PRIMO CONTATTO

Dacia Duster: a gas, senza fretta

Anche in questa versione a Gpl, la Dacia Duster si conferma facile da guidare, spaziosa e con un prezzo allettante. Il 1.6, però, manca di grinta.
Pubblicato 31 ottobre 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 16.050
  • Consumo medio (dichiarato)

    13*
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    141*
  • Euro

    6
Dacia Duster
Dacia Duster 1.6 SCe Gpl 115 CV Prestige 4X2

*A Gpl

Molto ecologica

Per la suv media Dacia Duster arriva una nuova versione, spinta da un 1.6 che può funzionare sia a benzina sia a Gpl; la potenza è, rispettivamente, di 115 o 109 cavalli. Già in regola con la severa normativa sulle emissioni Euro 6d-TEMP, il quattro cilindri è stato modificato per adeguarlo all’utilizzo del Gpl (le sedici valvole e le loro sedi adottano materiali più robusti).  L’impianto a gas, realizzato dall’italiana LandiRenzo, è installato nella fabbrica Dacia in Romania e prevede una capacità utile di 33,6 litri per il serbatoio, che è posto sotto il fondo del baule (la cui buona capienza resta quelle delle altre Dacia Duster). Gli intervalli di manutenzione rimangono quelli del modello solo a benzina, con l’aggiunta della registrazione del gioco delle valvole ogni 60.000 km. Nulla cambia nel gradevole aspetto della vettura, caratterizzato dai parafanghi bombati, che trasmettono una sensazione di solidità. 

Da 13.500 euro

Già ordinabile, la Dacia Duster 1.6 SCe S&S Gpl ha prezzi superiori di soli 500 euro rispetto alle corrispondenti versioni solo a benzina, e quindi decisamente allettanti. Si va dai 13.500 euro per la Essential (la radio è di serie, il climatizzatore manuale costa 500 euro) ai 16.050 per la Prestige del test (sono inclusi il climatizzatore automatico, il cruise control, il monitoraggio dell’angolo cieco nei retrovisori, il navigatore e la retrocamera). Per tutte le versioni, la garanzia è di tre anni o 100.000 km.

Spazio ok

Rifinito con plastiche rigide, ma tutt’altro che sgradevole, l’abitacolo della Dacia Duster è ben accessibile e piuttosto spazioso. Non mancano ricercatezze, come le tre manopole del climatizzatore automatico: inglobano i display (di facile lettura) relativi alla temperatura impostata, alla direzione dei flussi e alla velocità della ventola. Da rivedere, però, i portaoggetti sopra la consolle e davanti al passeggero anteriore: non sono profondi abbastanza per trattenere il contenuto che, alla prima curva affrontata con un minimo di brio, cade sul pavimento. Scomodo anche il tasto che rende possibile l’uso del cruise control: in posizione arretrata nel tunnel fra i sedili, è fuori dal campo visivo del guidatore. Quest’ultimo dispone di un sedile morbido, avvolgente e regolabile anche in altezza (per il volante la registrazione è pure in profondità). La strumentazione è nitida, ma i dati mostrati dallo schermo del computer di bordo sono pochi: manca, per esempio, quello sul consumo di carburante. Inoltre, il tasto per passare manualmente dalla benzina al Gpl e viceversa, e l’indicazione (tramite led) della quantità di gas nel serbatoio sono in una placchetta circolare sul lato sinistro del cruscotto; una soluzione un po’ “artigianale”.

Senza fretta

Sia viaggiando a benzina sia usando il Gpl, il 1.6 della Dacia Duster è regolare nel funzionamento e poco rumoroso, ma ha poca verve. La prima impressione è che i 12,6 secondi dichiarati nello “0-100” siano ottimistici, mentre i 169 km/h di punta paiono più vicini al vero. La spinta è modesta soprattutto nelle riprese dai bassi regimi, dove si scontano i rapporti lunghi del cambio (adottati per contenere consumi e rumorosità). Passare alla marcia inferiore quando necessario è comunque facile, perché la leva è precisa negli inserimenti, e la frizione leggera da azionare. A fine test (svolto in autostrada e su strade extraurbane) abbiamo potuto fare il pieno di Gpl, ottenendo così un valore approssimato del consumo: circa 9 km/l. Il che si traduce in un’autonomia di almeno 300 km (da sommare a quella garantita dal serbatoio della benzina: 835 km stando ai dati dichiarati), per una spesa di circa 24 euro (calcolando il prezzo medio di 0,71 euro per un litro di gas). Quanto al resto, la Dacia Duster conferma le caratteristiche delle altre versioni, con uno sterzo leggero, ma piuttosto preciso, e una buona agilità. Quest’ultima è favorita dalla taratura solida degli ammortizzatori: limita il rollio, senza far “soffrire” troppo sulle buche. 

Secondo noi

Pregi. 
> Prezzo. Per una suv a gas e con una buona dotazione, è basso.
> Sterzo. Alla leggerezza unisce una precisione soddisfacente.
> Spazio. Abitacolo e baule sono grandi.

Difetti.
> Comando del cruise control. La posizione è scomoda.
> Portaoggetti. I vani sulla plancia sono poco utilizzabili.
> Prestazioni. Specie in ripresa, la spinta del motore lascia a desiderare.

SCHEDA TECNICA

Carburante Benzina/Gpl
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 84-80* (115-109*)/5500
Coppia max Nm/giri 144-156*/4000
Emissione di CO2 grammi/km 156-141*
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore 
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 172-169*
Accelerazione 0-100 km/h (s) 12,2-12,6*
Consumo medio (km/l) 16,7-13,0*
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 434/180/168
Passo cm 267
Peso in ordine di marcia kg 1240
Capacità bagagliaio litri 445/1478
Pneumatici (di serie) 215/60 R17

 

*A Gpl

Dacia Duster
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
102
72
55
48
73
VOTO MEDIO
3,2
3.234285
350


Aggiungi un commento
Ritratto di andrea120374
31 ottobre 2018 - 19:21
2
Esteticamente migliorata parecchio ora più guardabile
Ritratto di Lukasan94
31 ottobre 2018 - 19:45
La linea della duster non mi è mai piaciuta però, visti il prezzo competitivo e la versatilità, ha il suo perchè. Certo che questa unità a gpl sembra alquanto sottodimensionata per il tipo di auto, peccato perché i kw non sono pochi. Forse lavorando sulla rapportatura del cambio si potrebbero ricavare prestazioni più dignitose.
Ritratto di finvale
1 novembre 2018 - 06:49
Credo anch'io ne venderanno parecchie e ne ho già viste molte in giro. Ho fatto un preventivo settimana scorsa per una identica a quella della prova (persino il colore) e il concessionario ha valutato tempi di consegna tra febbraio e marzo.
Ritratto di Micaleo
1 novembre 2018 - 07:37
Ma il 1.6 Renault non ha le punterie idrauliche che si registrano da sole? Nella prova parlano di registrazione valvole ogni 60.000km... Non capisco se hanno cambiato la testata o trovato un modo per fare business. In ogni modo è un SUV spazioso a basso costo e non male come linea. Sarei curioso di vedere i test Euroncap per vedere se è anche sicuro.
Ritratto di Giulk
2 novembre 2018 - 08:25
Me lo sono chiesto anche io
Ritratto di GasVanTar
3 novembre 2018 - 09:57
Nelle ultime versioni il Duster è motorizzato con meccanica di derivazione Nissan (H4M), non più con punterie idrauliche come il precedente Renault (K4M).
Ritratto di grande_punto
1 novembre 2018 - 08:10
3
Ottimo rapporto qualità prezzo, ottima auto per chi cerca un crossover affidabile senza troppe pretese, ma esteticamente, almeno secondo me, fa pena...
Ritratto di Illuca
1 novembre 2018 - 08:56
Un'auto intelligente.
Ritratto di Fr4ncesco
1 novembre 2018 - 11:09
2
Hanno migliorato lo sterzo che era la pecca principale del vecchio modello e ridotto il rollio. La plancia è più appagante e ha perso l'aspetto low cost. Ora è più matura, sempre dall'ottimo rapporto contenuti/prezzo (ormai anche le utilitarie hanno raggiunto cifre da capogiro), comoda e affidabile. E' un'auto che comprerei.
Ritratto di FiestaLory
1 novembre 2018 - 11:57
@Francesco condivido
Pagine