PRIMO CONTATTO

Fiat Panda: sbarazzina e confortevole

La nuova Fiat Panda ha forme ben più sfiziose rispetto a quelle del vecchio modello, ma ne conserva l’agilità. Nettamente migliorata l’insonorizzazione. Si può ordinarla dal 20 dicembre.

Pubblicato 14 dicembre 2011
  • Prezzo (al momento del test)

    € 12.200
  • Consumo medio

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    120
  • Euro

    5
Fiat Panda
Fiat Panda 1.2 Lounge
Bella personalità

Giusto un’oretta fa vi avevamo dato un bel po’ di dettagli della nuova Fiat Panda (leggi qui la news). Adesso possiamo dirvi come va. L’accesso all’abitacolo è comodo per tutti i posti, ma questa non è una novità per la citycar torinese. Quello che più si apprezza è la vivacità degli interni, con diversi motivi stilistici che riprendono le forme a “squircle” (termine che nasce dalla fusione delle parole "square", quadrato, e "circle",  cerchio) che caratterizzano l’esterno: mascherina, prese d’aria, fasce paracolpi e terzo finestrino. Dentro, i “quadrati stondati” si ritrovano nella sagoma della plancia, nel cruscotto, nella leva del freno a mano (originale e, tutto sommato, pratica) e nella trama dei sedili, che sono rivestiti con tessuti di buona qualità e dai colori vivaci. 

Il tascone ha i suoi limiti

In generale, le finiture della nuova Fiat Panda non sono male (anche se le plastiche della plancia risultano rigide e presentano qualche sbavatura sui bordi delle parti meno in vista), ma un paio di dettagli lasciano perplessi. Per esempio, il “tascone” di fronte al passeggero anteriore sarà anche piacevole da vedere ma fa sprecare molto spazio: è profondo pochi centimetri e non è il caso di riporvi degli oggetti appena un po’ voluminosi (si rischia che cadano fuori alla prima curva o accelerazione). Inoltre, il secondo vano, dotato di sportello (che non avendo la discesa frenata “cade” sulle ginocchia se non lo si accompagna nell’apertura) è molto in basso, e non illuminato.

Anche nel traffico non affatica

Nulla da eccepire sulla posizione di guida, comoda e rialzata (non ci si stanca) della nuova Fiat Panda. Non affaticano neppure il pedale della frizione e lo sterzo, soprattutto attivando la funzione city che alleggerisce notevolmente il volante sotto i 35 km/h. E anche la buona visibilità e il ridotto diametro di sterzata (la Fiat parla di 9,3 metri) aiutano a ridurre lo “stress da traffico”; in più, sui binari del tram e sul pavé si apprezza il buon comfort delle sospensioni. Chiude il cerchio la bassa rumorosità: merito della buona insonorizzazione (almeno per una citycar) e del 1.2 quattro cilindri a benzina, che non alza troppo la voce nell’uso normale.

Non impressiona per potenza, ma…

Il “milledue” ha prestazioni adeguate per un’auto di questa categoria, ma più che per la spinta si fa apprezzare per la regolarità di funzionamento. Da una prima prova nei dintorni di Pomigliano d’Arco (dove “nasce” la nuova Fiat Panda) non sono sembrati male neppure i consumi medi (pur se lontani dal dato ufficiale di 19,2 km/litro): a occhio dovremmo essere vicini a 15 km/litro. Per un dato più preciso vi rimandiamo alla prova che pubblicheremo nelle prossime settimane sulla rivista, dove metteremo alla frusta la citycar torinese, verificandone anche scatto e velocità massima (per le quali la Fiat dichiara, rispettivamente,14,2 secondi e 164 km/h).

L’Esp doveva essere di serie

Nella guida brillante la nuova Fiat Panda si rivela agile, ma, forzando il ritmo, nelle curve emerge un rollio marcato, mentre la tenuta di strada resta buona. Tuttavia, considerato anche il baricentro alto dell’auto, avremmo preferito avere il controllo di stabilità di serie, anziché a richiesta (lo è persino per la “ricca” Lounge). In curva si apprezza anche la sensazione di solidità trasmessa dallo sterzo, pronto e abbastanza preciso. Non ci piacciono, invece, i comandi a rotella sulle razze del volante (servono per variare il volume della radio e cambiare le stazioni, oltre che per gestire cd e vivavoce Bluetooth): sono piccoli e difficili da azionare con precisione. Ben manovrabile il cambio a cinque marce, grazie alla posizione rialzata della leva, il cui pomello di forma particolare (sempre a quadrato stondato) non disturba la presa.

Secondo noi

PREGI
> Comfort. Il motore ha un funzionamento regolare, e l’abitacolo è ben insonorizzato. Inoltre, la posizione di guida alta e la leggerezza di frizione e sterzo riducono l’affaticamento nel caos cittadino delle ore di punta.
> Linea. La citycar torinese ha forme più vivaci del vecchio modello. Tutt’altro che austero anche l’abitacolo.
> Maneggevolezza. La nuova Panda si districa bene nel traffico, e in manovra si fa apprezzare per la buona visibilità che offre.

DIFETTI
> Comandi al volante. Le rotelle per regolare volume e stazioni radio (oltre al lettore cd e telefono Bluetooth) sono poco pratiche. Erano meglio due normalissime coppie di tasti a bilanciere.
> Esp. Vista la sua importanza per la sicurezza, il controllo di stabilità dovrebbe essere di serie, anche per una citycar.
> Portaoggetti. Il vano a “tascone” nella parte alta della plancia è poco sfruttabile. Quello sotto, invece, è molto in basso e non illuminato.

I prezzi della Fiat Panda

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1242
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 51(69)/5500
Coppia max Nm/giri 102/3000
Emissione di CO2 grammi/km 120
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 365/164/155
Passo cm 230
Peso in ordine di marcia kg 940
Capacità bagagliaio litri 225/260-870
Pneumatici (di serie) 175/65 R 14
La nuova Panda è disponibile con due motori a benzina: sono il 1.2 da 69 CV e il 0.9 TwinAir da 85 CV. L'alternativa diesel è costituita dal 1.3 Multijet da 75 CV. Tutti i motori, ad esclusione del 1.2, sono abbinati al sistema Stop&Start.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.2 circa 12.000 B 1.242 69/51 164 14,2 19,2 120 940
0.9 TwinAir Stop&Start n.d. B 875 85/63 177 11,2 23,8 99 975
1.3 Multijet Stop&Start n.d. D 1.248 75/55 168 12,8 25,6 104 1035
Fiat Panda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
258
150
98
60
121
VOTO MEDIO
3,5
3.52984
687
Aggiungi un commento
Ritratto di ceccorapo
26 dicembre 2011 - 12:56
Bah...i fatti dicono che una Panda accessoriata di tutto punto,supera di poco i 17.000 euro! Sfogliando i listini di Al Volante,per questa cifra,c'è l'imbarazzo della scelta,a parità di optional.Detto questo,ognuno di noi,potrà comprare ciò che vuole.Buone feste!
Ritratto di giobass
26 dicembre 2011 - 13:06
Pur essendo di minori dimensioni si nota una certa somiglianza con la C3 Picasso (del resto disegnata da un Italiano). Considerato (a parità di dotazioni...ma non di prestazioni e comodità) il prezzo è esagerato. Tanto per cambiare...Giorgio
Ritratto di audi r12 concept
28 dicembre 2011 - 09:27
linea e dotazione non sono granchè, e poi sarebbe la più venduta nel suo settore? Non si sa ancora precisamente la linea della ellezero ma deve essere un fiasco come questo. Cmq gli do voto:5 e mezzo
Ritratto di piero di padova
28 dicembre 2011 - 14:42
...12.000 euro ! Cioè circa 24.000.000 milioni di vecchie lire ! Per una Panda ?
Ritratto di REY77
28 dicembre 2011 - 16:45
POMIGLIANO HA CHIUSO!!! QUESTA FIAT UNO BRASILIANA DEVE PUR AVERE QUALCOSA CHE PIACCIA....MARCHIONNE ORMAI SI ARRAMPICA SUGLI SPECCHI...STA FACENDO FIGURACCE IN TUTTO IL MONDO....VOLEVA PORTARE LA 500 IN AMERICA A 15MILA DOLLARI QUANDO UN SUV NE COSTA QUASI UGUALE...MARCHIONNE NON HA PIU' MODELLI DA LANCIARE ...E L'ESEMPIO LAMPANTE SONO LE FREEMONT,LE LANCIA...E QUALCHE ALTRO MODELLINO CHRYSLER....MARCHIONNE FUORI DAEBAL
Ritratto di AndreaE88
30 dicembre 2011 - 00:34
12.000€ per la panda? ha il motore in oro 18k?!
Ritratto di Bellafrance
30 dicembre 2011 - 10:25
Esteticamente assomiglia anche al Qubo che è ancora più "furgone" ma ha la comodità delle porte posteriori scorrevoli, più spazio interno ed una plancia con un design meno tormentato. Se piace un'auto con guida alta e cambio rialzato più che la panda prenderei il Qubo. Ciao
Ritratto di albyboy
4 gennaio 2012 - 12:33
la linea è quasi uguale a quella vecchia, gli interni sembrano nettamente migliorati ma comunq poco solidi. Ho visto la volkswagen up! al concessionario ed è 100 volte piu' bella con interni sicuramente molto piu' solidi di questi. E almeno l'Esp è di serie. E' inutile star qua' a dire che la panda se le mangia se poi dopo un anno ti cade a pezzi fa schifo!!!
Ritratto di Ale_Teknoracing
15 gennaio 2012 - 14:17
Secondo me non è affatto male, dovrebbero a mia opinione fare una versione sportiva simile alla progenitrice PANDA 100HP, ma con prezzi più accessibili con motorizzazioni dai bassi consumi senza rinunciare alla sportività, cosi facendo attirerebbe in massa il pubblico giovanile, anche se penso che gli acquirenti non mancheranno anche per la versione normale.... In parole povere sarà sicuramente un successo..............
Ritratto di JDeeeeM
17 gennaio 2012 - 13:16
mazza che bella!!! (opinione personale eh!!!)
Pagine