Volkswagen Polo 1.4 16V Comfortline

Pubblicato il 25 giugno 2014
Ritratto di M93
Volkswagen Polo
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
3
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.6666666666667
Perché l'ho comprata o provata
La vettura è di una mia zia, ma l'ho utilizzata per parecchio tempo subito dopo aver conseguito la patente. E' una Volkswagen Polo (62n) 1.4 16V Comfortline 5 porte dell'anno 2000, di colore argento metallizzato. La dotazione di serie, anche in rapporto all'epoca e alla categoria, è molto ricca: climatizzatore manuale, ABS, servosterzo, vetri e specchietti retrovisori(in tinta) a regolazione elettrica, predisposizione radio con 4 altoparlanti, airbag frontali e laterali (con possibilità di disattivazione dell'air bag passeggero), immobilizer, chiusura centralizzata con telecomando, contagiri, correttore assetto fari, fendinebbia, attacchi ISOFIX, cinture di sicurezza regolabili in altezza, volante e sedile conducente regolabili in altezza, poggiatesta posteriori e divanetto posteriore frazionato (60:40). La foto inserita è indicativa, ma la vettura è la medesima: le uniche differenze riguardano la cromia (non verde pastello, ma argento metallizzato, come sopra riportato, l'assenza dei cerchi in lega (ha normali cerchi in acciaio con copri cerchi in plastica da 14 pollici) e i fendinebbia, non presenti nella vettura della foto. Attualmente conta 110 mila km circa di percorrenza, macinati senza alcuna noia o problematica di sorta. Gli unici problemi che si sono presentati nel corso degli anni, sono stati l'accumulo di acqua all'interno dei fendinebbia e la scarsa durata delle lampadine dei fari posteriori. Per il resto tutto perfetto, essendo stata sottoposta solo ad interventi di manutenzione ordinaria.
Gli interni
Gli interni sono sobri, razionali e ben rifiniti, sopratutto in rapporto alla tipologia di vettura. Il colore predominante è il nero, con inserti in tessuto color antracite di sedili e pannelli porta. Il cruscotto è formato da due elementi circolari, inseriti all'interno di una cornice di colore grigio chiaro e si presenta chiaro e completo, con tutte le spie e indicatori di immediata leggibilità. La strumentazione presenta una piacevole retroilluminazione blu chiaro. Le finiture sono piuttosto curate, anche se le plastiche del tunnel centrale sono di qualità solo discreta, e inferiori al resto dell'abitacolo. Si nota anche una certa cura dei dettagli, come le maniglie delle portiere in metallo (cromato, cosi come il pulsante del freno a mano), le tasche portaoggetti delle porte con rivestimento antirumore, i tasti dei vari servizi retroilluminati e l'aletta parasole del passeggero con luce di cortesia. Tutti i comandi sono a portata di mano e ben disposti, eccezion fatta per i quelli della climatizzazione (e dei comandi secondari, come immobilizer e sbrina lunotto) e per il posacenere: sono posizionati troppo in basso, praticamente davanti alla leva del cambio, e quindi poco pratici da azionare, vista la loro ubicazione. A sinistra del volante, troviamo la manopola per le luci, nonché la rotella per la regolazione dell'assetto dei fari. Poco più sotto c'e una pratica mensolina. Sotto alla radio, è presente un piccolo vano portaoggetti (ricavato ove solitamente si inserisce il caricatore CD, non presente nella vettura oggetto delle prova), un porta lattine estraibile (molto comodo d'estate, vista la vicinanza alle bocchette delle climatizzazione) ed un altro piccola nicchia (rivestita in feltro) dove è possibile stivare i compact disc, vista la presenza di apposite fessure. Il cassetto portaoggetti lato passeggero ha una buona capienza, è illuminato ed è munito anche di serratura: peccato solo che non sia rivestito. Si apprezza, comunque, la presenza di gommini antirumore per la sua chiusura. I sedili sono comodi, anche se un po' duri (come altre vetture tedesche, Vw e non solo) e sufficientemente profilati, e rivestiti di un robusto tessuto con motivo a quadrettini: in curva trattengono abbastanza bene, considerato che non si tratta di una vettura con particolari velleità sportive. Anteriormente lo spazio, anche in altezza, non manca, mentre posteriormente è minore, in modo particolare quello per le gambe. La visibilità è buona in tutte le direzioni, tranne che posteriormente, per via delle dimensioni del lunotto limitate. Di buon livello anche la luminosità dell'abitacolo, favorita anche dagli ampi finestrini. La capacità del vano bagagli, pur non essendo da record, è buona, grazie anche alla forma regolare del vano, interamente rivestito di robusta moquette, assente però sullo schienale dei sedili posteriori. La soglia di carico è abbastanza alta, e l'accessibilità è migliorabile: piacevole la presenza del rivestimento in plastica, atto a proteggere la bocca di carico dai graffi,
Alla guida
La Polo in questione, è dotata del motore 1,4 16V erogante 75 cv (a 5000giri/min), con iniezione multi point, abbinato ad un cambio manuale a cinque rapporti, anche se tra gli optional era possibile scegliere la trasmissione automatica a controllo elettronico, dotata però di quattro rapporti. Alla guida è molto piacevole, grazie al motore pronto, elastico e sufficientemente potente e alle sospensioni non troppo morbide: l'auto è dotata anche di assetto leggermente ribassato. Ottimo lo sterzo, leggero, preciso e diretto, anche nella guida più brillante. Meno pregevole, invece, il cambio, preciso ma piuttosto duro da azionare, sopratutto nell'uso veloce e nelle cambiate più rapide. La frizione è morbida, e non affatica, dato apprezzabile sopratutto in città. I freni (dischi all'avantreno e tamburi al retrotreno) sono potenti e ben modulabili, anche sul bagnato o in presenza di scarsa aderenza, merito anche del sistema di antibloccaggio: resistono bene alla fatica garantendo sempre una certa sicurezza. Il comfort è discreto, e la rumorosità del propulsore mai eccessiva, nemmeno in autostrada, dove se le cava bene, pur mostrando qualche limite legato alla potenza erogata dal cilindri. La ripresa è più che buona, e il propulsore assicura una certa grinta, che consente di guidare sempre con un certo sprint. La tenuta di strada è sicura e il rollio in curva contenuto e il comportamento stradale sempre prevedibile, pur in assenza del controllo elettronico della stabilità. Come già detto poc'anzi, i cv a disposizione sono adeguati, anche se il medesimo motore era declinato anche in altri due step di potenza, rispettivamente 60 e 101 cv. La velocità massima è di 170 km/h e i consumi sono buoni, ma nulla di più. la percorrenza media è pari a 13 km/litro.
La comprerei o ricomprerei?
Assolutamente si, per il rapporto qualità prezzo buono, per le finiture curate e per la guidabilità ottima. Magari opterei per la 1.4 TDI, sicuramente brillante e meni assetata. PS - Mi auguro che la prova vi sia piaciuta ;) Un saluto a tutti gli utenti di Alvolante ;)
Volkswagen Polo 1.4 16V Comfortline
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
5
2
1
0
VOTO MEDIO
3,5
3.5
8
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
2 luglio 2014 - 14:12
3
Si mi è piaciuta :) Peccato per il colore, grigio è proprio anonimo e ahimé mi tocca avere un auto grigia con tutti i bei colori che erano disponibili.
Ritratto di M93
2 luglio 2014 - 16:01
Sono contento che la prova ti sia piaciuta, Paride ;) Tuttavia per ciò che concerne il colore, devo precisare una cosa: come ho scritto nella prova, si tratta del colore argento e non del grigio come hai accennato. In Vw all'epoca, li offrivano entrambi, ed erano abbastanza differenti: mentre il grigio è il colore classico metallizzato, senza riflessi (quello che attualmente è disponibile, ad esempio, sulla Polo), l'argento della vettura in oggetto è più chiaro, e ha legger riflessi, che cambiano a seconda delle condizioni di luce. Si tratta, comunque, di una normale vernice metallizzata, molto comune tra le auto del gruppo VAG di una decina di anni fa. Ricordo bene che andai a vederla con mia zia, e tra i vari colori, mi colpirono in particolare due: un verdino metallizzato e un rosso pastello. L'assortimento di cromi, comunque, era molto vasto: oltre ai già citati colori, vi erano anche il verde bottiglia (colore di una delle vetture esposte, in allestimento Highline, con interni beige, cerchi in lega e cambio automatico), il verde chiaro pastello (foto della prova), blu scuro, blu chiaro, nero etc. In definitiva, la scelta non mancava di certo: a me sarebbe piaciuta anche rosso pastello o blu metallizzato (quest'ultimo molto elegavre). Un saluto ;)
Ritratto di PariTheBest93
2 luglio 2014 - 20:39
3
Si il blu o celeste piace anche me su molte auto per la sua eleganza ;) Giusto per mettere i puntini sulle "i" l'argento è sempre una tonalità di grigio, anche se non scuro come quello della mia auto. Ciao e alla prossima!
Ritratto di Bestpilot
17 febbraio 2015 - 00:43
Io ho fatto una prova sulla stessa macchina però l'Highline.Cmq consuma veramente tanto. Se ti fa piacere leggila e nel caso dalle un bel voto.
Ritratto di cris25
2 luglio 2014 - 23:18
1
questa serie della Polo insieme a quella con i fari sdoppiati èquella che mi piace di più, nonostante sia ormai anzianotta è ancora abbastanza attuale! E poi per quanto riguarda gli interni concordo cone te, sono curati in rapporto all'epoca dell'auto. Per uno che è alle prime armi potrebbe essere davvero una buona macchina! La prova non si discute, è ottima. Ciao...
Ritratto di M93
3 luglio 2014 - 14:08
Grazie ;) Pur reputando, da sempre, la Polo un'ottima auto, ben costruita, la geberazione a fari tondi sdoppiati (9N), non mi ha mai convinto: preferivo di gran lunga la versione post restyling, ovvero la 9N3. Un saluto ;)
Ritratto di gio.G
3 luglio 2014 - 12:36
20
Fai ottime prove, complimenti. Buona macchina..
Ritratto di gio.G
3 luglio 2014 - 12:37
20
Fai ottime prove, complimenti. Buona macchina. A me piaceva molto, soprattutto in uno fra i tanti bei colori che erano disponibili.
Ritratto di M93
3 luglio 2014 - 14:01
Ti ringrazio molto, mi fa piacere che ti sia piaciuta la prova ;) Anche io reputo questa Polo ottima, anzi la preferisco alla precedente 6N e alla successiva 9N. Come da tradizione Vw, la paletta colori era particolarmente variegata. Un saluto ;)
Ritratto di Scorpio 81
18 dicembre 2014 - 19:53
4
Ho guidato questa vettura alcune volte, in quanto ce l'aveva mio fratello per alcuni anni. Il punto forte secondo me è la linea, i freni davvero potenti, un motore all'altezza. Unico neo forse i consumi.
Pagine
listino
Le Volkswagen
  • Volkswagen Touareg
    Volkswagen Touareg
    da € 61.000 a € 76.500
  • Volkswagen up!
    Volkswagen up!
    da € 11.250 a € 27.000
  • Volkswagen Touran
    Volkswagen Touran
    da € 28.450 a € 38.850
  • Volkswagen Polo
    Volkswagen Polo
    da € 13.850 a € 22.700
  • Volkswagen Passat Variant
    Volkswagen Passat Variant
    da € 36.600 a € 44.350

LE VOLKSWAGEN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE VOLKSWAGEN

  • Alla Volkswagen stanno studiando una piccola rivoluzione per fari anteriori e fanali posteriori, che diventeranno sempre più elemento attivo di sicurezza perché possono comunicare informazioni utili.  Qui per saperne di più.

  • La Touareg se l'è cavata senza incertezze anche nell'impegnativo deserto marocchino, dove l'abbiamo messa alla prova in offroad. Qui per saperne di più.

  • Si è svolta a “casa” del marchio tedesco la seconda edizione del raduno GTI Coming Home, un grande ritrovo con oltre 4.000 auto. Qui per saperne di più.