PRIMO CONTATTO

Fiat Tipo 5 porte: fa viaggiare comodi senza svuotare il portafogli

La Fiat Tipo, rinnovata dentro e fuori, c’è anche nella versione rialzata Cross. Comoda e sicura, non costa tanto ed è ben accessoriata. Ma alcune finiture sono “povere”, e il cambio ha innesti duri.
Pubblicato 06 aprile 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 23.500
  • Consumo medio (dichiarato)

    18,2 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    130 grammi/km
  • Euro

    6d
Fiat Tipo 5 porte
Fiat Tipo 5 porte 1.0 Cross
Pronta per abbandonare l’asfalto

A cinque anni dal lancio, la Fiat Tipo si rinnova in tutte le sue versioni: la classica berlina con la coda, la 5 porte e la Station Wagon. Oltre al leggero restyling che la ringiovanisce nel look, migliora anche a livello di motori, infotainment e dotazione di sicurezza; inoltre, si allarga la gamma con l’introduzione della Cross (solo a 5 porte), oggetto del nostro test. Quest’ultima si differenzia per le protezioni in plastica nera sui passaruota e sotto le porte, per quelle grigie nei paraurti e per l’assetto rialzato di 4 cm, che consente di affrontare percorsi accidentati su strade non asfaltate con minor apprensione. Nuovo, per tutte, il logo Fiat al centro della mascherina ridisegnata.

Passi avanti nell’infotainment

La Fiat Tipo si conferma una vettura accogliente e spaziosa, con vani portaoggetti ampi (ma nessuno refrigerato) e un baule capiente. Con il restyling è cambiato il volante, più compatto e sagomato, e sono stati introdotti il nuovo cruscotto digitale configurabile di 7” e inediti tessuti per i sedili. Nuovo anche il sistema multimediale Uconnect 5 (di quinta generazione) con lo schermo di 7” (quello fulmineo e ben definito di 10,3” dell’auto in prova costa € 400), una presa Usb nella consolle e la versione wireless (senza fili di collegamento col cellulare) di Apple CarPlay e Android Auto. I sedili sono ampi e ben conformati (quello del guidatore ha pure la regolazione elettrica lombare) e per 300 euro possono anche essere riscaldabili. Peccato solo che la registrazione dell’inclinazione dello schienale a scatti sia imprecisa, e avvenga agendo su una scomoda leva. I comandi sono ben disposti e le manopole del “clima” pratiche e curate nella realizzazione; meno convincenti, invece, i pannelli delle porte in plastica rigida e le bocchette dell’aria, dall’aspetto “povero”.

Fa il pieno di aiuti alla guida

La rinnovata Fiat Tipo mantiene un prezzo concorrenziale, soprattutto se si considerano le tante novità sul piano della sicurezza. Sono stati introdotti i fari full led con gli abbaglianti assistiti (si accendono per migliorare la visuale del guidatore, spegnendosi automaticamente quando sopraggiunge un altro veicolo) e una ricca dotazione di aiuti elettronici alla guida (adas), fra cui il sistema che rileva i segnali di assopimento nel guidatore e lo invita a sostare, il monitoraggio dell’angolo cieco negli specchietti, il sistema che “legge” i cartelli dei limiti di velocità e li riproduce nel cruscotto, il cruise control adattativo e il mantenimento in corsia (attivo tra 60 e 180 km/h). 

Via il 1.4 aspirato, arriva il 1.0 turbo

Tra le novità importanti c’è anche il tre cilindri 1.0 turbo da 101 CV della Fiat Tipo che abbiamo provato: è interamente in lega d’alluminio, compreso il basamento, ha 12 valvole, l’iniezione diretta di benzina e la tecnologia MultiAir, che, in base alla potenza richiesta, migliora l’efficienza di combustione attraverso la regolazione continua dell’alzata delle valvole di aspirazione con dei pistoncini elettroidraulici. Soluzioni che garantiscono migliori prestazioni e valori di coppia massima più alti (190 Nm a 1500 giri contro 127 a 4500) rispetto al 1.4 aspirato da 95 CV che sostituisce. 

Viaggi sicuri e comodi

In città la Fiat Tipo 1.0 Cross è piuttosto facile da guidare, con ingombri contenuti, uno sterzo leggero (specie in manovra, premendo il tasto City nella consolle) e freni potenti. Il tre cilindri è pronto ai bassi regimi, ma sotto i 1500 giri ha un funzionamento poco regolare, mentre gli innesti del cambio sono duri e a volte la leva tende a “impuntarsi”. Peccato che non si possa avere l’automatico, neppure tra gli accessori a pagamento: avrebbe contribuito a rendere  meno faticosa la guida. In retromarcia la visibilità non è il massimo, ma i sensori di distanza e la retrocamera, di serie, danno un valido contributo. Fuori dai centri abitati, sulle statali, l’auto si guida bene, con le sospensioni poco cedevoli che limitano il rollio in curva, lo sterzo preciso e l’elevata agilità. La Tipo Cross, comunque, si distingue soprattutto per il buon livello di comfort, che la rende una valida vettura da famiglia. Se si vogliono risparmiare 2.000 euro a listino c’è la City Cross, priva, tra l’altro, dei cerchi in lega di 17” (quelli di serie sono di 16”), dei fari full led e della frenata automatica d’emergenza (venduti assieme nel pacchetto Safety a 700 euro), del cruise control adattativo, del “clima” automatico, dei sensori di distanza anteriori e della retrocamera.

Secondo noi

Pregi
Comfort. L’abitacolo è accogliente, il rombo del motore non è fastidioso e le sospensioni sono efficaci.
Prezzo. Non è alto, specie considerando la dotazione di serie.
Spazio. Gli interni sono ampi e luminosi.
 
Difetti
Cambio. Non è previsto l’automatico: un peccato, data anche la scarsa manovrabilità della trasmissione manuale.
Finiture. Alcuni dettagli in plastica rigida (come i pannelli delle porte e il cassetto di fronte al passeggero anteriore) sono poveri d’aspetto.
Regolazione dello schienale. La registrazione a scatti di quelli anteriori è poco precisa.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 74 (101)/5000 giri
Coppia max Nm/giri 190/1500
Emissione di CO2 grammi/km (ciclo WLTP) 130
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 183
Accelerazione 0-100 km/h (s) 12,2
Consumo medio (km/l, ciclo WLTP) 18,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 437/180/156
Passo cm 264
Peso in ordine di marcia kg 1260
Capacità bagagliaio litri 440/n.d.
Pneumatici (di serie) 215/55 R17
Fiat Tipo 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
254
183
132
92
113
VOTO MEDIO
3,5
3.48191
774


Aggiungi un commento
Ritratto di yakushima
8 aprile 2021 - 14:55
Elan, che simpatico umorista
Ritratto di Frepanciu
8 aprile 2021 - 10:46
Al di là dei gusti personali perché un auto, come le altre cose della vita, può piacere oppure no e quindi senza offendere nessuno, io i domando se abbia un senso tutte queste auto con 1000 di cilindrata che a mio parere non sono il massimo di chi vuole fare viaggi lunghi e a pieno carico. Io sono andato a vederla qualche mese fa ed anche se la qualità dei materiali interni e degli accessori non è paragonabile a molte altre case diciamo che non m è dispiaciuta, e dovendo purtroppo cambiare auto ci avevo fatto un pensierino che è subito svanito sia per la ridicola cilindrata e sia nel momento che ho provato la Mazda CX 30.......
Ritratto di Twincharger
8 aprile 2021 - 12:13
L automatico sul mille è molto meglio che non ci sia!
Ritratto di cami71
8 aprile 2021 - 21:51
7
L'ultimo cambio bello che ho usato ... che muovevo con un dito senza sforzo è stato sulla megane coach 1.4cc 95cv dal 1996 al 2010 ... Poi astra... mi veniva nervoso, ora megane 3 da anni ... ma in città è uno strazio... fortuna si usa poco. Insomma signori miei ... io credo che gli sviluppi dopo gli anni 90 siano stati molto su DESIGN interno, per poi bloccarsi a favore del "dove mettiamo le batterie?" ... e si sono perse le basi dei veicoli... stabilità frenata cambio consumi piacevolezza di guida... che non è data da schermi touch, radio, wifi, bluetooth... anzi... guidate in silenzio... e ascoltate...
Ritratto di hjgjcvjh
8 aprile 2021 - 22:15
mmmm... ma solo a me sembrano tantini 23.500 euro per questo tipo di auto?
Ritratto di Rocciapergine
9 aprile 2021 - 16:58
Ridatece ultima fiat bravo che era meglio in tutto di questa low cost e che ormai anche il prezzo non è più tanto low.
Ritratto di gbvalli
10 aprile 2021 - 10:06
1
Nessun accenno ai conumi, stranamente. Immagino allora che siano insopportabili, come quelli della 500x e Jeep Renegade che montano lo stesso motore.
Ritratto di NeverChina
10 aprile 2021 - 12:51
Eh, certo! Carrozzerie pesanti con un motorino costretto a frullare sempre al massimo per avere prestazioni decenti.
Ritratto di schizzo650
13 aprile 2021 - 12:33
23500 euro per un auto fatta in Turchia, Tavares salvaci tu che qui hanno perso il senno, povera Itaglia che raglia
Ritratto di nuvolari
15 aprile 2021 - 13:04
Parere personale a fronte del prezzo che diciamo e' impegnativo, per stare al passo delle concorrenti potevano sicuramente declinare il motore almeno con 120 cv. , aggiungendo almeno una batteria da 48 v. Mi spiace che abbiano abbandonato anche la motorizzazione turbo GPL. Idem per il cambio e sistema frenante.
Pagine