Toyota Rav4 2.5 HV E-CVT Dynamic

Pubblicato il 14 luglio 2018
Ritratto di MirtilloHSD
alVolante di una
Toyota Rav4 2.5 HV E-CVT Dynamic
Toyota Rav4
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
3
Confort
5
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.6666666666667
Perché l'ho comprata o provata
Ciao a tutti. Oggi vi presenterò la Rav4 che abbiamo dalla fine di marzo del 2018. La scelta è ricaduta su quest'auto, dopo una lunga indecisione tra la Kia Niro 1.6 GDI HEV DCT Energy, la Hyundai Ioniq 1.6 Hybrid 6DCT Style e, appunto, la Rav4. Alla fine l'abbiamo scelta per la fiducia verso la Casa (è la nostra settima Toyota) e per l'enorme spazio, anche se eravamo preoccupati per il fatto che l'auto potesse consumare troppo (vedi sezione "alla guida"). Dopo le rassicurazioni del venditore, l'abbiamo ordinata: colore Dark Blue Met (era la prima che arrivava), allestimento base Dynamic, che offre: sensori di parcheggio anteriori e posteriori con retrocamera, radio Bluetooth con schermo da 7", 7 airbag, clima automatico bi-zona, vetri posteriori scuri, calotte degli specchietti e cerchi in lega (da 18") neri, 4 vetri elettrci (solo quello del lato guida è automatico e ha il tasto illuminato), fendinebbia e fari alogeni, portellone apribile elettricamente (in 3 modi: o con il tasto sul portellone, o dall'interno, o dal telecomando), keyless con specchi ripiegabili elettricamente (ma non autonomamente), Toyota Safety Sense, che dopo spiegherò. A ciò abbiamo aggiunto il ruotino. Abbiamo scelto questo allestimento perché gli altri aggiungevano cose che ritenevamo superflue (sedili in pelle, quelli davanti riscaldabili, fari full-led, navigatore). Ma ora passiamo agli interni...
Gli interni
Apriamo l'auto (o con il telecomando, o con il keyless, che ha un tasto ben mimetizzato sulle maniglie delle porte anteriori) e partiamo dal pannello porta del guidatore (quasi identico a quello del passeggero): una parte del pannello, dove in basso ci sono un portaoggetti ampio e un subwofer, è rivestita in pelle nera morbida. Troviamo poi un maniglione per metà grigio, per metà nero. Poco sopra c'è la maniglia cromata per aprire la portiera, mentre poco sotto c'é la plancetta dei comandi dei vetri elettrici (solo il tasto guida è retroilluminato e automatico), della chiusura centralizzata e del blocco dei finestrini. Se ci spostiamo a sinistra vediamo un'altra plancetta, dove abbiamo in ordine: tasti per la regolazione degli specchietti (R, L, freccine) e per ripiegare gli specchi (se non sbaglio, però non ne sono sicuro, non sono nemmeno questi retroilluminati), rotella per la regolazione del fascio luminoso dei fari (penso che serva a questo), poi il tasto della disattivazione del sistema di abbandono della corsia di marcia e altri tasti vuoti. Sopra abbiamo il rivestimento in pelle, che avvolge metà della plancia, e la bocchetta richiudibile del clima, che funziona molto bene. Sopra la bocchetta c'é una striscia grigia (stesso colore del maniglione della portiera interna già citato) che corre per tutta la plancia. Verso destra troviamo altri due tasti un po' più in alto rispetto agli altri (uno vuoto, uno del portellone elettrico) e poi il volante: a me sembra piccolo, sarà la macchina che, avendo tanto spazio all'interno, me lo fa sembrare più piccolo. Tre razze, un classico. Sulla razza sinistra ci sono i tasti per le chiamate, per il volume, per i comandi vocali (solo col navigatore Plus, non presente sulla mia Rav) e poi c'é il tasto "mode hold" (?). A destra ci sono i tasti del trip computer, quelli per muoversi nel TFT del cruscotto e per la regolazione del cruise control adattivo, regolabile in tre distanze e molto efficace. In mezzo c'é il cuscino dell'airbag-clacson, con un contorno in grigio. Sul cuscino ci sono delle eleganti cuciture a vista. Sul piantone, oltre alle classiche leve (frecce, luci, tergi, blablabla) c'è la leva del cruise control, che fa aumentare-diminuire la velocità di 5 km/h alla volta: molto preciso. Sopra il volante c'è il cruscotto. A sinistra, al posto del contagiri, c'è un indicatore che ti fa capire se ricarichi, se vai misto o solo a benzina, e poi trova posto l'indicatore della temperatura dell'acqua. A destra il tachimetro e l'indicatore del livello del carburante. Al centro il bellissimo TFT da 4,2", non soggetto a riflessi. Indica o mostra, per esempio: la stazione radio, se sei stanco (l'allarme si attiva anche dopo una strada un po' tortuosa: accessorio abbastanza inutile), il feedback (presente anche nello schermo centrale) dei sensori di parcheggio (abbastanza precisi), l'avviso di abbandono della corsia, il consumo medio, l'autonomia, i limiti di velocità e i divieti di sorpasso (fino a 3 segnali), quanta distanza vuoi mantenere dall'auto che precede (se il cruise control è attivo), se i sensori di parcheggio sono attivi, l'ora, la temperatura, la velocità impostata del cruise control e tanto altro. Spostiamoci più a destra per parlare della plancia: uno schermo da 7" che gestisce radio, retrocamera e, se presente, navigatore satellitare. A proposito della telecamera posteriore (a pagamento quelle a 360 gradi), ha le linee guida che ruotano con lo sterzo, e appare anche un'altro feedback dei sensori di parcheggio. A lato del display, semplice da utilizzare e con l'impostazione identica a quella di Yaris (2017-) ed Auris (2013-2015), ci sono una rotella e quattro tasti per lato: a sinistra i tasti sono: "media" (serve ad accedere alla schermata dove scegli la sorgente audio come FM, AM, Bluetooth, Aux, Usb), freccina a destra, freccina a sinistra, stop-play, mentre a destra: simbolini (che ti fanno accedere alla tastiera per digitare un numero da chiamare, ai contatti, ai messaggi, alle mail e a qualcos'altro che non ricordo... scusate : ( ), "car"(ti fa accedere ai dati sui consumi e alla autonomia e al grafico che ti fa vedere come stai andando [benzina, elettrico, misto, ricarica la batteria, ecc]), "nav" (inutile dire a cosa serve...) e "set up" (impostazioni). Quindi accedere alle varie funzioni del display è comodo e veloce. Ai lati dei comandi dello schermo ci sono le bocchette del clima automatico, comandabile da una plancetta appena sotto il display centrale, che include due manopole che regolano la temperatura, lo schermo LCD azzurro e i vari tasti (AUTO, MONO, ricircolo, velocità ventola, OFF, A/C, ecc). A sinistra dei comandi dell'aria condizionata il tasto azzurro che accende il sistema ibrido. Tutto ciò incastrato nella parte della plancia in pelle. Sopra lo schermo il tasto delle quattro frecce, le spie della cintura e, GRANDISSIMO DIFETTO, il tasto dell'ESP, pericolosamente disattivabile per sbaglio. Sotto la plancia, c'è ne un'altra, con i tasti delle modalità di guida (ECO, EV, SPORT) e le prese USB-AUX. Sotto c'è un portacellulare in gomma, insieme ad altri 3 capienti portaoggetti lungo il tunnel che corre tra i comodi sedili anteriori (in tessuto). Su questo "tunnel" troviamo la posticcia leva del cambio CVT, anche sequenziale con modalità "manuale", e la leva del freno a mano. Tra gli schienali dei sedili c'è un comodo bracciolo, con due comodi scomparti (uno, sottile, per le monete, l'altro, profondo, per cicche, fazzoletti, chiavi, ecc). La plancia, andando verso sinistra, ha una cavità dove mettere piccoli oggetti. Il cassetto portaoggetti è capiente e di facile apertura. Lo spazio per le gambe del passeggero, che usufruisce di un'altra bocchetta nell'estremità sinistra della plancia (scusate per la ripetizione continua di questa parola...), è molto. Dietro non c'è molto da dire: tanto spazio per le gambe, finestrini (scuri) enormi che garantiscono una buona visibilità ai passeggeri, divano ampio (si può viaggiare anche in 3 comodamente), niente tunnel alto e, questa volta un appunto negativo, NIENTE BOCCHETTE del clima. Presenti anche un bracciolo con 2 portabottiglie, due enormi vani portaoggetti nelle portiere e una luce sul soffitto. Il bagagliaio è ampissimo già con tutti i posti in uso, poi con il divano giù si hanno quasi 1800 litri a disposizione. Purtroppo si crea un gradino, anche se non è altissimo. Presente anche una rete per i piccoli oggetti. La ruota di scorta non ruba spazio al baule. Il portellone è elettrico, e il movimento è segnalato da un cicalino di sicurezza iniziale. Volevamo ordinare il portellone con il sensore del piede (300 euro), ma la consegna dell'auto slittava a luglio e se accettavamo non ero ancora qui a scrivervi questa prova. Passiamo alla guida...
Alla guida
Premetto che non ho ancora la patente (anche se tra poco comincerò la teoria), quindi darò le mie considerazioni da passeggero e vi riporterò quelle di mio padre: il comfort è.... wow....insonorizzazione al massimo. La frenata è un pochetto lunga, ma nemmeno troppo. Lo sterzo non ha bisogno di considerazioni, è perfetto. Si sta molto in alto e si può dominare la strada : ). La visibilità..beh...mmmm...meglio affidarsi a retrocamera e sensori, oltre che agli enormi specchietti (devo dire che però ci vorrebbe proprio il monitoraggio dell'angolo cieco). I consumi: pensavamo all'inizio di fare 10 km con un litro, ma poi ci siamo ricreduti: in città stai sui 18/19 con un litro, idem in statale, mentre apro un capitolo sull'autostrada: AlVolante dava 10 con un litro: FALSO, perché l'ultima volta ho fatto 80 km a 110 in autostrada e stavo sui 16... a 130 stai sui 14... Ho appena fatto il pieno, e l'autonomia, molto realistica, indicata dall'Energy Monitor era di oltre 800 km! Quindi, sui consumi posso solo dire che, anche considerando l'auto, sono bassi. La stabilità è ottima. La guida è assistita dal TSS, che comprende il mantenimento in corsia (utile e molto preciso), la frenata che riconosce anche i pedoni (per fortuna non la abbiamo mai provata), gli abbaglianti automatici, il riconoscimento dei segnali e il cruise adattivo.
La comprerei o ricomprerei?
Sicuramente sì, poiché la Rav4 è un'auto parca, sicura, affidabile e spaziosa (in soli 4,60 m di lunghezza), anche se la prenderei col Tech Pack (disponibile per la Exclusive e per la Lounge), poiché questo include l'utilissimo monitoraggio dell'angolo cieco. Qui sotto vi riporto i pregi e i difetti: PREGI - Consumi: molto bassi per un SUV da 1625 kg e con un motore (ibrido) 2 litri e mezzo e con 197 CV. - Dotazione: include i più moderni sistemi di ausilio alla guida, come l'utile cruise control adattivo, il portellone elettrico e gli aiuti al parcheggio. - Spazio: solo la Tiguan e il CR-V hanno un baule più grande di quello del Rav4, che ha una capienza di ben 579 litri (la diesel, ormai fuori produzione, ha un baule di 633 litri!), e lo spazio per i passeggeri è fin troppo generoso. DIFETTI - Dettagli: gli specchi non sono automatici (a differenza di quelli della Yaris), mancano le bocchette dietro (che rivali come Tucson o Tiguan hanno) e i tasti degli alzavetro, ad eccezione di quello del guidatore, non sono né automatici né retroilluminati, così come i tasti degli specchietti. - BLIS: questo accessorio, molto utile, è optional, e solo sulle versioni più ricche. - Tasto dell'ESP: c'è il rischio di attivarlo involontariamente. Mi auguro che la prova (la mia prima prova) vi sia piaciuta. Inoltre, è la prima prova di un RAV4 ibrido su AlVolante! Un saluto, Mirtillo.
Toyota Rav4 2.5 HV E-CVT Dynamic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
9
0
2
0
2
VOTO MEDIO
4,1
4.076925
13
Aggiungi un commento
Ritratto di MirtilloHSD
22 luglio 2018 - 19:34
4
Mi sono dimenticato alcuni dettagli: 1- l'auto si chiude a 10 km orari; 2- la cintura per il posto centrale è come quella della Yaris; 3- Il baule si sfrutta molto in altezza. Mirtillo
Ritratto di Fxx88
22 luglio 2018 - 22:52
4
Bravo. Scritta bene anche questa prova. Un'unico appunto, sulle auto "normali" il tastino con la macchinina che sbanda disattiva solamente l'ASR, cioè l'antislittamento delle ruote motrici (serve per permettere all'auto di pattinare in caso di bassissima aderenza, altrimenti col sistema inserito non avrebbe possibilità di muoversi), e non l'ESP che è il controllo di stabilità; l'ho scoperto sulla mia Polo tanti anni fa in una bella giornata nevosa in cui volevo divertirmi un po' col freno a mano...anche premendo il pulsantino l'auto contrasta la sbandata. Ho fatto un test drive sulla Rav4 prima di acquistare la Leon, in uno stupendo colore verde blu metallizato, l'auto mi è piaciuta parecchio ma non riesco ancora a digerire l'effetto trascinamento del CVT, oltre al prezzo che superava parecchio il mio budget. Ciao!
Ritratto di MirtilloHSD
22 luglio 2018 - 23:19
4
Ciao Fxx88, grazie per il commento. Circa il CVT, ormai sono abituato. Utile l’informazione sul tastino. Mirtillo
Ritratto di Rav
24 luglio 2018 - 01:33
2
Bella prova! Vista, provata e preventivata lo scorso anno, la CHR, mi aveva colpito per la linea esterna ma a dire la verità mi aspettavo un interno da astronave, che non ho trovato. Peccato che il suo cambio automatico non mi abbia convinto proprio per niente. Tutti dicono che è normale sulle ibride, e non lo metto in dubbio, ma preferisco quelli più dolci. Venendo da due auto manuali, l'effetto onda lo avvertivo fin troppo. Resta il fatto che Toyota ha fatto centro creando credo l'unica ibrida con una linea fuori dagli schemi ma pure bella. Diversa da quella fin troppo strana della Prius o semplicemente dal motore ibrido inserito in auto normali come può essere una Niro o una Yaris.
Ritratto di MirtilloHSD
24 luglio 2018 - 09:34
4
Ciao Rav, grazie per il tuo commento! Effettivamente gli interni del C-HR, seppur bellissimi, sono più futuristici in foto che dal vivo. Parlando del CVT, è normale che tu abbia quella sensazione. Ma dopo ci si abitua (sono ormai 3 anni e 5 mesi che abbiamo l'Auris). Restando sul C-HR, mi piace veramente tanto. Mirtillo
Ritratto di studio75
24 luglio 2018 - 08:32
5
Mi è piaciuta la parte descrittiva degli interni però la prova ha limiti evidenti nella parte dedicata alla guida. In definitiva trovo inattendibili i 5 volanti dati a ripresa, motore, sterzo e tenuta di strada e non so che idea farmi sulla reale dinamica di guida di questo Rav 4.
Ritratto di MirtilloHSD
24 luglio 2018 - 09:30
4
Ciao studio75. Grazie per il commento. Effettivamente la parte descrittiva della guida è un po' limitata, ma ricorda che non guido ancora. Mirtillo
Ritratto di MirtilloHSD
24 luglio 2018 - 09:44
4
Aggiungo che: - ho dato 5 volanti alla ripresa poiché in 8 secondi si è già a 100 km orari; - ho dato 5 volanti a motore in quanto quando gli si chiede grinta si è accontentati (attenzione, però: non aspettatevi una sportiva! La guida non è sportiva, ma è normale essendo un SUV ibrido), inquina e consuma pochissimo ed è affidabile; - sullo sterzo forse si meritava 4 volanti, anche se il diametro non è male ed è sempre pronto; - la tenuta di strada è ottima, l'auto è sempre sulla strada. Mirtillo
Ritratto di Highway_Or_Vag
28 luglio 2018 - 11:52
Qui vogliamo gente seria, non dei mocciosi che recensiscono il veicolo del papi tutti fieri del loro ridicolo acquisto (che non hanno pagato 1 centesimo e oltretutto, peggio del peggio, senza patente). Solo un bambinetto spastico può dare cinque stelle in ripresa ad un chiodo di frigorifero che ci impiega 8 secondi con 200 cv. Una Golf 2.0 TDI con 150 cv e il fantastico cambio dsg disintegra con metà acceleratore e due marce questo patetico congelatore giapponese. Mica micio micio bau bau.
Ritratto di MirtilloHSD
28 luglio 2018 - 20:03
4
Spastico sarai te e la tua Golf. Subdolo vecchio prostastico
Pagine
listino
Le Toyota
  • Toyota GT86
    Toyota GT86
    da € 31.800 a € 37.000
  • Toyota Hilux
    Toyota Hilux
    da € 27.200 a € 45.800
  • Toyota Auris
    Toyota Auris
    da € 24.500 a € 29.800
  • Toyota Aygo
    Toyota Aygo
    da € 11.850 a € 15.900
  • Toyota Prius
    Toyota Prius
    da € 29.500 a € 41.650

LE TOYOTA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE TOYOTA

  • Per l’erede della Auris la Toyota rispolvera un nome storico: Corolla. La nuova media a cinque porte sarà nelle concessionarie da marzo 2019.

  • Per l’erede della Auris la Toyota rispolvera un nome storico: Corolla. La nuova versione station wagon si chiama Touring Sports e sarà nelle concessionarie da marzo 2019.

  • La Toyota Rav4 adotta una stile squadrato che ne enfatizza la grinta e cresce molto in termini qualità degli interni e dotazioni di sicurezza.