PRIMO CONTATTO

BMW X1: bella guida e “arie” da suv

La seconda generazione della BMW X1 cambia in tutto: piattaforma, motori e dimensioni. In curva diverte e il quattro cilindri a gasolio da 231 CV spinge forte, solo con qualche vibrazione di troppo.

17 luglio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 48.750
  • Consumo medio

    20 km/l
  • Emissioni di CO2

    132 grammi/km
  • Euro

    6
BMW X1
BMW X1 25d xDrive xLine Steptronic
Tira, non spinge
 
Il nome BMW X1 è l'unica cosa che non è cambiata: questa nuova generazione è più alta di ben 5 cm e più larga di due. È anche più corta, ma a vederlo non si direbbe: dal vivo l'auto ha una bella presenza e pare più grande di quanto è in realtà. Il merito va alle nuove proporzioni: linea meno filante (la “vecchia” ricordava un po' una famigliare rialzata) e forme più muscolose, grazie anche al cofano accorciato e all'abitacolo più avanzato, che ha fatto guadagnare qualche centimetro per le persone. Il tutto è stato reso possibile dall'adozione della recente piattaforma modulare UKL, la stessa usata per le Mini a tre e cinque porte, per la monovolume BMW Serie 2 GT e, in futuro, anche per la Serie 1 di prossima generazione: tutte con motore trasversale (cofano più corto) e trazione anteriore (o integrale, come sull'auto guidata), anziché con propulsore longitudinale e trazione posteriore (o 4x4). Già ordinabile, la nuova X1 è per ora venduta in Italia solo con un 2.0 a gasolio con tre livelli di potenza: 150, 190 e 231 cavalli, rispettivamente per la sDrive 18d a trazione anteriore e per le xDrive 20d e 25d (solo 4x4). I prezzi vanno da 32.950 a 48.750 euro: circa 3.000 più di prima.
 
Qui conviene spendere
 
Saliti a bordo, si nota subito la posizione di guida più alta (tre centimetri e mezzo) che nella precedente BMW X1, il che permette di avere una migliore visibilità. Di qualità le finiture, specialmente attingendo al ricco listino: gli inserti in legno a pori aperti valgono tutti i 310 euro richiesti mentre gli inserti su porte e plancia (interamente rivestita in materiale morbido) sono in vero metallo. I rivestimenti in pelle si pagano 1.030 euro e si estendono anche ai pannelli porta e al tunnel centrale. Davanti, c’è tutto lo spazio di cui si ha bisogno e, anche dietro, ci sono 4 cm in più per le gambe: gli spilungoni ringraziano, dato che ora non si “tocca” né con le ginocchia né con la testa. Ripreso dalla precedente X1 è anche il pratico divano frazionato, scorrevole di 13 cm: è optional, ma non costa un'esagerazione (310 euro) e comprende gli schienali abbassabili elettricamente. Peccato solo non comprenda una copertura aggiuntiva per nascondere il contenuto del baule (più grande rispetto a quello della precedente X1) quando è tutto avanzato.
 
Volante su? vedi meno
 
Volante e sedili hanno regolazioni estese ma, quando il primo è regolato alto e vicino al guidatore, è facile che il "cuscino" dell'airbag vada a coprire parte del piccolo schermo multifunzione del cruscotto. Quest'ultimo, dalla grafica essenziale, è piuttosto compatto e non ripete le indicazioni del navigatore (970 euro): per non distogliere gli occhi dalla strada si deve spendere ben 2.760 euro per il sistema di navigazione avanzato con schermo di 8”, dotato del sistema che proietta sul parabrezza le principali informazioni. Sulla versione xLine non mancano comunque dotazioni “di peso” come i fari a led e il sistema di chiamata automatica d'emergenza e, per le xDrive 25d, i sensori di distanza posteriori.
 
Otto marce “dieci e lode”
 
Il quattro cilindri a gasolio della BMW X1 fa parte della nuova famiglia di motori BMW: a tre, quattro e sei cilindri, hanno una cilindrata unitaria di 500 cc e condividono molte parti, anche fra versioni diesel e a benzina. Quello in versione da 231 CV ha grinta da vendere lungo un ampio arco di giri: spinge con grinta già dai 1500 giri per allungare fino a circa 4500. Abbinato, c'è un valido cambio automatico a otto rapporti. Non si tratta però del conosciuto ZF già usato su numerosi modelli della casa, ma di un modello della giapponese Aisin progettato per l'uso su motori trasversali: rapido nei passaggi di marcia, in modalità automatica inserisce sempre la marcia giusta e, in modalità Sport, è forse ancora più morbido nei passaggi di rapporto del più conosciuto tedesco. 
 
Portala a danzare
 
A voler cercare il pelo nell'uovo, il 2 litri ha un funzionamento un po' ruvido e non è esente da vibrazioni: in rilascio e in modalità Comfort o Eco, quando il cambio lo fa lavorare sul filo dei 1500 giri, qualche “ruvidità” arriva al volante e alla pedaliera. Difficile trovare, invece, una critica a sterzo e agilità: grazie anche alle sospensioni adattative (il cui prezzo non è ancora stato comunicati), la BMW X1 “danza” agile fra le curve, come e meglio di certe berline, potendo sempre scaricare a terra la sua generosa coppia grazie alla trazione integrale a inserimento automatico. Certo, un minimo di rollio è presente, ma non risulta mai fastidioso e aiuta a percepire col giusto anticipo le perdite di aderenza dei pneumatici. Non male neppure il comfort, anche in modalità Sport (con le sospensioni più rigide). Promossi anche l'Esp e l'impianto frenante: poco invadente il primo e potente il secondo, oltre che comandato da un pedale dalla corsa breve e ben modulabile. Insomma: prezzo a parte, la nuova X1 batte la vecchia su tutta la linea...
 
Secondo noi
 
PREGI
> Abitabilità. L'auto è più corta di prima ma lo spazio per persone e bagagli è aumentato.
> Finiture. C'è da mettere mano al portafogli, ma ora la X1 fa invidia a certe sux di lusso ben più grandi.
> Guida. È più “suv” di prima, eppure su asfalto “straccia” molte berline...
 
DIFETTI
> Cruscotto. Col volante tutto su, il piccolo schermo multifunzione è parzialmente coperto. E per avere sott'occhio tutte le informazioni c'è da ordinare il sistema che proietta i dati sul parabrezza.
> Prezzo. Il listino è ben più “pesante” di prima e non tutto quello che serve è di serie.
> Vibrazioni. Sono poche e limitate a certe situazioni, ma un'auto da 50.000 euro dovrebbe essere inappuntabile.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1995
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 170 (231)/4400 giri
Coppia max Nm/giri 450/1500-3000
Emissione di CO2 grammi/km 132
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 235
Accelerazione 0-100 km/h (s) 6,6
Consumo medio (km/l) 20
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 444/182/160
Passo cm 267
Peso in ordine di marcia kg 1575
Capacità bagagliaio litri 505/1550
Pneumatici (di serie) 225/50 R18

 

BMW X1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
72
66
33
20
39
VOTO MEDIO
3,5
3.486955
230
Aggiungi un commento
Ritratto di TommyMichi
22 gennaio 2016 - 16:46
non metto in dubbio la qualità, indiscussa. E' il rapporto qualità/prezzo che lascia a desiderare. Poi se uno è disposto a spenderli affari suoi (non commento se uno possa o no, ma se uno è disposto o no a spenderli), ma come per una Maserati o una Lamborghini. A mio avviso non esiste spendere quasi 50mila euro per un suvvetto del genere (come si dice da me "voria ma no posso", visto che è identico a X3 e X5, sembra che facciano apposta per dire: "offro questa macchina, uguale ma di dimensioni diverse, così tutti possono averla)
Ritratto di MARK84
4 febbraio 2016 - 09:58
Io l'ho appena comprata, arriverà a giorni e non vedo l'ora. In ogni caso una 18d sdrive Xline (che comprende fari full led cerchi da 18" e tanto altro) automatica, navigatore Business, interni in pelle, sensori di parcheggio davanti e dietro, vetri posteriori oscurati, ...insomma full optional finita messa in stada inclusa costava 40500 €.... I prezzisono alti ma non cos' diversi dalla concorrenza... per una KIA Sportage con gli stessi accessori/motori sei suo 38.000 € e la Fiat 500X 140 cv di € ne costa 34.000 con un allestimento simile (ma non paragonabile). Ah dimenticavo! incluso ho messo anche il pacchetto manutenzione ordinaria... per 5 anni o 100000 km con 500€ circa hai tutti i tagliandi programmati inclusi. L'auto costa per carità, ma è fatta bene e la qualità la paghi... putroppo chi da meno non guadagna meno, semplicemente risparmia in qualcosa.....
Ritratto di TommyMichi
4 febbraio 2016 - 12:40
si ho visto che le auto super accessoriate costano tutte una follia (non spenderei mai 38mila per una Kia Sportage per es, come 34mila per una 500X) il mio era un discorso riferito al BMW ma cmq generale, ormai qualsiasi auto costa una follia, e solo qui in Italia. Tanto poi la gente ormai non la compra più in toto ma usa mille formule di pagamento diverse tanto per avere il macchinone e pagare quei 300 euro al mese. La qualità di BMW non penso che compensi del tutto il divario dalle altre. Continuano molto a marciare sull'onda del prestigio che in questi anni è nato per le auto tedesche. Anche se i diesel BMW devo ammettere che sono davvero ottimi, forse i migliori in questo periodo a liv di efficienza e consumi. Anche se Fiat si difende molto bene sopratutto ultimamente. Invece mi spiace ma non mi vano giù i diesel Mercedes, sempre col 2100 cc
Ritratto di stardrummond
19 aprile 2016 - 15:59
ciao mark ti è arrivata? come va poi la trazione anteriore??? sono molto titubante su questo tipo di trazione, per un marchio che ha fatto la storia con la trazione posteriore..
Ritratto di MARK84
20 maggio 2016 - 13:15
Ciao Stardrummond, si mi è arrivata da poco più di un mese e ne sono entusiasta! Molto silenziosa fluida scatta bene ed ha veramente molto spazio! Poi la linea è veramente azzeccata. La sDrive per me va benissimo, specie ora ha la trazione davanti, a mio parere la 4 ruote motrici è indicata per chi la utilizza molto in montagna, ma per me che vivo a Milano e la uso in montagna due volte l'anno era esagerata. Comunque ottimae finiture, motore scattante quanto basta, consumi bassi e tanto spazio.
Ritratto di Carlo959
10 febbraio 2016 - 10:50
Provata per 5-6 km (città + un paio di rettilinei) con il diesel da 150 cv, che mi sembra vada più che bene. Ben riuscita stilisticamente e con i classici interni del marchio, sterzo freni sospensioni e tenuta di strada al solito di alto livello. Come per la maggior parte dei modelli della casa, se si consulta il configuratore online ci si intristisce anzitempo ma se si "frequenta" il concessionario o si gira un pochino sul web di proposte ragionevoli a livello dotazioni-prestazioni-prezzo se ne trovano già.
Ritratto di stardrummond
19 aprile 2016 - 15:56
bella e ben fatta, pero' dopo che l'ho provata devo dire che la trazione che su questo nuovo modello in situazione normale è quasi un anteriore toglie parecchio del piacere di guida tipico di bmw.. il prezzo è caro, ma x il resto la macchina è davvero ok, capiente e moderna con una linea che onestamente vista dal vivo mi piace pèarecchio... ma la trazione... come sulla serie 2 ... da bmw non me l'aspettavo.. sto cavolo di motore montato trasversalmente a me non convince.. alla fine ho comprato un x4... non c'è paragone, il dna bmw è trazione posteriore, o sulle serie xdrive, trazione integrale ma sempre predominante al posteriore.. in fondo con quel che costano sti gioiellini, almeno il piacere di guida non deve mancare e una trazione predominante al posteriore è insuperabile.. saluti
Pagine