Volkswagen Golf 7 1.6 TDI Highline 5p

Pubblicato il 2 dicembre 2014
Ritratto di M93
Volkswagen Golf
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
4
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Oggetto della prova è una Golf 7 1.6 TDI Highline 5 porte da me guidata qualche tempo fa, in occasione di un “porte aperte”. Come è noto, l'allestimento in questione (ribattezzato Carat su taluni mercati, come quello francese) si pone al vertice della gamma (ad esclusione delle versioni sportive GTE, GTI, GTD e R), con una dotazione di serie ricca e completa comprendente, tra gli altri: ABS, airbag (frontali, laterali, a tendina anteriori e posteriori, nonché quello adibito alla protezione delle ginocchia del conducente), ESC, ASR, EDS, MSR, MCB, Hill Holder, climatizzatore automatico bizona Climatronic, sedile di guida regolabile in altezza con supporto lombare, servosterzo ad assistenza variabile, indicatore usura pastiglie freni, fendinebbia con luci direzionali, retronebbia, gruppi ottici posteriori fumè, interfaccia telefono cellulare con prese Aux e USB, mascherina anteriore nera e lamelle cromate, paraurti anteriore con inserto cromato, cerchi in lega Djon da 17'', volante multifunzione a tre razze (rivestito in pelle e regolabile in altezza e profondità), antifurto, vano piedi anteriore illuminato, poggiatesta attivi, vetri elettrici anteriori e posteriori con sensore antipizzicamento, 8 altoparlanti, attacchi isofix, sensore pressione pneumatici, computer di bordo, appoggia braccia centrale anteriore con contenitore portaoggetti, 2 luci di lettura LED (anteriori e posteriori), display multifunzione Plus a colori, parabrezza in vetro atermico, regolatore e limitatore di velocità, cinture di sicurezza anteriori e posteriori regolabili in altezza, navigatore satellitare Discover Media, retrovisori (in tinta) elettrici e riscaldabili, Bluetooth, sedili anteriori pelle/Alcantara, pomello e leva del cambio rivestiti in pelle, luci posteriori a LED, sospensioni attive DDC, vetri posteriori e lunotto scuri, telecamera posteriore e vernice metallizzata. La vettura provata era di colore Tungsten Silver (K5), a mio avviso molto sobrio ed elegante, in linea con la filosofia della vettura.
Gli interni
Il design esterno si presenta teso e pulito, con tratti netti e chiari, frutto dell'evoluzione del design dei precedenti modelli della media di Wolfsburg. Anche all'interno si ritrova un' impronta estetica similare, sobria e pragmatica senza concessioni alla fantasia. La plancia, driver oriented, dalla forma fluida ed avvolgente, è completamente di colore nero. La medesima cromia viene adottata per gli inserti lucidi della plancia (Piano Black Mesh, secondo la denominazione Vw), caratterizzanti questa versione Highline: sono belli da vedere ma si sporcano facilmente, sopratutto con polvere o ditate. Personalmente preferisco gli inserti in color alluminio (Dark Silver spazzolato, per essere precisi) delle versioni Comfortline che, oltre ad essere meno “sporchevoli”, meglio risaltano con la plancia scura. I comandi, retroilluminati di bianco, sono tutti disposti bene ed in maniera razionale: l'unica critica che muovo, è legata all'ubicazione degli alzavetro elettrici, un po' scomoda poiché in posizione arretrata sui pannelli porta. Da questo punto di vista, erano molto più funzionali e pratici quelli della precedente Golf 6. La strumentazione (con illuminazione bianca, ad intensità variabile) è formata da due grandi indicatori circolari (di immediata comprensione) caratterizzati da una cornice cromata, nel mezzo dei quali si trova lo schermo del computer di bordo, che fornisce tutte le informazioni principali concernenti la vettura. Il volante, dotato di tre razze e leggermente piatto nella parte bassa, presenta un rivestimento in pelle e annovera i comandi audio: tuttavia i tasti sono piccoli, e non risultano particolarmente comodi, specialmente duranti primi utilizzi. A sinistra del volante, troviamo la classica manopola del devioluci. A destra, invece, nella parte alta della plancia sono inserite le bocchette d'aerazione centrali (fra le quali vi sono il tasto dell'hazard e la spia dell'air bag passeggero) e proseguendo verso il basso, il navigatore satellitare touch screen (con sensore di prossimità) e i comandi della climatizzazione automatica, di tipo bizona con bocchette anche per i passeggeri posteriori. Le tre manopole sono ben fatte, e hanno un rivestimento gommato, per una presa più efficace: il loro feedback è migliorabile, in quanto presentano giochi eccessivi. Davanti la leva del cambio, vi è un pratico e ben fatto vano basculante, al cui interno è inserita la presa USB, con la quale collegare alla vettura lo smartphone, il lettore Mp3 o una pen drive. I tasti dei comandi secondari (come l'Hill Holder) sono collocati alla base del selettore del cambio, in una posizione facilmente raggiungibile. Il freno a mano è di tipo elettronico, ed è ubicato vicino al bracciolo centrale anteriore. L' impianto audio è di ottimo livello, la qualità del suono è elevata e ben distribuita nell'abitacolo, grazie alle 8 casse di cui è dotata la vettura. Nell'abitacolo, sono presenti molti vani portaoggetti, tutti rivestiti. Il primo, con chiusura a persiana, è posizionato di fianco al freno di stazionamento dove trovano posto anche due porta lattine e l'accendisigari. Al di sotto dei sedili anteriori vi sono piccoli sportelli, ove riporre oggetti di uso poco frequente o che è necessario occultare alla vista, mentre sui retro schienali sono inserite due tasche portacarte. Il cassetto antistante al passeggero è impeccabile: oltre ad essere capiente, dispone di rivestimento floccato, refrigerazione, illuminazione, serratura ed apertura smorzata. Il bracciolo nel divanetto posteriore ospita due porta lattine. Il cielo abitacolo è in TNT di colore grigio Shetland, ed è dotato di 4 maniglie di appiglio con ritorno smorzato, ma prive di gommino antirumore. Tra le alette parasole, dotate di specchio di cortesia e illuminazione, è inserita una scenografica plafoniera molto funzionale ed intuitiva, oltre che bella alla vista. I pannelli porta sono ben fatti e rifiniti: costruiti con plastiche morbide, presentano inserti in tessuto abbinato ai sedili e sono dotati di ampie tasche portaoggetti, interamente floccate. Le maniglie di apertura sono in vero metallo satinato e i pannelli contano i medesimi inserti nero lucido presenti sulla plancia. Il giro porte (che presenta un rivestimento floccato lungo le guarnizioni) è altresì dotato di luci di ingombro, mentre le luci pozzanghera sono presenti sugli sportelli anteriori, più precisamente al di sotto degli specchietti retrovisori. I sedili, con rivestimento color Quarzite, sono molto comodi e hanno eleganti inserti in Alcantara: contengono bene in curva e sono ben realizzati. Lo spazio nell'abitacolo è parecchio in tutte le direzioni, sia anteriormente che posteriormente, anche grazie al generoso passo. La vettura è omologata per cinque passeggeri, ma è consigliabile viaggiare in quattro per stare davvero comodi, e apprezzare appieno lo spazio a disposizione. Un quanto passeggero, infatti, starebbe stretto e scomodo, a causa della dell'ingombrante tunnel centrale, incorporante le bocchette adibite alla climatizzazione, che limita molto lo spazio al centro e per le gambe. Sul montante centrale, trovano posto anche due comodi ganci appendiabiti. Per ciò che concerne luminosità e visibilità, nella parte anteriore e laterale non sorgono problemi, mentre posteriormente è il montante C molto ingombrante a dare fastidio nelle manovre. Fastidio a cui vanno aggiunte le limitate dimensioni del lunotto: è possibile ovviare al tutto ricorrendo alla telecamera posteriore. Il bagagliaio, la cui apertura avviene pigiando verso l'alto il logo Vw, ha una capacità pari a 380 litri, che possono arrivare ad un massimo di 1270 litri in configurazione due posti. Il divano posteriore è abbattibile separatamente, e ha di serie la botola per gli sci e gli attacchi Isofix. Inoltre, lo stesso presenta una finezza costruttiva degna di nota, composta da apposite fessure nelle quali inserire le cinture di sicurezza, facendo si che queste ultime non interferiscano durante le operazioni di abbattimento. La soglia non è troppo alta da terra, il vano ha un rivestimento in robusta moquette nera ed è illuminato, oltre ad essere dotato di un doppiofondo, piano di carico livellabile e presa 12V. Ai lati annovera ganci e scompartimenti, molto pratici nell'uso quotidiano. Il battivaligia è dotato di copertura integrale in plastica antigraffio, a protezione della vernice durante le operazioni di carico, e la serratura presenta un pratico sportellino mobile. A conferma della cura costruttiva di quest'auto, vi sono dettagli molto apprezzabili e per niente scontati, come il cofano motore che viene sorretto tramite una molla a gas e le guide dei sedili integralmente rivestite. Nonostante la qualità costruttiva sia uno degli atout della Golf, ho riscontrato una mancanza piuttosto importante per una vettura di questo livello, riguardante le portiere, più precisamente le cerniere. Queste ultime, infatti, si aprono a scatti su tre posizioni: aperte, semiaperte o chiuse. Si tratta di un dettaglio ma per un'auto simile, oltre ad essere fuori luogo, pregiudica non poco la praticità d'uso, sopratutto quando si devono aprire gli sportelli in spazi ridotti. Si conferma comunque una segmento C ben fatta.
Alla guida
La vettura in prova è dotata dell'unità propulsiva TDI da 1,6 litri, erogante 105 cv a 3000giri/min (da qualche tempo, è disponibile anche la versione Euro 6 del medesimo motore, erogante 110 cv), accoppiata ad una trasmissione manuale a 5 rapporti, con possibilità di optare per quella robotizzata a doppia frizione DSG a 7 rapporti. Il propulsore è molto elastico e fluido nell'erogazione della potenza, adeguata alla vettura ma non certo elevata in senso assoluto: per chi cerca un diesel prestazionale, può orientarsi sul 2 litri TDI da 150 o 184 cv (quest'ultimo riservato alla GTD). La ripresa è buona e anche lo scatto è soddisfacente, benché le prestazioni rimangano tranquille. Nonostante ciò, il motore è sempre piuttosto vispo e progressivo nell'erogazione della potenza, qualora sia necessario: niente male dati i 105 cv di cui dispone. La rumorosità è nella norma (eccezion fatta per le partenze a freddo) e non disturba quasi mai il comfort, sempre elevato: idem dicasi per le vibrazioni, pressoché assenti: solo al minimo si avvertono. La guida è semplice ed intuitiva, ed è sempre sicura, complici i vari controlli elettronici di cui la vettura è dotata. La tenuta di strada è ottima e il rollio poco marcato, merito delle sospensioni rigide, ma non troppo. L'unico neo è legato all'assenza delle sospensioni Multilink al retrotreno, di cui sono dotate le versioni più potenti. La frenata è di primo livello: potente e ben modulabile, i freni resistono bene alla fatica senza perdere mordente, nemmeno nell'uso più gravoso. Lo sterzo è molto preciso, morbido e progressivo, anche grazie alla servoassistenza variabile; la frizione è leggera e morbida da azionare. Molto riuscita anche la trasmissione: cambio piacevole da utilizzare, con innesti precisi e secchi. Solo nell'uso rapido mostra leggeri impuntamenti: peccato che sia dotato di soli cinque rapporti, in quanto un sei marce sarebbe stato più confacente: oltre a migliorare un po' le prestazioni, avrebbe giovato anche ai consumi. Come dicevo poc'anzi, questo propulsore non ha alcuna velleità sportiva, ma punta tutto su fluidità di marcia e bassi consumi: in quest'ultimo ambito, la media indicata dal computer di bordo era di circa 18 km/l, guidando a velocità di codice.
La comprerei o ricomprerei?
Si, se dovessi acquistare una segmento C la prenderei caldamente in considerazione. Opterei per il 1.6 TDI da 110 cv (già Euro 6), magari abbinato al cambio DSG: per ciò che concerne l'allestimento, sceglierei il Comfortline, meno lussuoso ma ugualmente completo. Ringrazio anticipatamente tutti gli utenti di Alvolante e mi auguro che la prova vi sia piaciuta ;) Come di consueto, sono ben accetti suggerimenti e opioni personali. Un saluto da Marco.
Volkswagen Golf 1.6 TDI 105 CV Highline 5p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
3
5
3
6
VOTO MEDIO
3,4
3.357145
28
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
15 dicembre 2014 - 17:43
3
Ottima prova come sempre Marco. Anche io mi unisco ad AMG prima di me e dico anche io che la Golf è senza dubbio la migliore del Segmento C sul mercato. La maggior parte delle critiche che gli vengono rivolte sono per la linea vecchia e gli interni austeri. Vero, non sarà proprio il massimo però per il resto (a me la linea piace molto per intenderci) è al top della categoria per via delle soluzioni adottate che non si trovano facilmente sulla concorrenza. Poi come qualità costruttiva visibile globale non ho ancora trovato nessuna che l'abbia affiancata. Noto con piacere che anche sulla Golf (non ho mai provato questa serie della Golf per ora) ho riconosciuto molte caratteristiche di guida similari alla più piccola Polo (che come sai, è la mia macchina). Inoltre questo piccolo Diesel è ottimo per chi cerca consumi ridotti ed un certo brio negli spostamenti. Un saluto da Mattia.
Ritratto di M93
15 dicembre 2014 - 20:39
Ti ringrazio molto Mattia, gentilissimo come sempre ;) Concordo pienamente nell'affernare che la Golf sia una vettura di ottima qualità. Molte soluzioni costruttive intelligenti (come quella legata all'incavo per la cintura di sicurezza del divanetto posteriore) sono state "trasferite" sulla più compatta Polo, come sai meglio di me: sono tutti dettagli pregevoli, sopratutto tendo conto che si tratta di un'utilitaria di segmento B. Per un periodo ho avuto modo di constatarlo guidando la Polo (6R) 1.2 di alcuni parenti: tempo permettendo, ne scriverò la prova. Tornando alla Golf e al 1.6 TDi, lo reputo un ottimo motore, dotato del giusto brio e capace, al tempo stesso, di consumi contenuti. Grazie ancora Mattia, un saluto.
Ritratto di Mattia Bertero
16 dicembre 2014 - 17:59
3
La leggerò con molto piacere. Mi piace sempre molto leggere le prove delle macchine che ho guidato o posseduto, anche di più di quelle delle altre macchine, perché così posso confrontare le impressioni degli altri utenti con le mie. Curiosità: la Polo 1.2 che hai accennato è il 1.2 benzina 60/70 Cv oppure il 1.2 TDI 75 Cv come la mia?
Ritratto di M93
16 dicembre 2014 - 18:18
La Polo in questione è una 1.2 Comfortline da 69 cavalli: non certo un fulmine di guerra, ma con un funzionamento regolare. Ho già abbozzato qualcosa per la prova ma devo lavorarci ancora parecchio prima di potermi definire soddisfatto. Ad ogni modo cercherò di essere quanto più esaustivo e dettagliato possibile ;) Ti ringrazio Mattia, un saluto.
Ritratto di Mattia Bertero
16 dicembre 2014 - 20:04
3
Voilà. Grazie Marco. Alla prossima un saluto.
Ritratto di M93
16 dicembre 2014 - 21:04
Figurati, di niente: ci mancherebbe altro! Un saluto.
Ritratto di M93
15 dicembre 2014 - 20:44
Ti ringrazio molto: sono contento che la prova ti sia piaciuta. Il dettaglio dell'apertura del giro porte, trovo che sia poco pratico nell'uso quotidiano, sopratutto in spazi ridotti. Se non ci fossero le aperture a scatti, la praticità d'uso ne trarrebbe sicuramente giovamento: senza contare che, come soluzione costruttiva, non è delle più recenti. Ma come dicevo, si tratta di punti di vista. Grazie ancora. Un saluto da Marco.
Ritratto di Moreno1999
15 dicembre 2014 - 21:12
4
Prova molto più completa di quelle a cui siamo abituati, perfetta come poche e anche estremamente precisa! La Golf è completissima ma secondo me fa un po' uomo di mezza età se presa grigia
Ritratto di M93
15 dicembre 2014 - 21:26
Ciao Moreno, ti ringrazio molto, sono lieto che la prova sia piaciuta. Effettivamente la cromia in oggetto non è molto caratteristica e giovanile, ma credo che si adatti perfettamente alla Golf, per eleganza e sobrietà. Personalmente mi piacciono molto anche il Blu Notte e il Rosso Sunset per la Golf 7. Grazie ancora, un saluto ;)
Ritratto di Moreno1999
15 dicembre 2014 - 21:36
4
Io la preferisco bianco onice/madreperla con i cerchi geneva o madrid, senza dubbio la linea risalta di più
Pagine
listino
Le Volkswagen
  • Volkswagen Golf Variant Alltrack
    Volkswagen Golf Variant Alltrack
    da € 32.150 a € 36.400
  • Volkswagen Touareg
    Volkswagen Touareg
    da € 61.000 a € 76.500
  • Volkswagen up!
    Volkswagen up!
    da € 11.250 a € 27.000
  • Volkswagen Touran
    Volkswagen Touran
    da € 28.450 a € 38.850
  • Volkswagen Polo
    Volkswagen Polo
    da € 13.850 a € 22.700

LE VOLKSWAGEN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE VOLKSWAGEN

  • Alla Volkswagen stanno studiando una piccola rivoluzione per fari anteriori e fanali posteriori, che diventeranno sempre più elemento attivo di sicurezza perché possono comunicare informazioni utili.  Qui per saperne di più.

  • La Touareg se l'è cavata senza incertezze anche nell'impegnativo deserto marocchino, dove l'abbiamo messa alla prova in offroad. Qui per saperne di più.

  • Si è svolta a “casa” del marchio tedesco la seconda edizione del raduno GTI Coming Home, un grande ritrovo con oltre 4.000 auto. Qui per saperne di più.