PRIMO CONTATTO

Ford Fiesta: spigliata da guidare, e più tecnologica

In vendita da settembre (prezzi da 14.250 euro per la tre porte, 250 euro in più per la cinque porte), la nuova Ford Fiesta (edizione 2017) viene completamente rinnovata: più lunga e più bassa, ha un abitacolo più moderno e una dotazione tecnologica molto più ricca. Così così la visibilità posteriore.

6 luglio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 21.000
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    102 grammi/km
  • Euro

    6
Ford Fiesta
Ford Fiesta 1.0 Ecoboost 140 CV ST-Line 5 porte
Ben piantata a terra

Per rinnovare il suo successo mondiale che dura dal 1976 (17 milioni di unità vendute), la settima generazione della Ford Fiesta è stata completamente rinnovata e appare più "piantata a terra": guadagna infatti 7 cm in lunghezza (404 in totale, e 407 per la più sportiva ST-Line), e uno in larghezza (173 in tutto), mentre è più bassa di 2 cm (l’altezza adesso è di 148, e di 147 per la ST-Line). La linea dell’utilitaria Ford, comunque, non viene stravolta, pur sfoggiando una griglia anteriore ancora più ampia e grintosa, nonché luci posteriori a sviluppo orizzontale.

Dentro cambia parecchio

L’abitacolo della Ford Fiesta è accogliente e luminoso, realizzato con più cura: materiali di buona qualità nei rivestimenti della plancia e dei sedili. Spicca un grande schermo da 4,2” a 8” tipo tablet in posizione rialzata (e non più incastonato nella plancia) e una consolle ordinata: addio ai numerosi piccoli tasti. Mentre il sistema multimediale Sync-3 è compatibile sia con Android Auto che con Apple CarPlay. Disponibile a tre e a cinque porte, la nuova Ford Fiesta è comoda per quattro occupanti: chi siede al centro del divano, ed è alto, invece, non ha molto spazio per le gambe. Non molto capiente il baule, se paragonato con quello di altre utilitarie: per la cinque porte, si va da 303 litri col divano in posizione d'uso a 984 una volta reclinato.

Al passo coi tempi

La dotazione di sicurezza della nuova Ford Fiesta si evolve: di serie per tutta la gamma l’avviso di involontario abbandono di corsia con correzione automatica della traiettoria, mentre sono optional il cruise control (150 euro) e il sistema di parcheggio automatico (500 euro), che compie le manovre da sé l’auto anche nei parcheggi a "pettine" a 90 gradi rispetto alla strada, non solo in quelli longitudinali. Tuttavia questo sistema è disponibile solo per gli allestimenti Plus (quello base) e Titanium, mentre non si può ordinare per la ST-Line del nostro test. Optional pure l’Active City Stop (600 euro) che include il sistema di frenata automatica, il dispositivo per il riconoscimento dei pedoni e il cruise control adattativo: si basa sui dati raccolti da tre radar, due telecamere e dodici sensori a ultrasuoni che monitorano a 360 gradi l’ambiente circostante.

Quattro allestimenti

Oltre ai già citati allestimenti Plus, Titanium ed ST-Line, la nuova Ford Fiesta è ordinabile nella ricercata versione Vignale: oltre ai particolari della carrozzeria (dalla mascherina specifica ai dettagli cromati) sfoggia eleganti interni, con sedili rivestiti parzialmente in pelle. Inoltre, dal 2018, saranno disponibili la sportiva ST (200 cavalli) e la crossover Active, rialzata da terra di 4 cm e ha protezioni lungo i passaruota e sotto le porte ispirate al mondo delle suv. L’equipaggiamento di serie della Plus è già ricco e prevede fra l’altro il climatizzatore manuale, il divano posteriore ripiegabile separatamente, sei airbag, nonché lo schermo nella plancia di 6,5”, la frenata automatica d’emergenza, la chiave personalizzabile MyKey e il limitatore di velocità. Oltre all'Esp e ai sensori di pressione dei pneumatici, ormai obbligatori per legge. In vendita da settembre, la nuova Ford Fiesta ha prezzi da 14.250 (tre porte, quelle a cinque porte costano 250 euro in più) a 21.000 euro (versione testata da noi).

Il test del "mille" sportivo

Ampio il ventaglio dei motori. A benzina: il 1.0 tre cilindri turbo Ecoboost è proposto nella versione da 100, 125 CV e 140 CV; per i meno esigenti, c'è un 1.1 aspirato da 70 o 86 CV. A gasolio, il 1.5 TDCi da 86 o da 120 CV. I motori più potenti hanno il cambio manuale a sei marce, quelle di accesso a cinque. Mentre l'automatico (e sei rapporti) Powershift è riservato al 1.0 da 100 CV. La versione che abbiamo testato è la Ford Fiesta ST-Line 1.0 Ecoboost 5 porte, dalla ragguardevole potenza di 140 CV. È caratterizzata da minigonne di ispirazione corsaiola, oltre che dalla griglia anteriore a nido d’ape. Anche a bordo la sportività non manca, con sedili avvolgenti e un volante sagomato. Nei centri abitati, la nuova Ford Fiesta è agile, ma soprattutto nelle manovre la visuale posteriore scarseggia: per parcheggiare facilmente in “retro” conviene aggiungere i sensori. Ottime la tenuta di strada (grazie alla taratura sportiva delle sospensioni) e la precisione dello sterzo, favorite dall'irrigidimento della scocca. E, se si esagera un po’, vengono in soccorso i freni, potenti. Lo scattante tre cilindri turbo permette di divertirsi ed è abbinato a un cambio manuale a 6 marce preciso. Promette un’accelerazione 0-100 km/h in 9 secondi e una velocità massima di 202 che paiono veritiere. Briosa, sicura, ma anche parca: a livello di percorrenze, la casa dichiara 22 km/l, mentre il computer di bordo indica 15 km/l (un dato ottimo, anche perché abbiamo guidato senza badare troppo ai consumi). Niente male anche il comfort: migliora l’isolamento dal rumore esterno e da quello del motore (in effetti, il “mille” si fa sentire solo se si tirano le marce), grazie anche al parabrezza acustico. 

Secondo noi

Pregi
> Guida. Il motore è brillante: la spinta è sempre pronta.
> Sicurezza. Di serie ci sono fra l’altro sei airbag e l’avviso di cambio involontario di corsia.
> Tenuta di strada. Auto leggera e ben bilanciata, la Fiesta convince anche fra le curve.

Difetti
> Baule. Non molto capiente, se paragonato ad altre utilitarie.
> Quinto posto. Chi è alto e siede al centro del divano, nei viaggi lunghi è un po’ sacrificato.
> Visibilità posteriore. Il lunotto piccolo rende difficili le “retro”: necessaria la retrocamera con sensori di parcheggio, optional a 400 euro.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 998
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 103 (140)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 180/1500-5000
Emissione di CO2 grammi/km 102
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori a disco autoventilanti
Freni posteriori a disco
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 202
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,0
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 407/174/147
Passo cm 249
Peso in ordine di marcia kg 1105
Capacità bagagliaio litri 303/984
Pneumatici (di serie) 195/55 R16
Ford Fiesta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
88
77
41
18
24
VOTO MEDIO
3,8
3.75403
248
Aggiungi un commento
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
10 luglio 2017 - 21:21
Assolutamente anonima. Ford ha peggiorato l'estetica dell'unico modello valido in listino ovvero old Fiesta (non contenta dei fiaschi commerciali di Ka, New Ka+, B Max, Ecosport, Focus, nonostante che le ultime tre vengano svendute a 14.000/ 15.000 euro!!! - sono abbastanza informato in quanto ho acquistato Ford per ben 25 anni ma poi ho cambiato causa appiattimento stilistico dei modelli più recenti). Ritornando a new Fiesta, a poche decine di metri, quando non si scorge più l'ovale blu, la scambi tranquillamente per una qualsiasi coreana ( non ho nulla contro le asiatiche - ne ha una mia moglie - ma non si sono mai appunto distinte per originalitá ed estetica). Solo gli interni appaiono ora interessanti, ma nulla di trascendentale, in quanto Ford li ha semplicemente adeguati a quelli della migliore concorrenza nel segmento; la mia attuale segmento B offre rigorosamente di serie già da quasi 5 anni, con schermo da 7 pollici, un sistema multimediale con navigatore integrato (praticamente quello che Ford e la stampa specializzata pubblicizzano oggi come "innovativi" sistemi multimediali - a proposito, quanto costerá quello da 8 pollici e su quali versioni si potrà avere?). Precisazione tecnica: in merito ai 3 cilindri turbo benzina, anche l'ecoboost Ford è arrivato dopo il tce90 Renault (898 cc con 90 cv) , e pertanto, come qualcuno ha postato, ha anch'essa "copiato" qualcuno. Il pluripremiato ecoboost 1.000 cc nella declinazione da 100 cv ha il plus dell'iniezione diretta invece che indiretta come sul francese, ma ha la stessa identica potenza specifica, mentre la maggiore coppia del tedesco è riconducibile in gran parte alla maggiore cubatura. Quella di Renault è stata una scelta tecnica ben precisa, volta al contenimento dei consumi, tanto che con tara equivalente (prova comparata a suo tempo effettuata dalla rivista "quattroruote") la francese in cittá percorre appunto 2 km in più a litro e 1,5 km in più in media. Solo per la precisione.
Ritratto di SSS94
10 luglio 2017 - 22:57
ma se invado l'altra corsia per evitare le buche suona l'allarme?
Ritratto di Marino
11 luglio 2017 - 10:37
2
La funzione è come per i tergi o le luci automatiche. Se attivi il sistema entra in funzione altrimenti no.
Ritratto di SSS94
11 luglio 2017 - 21:00
ok, quindi se decidessi di acquistarla sarei obbligato a pagare 3 cose per me enormemente inutili, che non userei mai. Questo sistema di mettere di serie tanti aggeggi elettronici palesemente inutili mi dà parecchio fastidio, e non parlo solo di Ford. Se dovessi acquistare un'utilitaria, cercherei qualcosa di più economico e più concreto, 21 mila euro sono esagerati.
Ritratto di Pellich
7 agosto 2017 - 17:50
tra i difetti vengono annoverati i soliti tre "farlocchi" .. in pratica sta a significare che non ne ha di sostanziali. Brava Ford
Ritratto di niko tsi
3 ottobre 2017 - 08:05
Perche l'hanno fatta cosi brutta??la serie uscente era fantastica,soprattutto il restyling. Sembra una Hyundai mischiata ad una bmax.nn capiso il perche....ford ha sempre lavorato bene.bho
Ritratto di niko tsi
3 ottobre 2017 - 08:28
Perche l'hanno fatta cosi brutta??la serie uscente era fantastica,soprattutto il restyling. Sembra una Hyundai mischiata ad una bmax.nn capiso il perche....ford ha sempre lavorato bene.bho
Ritratto di danter1950
15 ottobre 2017 - 17:49
Ho fatto un preventivo e mi hanno chiesto 20000 per una 1.5 Tdci 85 cv Titanium, per un segmento B mi sembrano un po' troppi e poi con 21000 o poco più ci prendi un segmento C che non ha paragone con il segmento B, se non abbassano i prezzi penso che ne venderanno molte poche !
Pagine