PRIMO CONTATTO

Great Wall Hover 5: con calma, va dappertutto

Aggiornata dentro e fuori, la fuoristrada Hover 5 costruita in Cina dalla Great Wall ha un prezzo allettante che comprende una buona dotazione, l’impianto Gpl e la trazione integrale. Ma, l’Esp non si può avere nemmeno a pagamento e il motore, soltanto Euro 4, è fiacco.

3 luglio 2010

Listino prezzi Great Wall Hover 5 non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 22.900
  • Consumo medio

    7,3 a Gpl
  • Emissioni di CO2

    222 a Gpl grammi/km
  • Euro

    4
Great Wall Hover 5
Great Wall Hover 5 2.4 Super Luxury 4x4
Faccia nuova

Muso arrotondato, parafanghi bombati, nuovi paraurti e fari: a una prima occhiata, la rinnovata Great Wall Hover 5 (omologata come autovettura e non più come autocarro) ha poco da spartire con il vecchio modello. Al punto di sembrare una moderna suv; invece, sotto la pelle, rimane una vera fuoristrada con le marce ridotte e la trazione integrale inseribile (entrambi si attivano premendo i pulsanti nella consolle). L’unico motore (di origine Mitsubishi) è il 2.4 con appena 126 CV alimentato solo a benzina, oppure anche a Gpl (come l’esemplare del nostro test) e già utilizzato dal modello precedente.

Gpl in promozione

I due allestimenti della Great Wall Hover 5 includono una buona dotazione: “clima” automatico, cerchi in lega di 17”, fendinebbia, radio, oltre alla garanzia di tre anni o 100.000 km. Purtroppo, non si possono avere (nemmeno pagandoli) irrinunciabili dispositivi di sicurezza come gli airbag laterali e per la testa, o il controllo di stabilità. La Great Wall Hover 5 Luxury (la versione “base”) ha la trazione solo sulle ruote posteriori e costa 20.505 euro. Con la promozione in vigore fino a dicembre, quella a Gpl è ancora meno cara: 19.900 euro. Lo stesso vale per l’allestimento più ricco, il Super Luxury: 23.601 euro la versione solo a benzina e 22.900 quella a gas, che abbiamo guidato. La Great Wall Hover 5 Super Luxury ha di serie la trazione 4x4, il sistema Bluetooth, il tetto apribile, i sedili in pelle (quelli anteriori a regolazione elettrica e riscaldabili) e, per facilitare le retromarce, i sensori di distanza e la telecamera posteriori.

Economica e spaziosa

Con le sue linee morbide la gradevole plancia della Great Wall Hover 5 non ha niente in comune con quella vecchia e squadrata, a parte l’aspetto sempre economico dei materiali con cui è costruita: sotto questo profilo qualche progresso c’è stato, ma resta ancora molta strada da fare. Semplice e chiara la strumentazione, mentre l’ampio schermo della radio nella consolle lascerebbe supporre la presenza di un navigatore satellitare. Invece, il dispositivo non è previsto nemmeno come optional. Pochi i portaoggetti: per contenere le chiavi di casa e il telefonino c’è solo il vano (chiuso da uno sportello) accanto alla leva del freno a mano, oltre al “pozzetto” sotto il bracciolo fra i sedili. Quel che non manca è lo spazio per i cinque passeggeri e per i bagagli. Apprezzabile la posizione di guida ben regolabile e che dà una buona visuale specie davanti e di lato.

Nella guida non diverte

Lo sterzo troppo leggero, il cambio ruvido (e poco preciso) nell’inserire le marce e la pigrizia del motore nel prendere i giri, rendono poco piacevole la guida. Inoltre, la Great Wall Hover 5 manca di agilità per via del peso elevato (1940 kg) e delle sospensioni morbide, che in curva la fanno coricare molto di lato. In compenso, nel fuori strada se la cava bene grazie anche alla discreta altezza da terra (19 cm) ma, priva di protezioni com’è, va messo in conto qualche graffio alla carrozzeria.

Secondo noi

PREGI
> Abitabilità. Si viaggia comodi anche in cinque.
> Fuori strada. Con la trazione integrale, le marce ridotte e una discreta altezza da terra dell’auto, gli sterrati non fanno paura.
> Prezzo. È allettante e include una ricca dotazione.

DIFETTI
> Guida. Non è piacevole: sterzo troppo leggero, cambio impreciso, sospensioni molto morbide.
> Motore. Fiacco a qualunque regime. Senza contare che è solamente a norma Euro 4.
> Sicurezza. Nemmeno a pagamento sono previsti gli airbag laterali e per la testa e il prezioso Esp.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2378
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 93 (126)/5250
Coppia max Nm/giri 200/2500
Emissione di CO2 grammi/km 222 a Gpl
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (con ridotte) + retromarcia
Trazione integrale inseribile
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 465/181/178
Passo cm 270
Peso in ordine di marcia kg 1940
Capacità bagagliaio litri 430/n.d.
Pneumatici (di serie) 235/70 R 16
La Hover 5 è disponibile con un solo motore 2.4 a benzina abbinato alla trazione posteriore o a quella integrale inseribile. Entrambe le versioni possono avere anche l'impianto a Gpl: costano 1.900 euro in più.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
2.4 Luxury 2WD 20.505 B 2378 126/93 160 n.d. n.d. n.d. n.d.
2.4 Luxury 2WD Gpl 22.405 G 2378 126/93 160 n.d. n.d. n.d. n.d.
2.4 Super Luxury 4WD 23.601 B 2378 126/93 160 n.d. 9,7 242 n.d.
2.4 Super Luxury 4WD Gpl 25.501 G 2378 126/93 160 n.d. 7,3 222 1940
Great Wall Hover 5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
9
2
1
4
6
VOTO MEDIO
3,2
3.18182
22
Aggiungi un commento
Ritratto di patacca100
4 maggio 2011 - 21:50
e per giunta con questo nuovo marchio cinese stanno facendo belle macchine la qualità di un auto è indipendente dal suo paese di provenienza il tutto dipende dalla società e la geely si è dimostrata ottima a gestire volvo
Ritratto di xspray
4 luglio 2010 - 12:34
è mazda, dietro i fanali sono palesemente volvo xc60/xc90. Sicurezza zero, per un' auto del genere è scandaloso!!! non dovrebbero permetterne la commercializzazione.
Ritratto di armyfolly
4 luglio 2010 - 13:26
permettere ad una casa automobilistica la vendita di un'auto vengono effettuati dei controlli e dei test, per vedere se l'auto rientra nei parametri di sicurezza imposti in europa...evidentemente li ha superati quindi di cosa ti preoccupi...??
Ritratto di condor1
4 luglio 2010 - 15:20
la duster è da preferire anche ai suv giapponesi o tedeschi da piu di 30 mila euro!!!
Ritratto di Fr4ncesco
5 luglio 2010 - 10:28
Ma confrontarla con tedesche e giapponesi mi sembra un tantino eccessivo
Ritratto di condor1
5 luglio 2010 - 16:08
se vai a vedere il duster ti renderai conto che e molto meglio di un suv giaponese(considerato il rapporto qualita prezzo ovviamente)!!!te lo dico io che ho visto in concessionario il duster e che ho comunque guidato suv come gran vitara e rav!!!e non lo penso solo io, anche un mio conoscente che doveva comprarsi x trail, quando ha visto il duster ha cambiato idea e si è fatto il duster che ha pagato 10 mila euro di meno ma che ha stessa trazione e in allestimento full!!!
Ritratto di Fr4ncesco
5 luglio 2010 - 17:55
Sicuramente avrai guidato il Vitara e il Rav anni 90, perchè queste due macchine in versione attuale non hanno niente a che vedere con il Duster
Ritratto di alexietto.91
5 luglio 2010 - 14:03
Io rimango allibito! Ma tu persona sana che vedi quanto costi un'auto non dico eccellente, come una tedesca, ma media, come Italiane e Francesi, mi spieghi come fai a fidarti di un'auto da 22.000 euro così grande e con così tanti optional??? per la legge di mercato non si può vendere una cosa meno di quanto sia costato produrla.... quindi dove hanno risparmiato i Cinesi??? su tutto.... Io ho lavorato in un concessionario che vendeva queste auto e vi assicuro che sembra di entrare in una fabbrica di plastiche per quei giochi che vendono gli ambulanti per strada!!!!
Ritratto di condor1
5 luglio 2010 - 16:13
23 mila euro per sto coso mahaha, dovrebbe costare la meta!!!!!poi a 19 anni gia ai lavorato e lasciato un concessionario????? complimenti ti dai da fare!!!!! ma se davvero sei stato in un concessionario a lavorare saprai che ogni casa gonfia i listini delle auto, cosi che se alla casa la macchina costa 15 mila al consumatore la fanno pagare 23 mila e cosi via!!!!!!!!!naturalmente il listino del duster non è gonfiato ma il duster vale quello che costa, e questo per invogliare gli acquisti e questa scelta ha pagato considerati le migliaia di ordine che il duster ha ricevuto in tutta europa!!!!!
Ritratto di Polar90
5 luglio 2010 - 17:53
Con questi soldi si prende una Polo cross che va appena in salita. Non occorre sempre criticare le auto che cercano di darti tanto e che costano poco, perchè non sono fatte con mano d'opera europea, perchè non usano la tecnologia ultima, o perchè non spendo tutto in pubblicità in televisione. Questo è un per Suv Crossover che si possono permettere tutti, non solo i ricconi
Pagine