PRIMO CONTATTO

Audi Q2: compatta lei, e il suo vivace tre cilindri

La nuova Audi Q2 è una suv dalle dimensioni contenute, ben rifinita, ma un po' rigida sulle buche. Brillante (e non troppo rumoroso) il 1.0 TFSI da 116 CV.

4 luglio 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 25.000*
  • Consumo medio

    n.d.**
  • Emissioni di CO2

    n.d.** grammi/km
  • Euro

    6
Audi Q2
Audi Q2 1.0 TFSI S tronic Sport

*Prezzo indicativo; **valori non dichiarati dalla casa al momento del test

Linea “robusta”

Lunga 419 cm, larga 179 e alta 151, la nuova Audi Q2 (che nasce sul pianale modulare MQB già adottato, tra gli altri modelli, dalla A3) è la più piccola tra le suv della casa tedesca: un’auto adatta anche all’uso cittadino, ma dall’aspetto comunque possente e “robusto”, con molti angoli e spigoli. Il frontale è dominato da un'ampia mascherina, accompagnata da spigolose prese d’aria. Nella vista di lato si notano subito i finestrini piccoli e l’ampio montante posteriore in un colore a contrasto; molto particolare la nervatura che si sdoppia nella porta posteriore. Dietro, uno spoiler sopra al lunotto e un diffusore aerodinamico “alleggeriscono” le forme.

Arriva in autunno

Gli ordini della nuova Audi Q2 partiranno da metà luglio, mentre i primi esemplari arriveranno in Italia in autunno. La gamma dei motori prevede i 1.0, 1.4 e 2.0 TFSI a benzina (con 116, 150 e 190 cavalli rispettivamente) e, a gasolio, il 1.6 TDI da 116 e il 2.0 con 150 o 190 cavalli; trazione anteriore o integrale quattro, cambi manuali o a doppia frizione S tronic. Noi abbiamo provato una 1.0 TFSI con cambio manuale e trazione solo anteriore. Della quale tuttavia non sono ancora disponibili i dati dichiarati per le prestazioni, in consumi e le emissioni.

Ben fatta

L’abitacolo della nuova Audi Q2 è abbastanza spazioso, e decisamente ben rifinito. La seduta, non altissima, è comoda e permette una buona visibilità attraverso il parabrezza, mentre quella verso al coda è scarsa. Il cruscotto virtuale (optional) ad alta risoluzione a colori ha uno schermo di 12,3”: nella modalità normale, contagiri e tachimetro sono in primo piano, ma si possono rimpicciolire. Il sistema di infotainment può essere impiegato tramite una manopola a pressione/rotazione e due tasti sul tunnel centrale. Il bagagliaio ha una buona capacità: 405 litri. Tuttavia, la capienza a divano abbassato (1050 litri) è inferiore a quella della maggior parte delle suv e crossover di dimensioni simili.

Tecnologia in abbondanza
 

Tra la dotazione di serie (qui trovi un approfondimento) e gli optional, il cui prezzo tuttavia non è stato ancora comunicato, sono molti i sistemi elettronici di assistenza per il guidatore. Tra questi l’Audi pre sense front: riconosce le situazioni critiche causate da altri veicoli o pedoni che incrociano la vettura sulla zona anteriore e attiva (all’occorrenza) una frenata d’emergenza alle basse velocità, anche fino all’arresto. Un'altra "chicca" è il cruise control adattativo con radar di distanza e funzione per la guida semiautomatica nella guida in colonna: oltre a regolare la velocità (fino a fermarsi e a ripartire), l'auto sterza da sola per seguire il flusso del traffico, a patto che il guidatore tenga però almeno una mano sul volante.

Brillante e silenziosa. Ma sulle buche…

Abbiamo testato il piccolo 1.0 da 116 CV a tre cilindri (abbinato alla trazione anteriore, ma per altri motori c’è anche 4x4): la sua "voce" si sente pochissimo, e le vibrazioni sono molto ridotte. Il turbo a iniezione diretta di benzina dell’Audi Q2 risponde con prontezza, coadiuvato da un cambio manuale a sei marce dagli innesti non proprio morbidi, ma precisi. In città, il 1.0 si rivela fluido, con ripresa all’altezza anche a regimi ridotti. I consumi? Nel computer di bordo, a fine test, abbiamo letto circa 15 km/litro: niente male, dato che abbiamo guidato in modo abbastanza sbarazzino. Bene anche la guida: a bassa velocità si cambia traiettoria in punta di dita, e andando un po' più veloci (abbiamo toccato al massimo gli 80 km/h) si tengono le traiettorie con precisione. C’è da dire, però, che il comfort sulle buche non è dei migliori. Per l’Audi Q2 1.0 TSI servono indicativamente 25.000 euro, che salgono a 26.000 euro per la meno costosa a gasolio, ossia la 1.6 TDI.

Secondo noi

PREGI

> Finiture. L’auto è realizzata con notevole cura.
> Motore. Il piccolo tre cilindri si rivela sempre all’altezza, facendo poco rumore e con vibrazioni ridottissime.
> Tenuta di strada. La Q2 è appiccicata alla strada: curva con una precisione notevole per una suv.
 
DIFETTI

> Comandi. Alcuni tasti, come quello delle “frecce d’emergenza”, sono piccoli e non molto visibili.
> Sospensioni. Ci sono parse un po’ rigide sullo sconnesso.
> Visibilità. I finestrini e il lunotto sono piccoli, i montanti massicci.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 200/2000-35000
Emissione di CO2 grammi/km n.d.*
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) n.d.*
Accelerazione 0-100 km/h (s) n.d.*
Consumo medio (km/l) n.d.*
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 419/179/151
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg n.d.*
Capacità bagagliaio litri 405/1050
Pneumatici (di serie) n.d.*

 

*Valori non comunicati al momento del test

Audi Q2
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
67
43
81
51
228
VOTO MEDIO
2,3
2.29787
470
Aggiungi un commento
Ritratto di mirko.10
4 luglio 2016 - 21:39
2
Remake:Remake:Remake.....Ci son ben altre auto che manifestano personalità e coinvolgimento emotivo, pur non essendo leader nell'assemblaggio e dei materiali impiegati.....come si dice sempre per audi, no? Noto un impiego costretto internamente, come da progetto, minimalista senza esagerare e poco sfarzoso e lontano dai significati opulentistici dell'importanza quale audi aveva in passato firmato i suoi modelli. Sempre di meno questi preziosi materiali e sempre alto il prezzo con il chiaro risultato di toccar con mano che è bello ma di quel poco che devi accettare....io direi sempre più risparmiose. Prenderei (è per fare paragone ma non la comprerei) una quashqai che sinceramente si esprime meglio, fuori e dentro, e sopratutto lì la scena di una berlina mooolto più importante di lei. Volevano condurre il montante esterno posteriore scuro per rendere filante il tutto per ridurre, attenuare ed alleggerire in parte un cubo che non può essere per natura smussato. Adesso, chi la vorrà acquistare, la desidera talmente che l'inderetanata con il dieselgate per tanti non ha fatto notizia, o magari di ritentar per essere fortunati o con il mancato risarcimento si pone fine all'acquisto di queste auto fautrici di offese progettuali verso gli stili e gli sforzi in direzione di vera personalità e non minimalista, semplicistica ed astratta, si, astratta, che non ci vedo caratteristiche che confermano uno stile....meglio una borsa carpisa che una michael kors funzionale, bella ed elegante che una michael kors costosa ma con la sola borchia che la identifica....anche la fighetta. Ma bastaaaa con ste' prese per il deretanoooo!
Ritratto di Ale94
4 luglio 2016 - 21:46
Prezzo un pò elevato per un 1.0 saranno i colori o gli allestimenti ma non mi piace... e rimango dell idea che il numero 2 porta sfortuna in Audi... peggio solo l A2 incompresa e brutta.
Ritratto di Claus90
4 luglio 2016 - 22:28
La trovo sgraziata ed ispirata alla ssang yong Tivoli, poi vista dal vivo magari farà un'altro effetto, dovrebbe avere anche un peso contenuto in quanto il 1.0 benzina con 116 cv e 200 Nm si rivela all'altezza, io preferirei il 1.6 TDI 6 rapporti ed almeno 250 Nm è sicuramente più fluido, non dovrebbero esagerare col prezzo di listino in quanto si è un'audi ben costruita ma non certo bella, quindi 26.000 euro ci possono stare ma chiedere di più per un entry level seppur con una dotazione discreta è da folli, poi scontrarsi con 500 x jeep renegade e la mini contryman esteticamente più riuscite sarà dura.
Ritratto di AMG
4 luglio 2016 - 23:02
Non si parla di abitabilità, che certo sappiamo già non essere il suo punto forte, anche se sorvolare così su un elemento tanto importante sembra fatto apposta. La Q2 è un'auto senza senso, l'unico obbiettivo che ha è quello di seguire una moda, e permettere di seguirla a chi "vorrebbe ma non può" comprare, "qualcosa" che perlomeno si avvicini al Suv oppure a chi vuole seguire la moda, ma abita in città e ha bisogno di dimensioni da citycar. In entrambi i casi qualcosa di piuttosto imbarazzante. Ma questo può dipendere dai gusti, d'altronde questa moda non è ancora tramontata, nonostante fossero in molti che sostenevano i suoi giorni contati e il suo periodo passeggero. Ad ogni modo la Q2 è arrivata, e se non altro non è stata una fotocopia delle altre Audi (nonostante questo sia ancora da vedere viste le Q3 Q5 in via di sostituzione), personalmente ho molto gradito la coda, proporzionata, equilibrata e dal richiamo forte nei fanali di quelle Audi A3 di qualche serie fa. La fiancata mi pare poco armoniosa, che in fondo anticipa quanto troverai nel frontale: un mix di linee alla vista della quali "armonia" è l'ultima parola che ti verrà in mente. Qui hanno osato, cercando di essere originali, di dare il senso e il carattere al modello, e qui per me hanno toppato. E hanno fatto toppare pure tutto il resto. Gli interni sono già visti, ma apprezzabili (per me) nella loro linearità e pulizia, che non pregiudica la fattura, inoltre sono arricchiti da una nota di colore che dona carattere in armonia con la tipologia del mezzo. Arrivando infine a parlare della meccanica, ci troviamo davanti a un'auto che è poco più di un'A1, non riconosciuta per essere un mezzo sopraffino, ma un'utilitaria con appiccicati 4 anelli e poco più, dove il prezzo non è giustificato e dove il buon ma sottodimensionato 1.0 trova già meno posto che sull'utilitaria dichiarata A1.
Ritratto di Claus90
5 luglio 2016 - 09:47
Non la definirei moda, queste utilitarie rialzate sono comunque più comode,ma anche i suv segmnto D E F, poi se voglio comprarmi una B-suv sarei povero? il Q7 è troppo grande, ma anche il Q3, quindi voglio un'audi A1 compatta o segmento B che sia facile da parcheggiare ma qualche cm più rialzata,ecco la fetta di mercato a cui è destinata la q2 ma non sono certo poveracci o sfigati.
Ritratto di DavideVR46
5 luglio 2016 - 09:54
Tutto giusto. Dai almeno hanno provato a fare qualcosa di diverso.
Ritratto di 488gtb
4 luglio 2016 - 23:08
Trovo abbia una linea piuttosto sgraziata. In particolare non digerisco il frontale e il montante in colore a contrasto (un po' pacchiano per i miei gusti). E, come tutte le Audi, non è certo regalata.
Ritratto di puccipaolo
4 luglio 2016 - 23:22
5
condivido in toto. Poi il montanre posteriore che ha l'unico scopo di armonizzare e dare continuitá alla vettura é un coperchio di plastica nero....non una terza luce ben piú costosa ....( ma sulla Panda c'é) Non é nella mia lista della spesa.....
Ritratto di Matteo1999
5 luglio 2016 - 00:30
3
Il frontale nonostante tutto mi convince, ha la giusta aggressività ed è moderno. Sul posteriore invece tutt'altro pensiero. Non è poi orribile, ma mi ricorda molto il posteriore dell'AUDI A3 del 2000, troppo vecchio e poco originale. Gli interni, per quanto possano essere ben rifiniti e curati, perdono nell'estetica. Le bocchette danno idea di auto molto più economica, e il fatto che riprenda all'interno il colore della carrozzeria non mi va proprio giù...questa cosa sta bene su piccole macchine per giovani (AUDI A1, DS3, CLIO) non su SUV di questa categoria.
Ritratto di autolog
5 luglio 2016 - 10:01
Sei riuscito ad esprimere nel tuo post il contrario di tutto quello che penso, come avrai fatto? Frontale vecchio ed inguardabile, coda da utilitaria ma almeno guardabile (anche se indecorosa su un'Audi), interni graziosi e ben fatti. O io non capisco una mazza di auto, o tu ecc ecc
Pagine