PRIMO CONTATTO

Dacia Duster: promossa pure con la trazione 4x4

La rinnovata Dacia Duster 4x4 non teme il fuori strada leggero e i terreni difficili. Dolce e poco rumoroso il 1.5 a gasolio. Alcuni comandi ancora poco pratici.
Pubblicato 28 febbraio 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 17.850
  • Consumo medio (dichiarato)

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    135 grammi/km
  • Euro

    5
Dacia Duster
Dacia Duster 1.5 dCi Lauréate 110 CV 4x4
Più gradevole alla vista 
 
Dopo tre anni di carriera, la suv romena Dacia Duster è stata rinnovata nell’aspetto alla fine dell’anno scorso: piccole modifiche estetiche ai fari e alla mascherina, e un arricchimento della dotazione di sicurezza (che adesso comprende di serie l'Esp e sei airbag). La meccanica, invece, resta quella collaudata del modello precedente, anche per la versione a trazione integrale. Se dovete affrontare con una certa frequenza sterrati o strade innevate, la nuova Dacia Duster 4x4 può rivelarsi una buona alleata, ora anche in una veste più moderna e intrigante.
 
Motore dolce, sterzo duro 
 
Il 1.5 dCi turbodiesel da 109 CV della Dacia Duster non tradisce quelle caratteristiche di fluidità, bassa rumorosità e anche vivacità che mette in mostra su parecchi modelli del gruppo Renault. Certo, a freddo e ai bassi regimi trasmette un po' di vibrazioni, specie attraverso il volante, tuttavia è davvero un ottimo motore, ben accordato alla macchina. Guidando nel traffico urbano, in autostrada e in montagna, su strade tortuose e in forte pendenza, la nuova Dacia Duster 1.5 dCi 4x4 si è rivelata sicura, gradevole e facile da condurre. I dati di omologazione che riguardano la velocità massima (168 km/h) e lo scatto da 0 a 100 (12 secondi) ci sono sembrati realistici e adeguati al tipo di auto, che vuole essere anzitutto concreta ed economa. Ci è parso, invece, ancora un po' troppo duro lo sterzo nelle manovre da fermo; mentre all'aumentare della velocità l'avremmo preferito più preciso.
 
Ti porta dove vuoi 
 
Comunque, quando il gioco si fa duro la Dacia Duster 1.5 dCi 4x4 mostra di essere sicura ed efficace. Lo abbiamo potuto constatare sulla neve della Valle d'Aosta, dove abbiamo messo alla prova il sistema di trazione integrale della suv. Derivato da quello utilizzato dalla Nissan (che fa parte, con la Dacia, del Gruppo Renault), si è mostrato all'altezza della situazione, anche dove la coltre di neve era alta e poco battuta (l'altezza minima da terra di 21 cm non è male per una vettura di questo tipo). Il sistema consente di scegliere fra tre modalità di funzionamento, utilizzando un comando alla base della consolle. In posizione "Auto" la coppia del motore viene ripartita automaticamente tra i due assali attraverso un giunto elettromagnetico; in "Lock" si blocca elettronicamente la modalità 4x4, trasferendo costantemente la coppia in parti uguali alle ruote davanti e a quelle dietro; infine, scegliendo la funzione "4x2", la forza motrice viene inviata alle ruote anteriori (solo circa il 2% resta alle posteriori). L'assenza delle marce ridotte consiglia di non esagerare (il fuori strada vero è precluso alla Duster), tuttavia si può affermare che nelle classiche situazioni di "off-road" poco impegnativo la Duster se la cava bene. E bisogna ammettere che il 1.5 a gasolio, anche abbinato alla trazione integrale, non pare mai troppo assetato. Alla fine del test il computer di bordo si è fermato a 13 km/l di consumo medio: non male, se si considera che parte della prova è stata svolta in condizioni difficili, con fondi molto scivolosi.
 
Alzavetro a portata di mano
 
All'interno, come le altre Dacia Duster, anche la 1.5 dCi 4x4 evidenzia pregi e difetti conosciuti. La plancia è un po' migliorata con l'ultimo aggiornamento: ci sono due nuovi vani aperti e la consolle centrale è stata ridisegnata (adesso integra inediti comandi, mentre i tasti degli alzavetro finalmente sono stati spostati nei pannelli delle porte). Resta, però, anche la posizione infelice (troppo bassa) delle manopole del climatizzatore, come lo schermo del navigatore: per consultarlo si deve distogliere lo sguardo dalla strada. E il comando del clacson, nella levetta alla sinistra del volante, è scomodo, oltre che antiquato.
 
Anche in versione speciale
 
La Dacia Duster sarà nelle concessionarie a partire da aprile anche nella Extra Limited Edition (100 unità in tutta Italia, di cui 10 acquistabili on line sul Dacia Store dal mese di marzo) con una curiosa colorazione mimetica invernale, adatta a chi ama distinguersi. Si tratta della Duster Brave, realizzata sulla base della 1.5 dCi Lauréate 4x4 da 109 CV ha in più i vetri elettrici posteriori, i sensori di parcheggio, il volante in pelle, la ruota di scorta e il pacchetto estetico Look. Il prezzo è di 19.900 euro.
 
Secondo noi
 
PREGI

> Motore. Il collaudato 1.5 turbodiesel da 109 CV garantisce prestazioni piuttosto brillanti, è dolce nel funzionamento e fa poco rumore. 
> Prezzo. Sebbene questa versione a trazione 4x4 sia la più costosa a listino, ha un prezzo concorrenziale e una dotazione completa.
> Trazione integrale. Il sistema 4x4, ereditato dalla Nissan (casa alleata della Renault, di cui fa parte la Dacia), è efficiente e, sebbene non abbinato alle marce ridotte, garantisce una buona trazione alla vettura su fango e neve.
 
DIFETTI
 
> Comandi. Quelli del navigatore e del “clima” sono troppo in basso (si rischia di distrarsi) e il clacson a levetta è antidiluviano.
> Sterzo. Non è leggero in manovra e diventa poco preciso in velocità.
> Volante. Da fermo vibra un po’ e non è regolabile in profondità. 

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 240/1750
Emissione di CO2 grammi/km 135
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 431/200/169
Passo cm 267
Peso in ordine di marcia kg 1320
Capacità bagagliaio litri 408/1604
Pneumatici (di serie) 215/65 R16 M+S

 

Dacia Duster
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
91
118
72
57
96
VOTO MEDIO
3,1
3.11751
434


Aggiungi un commento
Ritratto di 911 Carrera
5 marzo 2014 - 15:24
A 18.000 €. Offre già il navigatore integrato, che su altre costa già bei soldi. Un po' di sconto riesci sempre a spuntarlo. Il Vitara, es non offre un puanale nuovo, ma, forse più vecchio del Duster, idem x il Jimmy, che monta ancora quello del Samurai. A volte, quelle da 22/24.000€ SEMBRANO più nuove, xche' più curate esteticamente, ma guardando i pianali, bisogna saper valutare bene se valgono i soldi in più. Ricordiamoci che Dacia =Renault, e che la Renault resta tra i pochi gruppi a produrre anche discreti TIR, o meglio, trattori da traino, che, pur non essendo i migliori, dono abbastanza apprezzati. X me Dacia resta sottovalutata. Grosso difetto?, c'è, non potere avete più di 4 airbag. X il resto, mi sembra abbastanza in linea con le concorrenti. Sto valutando una Sandero Stapway, mi piace molto, peccato non averla 4x4.
Ritratto di 911 Carrera
5 marzo 2014 - 15:29
A 18.000 €. Offre già il navigatore integrato, che su altre costa già bei soldi. Un po' di sconto riesci sempre a spuntarlo. Il Vitara, es non offre un puanale nuovo, ma, forse più vecchio del Duster, idem x il Jimmy, che monta ancora quello del Samurai. A volte, quelle da 22/24.000€ SEMBRANO più nuove, xche' più curate esteticamente, ma guardando i pianali, bisogna saper valutare bene se valgono i soldi in più. Ricordiamoci che Dacia =Renault, e che la Renault resta tra i pochi gruppi a produrre anche discreti TIR, o meglio, trattori da traino, che, pur non essendo i migliori, dono abbastanza apprezzati. X me Dacia resta sottovalutata. Grosso difetto?, c'è, non potere avete più di 4 airbag. X il resto, mi sembra abbastanza in linea con le concorrenti. Sto valutando una Sandero Stapway, mi piace molto, peccato non averla 4x4.
Ritratto di serian
5 marzo 2014 - 07:17
Sono d'accordo con frengosayan. Alla fine sborsi comunque una bella cifretta. La prova dell'auto mi ha comunque convinto: solida e ha tutto quello che serve. Al momento della contrattazione le note dolenti: non ti vengono fatti sconti neanche a pregare in ginocchio ( e l'auto usata viene valutata meno di una rottamazione). Esito finale ? Aggiungendo poco di più ho preso un suv di altra marca con un ottimo sconto e dotazioni sicuramente migliori. Peccato.
Ritratto di serian
5 marzo 2014 - 07:31
Sono d'accordo con frengosayan. Alla fine sborsi comunque una bella cifretta. La prova dell'auto mi ha comunque convinto: solida e ha tutto quello che serve. Al momento della contrattazione le note dolenti: non ti vengono fatti sconti neanche a pregare in ginocchio ( e l'auto usata viene valutata meno di una rottamazione). Esito finale ? Aggiungendo poco di più ho preso un suv di altra marca con un ottimo sconto e dotazioni sicuramente migliori. Peccato.
Ritratto di 911 Carrera
5 marzo 2014 - 15:39
Di che regione 6?. In alcune conc. piemontesi accade proprio il contrario, auto dagli 8 anni in su, vengono supervalutate, ma solo x i modelli al top di gamma Dacia. Fino a 2.000€ di sconto, il Duster viene via a poco più di 17.000€. Chiavi in mano, comprese tutte le spese varie, ma bianco, o blu pastello. X il metallizzato ci va la differenza, unico optional non compreso, ma montano già navigatore e sensori di parcheggio, modelli NUOVI. I pochi vecchi sono andati via a 15.000€. Sempre full optional, ma bianchi.
Ritratto di serian
6 marzo 2014 - 14:40
Lazio. Se vogliamo dirla tutta mi hanno consigliato con insistenza di venderla come privato (avevo già sentito questa cosa su vari forum ma non ci credevo). Ma io non volevo venderla come privato visto che altri venditori di altre marche mi avevano fatto comunque delle valutazioni più o meno oneste. Alla fine in dacia partivano da una cifra ridicola da cui avrebbero scalato ogni minima imperfezione, quindi alla fine un'auto tenuta bene del 2006 (una pg207) veniva valutata come un rottame. Come dicevo avevo anche provato la duster e devo dire che mi aveva anche convinto, ma con uno scontone aggiungendo poco di più ho acquistato un'auto migliore con 2000 euro di sconto + 2500 euro di valutazione usato. Con dacia nessuno sconto e circa 700/800 euro di valutazione... Mi dispiace per le politiche dell'azienda ( lo stesso venditore a suo dire mi avrebbe fatto degli sconti buoni ma solo acquistando Renault). Continuando così molte persone sceglieranno altro.
Ritratto di 911 Carrera
7 marzo 2014 - 00:51
Conc. supervalutano l' usato con più di 8 anni. Detto questo credo che Dacia convenga di più come 1' auto, o x chi deve dare dentro un usato molto vecchio, x chi riesce a farsi valutate bene la sua da altri, non conviene molto. Comunque , x me, Dacia fa ciò che dovrebbe fare il g.Fiat x noi italiani, da un' auto a meno di 8.000€. La Panda nuova, con i vetri elettrici anteriori e il sevosterzo in più, vuole ben 10.400€. e non resta nemmeno omologata x 5, con un bagagliaio piccolo. Io, proprio oggi, sono andato x il Dokker, 1.600 gpl full optional, manca solo la vernice met. , bianco, dai 14.000 ai 15.000€ sui 3 in pronta consegna. Stapway poco più di 12.000€ granata o blu chiaro, full optional 900 cc. Ma la mia Chevrolet Nubira non la ritirano, valutata 1.800/2.000€ da altri. Sono auto che costano poco , non possiamo pretendere troppa valutazione sull' usato. Teniamo anche conto che molte auto fortemente scontate, a volte, vengono vendute, ad inizio carriera, a piu' di quello che valgono, x questo fanno poi irreali sconti dopo. Es. la C3 precedente fu scontata molto, ma nasceva senza ESP, solo optional, e senza luci diurne, mentre gia' la C1 le montava. Ciao.
Ritratto di frengosayan
5 marzo 2014 - 16:52
Serian ha illustrato una situazione di NO SCONTI che la casa adotta in quanto low cost. Io sono del Friuli e la situazione, anche in Veneto è identica. Continuo a sostenere che, se trovassi una Duster semestrale con 10-20 % in meno da listino, non avrei dubbi, sapendo però di prendere un motore,anche se buono, datato e con criteri costruttivi discutibili, ma ad un prezzo famigliare e onesto. Le jap sono austere, le tedesche più raffinate..Linea ,pianale,fari sono criteri soggettivi. Ho fatto più tipologie di preventivi (Duster laureate 2X4)) e per avere dotazioni medie/discrete siamo sempre su cifre "alte" (17.000 eu), avendone la possibilità 2 mila euro vicine e prendi qualcosa di più.
Ritratto di frengosayan
5 marzo 2014 - 16:53
Serian ha illustrato una situazione di NO SCONTI che la casa adotta in quanto low cost. Io sono del Friuli e la situazione, anche in Veneto è identica. Continuo a sostenere che, se trovassi una Duster semestrale con 10-20 % in meno da listino, non avrei dubbi, sapendo però di prendere un motore,anche se buono, datato e con criteri costruttivi discutibili, ma ad un prezzo famigliare e onesto. Le jap sono austere, le tedesche più raffinate..Linea ,pianale,fari sono criteri soggettivi. Ho fatto più tipologie di preventivi (Duster laureate 2X4)) e per avere dotazioni medie/discrete siamo sempre su cifre "alte" (17.000 eu), avendone la possibilità 2 mila euro vicine e prendi qualcosa di più.
Ritratto di frengosayan
5 marzo 2014 - 16:55
Serian ha illustrato una situazione di NO SCONTI che la casa adotta in quanto low cost. Io sono del Friuli e la situazione, anche in Veneto è identica. Continuo a sostenere che, se trovassi una Duster semestrale con 10-20 % in meno da listino, non avrei dubbi, sapendo però di prendere un motore,anche se buono, datato e con criteri costruttivi discutibili, ma ad un prezzo famigliare e onesto. Le jap sono austere, le tedesche più raffinate..Linea ,pianale,fari sono criteri soggettivi. Ho fatto più tipologie di preventivi (Duster laureate 2X4)) e per avere dotazioni medie/discrete siamo sempre su cifre "alte" (17.000 eu), avendone la possibilità 2 mila euro vicine e prendi qualcosa di più.
Pagine