PRIMO CONTATTO

Fiat Freemont: grande spazio a piccolo prezzo

Aspetto solido, abitacolo spazioso, sette posti: la grande crossover della Fiat si propone con un prezzo di lancio allettante (24.900 euro) e un ricco equipaggiamento (ha persino gli interni in pelle). Peccato che i bagagli restino “a vista” perché manca il tendalino.

14 giugno 2011

Listino prezzi Fiat Freemont non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 27.200
  • Consumo medio

    15,6 km/l
  • Emissioni di CO2

    169 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Fiat Freemont
Fiat Freemont 2.0 Multijet 140 CV Urban
Un’americana che parla italiano

L’alleanza fra Chrysler e Fiat comincia a dare i suoi frutti: quella che vedete è la Fiat Freemont, versione profondamente aggiornata della Dodge Journey (auto del 2008, e che da tre mesi non è più in vendita in Italia) dalla quale si distingue non tanto per la linea (diversa solo nel frontale), ma per l’abitacolo meglio rifinito e con un’inedita plancia arrotondata. Esclusive per la Freemont alcune modifiche alla meccanica, giusto quanto basta per rendere l’auto più adatta alle esigenze di guida degli automobilisti europei. Ci riferiamo alla messa a punto di sospensioni e sterzo, oltre che all’impiego dei 2.0 turbodiesel di produzione Fiat, con 140 o 170 cavalli. In autunno si aggiungeranno le Fiat Freemont a trazione 4x4 con il cambio automatico a sei rapporti abbinato al 2.0 turbodiesel da 170 CV o a un 3.6 V6 a benzina da 276 cavalli.

Chi prima arriva, meglio alloggia

La Fiat Freemont esce dai soliti schemi tradizionali per entrare nella sempre più numerosa famiglia delle crossover, vetture che uniscono caratteristiche di modelli diversi. Per esempio, le proporzioni della carrozzeria si avvicinano a quelle di una station wagon, ma l’aspetto massiccio e la posizione di guida rialzata sono tipiche delle suv; l’abitacolo, invece, pratico e con sette posti (di serie) s’ispira a quello delle monovolume. Comunque la si veda, la sostanza non cambia: se cercate tanto spazio, una carrozzeria che si faccia notare e un prezzo ragionevole, la Fiat Freemont offre tutte e tre le cose. E a proposito di prezzi, con l’offerta di lancio valida fino al 30 giugno, la Fiat Freemont 2.0 Multijet da 140 cavalli (la versione del nostro test), con il più ricco dei due allestimenti (l’Urban) e gli interni in pelle (1.250 euro), si porta a casa con 24.900 euro anziché 28.450; cifra che risulta persino inferiore (di 800 euro) rispetto a quella necessaria per comprare la versione base con lo stesso motore: davvero pochi soldi per un’auto di queste dimensioni (489 cm di lunghezza), con sei airbag, “clima” automatico trizona, Esp, fendinebbia, radio con Bluetooth e presa Usb, ruote in lega di 17 pollici, sedile di guida a regolazione elettrica, sensori di distanza (solo dietro) e vetri posteriori scuri. In alternativa, la Fiat Freemont 2.0 Multijet con 170 CV (senza Bluetooth, regolazioni elettriche per il posto di guida, sensori di posteggio e vetri scuri) costa 27.200 euro; la Urban, 1.500 in più.

Pratica, ma con qualche svista

Che la Fiat Freemont punti molto sulla praticità lo si vede appena si apre una porta. Lo spazio abbonda e ci sono ganci per i sacchetti nello schienale del sedile di guida, oltre a innumerevoli portaoggetti. Fra i tanti, quello cui si accede sollevando la seduta della poltrona anteriore destra, e gli altri due sotto i piedi di chi si accomoda sul divano. Tuttavia, nemmeno uno è refrigerato. Per quanto riguarda le finiture, la Fiat Freemont bada più al sodo che all’apparenza, ma nel complesso sono abbastanza gradevoli ed è apprezzabile il rivestimento morbido per gran parte dell’invadente plancia. Tornando alla praticità, il divano può scorrere di 10 centimetri e, agendo su una leva vicino al poggiatesta, si ripiega a libro per dare accesso alle due poltroncine che fuoriescono dal fondo del baule (sufficienti a ospitare decentemente due adulti). Mantenendo cinque posti in uso, il bagagliaio ha una buona capienza e una forma regolare, con il fondo che rimane piatto, anche ripiegando sia il divano sia lo schienale del sedile del passeggero anteriore. Però, la soglia di carico è molto alta: ben 80 centimetri dal suolo. Altro limite l’assenza (almeno per ora) di un tendalino (avvolgibile o a fisarmonica) per nascondere i bagagli quando si viaggia nella configurazione a cinque posti (in parte aiutano i vetri posteriori scuri, di serie); mentre con tutti i sedili in uso, è previsto uno striminzito telo (da fissare con degli elastici) che protegge le valigie dagli sguardi troppo interessati.

Una leva troppo distante

Bastano poche curve per apprezzare il lavoro fatto dai tecnici Fiat per dare alla Freemont un comportamento stradale meno “americano”, ossia più reattivo. Lo sterzo offre maggiore precisione rispetto a quello della Dodge Journey e, considerati il peso elevato (1800 kg) e le notevoli dimensioni, in fatto di maneggevolezza la Fiat Freemont non se la cava male nelle curve, con il retrotreno si mantiene sempre ben stabile. Superati i 1800 giri, il 2.0 da 140 cavalli mostra una buona vivacità e, anche nelle riprese dalle basse andature e con inserita una marcia alta, prende giri con una certa rapidità. Il cambio manuale inserisce dolcemente le sei marce, ma la leva molto arretrata non è agevole da manovrare per chi non è di alta statura. Altra scomodità, il pedale della frizione: richiede alla gamba uno sforzo notevole per essere premuto. Quanto alle prestazioni dichiarate, i 12,3 secondi per raggiungere i 100 km/h partendo da fermi e i 180 km/h velocità massima ci si sono sembrati alla portata della Freemont. Non così il consumo medio di 15,6 km/litro. Comunque, il responso dei nostri strumenti potrete leggerlo sul numero di agosto di alVolante.

Secondo noi

PREGI
> Abitabilità. Cinque persone viaggiano comode. E le due in più sedute nella terza fila non si lamentano.
> Guida. Rispetto alla Dodge Journey è un bel passo avanti: sono migliorati lo sterzo e l’agilità.
> Prezzo. Non è alto, e con la promozione diventa davvero invitante.

DIFETTI
> Cambio. La leva così arretrata non è ben manovrabile.
> Copribagagli. Manca una copertura per nascondere il contenuto del baule quando si ha il divano in uso e i due posti della terza fila sono ripiegati.
> Soglia di carico. È molto alta da terra: 80 centimetri sono parecchi quando si deve sollevare carichi pesanti.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1.956
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 103 (140)/4000
Coppia max Nm/giri 350/1750-2000
Emissione di CO2 grammi/km 169
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 489/188/175
Passo cm 289
Peso in ordine di marcia kg 1799
Capacità bagagliaio litri 145/1461
Pneumatici (di serie) 225/65 R 17
La Fiat Freemont è disponibile con il 2.0 Multijet declinato in due livelli di potenza: 140 o 170 CV. In autunno si aggiungeranno anche due versioni a trazione integrale con il cambio automatico a sei rapporti: motore 2.0 turbodiesel da 170 CV o 3.6 V6 a benzina da 276 cavalli.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
2.0 Multijet 140 CV 5 posti 25.200 gasolio 1.956 140/103 180 12,3 15,6 169 n.d.
2.0 Multijet 140 CV 25.700 gasolio 1.956 140/103 180 12,3 15,6 169 n.d.
2.0 Multijet 140 CV Urban 5 posti 26.700 gasolio 1.956 140/103 180 12,3 15,6 169 n.d.
2.0 Multijet 140 CV Urban 27.200 gasolio 1.956 140/103 180 12,3 15,6 169 n.d.
2.0 Multijet 170 CV 5 posti 26.700 gasolio 1.956 170/125 195 11,0 15,6 169 n.d.
2.0 Multijet 170 CV 27.200 gasolio 1.956 170/125 195 11,0 15,6 169 n.d.
2.0 Multijet 170 CV Urban 5 posti 28.200 gasolio 1.956 170/125 195 11,0 15,6 169 n.d.
2.0 Multijet 170 CV Urban 28.700 gasolio 1.956 170/125 195 11,0 15,6 169 n.d.
Fiat Freemont
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
90
67
54
43
70
VOTO MEDIO
3,2
3.19753
324
Aggiungi un commento
Ritratto di Etneo
15 giugno 2011 - 16:13
Però questa Freemont è davvero bella e possente. Ripeto che ne venderanno tantissime unità.
Ritratto di Mister Grr
15 giugno 2011 - 18:07
Marchionne deve morire era più bella la journey! W LE TEDESCHEEEEE! Sei malato come fai ad amare le fiat!?!?!? AHAHAHAH scusa ma non sono riuscito a resistere! Saluti! :D
Ritratto di sciamano.web
15 giugno 2011 - 18:59
Mister Gr.r. (gran r.......e???), ma se ti senti così male solo per delle auto del c.zzo, perchè nn te ne vai in paesi come il Kosovo??? Io ci sono stato ti giuro neanche una fiat, e nemmeno giapponesin-coreane, solo le tue dolci, fantastiche, impagabili tedesche... si si proprio così, certo di concessionario neanche uno... ma ad uno come te che gli frega???
Ritratto di audi94
15 giugno 2011 - 19:10
1
caro sciamano... segui il mio consiglio: siediti su una poltroncina comoda con la funzione massaggio lombare e fatti portare una camomilla ben zuccherata... pensa a qualcosa di divertente e fatti quattro risate con gusto... dovrebbe funzionare e farti calmare un po'... una sola domanda... sei davvero così messo male da non aver capito la massima ed esplicita ironia di mister grr nel commento precedente??!!
Ritratto di Mister Grr
15 giugno 2011 - 19:29
elogiavo l'operazione freemont...più amante delle tedesche di così ahahah!
Ritratto di Mister Grr
15 giugno 2011 - 19:24
non è vero, non ho manco letto il commento. Mi sono fermato a gran r.......e. (immagino tu abbia voluto dire ròmpicoglione, vero?) Se non sai come commento risparmia la pigiatura dei tasti per fare qualcosa di più utile alla società. Un'altra cosa...io non vado in paesi come il kosovo a trovare le mie amate tedesche (oh, si le amo talmente tanto che ci faccio sèsso estremo, tu pensa; ti consiglio in particolare il sadomaso, farsi schiacciare da un bel Q7 è così eccitante, provalo), io aiuto la gente a farla star meglio.
Ritratto di audi94
15 giugno 2011 - 22:16
1
aaaa... q7... eccitante!!! ahah
Ritratto di sciamano.web
15 giugno 2011 - 22:28
Ammetto di nn intendermi di "sottile" irania, ed in ogni caso mi salta subito la mosca al naso quando commenti così estremi e pesanti anche quando (dici tu...) non sono realmente intenzionali. Questione a parte, cerco di rispondere commento per commento, non vado mica a fare il profilo psicologico degli altri internauti... Son contento che non te la sei presa, non avrei chiuso occhio sennò.... ciao
Ritratto di liinkss
15 giugno 2011 - 16:47
9
quando internet era di nicchia e prevalentemente popolato da persone che si esprimevano in modo costruttivo e cortese... leggendo i commenti, mi sembra di stare al bar con gente che "spara" commenti qualunquisti: abbiate la decenza di supportare le vostre parole, non dico con un argomentazione, ma almeno una spiegazione obbiettiva. Cosi mi sa solo che non sapete minimamente cosa state blaterando in modo scimmiesco. In oltre, provate ad essere almeno leggibile e comprensibile... non dico che sia richiesto un vocabolario forbito, ma mi sembra di scrivere molto meglio di tante persone qui, anche se l'italiano è una 3rza lingua che ho imparato "sul" campo...
Ritratto di abarth1285
15 giugno 2011 - 17:01
1
in quest'ultimo anno mi sono ricreduto molto sulle realizzazioni della Fiat.. abbiamo acquistato un Doblò e non è mai andato bene, in particolar modo il cambio è davvero un disastro in prima e seconda che per farle entrare bisogna prenderlo a calci.. poi una miriade di altre cavolate come le luci del cruscotto che saltano, la portiera scorrevole sinistra che dall'interno non funziona praticamente mai se non scomodando il Signore e tutti i santi del paradiso, lo start/stop che ad un semaforo mi ha lasciato a piedi per un errore e molte altre che non vi elenco per mancanza di spazio...l'auto ha un anno ed ha percorso 40.000km...l'assistenza Fiat per risolvere, per esempio, il problema del cambio mi ha lasciato 4 gg senz'auto e non ha risolto nulla perchè non esiste la modifica a questo difetto.. le luci del cruscotto saltano ancora..pochi problemi si risolvono e tutti gli altri no.. mi dispiace ma non comprerò mai più una Fiat, anche se sembra una buona vettura come questa Freemont. Puntano solo al guadagno ed una volta acquistata la vettura ti mollano là come un fesso senza darti un minimo di assistenza SERIA...abbiamo altri autocarri Opel e Renault e ci sono stati ovviamente piccoli e grandi problemi anche con quelli, ma l'assistenza ha sempre risposto in maniera rapida ed efficace...
Pagine