PRIMO CONTATTO

Ford Fiesta: rialzata, ma sempre agile

La versione crossover della Ford Fiesta si chiama Active. Più alta dal suolo e con ampie protezioni alla carrozzeria, resta brillante e ben guidabile. Migliorabile, però, la visibilità.

17 maggio 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 21.250
  • Consumo medio

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    119 grammi/km
  • Euro

    6
Ford Fiesta
Ford Fiesta 1.0 Ecoboost 140 CV Active 5 porte
Adatta agli sterrati

La Ford Fiesta presentata lo scorso anno è disponibile anche nella versione Active, che trasforma questa utilitaria in una piccola crossover. Le differenze rispetto agli altri modelli riguardano le estese protezioni in plastica nera nei parafanghi e nella zona inferiore della carrozzeria, le barre sul tetto, i paraurti specifici e la distanza fra il fondo dell’auto e il suolo accresciuta di 18 mm. Inoltre, con un tasto nel tunnel fra i sedili si può selezionare una modalità di guida specifica per i fondi viscidi (le altre sono quella “normale” e la Eco per contenere i consumi) che, agendo sul controllo della trazione e sull’Esp, agevola la mobilità su fango o neve. 

Da € 18.400

La Ford Fiesta Active è già in vendita, unicamente con carrozzeria a cinque porte, e con sei motori a scelta. A benzina ci sono dei tre cilindri: il 1.1 da 86 cavalli e il 1.0 turbo con 101 CV (anche con cambio a doppia frizione: € 2.000), 125 o 140 CV. I 1.5 diesel hanno invece 86 o 120 CV. I prezzi sono compresi fra € 18.400 per la meno potente delle versioni a benzina e € 21.250 per quella da 140 CV del test. Sono di serie l’avviso d’involontario cambio di corsia, i cerchi in lega di 17”, il climatizzatore manuale e l’impianto multimediale con alcune funzioni attivabili con la voce e compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay (Sync 3). Per € 700 si possono aggiungere il climatizzatore automatico e il navigatore con schermo di 8”.

Poche sviste

L’abitacolo della Ford Fiesta Active resta quello moderno e serioso delle altre versioni, ma con i sedili posti più in alto di un centimetro. Lo spazio non manca per chi siede davanti; dietro, invece, si sta bene soltanto in due, e i più alti non hanno molto agio per le gambe. I comandi sono ordinati e dallo schermo tipo tablet nella consolle si governa facilmente il sistema d’infotainment. Le finiture sono accurate; si può solo criticare l’aspetto troppo economico, per una vettura da oltre € 20.000, della plastica rigida che riveste quasi interamente i pannelli delle porte. Il baule non delude per accessibilità e ha anche il doppio fondo, ma la pur buona capienza (303/984 litri) è inferiore a quella di alcune rivali.

Gomma da asfalto

Più alta da terra, la Ford Fiesta Active 1.0 S&S Ecoboost 5p consente di avventurarsi sui terreni sconnessi con maggiore tranquillità rispetto alle altre versioni, e senza perdere un granché in termini di guida sull'asfalto. L’auto del test montava pneumatici 215/55 R17, dal battistrada sportivo, e in effetti l’agilità e la rapidità di risposta ai comandi del guidatore non fanno rimpiangere le versioni più “stradali”. La guida è divertente, anche per merito dello sterzo preciso e diretto e del cambio ben manovrabile; il rollio viene limitato da sospensioni piuttosto solide, ma non tanto da penalizzare il comfort. Il tre cilindri, dalla sonorità particolare ma ben smorzata, spinge vigoroso (seppur non “cattivo”) a ogni regime; riteniamo che i valori dichiarati (9,4 secondi per lo “0-100” e 200 km/h di velocità massima) siano effettivamente raggiungibili. Nel test su strade collinari affrontate con brio, il computer di bordo ha calcolato un consumo di 14 km/l. Non eccezionale la visibilità: i montanti del tetto fortemente inclinati tolgono visuale nelle svolte sia davanti sia dietro, e gli specchietti esterni sono molto stretti.

Secondo noi

Pregi
> Comfort. L’insonorizzazione è efficace e le sospensioni filtrano abbastanza bene le sconnessioni.
> Guida. È divertente e sicura.
> Sterzo. Preciso e diretto piacerà agli sportivi.

Difetti
> Divano. È un po’ più stretto di quelli delle rivali.
> Plastiche. Dato il prezzo, quelle dei pannelli porta dovrebbero avere un aspetto migliore.
> Specchietti. Quelli esterni sono piccoli, e in generale la visuale posteriore non è delle migliori.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 998
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 103 (140)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 180/1500-5000
Emissione di CO2 grammi/km 119
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 200
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,4
Consumo medio (km/l) 19,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 407/176/150
Passo cm 249
Peso in ordine di marcia kg 1091
Capacità bagagliaio litri 311/1093
Pneumatici (di serie) 205/45 R 17
VIDEO
Ford Fiesta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
87
77
40
18
24
VOTO MEDIO
3,8
3.75203
246
Aggiungi un commento
Ritratto di Gordo88
17 maggio 2018 - 22:48
La moda del momento vuole delle crossover e alla fine questa variante della fiesta non é male.. certo se la fanno pagare
Ritratto di AMG
18 maggio 2018 - 10:05
Questa variante non si può definire crossover. Resta sempre un utilitaria con un pack puramente estetico di protezioni in plastica e assetto di qualche cm più alto. Una crossover, per definizione di termine, è qualcosa come una RR Evoque, una Macan o una Levante. Oppure stando più bassi sono crossover la GrandlandX o una Quashqai
Ritratto di Giuliopedrali
18 maggio 2018 - 08:40
Be esteticamente è da vent'anni che non vedevamo Ford a questi livelli. E anche la qualità è migliorata, e poi non è che la concorrenza sia proprio fenomenale nel segmento B.
Ritratto di Rikolas
18 maggio 2018 - 09:14
una volta, quando nella gente c'era ancora un po' di cultura automobilsitica, le macchine venivano ribassate per garantire maggior tenuta di strada e un comportamento dinamico più performante. Adesso nel 2018 a seguito della "Suv-mania" dilagante, vengono rialzate. No comment
Ritratto di AMG
18 maggio 2018 - 10:03
Sono d'accordo!.
Ritratto di caesar70
20 luglio 2018 - 09:51
dipende dall'uso che devi fare dell'auto, se fai molta autostrada sono d'accordo con te, ma i crossover servono in città soprattutto, dove conta di più la praticità dell'aerodinamica.
Ritratto di AMG
18 maggio 2018 - 10:02
Perdonate ma che senso ha? Quello di sembrare una piccolissima monovolume? Su un design da utilitaria rialzare la carrozzeria non ha sempre effetti benefici, o che si voglia da crossover più imponente ANZI!: Qua sembra niente meno che una monovolume più che un crossover, tanto meglio tenerla più bassa e slanciata possibile no? Non appesantirla con questa linea, bah i costruttori fanno sempre più queste ridicole versioni se il mercato è arrivato a questo punto non so, io confido nella gente...
Ritratto di Rikolas
18 maggio 2018 - 10:58
Infatti, ma la gente vuole questo per "moda", la colpa è anche dei media che continuano a martellare sui Suv/Crossover. Il bello è che si parla tanto di "ecologia" ed "elettrico", poi spingono su questa tipolgia assurda di auto che nulla ha ache fare tutto questo. Auto pesanti, altissime, goffe, impacciate, sembra di guidare un camion più che una macchina. Non parliamo poi dei Suv "sportivi" delle case prestigiose, cafonate ridicole messe sul mercato per star dietro alle mode, ma che poco o nulla hanno a che fare con la sportività vera di un tempo. La gente non sapiù cosa vuol dire guidare veramente, poi chiediamoci perchè ai giovani le auto interessano sempre meno. Non c'è più alcuna cultura automobilsitica, tutti anestetizzati da da impersonali e costosissime auto elettriche, Suv pesanti come macigni e auto che si guidano da sole, se questo è il futuro penso che nel 2050 l'auto cederà il passo ai mezzi pubblici, quelli si veramente economici ed ecologici.
Ritratto di AMG
18 maggio 2018 - 11:30
Ahahah non mi pare che tu sia un utente con il quale mi trovo solitamente d'accordo. Anzi forse mi sbaglio ma credo che in passato tu abbia scritto vari commenti per me terribili, ma ad ogni modo su questo discorso sono quasi completamente d'accordo. Veramente. Non ci sono parole per descrivere questa degenerazione dell'automobile e delle sue declinazioni; ci sono alcuni modelli che stanno uscendo o sono già usciti che sono da far accapponare la pelle, una volta si puntava su altri aspetti e valori.
Ritratto di caesar70
20 luglio 2018 - 09:53
ha il senso che quando stai bloccato nel traffico ti viene meno claustrofobia con l'auto rialzata, per non parlare della migliore visibilità in marcia.
Pagine