tutte le altre che sono in plastica ruvida. L'acconciatura degli interni, comunque, le dà un aspetto da auto di categoria superiore. -- SEDILI ANTERIORI: I sedili sono invece molto comodi ed avvolgenti e già la prima volta che si sale in quest'auto ci si sente molto a proprio agio. Quelli anteriori possono essere regolati in altezza con poco sforzo (anche standoci seduti sopra) così da poter scegliere la posizione di guida migliore. Anche il volante è regolabile in altezza. -- COMANDI: I comandi al volante sono tutti concentrati in due leve (il devio-luci con indicatore di direzione ed il tergi\lava-lunotto): forse all'inizio si può provare un po' di confusione con il tergi\lava-lunotto specie se si proviene da un'auto con qualche anno, ma è un dettaglio. Gli altri dispositivi (indicatori di emergenza, fari anti-nebbia, etc.) sono tutti disposti in maniera razionale e facilmente raggiungibili. Discorso a parte invece per i comandi del climatizzatore (la Life ha quello manuale, dalla Trendy in su quello automatico, ma la disposizione è la stessa): le manopole sono disposte un po' in basso e a volte è necessario distogliere lo sguardo dalla strada per vedere dove "mettere le mani". Ancor peggio per il comando di accensione del climatizzatore. E' l'ultimo pulsante in basso e ci si può anche dimenticare di premerlo perchè fuori dal raggio visivo. Molto pratici i portaoggetti dislocati quà e là nel veicolo. Due di forma cilindrica sotto la plancia al centro, appena davanti al cambio, possono ospitare delle bevande. Uno contiene un piccolo contenitore posa-cenere (i non fumatori lo ricicleranno immedaitamente come comodissimo porta-spiccioli) l'altro può contenere la valvola per il rifornimento del GPL, così da averla sempre a portata di mano quando andrete a fare il pieno (cioè praticamente mai). Un altro vano circolare si trova in mezzo ai due sedili anteriori, appena dietro il freno a mano, a servizio dei passeggeri sui sedili posteriori. Altri due vani si trovano a portata della mano sinistra sotto lo sterzo in zona "fusibili" (piccolino) e sopra il cruscotto (grande). La plancia è concava e non ci potrete appoggiare oggetti sopra. Per questo a mio avviso avrebbero potuto fare il cruscotto un po' più grande. -- SEDILI POSTERIORI: L'auto è omologata per 5 persone, e i sedili posteriori sono anche abbastanza comodi per ospitare 3 adulti ma di corporatura normale. Lo spazio per le gambe è adeguato, quello per la testa è normale, anche considerato il fatto che il tettuccio è più basso nella parte posteriore. Se qualcuno è più alto della media dovrà sedersi avanti. Al contrario di alcune auto della stessa categoria o fascia di prezzo, le 5 porte e i finestrini dietro non fanno sentire soffocati (ad esempio la Nissan Pixo e la Suzuki Alto hanno i finestrini a compasso). Con due adulti e un ragazzo, dietro è perfetto. 3 ragazzi ci stanno alla meraviglia. -- BAGAGLI: Nota di demerito: il portabagagli. Lo si legge nelle recensioni ed è proprio così. Piccolo. Ci va una valigia medio-grande ed una piccola, ma se state progettando un viaggio in 4 dovrete trovare una soluzione, come dividere il carico in più zaini più piccoli e portarne un paio sui sedili posteriori. Se siete in 3 invece potete abbattere uno dei due sedili posteriori e allora potrete caricare quanto vorrete. L'altezza del portabagagli da terra è normale. Non ci si sforza per caricarlo.
Alla guida
Alla guida questa piccola auto può dare tante soddisfazioni. -- COMFORT: Alla guida ci si sente rilassati sin da subito. I sedili regolabili in altezza permettono di mettersi comodi come vogliamo. Anche un viaggio di media lunghezza (3\4 ore) può essere affrontato con serenità, ma ricordiamo che non è un'auto per grandi viaggi e le lunghe trasferte possono farsi sentire dopo le 4\5 ore di viaggio. Il motore è silenziosissimo e produce un ronzio appena impercettibile ai bassi regimi. Ad alti regimi invece, si fa sentire parecchio. Gli ammortizzatori sono medio-duri. Se il fondo stradale è imperfetto lo sentirete, e purtroppo se prendete una buca o un dosso con poca delicatezza, sentirete l'onda d'urto propagarsi nella plancia con quel fastidiosissimo rumore delle parti assemblate in plastica. -- COMANDI: Il volante è molto sensibile, ma come detto prima, è più adatto ad un habitat cittadino. La sua facilità d'uso e l'angolo di sterzata notevole permettono di tirarci fuori dagli impacci in maniera semplice. Anche il cambio è di ottima qualità: la leva si muove in maniera sileziosa e morbida, e le marce si innestano facilmente. Solo per la retromarcia, a volte bisogna re-innestarla con un po' più di decisione, ma accade raramente, e tuttavia può dipendere dalla posizione degli ingranaggi del cambio in quello specifico istante. -- EFFICIENZA: La linea con alimentazione a GPL è davvero efficiente. Il dispositivo di produzione BRC è completamente automatico e non dovrete fare nulla per gestire l'alimentazione della vostra auto. Il motore si avvia con la normale benzina, ed una volta che ha raggiunto la condizione termica adatta, il commutatore del GPL interviene a cambiare l'alimentazione. Tuttavia potrete sempre decidere di commutare tra un carburante e l'altro (anche in marcia) premendo il pulsante del commutatore: una serie led vi indicherà se state usando il GPL ed il livello di gas residuo. Per raggiungere le temperature adeguate e passare al GPL ci vorrà veramente poco tempo. In estate, quando la temperatura dell'ambiente è più alta, bastano pochi secondi. In inverno probabilmente (scusate ma ce l'ho solo da Agosto, quando arriverà l'inverno vedrò) dovrete guidare per qualche minuto prima di sentire il commutatore azionarsi. In ogni caso la guiderete per il 90% del tempo a GPL, se lascerete agire il commutatore in maniera automatica. -- PRESTAZIONI: Beh, non è un'auto da competizione, ma le prestazioni sono di tutto rispetto se si considera l'uso in città o in paese. Soprattutto: vi accorgerete a malapena di guidare un'auto a gas. Il motore è certamente più brillante quando alimentato a benzina, ma a GPL non perde molto e fino alla 3' marcia avrete una buona accelerazione. Anche la 4' marcia ha una buona progressione, se avete la coppia giusta. La piccola cilindrata, tuttavia, fa parecchio sforzo quando è acceso il climatizzatore. -- CONSUMI: Che dire. Signore e signori, qui siamo al piatto forte. La Picanto offre un contenimento dei consumi da lasciare a bocca aperta. Come detto prima, la benzina la userete pochissimo, praticamente solo per avviare e scaldare il motore. Ho acquistato l'auto poco meno di un mese fa, e i primi 10 euro di benzina sono ancora lì nel serbatoio. Per quanto riguarda il GPL, un pieno potrà costarvi tra i 12 e i 14 euro. Ma non smetterete mai di guidare. Ho misurato il chilometraggio dall'ultimo rifornimento ed ho percorso 230 km di super-strada (quindi lunga percorrenza in 5' marcia a velocità comprese tra 90 e 120 km\h) più 120 km di guida cittadina. In totale fanno 350 km (354 per la precisione) con un pieno da 13 euro. Attualmente sono in riserva di GPL da 3 giorni (sto aspettando di consumarlo completamente) quindi con una stima possiamo indicare in 400 i chilometri percorribili con un pieno di GPL (anche se non arriverò a questo numero avendo usato molto il climatizzatore). -- VISIBILITA: La visibilità è abbastanza ampia ed agevole. A parte per i montanti anteriori (ai lati del parabrezza) che sono un po' spessi e a volte possono ingmbrare la vista quando dovrete svoltare e guardare ai lati. Le riprese sulla carrozzeria, sui finestrini posteriori non danno fastidio, grazie alla posizione di guida. Stesso discorso per il profilo nero sul lunotto posteriore. Gli ampi fari offrono un'ottima visuale anche di notte. Gli specchieti retrovisori laterali permettono di vedere molto bene, mentre quello interno centrale è un po' disturbato dalla terza luce di stop presente sul lunotto posteriore. Non permette di vedere le auto che si trovano in fondo, se la posizione di guida è alta o se si è abbastanza alti (come me). -- MANEGEVOLEZZA: Già accennato quando abbiamo parlato del volante: il raggio di sterzata è molto ampio e potrete liberarvi da situazioni difficili in maniera semplice. Parcheggiare non sarà lo stesso un problema. L'auto è piccola e trovare un posto libero o transitare in un passaggio stretto non sarà un problema. Sulle lunghe percorrenze, invece, risentirete un po' delle piccole dimensioni, quindi le turbolenze aerodinamiche saranno più forti (sorpassi, colpi di vento, "schiaffi" d'aria con finestrini aperti). Alle alte velocità, inoltre, si sente un effetto di sottosterzo non proprio trascurabile, quindi prudenza. Ottima e pronta la frenata. E' assistita da ABS, ma non si aziona mai, i freni riescono da soli a dare il meglio. -- AFFIDABILITA': Ce l'ho da poco e non saprei veramente cosa dire. Comunque vale la considerazione che le auto della prima serie si sono dimostrate molto affidabili, e che dalla prima alla seconda serie la meccanica è rimasta pressochè invariata. -- SICUREZZA: A parte i normali sistemi di sicurezza (ABS, EPS, airbag lato guida e conducente) c'è un pratico sistema di bloccaggio delle porte per i bambini. Questo impedisce che si possano accidentalmente aprire le portiere posteriori dall'interno quando l'auto è in marcia. -- NOTA DI DEMERITO: La chiusura centralizzata permette di chiudere tutte le porte sciacciando il pulsante sulla portiera, e andare via tranquillamente. Bene. Non lo fate mai. Piuttosto prendete l'abitudine di chiudere le portiere con la chiave, perchè se chiudendo con il pulsante sulla portiera lasciate inavvertitamente le chiavi all'interno non c'è modo di recuperarle! Se siete vicino casa, potete andare a prendere la seconda chiave che vi viene fornita, ma se siete lontani sarete costretti a chiamare l'assistenza per far spostare l'auto! -- NOTA DI DEMERITO 2: Non c'è una spia che indica lo stato dei fari. Se i fari sono accesi lo si vede dalla retro-illuminazione del quadro. C'è invece (ovviamente) la spia degli abbaglianti. Una spia per i fari non sarebbe stata male.
La comprerei o ricomprerei?
Concludendo finalmente potrei dire che la ri-comprerei altre 1000 volte. La Picanto è un'auto piacevole, non passa inosservata, è comoda e consuma veramente nulla! Il prezzo che si paga per quest'auto è basso, ma se avessi avuto un budget maggiore avrei scelto una Trendy al posto della Life: autoradio integrato, climatizzatore automatico, cerchi in lega, airbag laterali. Il prezzo in più non è eccessivo: sui 1500 euro.
Kia Picanto 1.0 Easy Bi-fuel
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di saglie89
19 settembre 2009 - 11:49
Ciao, anche io possiedo la picanto bi-fuel ormai da un annetto e sono molto contento dell'acquisto fatto. E vero che le prestazioni non sono esaltanti, infatti in 5° marcia tende a sedersi un po', ma anche se sono un ragazzo di 20 anni punto molto sui consumi; infatti in media con 12/13 € riesco a percorrere circa 420 km. Per quanto riguarda la commutazione, nel periodo invernale alla prima accensione di giornata ci vuole circa 1km prima che avvenga il passaggio.
Ritratto di maxilboia
30 settembre 2009 - 23:06
Ciao saglie89, sono contento di aver ricevuto un commento che conferma quanto ho scritto. Anche io come te sono molto giovane, ho 24 anni, e punto tutto sul risparmio. Un mio coetaneo invece ha voluto risparmiare sull'acquisto, prendendo una vecchia Panda usata, ma solo per recarsi in ufficio la spesa in benzina è sui 200 euro al mese. Col GPL fai il pieno e te ne dimentichi. Alla lunga credo che spendere qualcosina in più per prendere un auto nuova a GPL sia un investimento che ripaga alla grande. In 3 mesi avrò speso al massimo 100 euro in carburante, nonostante sia costretto spesso a percorrere anche lunghi tragitti (Bari-Taranto) per tornare a casa o andare in università o a lavoro.
Ritratto di picchiatello
20 maggio 2010 - 23:17
Salve a tutti ,la mia picanto forse ha bisogno di una benedizione al santuario di Caravaggio, visto le problematiche che ha avuto. iniziamo con .:infiltrazioni d'acqua dal parabrezza,spia esp off che rimaneva accesa , dopo un anno e' 30000 mila km si accende spia avaria motore,in concessionaria dopo 5 mesi di attesa per l'aggiornamento della centralina si scopre che ci sarebbe da cambiare i 4 iniettori del gpl , fatto il 2 tagliando e cambiati gli iniettori che succede? si riaccende dopo un centinaio di km la stessa spia,recatomi dal concessionario e riprogrammata la centralina ,mi si dice che visto i 41000 km percorsi sarebbe opportuno fare una registrazione delle valvole ,e se poi misi accende ancora questa maledetta spia con chi me la dovrei prendere? dico ancora che a questo punto non vedo lora di finirla di pagare e venderla , di sicuro non ci voglio spendere piu' un euro ,non parliamo poi del prezzo secondo me' un po' alto dei tagliandi per una city car,adesso e' stata riprogrammata ma..... resistera' speriamo ,per la registrazionee ci vogliono almeno 200 euro e me no male che la macchina e' ancora in garanzia . di sicuro non comprero' mai piu' una koreana.
Ritratto di MaCiao5
26 aprile 2012 - 20:02
3
Buona auto 5/5
listino
Le Kia
  • Kia Sorento
    Kia Sorento
    da € 47.000 a € 51.000
  • Kia Ceed Sportswagon
    Kia Ceed Sportswagon
    da € 20.750 a € 30.750
  • Kia Ceed
    Kia Ceed
    da € 19.750 a € 29.750
  • Kia Soul
    Kia Soul
    da € 18.000 a € 37.000
  • Kia Venga
    Kia Venga
    da € 15.750 a € 19.300

LE KIA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE KIA

  • Si tratta di una grande berlina sportiva con il look da coupé. Il frontale largo e basso, oltre alle fiancate filanti, danno uno slancio fuori dal comune alla vettura.

  • Il leggero restyling di settembre 2018 (mascherina e paraurti sono nuovi), non ha alterato l'aspetto grintoso della suv coreana.

  • xxx