PRIMO CONTATTO

Ford Fiesta: tre cilindri “arrabbiati”

Grande agilità e 200 grintosi cavalli: è questa la ricetta della Ford Fiesta 1.5 Ecoboost ST, una piccola “bomba” tutta da guidare. Ma la visibilità lascia a desiderare.

18 maggio 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.000
  • Consumo medio

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    136 grammi/km
  • Euro

    6
Ford Fiesta
Ford Fiesta 1.5 Ecoboost 200 CV S&S ST 3 porte
Sportiva e ricca

ST: bastano queste due lettere (stanno per Sports Technologies) per far salire l’adrenalina agli appassionati della guida veloce. La sigla che contraddistingue le Ford sportive firma anche la più grintosa delle nuove Fiesta, che sfoggia un 1.5 turbo con tre soli cilindri, ma di quelli esuberanti: erogano ben 200 cavalli (la stessa potenza a cui era arrivato il vecchio modello nella versione ST 200, ma ottenendoli da un quadricilindrico 1.6). Diversa dalle altre Ford Fiesta è anche l’estetica, con una grintosa griglia e nido d’ape nella mascherina, oltre a spoiler e minigonne sottoporta ad aggiungere sportività a una carrozzeria già con un certo slancio. La Ford Fiesta 1.5 Ecoboost ST arriva in concessionaria a metà giugno 2018, nelle versioni a tre porte (26.000 euro) e a cinque (26.750 euro). Prezzi che includono l’avviso d’involontario cambio di corsia, i cerchi in lega di 18”, il cruise control, il navigatore con lo schermo di 8” e gli avvolgenti sedili Recaro riscaldabili. Optional l'indispensabile differenziale autobloccante meccanico: 1.000 euro nel pacchetto ST Performance, insieme al launch control.

Ha pure l’autobloccante

Tante le novità tecniche specifiche per questa Ford Fiesta ST. A cominciare dall’assetto, irrigidito, ribassato e con inedite molle posteriori (brevettate) forgiate a freddo, a diametro e passo variabile, per un migliore controllo degli scuotimenti laterali delle ruote. Optional c’è poi il differenziale autobloccante meccanico, che in caso di slittamento di una ruota invia la potenza (fino al 100%) all’altra, che ha più grip. Messi a punto per questa versione sono anche lo sterzo e l’impianto frenante, con dischi autoventilanti da 270 mm di diametro all’avantreno. Non manca poi un tasto, posto fra i sedili, per scegliere fra tre modalità di guida via via più grintose: Normal, Sport e Track. A variare è la risposta di motore, sterzo e controlli elettronici di stabilità e trazione, ma anche la “musica” che accompagna le accelerate. Sound che, in Normal, è già corposo. Passando in Sport si apre una valvola posta lungo l’impianto di scarico, e la “voce” del 1.5 viene amplificata; inoltre, un rombo cupo, gradevole per gli appassionati e non eccessivo, esce dagli altoparlanti, aumentando l'atmosfera corsaiola per chi sta nell’abitacolo. E c’è pure la funzione launch control, attivabile con i tasti nel volante: gestisce automaticamente il motore, per ottenere la partenza più rapida possibile senza far slittare i pneumatici.

Stringono forte

Ben costruito e classico, l’abitacolo della Ford Fiesta 1.5 Ecoboost ST si distingue da quello delle altre versioni per alcuni dettagli "racing". I sedili super avvolgenti, per esempio, che trattengono alla grande il corpo, il pomello del cambio in metallo, come pure la pedaliera, e il volante con la parte inferiore della corona piatta. I comandi sono tutti intuitivi, compreso lo schermo tattile per la gestione dell’impianto d’infotainment. A stonare, considerato il prezzo dell’auto, è solo l’aspetto “povero” delle plastiche rigide che rivestono gran parte delle porte. Per chi siede davanti, lo spazio non manca, meno per chi sta dietro: il divano non è dei più larghi. Soddisfacente la capienza del baule, ma ci sono rivali ancora più spaziose.

Buon divertimento

La guida della Ford Fiesta 1.5 Ecoboost ST è appagante. Il motore risponde con vigore e spinge con una progressione omogenea e consistente fino a 6500 giri (non dubitiamo dei notevoli dati dichiarati, ovvero 6,5 secondi per lo “0-100” e 232 km/h di punta), ben accordato al cambio dagli inserimenti precisi e con corsa breve della leva. Con lo sterzo preciso e molto diretto (bastano due giri di volante per ruotarlo tutto) si “mettono” le ruote proprio dove si desidera, e le perdite di aderenza dovute all’eccessiva accelerazione all’uscita delle curve vengono puntualmente annullate dall’azione del differenziale autobloccante (che non trasmette troppi strappi al volante). Le sospensioni sono rigide, come ci si aspetta da una sportiva, ma non così dure da “punire” la schiena, e il rollio è contenuto. Ne consegue un’elevata agilità: sulle strade tortuose del test, la Ford Fiesta 1.5 Ecoboost ST ha risposto con gran prontezza ai continui cambi di traiettoria, sempre salda sui pneumatici 205/40 R 18 (eventuali perdite di aderenza del retrotreno sono facilmente controllabili). A titolo informativo, nel test con una guida grintosa e per nulla attenta al risparmio, il computer di bordo ha calcolato 8,3 km/l. Come per le altre Ford Fiesta resta difficoltosa la visibilità nelle svolte sia davanti (specie a sinistra) sia dietro per via dei montanti del tetto larghi e molto inclinati. E i retrovisori esterni stretti e montati in basso non sono molto d’aiuto.

Secondo noi

Pregi
> Assetto. L’auto è molto reattiva, ma anche sicura.
> Cambio. Preciso, ha una corsa breve per la leva.
> Motore. Spinge deciso e ha un bel rombo.

Difetti
> Differenziale. Considerati il prezzo e le prestazioni dell'auto, ce lo saremmo aspettati di serie.
> Plastiche. Dato il prezzo dell’auto, quelle delle porte sono “povere”.
> Visibilità. Non è delle migliori, e gli specchietti non aiutano.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1497
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 147 (200)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 290/1600-4000
Emissione di CO2 grammi/km 136
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 232
Accelerazione 0-100 km/h (s) 6,5
Consumo medio (km/l) 16,7
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 407/174/147
Passo cm 249
Peso in ordine di marcia kg 1262
Capacità bagagliaio litri 311/1093
Pneumatici (di serie) 205/40 R18
VIDEO
loading.......
Ford Fiesta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
87
74
40
18
24
VOTO MEDIO
3,7
3.74897
243
Aggiungi un commento
Ritratto di Roomy79
18 maggio 2018 - 16:51
1
Con questa pero’ riesco ad andarci in vacanza, a fare la spesa, non ti rompi la schiena se fai un viaggio lungo e comunque se vuoi andare in pista hai margine per divertirti alla grande. La 595 e un kart meraviglioso che necessita di essere seconda auto se uno ha una normale esistenza di spostamrenti e di vita sociale.
Ritratto di Rikolas
18 maggio 2018 - 16:56
Vero, ma una famiglia non compra nemmeno la Fiesta... tanto vale una bella 595 per divertirsi veramente
Ritratto di Fr4ncesco
18 maggio 2018 - 17:10
Meglio la Fiesta, la 595 ha il baricentro e la seduta troppo alte e il passo troppo corto.
Ritratto di dtnmpm
19 maggio 2018 - 12:39
Divertirsi a fare cosa? la fiesta è superiore in tutto. Basta con ste baggianate da possessore/tifoso. è di un segmento superiore, l'impostazione del retrotreno sovrasterzante sulla panda/500 dove la trovi? con l'elettronica che nemmeno è disinseribile. ti piace la 500? tienitela, non sparare a zero su roba che nemmeno conosci però. 26000 euro per un'auto più piccola, che va di meno, meno divertente e meno sfruttabile è un affare, si.
Ritratto di Mattia Bertero
18 maggio 2018 - 17:00
3
ROOMY79. Concordo, la 500 Abarth la prendi se sei un single o fidanzato senza figli per farti un giro ogni tanto. Questa Fiesta aggiunge alla sportività anche la versatilità che un'utilitaria può dare. Tra le due preferisco la Fiesta. Una volta l'Abarth faceva la Punto ma poi l'hanno ritirata...
Ritratto di Leonal1980
18 maggio 2018 - 21:11
3
È molto più piccola la 595, io l’ho usata una decina di giorni, competizione rossa scarico monza, divertente si ma un kart e quando la lanci la senti triplo piccola.
Ritratto di -BOSS-
18 maggio 2018 - 22:29
L'attuale Mini JCW ha ben poco di sportivo, altro che kart feeling... Motore a parte, l'assetto è fin troppo turistico e lo sterzo è ben lontano da quella chirurgia che ci si aspetterebbe. La 595 Competizione è ancora peggio, di sicuro non sono gli 1,5 secondi rifilati alla Mini a renderla "sportiva" (peraltro in un semi kartodromo come Vairano): alla fine parliamo di una Panda ricarrozzata con un baricentro fin troppo alto e un telaio con limiti fisici decisamente evidenti. Delle attuali hot hatch c'è ben poco di interessante: fino a qualche tempo fa c'era la Fiesta ST200, che a detta di molti era piuttosto divertente, ad oggi è stata soppiantata da questo frullatore. L'unica realmente valida, che riprende il concetto di hot hatch, nel vero senso del termine, è forse la Yaris GRMN, che purtroppo è anche l'unica ad essere prodotta in tiratura limitata...
Ritratto di tramsi
16 agosto 2018 - 13:53
Già la Mini Cooper S coi cerchi da 18" è un granito (io ho la SD coi cerchi da 18"), figurarsi la JCW! Altro che "assetto sin troppo i turistico e sterzo ben lontano da quella chirurgia che ci si aspetterebbe"! Che bisogno c'è di inventarsi le baggianate?
Ritratto di Mattia Bertero
18 maggio 2018 - 16:58
3
FIESTA ST. Che bestia! E con una guida che emoziona. Le Fiesta sportive sono sempre state ottime macchine e questa non tradisce la tradizione. Alcuni criticano ancora questi 3 cilindri: i clichè dei vecchi frullini ormai sono quasi del tutto spariti.
Ritratto di Moreno1999
18 maggio 2018 - 17:04
4
Esteticamente bellissima, volutamente grintosa senza cadere nel cattivo gusto. È una tipologia di auto che mi ha sempre affascinato, anche se a quella cifra prenderei una MX-5 sinceramente
Pagine