PRIMO CONTATTO

Fiat Panda: sbarazzina e confortevole

La nuova Fiat Panda ha forme ben più sfiziose rispetto a quelle del vecchio modello, ma ne conserva l’agilità. Nettamente migliorata l’insonorizzazione. Si può ordinarla dal 20 dicembre.
Pubblicato 14 dicembre 2011
  • Prezzo (al momento del test)

    € 12.200
  • Consumo medio (dichiarato)

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    120
  • Euro

    5
Fiat Panda
Fiat Panda 1.2 Lounge
Bella personalità

Giusto un’oretta fa vi avevamo dato un bel po’ di dettagli della nuova Fiat Panda (leggi qui la news). Adesso possiamo dirvi come va. L’accesso all’abitacolo è comodo per tutti i posti, ma questa non è una novità per la citycar torinese. Quello che più si apprezza è la vivacità degli interni, con diversi motivi stilistici che riprendono le forme a “squircle” (termine che nasce dalla fusione delle parole "square", quadrato, e "circle",  cerchio) che caratterizzano l’esterno: mascherina, prese d’aria, fasce paracolpi e terzo finestrino. Dentro, i “quadrati stondati” si ritrovano nella sagoma della plancia, nel cruscotto, nella leva del freno a mano (originale e, tutto sommato, pratica) e nella trama dei sedili, che sono rivestiti con tessuti di buona qualità e dai colori vivaci. 

Il tascone ha i suoi limiti

In generale, le finiture della nuova Fiat Panda non sono male (anche se le plastiche della plancia risultano rigide e presentano qualche sbavatura sui bordi delle parti meno in vista), ma un paio di dettagli lasciano perplessi. Per esempio, il “tascone” di fronte al passeggero anteriore sarà anche piacevole da vedere ma fa sprecare molto spazio: è profondo pochi centimetri e non è il caso di riporvi degli oggetti appena un po’ voluminosi (si rischia che cadano fuori alla prima curva o accelerazione). Inoltre, il secondo vano, dotato di sportello (che non avendo la discesa frenata “cade” sulle ginocchia se non lo si accompagna nell’apertura) è molto in basso, e non illuminato.

Anche nel traffico non affatica

Nulla da eccepire sulla posizione di guida, comoda e rialzata (non ci si stanca) della nuova Fiat Panda. Non affaticano neppure il pedale della frizione e lo sterzo, soprattutto attivando la funzione city che alleggerisce notevolmente il volante sotto i 35 km/h. E anche la buona visibilità e il ridotto diametro di sterzata (la Fiat parla di 9,3 metri) aiutano a ridurre lo “stress da traffico”; in più, sui binari del tram e sul pavé si apprezza il buon comfort delle sospensioni. Chiude il cerchio la bassa rumorosità: merito della buona insonorizzazione (almeno per una citycar) e del 1.2 quattro cilindri a benzina, che non alza troppo la voce nell’uso normale.

Non impressiona per potenza, ma…

Il “milledue” ha prestazioni adeguate per un’auto di questa categoria, ma più che per la spinta si fa apprezzare per la regolarità di funzionamento. Da una prima prova nei dintorni di Pomigliano d’Arco (dove “nasce” la nuova Fiat Panda) non sono sembrati male neppure i consumi medi (pur se lontani dal dato ufficiale di 19,2 km/litro): a occhio dovremmo essere vicini a 15 km/litro. Per un dato più preciso vi rimandiamo alla prova che pubblicheremo nelle prossime settimane sulla rivista, dove metteremo alla frusta la citycar torinese, verificandone anche scatto e velocità massima (per le quali la Fiat dichiara, rispettivamente,14,2 secondi e 164 km/h).

L’Esp doveva essere di serie

Nella guida brillante la nuova Fiat Panda si rivela agile, ma, forzando il ritmo, nelle curve emerge un rollio marcato, mentre la tenuta di strada resta buona. Tuttavia, considerato anche il baricentro alto dell’auto, avremmo preferito avere il controllo di stabilità di serie, anziché a richiesta (lo è persino per la “ricca” Lounge). In curva si apprezza anche la sensazione di solidità trasmessa dallo sterzo, pronto e abbastanza preciso. Non ci piacciono, invece, i comandi a rotella sulle razze del volante (servono per variare il volume della radio e cambiare le stazioni, oltre che per gestire cd e vivavoce Bluetooth): sono piccoli e difficili da azionare con precisione. Ben manovrabile il cambio a cinque marce, grazie alla posizione rialzata della leva, il cui pomello di forma particolare (sempre a quadrato stondato) non disturba la presa.

Secondo noi

PREGI
> Comfort. Il motore ha un funzionamento regolare, e l’abitacolo è ben insonorizzato. Inoltre, la posizione di guida alta e la leggerezza di frizione e sterzo riducono l’affaticamento nel caos cittadino delle ore di punta.
> Linea. La citycar torinese ha forme più vivaci del vecchio modello. Tutt’altro che austero anche l’abitacolo.
> Maneggevolezza. La nuova Panda si districa bene nel traffico, e in manovra si fa apprezzare per la buona visibilità che offre.

DIFETTI
> Comandi al volante. Le rotelle per regolare volume e stazioni radio (oltre al lettore cd e telefono Bluetooth) sono poco pratiche. Erano meglio due normalissime coppie di tasti a bilanciere.
> Esp. Vista la sua importanza per la sicurezza, il controllo di stabilità dovrebbe essere di serie, anche per una citycar.
> Portaoggetti. Il vano a “tascone” nella parte alta della plancia è poco sfruttabile. Quello sotto, invece, è molto in basso e non illuminato.

I prezzi della Fiat Panda

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1242
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 51(69)/5500
Coppia max Nm/giri 102/3000
Emissione di CO2 grammi/km 120
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 365/164/155
Passo cm 230
Peso in ordine di marcia kg 940
Capacità bagagliaio litri 225/260-870
Pneumatici (di serie) 175/65 R 14
La nuova Panda è disponibile con due motori a benzina: sono il 1.2 da 69 CV e il 0.9 TwinAir da 85 CV. L'alternativa diesel è costituita dal 1.3 Multijet da 75 CV. Tutti i motori, ad esclusione del 1.2, sono abbinati al sistema Stop&Start.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.2 circa 12.000 B 1.242 69/51 164 14,2 19,2 120 940
0.9 TwinAir Stop&Start n.d. B 875 85/63 177 11,2 23,8 99 975
1.3 Multijet Stop&Start n.d. D 1.248 75/55 168 12,8 25,6 104 1035
Fiat Panda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
304
172
121
117
163
VOTO MEDIO
3,4
3.384265
877


Aggiungi un commento
Ritratto di jiboom
17 dicembre 2011 - 13:29
....fabricare dai coreani stessi !! // Ma tutti sano che la maggior parte degli operai di hyundai sono cinesi che vengono pagati con patane frite ! // Esatamente la stessa cosa con le chitarre... // Per di più hanno un livello di protezione sociale vicino a quota zero... quindi è troppo facile farsi una prosperità sulle spalle di chi creppa al lavoro. // Almeno in italia pensioni e assicurazioni ci sono ! Quando sarai anche tu pensionato, potrai sempre rivolgerti ai tuoi amici coreani che ti manderano a f****
Ritratto di Franchigno
19 dicembre 2011 - 00:56
Bisogna ammettere che se mangiando patate fritte sono riusciti in un anno sfornare 5 modelli di qui uno in particolare(La IX30)che ha avuto un successo che la FIAT si sogna...ben vengano le patate!!Ti ricordo che le chitare le fanno in casa Yamaha!!La hyundai produce "solo"navi,auto,trattori,componenti eletronici ecc ecc.Alla faccia del terzo mondo....
Ritratto di driverxxx
16 dicembre 2011 - 19:09
in casa ho sia fiat che volkswagen e devo dire che questa nuova panda non è male.Forse mi ricorda un pò la nissan note a primo impatto(pero più carina eh) ma devo dire che esteticamente non mi dispiace, forse si poteva fare di meglio, ma almeno hanno ravvivato gli interni che erano degni di una tedesca anni 90.Io sono dell'opinione che una citycar debba avere come dotazione ciò che ti permette di affrontare la giungla urbana di tutti i giorni con tranquillita, come ad esempio clima, vetri elettrici e una bella radio per un po di compagnia fino al posto di lavoro e ultimo ma non per importanza l' esp. Tutto il resto è superfluo, quindi mi sembra che per quello che costa offra il giusto. P.S. da quello che ho capito questa è la versione top, quindi chi vuole risparmire può benissimo puntare sugli allestimenti inferiori.
Ritratto di oretaxa
21 dicembre 2011 - 17:08
Premetto che possiedo un'ottima Skoda Fabia 1.2 70cv che costa poco più di una Panda... <br><strong>Panda</strong> <br> Nel settore utilitarie la Panda rimarrà secondo me la regina per vari motivi: molti italiani comprano a scatola chiusa prodotti Fiat, comoda per le cinque porte, abitacolo alto, stile giovane e simpatico, motore 1.2 non da corsa ma con una buona coppia (e sicuramente il più venduto visto il rendimento del due cilindri). L'interno è reso un po' "barocco" dalla ripetizione ossessiva del motivo a quadrato stondato, al punto che il volante sembra quello di un camion: uno stile più soft avrebbe sicuramente giovato alla percezione estetica. Aspetto di dare un giudizio sulle finiture, ma non saranno certo quelle della mia Skoda. Prezzo elevato, soprattutto considerando i soldi che noi contribuenti abbiamo regalato alla Fiat nel corso dei decenni... <br><strong>Up!</strong> <br> In settimana ho avuto modo di salire su una Up! Bocciata in pieno: la Volkswagen è meglio che continui a produrre, tra l'altro con ottimi risultati, auto dalla Polo in sù (inavvicinabili come qualità dalla Fiat). Veniamo al dunque: esternamente è simpatica, ma il design non è niente di ché (ricorda troppo la Lupo) infatti preferisco la Panda, anche se è un giudizio personale. E' comodo salire a bordo, e la posizione di guida è confortevole per me che sono alto 1.90m. Il design interno è moderno e giovane, le plastiche sono solide... ma quelle lamiere verniciate a vista come sono brutte! Immagino la fine che faranno, tutte rigate: una pessima idea. Alette parasole dure da aprire. Comando alzavetro destro non ripetuto sul lato guidatore, "finezza" presente sulla Atos del 1998 di mio babbo... Pare che non ci siamo le bocchette di areazione centrali, anche se ho notato delle griglie centrali sul cruscotto: saranno gli altoparlanti del sistema audio??? Scomodo salire dietro e il sedile non ritorna nella posizione scelta dal passeggero anteriore. Prova bagagliaio: ha il doppio fondo e sommando i due livelli è davvero spazioso: complimenti! Vano ruota di scorta di dimensioni pari alle ruote, per fortuna. Ma è notevolmente profondo e immagino la difficoltà nell'estrarre e riporre le ruote: inavvicinabile per una donna. Un risparmio scandaloso: la cappelliera non sale insieme al portellone, tutte le volte devi alzarla manualmente. Non ho avuto modo di provare il motore 1.0 tre cilindri, ma se fosse come il mio 1.2 con lo stesso frazionamento (elasticità e ripresa ai bassi regimi, utilissimo in città) meriterebbe un ottimo giudizio. Dicono infine che la 5 porte avrà i vetri posteriori fissi: ridicolo. <br><strong>Giudizio finale</strong> <br> Per me Panda vs Up!: Panda. Ma per +40cm mi compro un segmento B allo stesso prezzo o poco più. Molto più versatile.
Ritratto di albyboy
28 gennaio 2012 - 14:40
Gli interni della Up! sono molto piu' curati di quelli della panda...e altra cosa come si fa a scambiare le bocchette centrali per degli autoparlanti?? altra cosa nella up! il bagagliaio è rivestito al contrario della panda e la up! ha il navigatore e l'ESP di serie
Ritratto di IloveDR
16 dicembre 2011 - 19:56
4
...amo l'Italia, ho amato la Fiat in passato tanto che in famiglia fra auto e furgoni abbiamo avuto 11 veicoli Fiat, la Panda è un'ottima city car, ma in passato quanti errori hanno fatto in Fiat per arrivare ora sull'orlo di un fallimento! Mi dispiace ma il mondo è globalizzato e se mi piace o mi conviene acquistare un'auto non Made in Italy lo farò in futuro. Questo far leva sulla produzione italiana della Panda ormai è fuori luogo. Spero che a Pomigliano raggiungano e superino i livelli di produzione previsti, ma i dirigenti Fiat non ci prendino più per il c.u.l.o.
Ritratto di Franchigno
17 dicembre 2011 - 19:46
Ecco il tuo é un modo di ragionare giusto,senza eccessi ne da una parte ne dall'altra,e sopratutto realistico.
Ritratto di multiair
17 dicembre 2011 - 10:30
Esternamente la linea non mi convince molto sopratutto i 3/4 posteriori. Come sempre la piccola fiat si conferma un'eccellente vettura come maneggevolezza e comfort. Le mancano solo l'esp, 2 airbag in + e una dotazione di serie un pò - scarna... Spero in varie versioni in stile mylife e in tante offerte convenienti x invogliare al suo acquisto...
Ritratto di Luca_New
17 dicembre 2011 - 23:04
Si si tutti la criticano... ma alla fine tutti la comprano... è successo anche in altre occasioni FIAT come la panda vecchia, la 500, la delta, la musa, la ypsilon nuova.... tutte auto italiane criticate dagli italiani poi in giro vedi solo quelle!! e non dite il contrario
Ritratto di IloveDR
19 dicembre 2011 - 08:45
4
il contrario...;-)
Pagine