PRIMO CONTATTO

Honda HR-V: sportiva e pratica (ma non nei dettagli)

Oltre che sull’aspetto grintoso, la nuova Honda HR-V punta su interni spaziosi e ben sfruttabili e sulla gradevolezza nella guida. In alcuni particolari, però, c’è qualcosa da rivedere.

1 luglio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.550
  • Consumo medio

    25 km/l
  • Emissioni di CO2

    104 grammi/km
  • Euro

    6
Honda HR-V
Honda HR-V 1.6 i-DTEC Elegance Connect
Due motori
 
La Honda HR-V è una nuova crossover poco ingombrante (430 cm la lunghezza), spaziosa e dall’aspetto sportivo, proposta soltanto a trazione anteriore (i modelli 4x4 non sono previsti per l’Europa). Per i motori, la scelta è fra il 1.6 turbodiesel da 120 CV (quello dell’auto del test) e il 1.5 a benzina con 130 cavalli, proposto anche con cambio a variazione continua di rapporto. La Honda HR-V sarà in vendita da metà settembre 2015, con prezzi compresi fra 20.350 euro per la 1.5 Comfort a benzina e 27.250 per la 1.6 Executive Navi Adas a gasolio. Tutte le versioni hanno di serie il climatizzatore automatico, il cruise control e il City-Brake Active che, fino a 32 km/h, può frenare da solo l’auto per evitare un urto. Tranne che nell’allestimento meno costoso dei tre previsti (il Comfort, gli altri sono l’Elegance e l’Executive), sono inclusi nel prezzo i fendinebbia, i sensori di distanza (anteriori e posteriori) oltre ad altri sistemi di aiuto alla guida: l’avviso di collisione frontale, la riproduzione nel cruscotto di segnali stradali, l’avviso per errato cambio di corsia e il limitatore di velocità che adatta l’andatura dell’auto ai limiti “letti” dalla segnaletica. Il raffinato impianto multimediale, in grado di connettersi a internet e di riprodurre nell’ampio schermo (7”) al centro della plancia la “schermata” del telefonino, è compreso nel prezzo della Elegance e, per la Elegance Navi include pure il navigatore. Quest'ultimo è di serie per la Executive, insieme ai cerchi in lega di 17” (di 16” per le altre), al tetto apribile in cristallo e alla videocamera posteriore. 
 
Divano più pratico che comodo
 
L’interno della Honda HR-V ha un aspetto sportivo, è realizzato con apprezzabile cura (morbida la fascia in finta pelle che attraversa la plancia) ed è spazioso. Fra i dettagli più riusciti spiccano lo schermo a sfioramento nella parte bassa della consolle, attraverso cui si comanda il climatizzatore automatico, e la corta leva del cambio, sopraelevata sul massiccio tunnel fra i sedili. Sotto, questo c’è un piccolo vano con le prese Aux e Usb che, però, risultano poco accessibili. Da rivedere anche le tasche nelle porte (sia davanti sia dietro), davvero minuscole. Nonostante lo spazio abbondante, chi siede al centro del divano della Honda HR-V non è comodo: il cuscino è rialzato e duro. In compenso il divano ha lo schienale reclinabile all’indietro (due posizioni) e le originali sedute sollevabili (come nella Civic) per caricare oggetti alti. Questa soluzione incrementa la già generosa capacità del baule e, se occorre, oltre al divano si può ripiegare lo schienale del sedile per il passeggero anteriore. A proposito di sedili, sono duri ma abbastanza comodi: peccato che la regolazione dello schienale, a scatti, sia poco precisa. 
 
Ok il cambio
 
La solidità delle sospensioni (non sempre puntuali nell’assorbire le buche) della Honda HR-V e la buona manovrabilità del cambio (breve e precisa la corsa della leva) non deluderanno gli sportivi (sicura la tenuta di strada). Non male anche lo sterzo, leggero e abbastanza diretto, mentre i freni si sono dimostrati resistenti. In rapporto alla cilindrata, il 1.6 turbodiesel è piuttosto potente, ma i suoi 120 cavalli non possono imprimere grandi accelerazioni: tuttavia non sono pigri e, oltre i 1700 giri, spingono bene. Nei viaggi autostradali a 130 km/h si apprezza l’efficace insonorizzazione dell’abitacolo e, nei curvoni presi ad alta velocità, la Honda HR-V si mantiene stabile (pur con pneumatici non molto grandi, 215/60 R 16). Il consumo rilevato dal computer di bordo nel test su strade extraurbane è nella media: 14 km/l.
 
Secondo noi
 
Pregi 
> Cambio. Ha una manovrabilità da sportiva.
> Capacità di carico. Il baule è capiente e l’auto offre varie soluzioni per implementarne la capacità.
> Dotazione di sicurezza. Sono molti i sistemi di aiuto alla guida.
 
Difetti
> Divano. Non è adatto per tre: la seduta al centro è scomoda.
> Sospensioni. Non sempre assorbono efficacemente le sconnessioni.
> Tasche. Quelle nelle porte sono piccole.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1597
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 300/2000
Emissione di CO2 grammi/km 104
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 192
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10
Consumo medio (km/l) 25
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 430/200*/161
Passo cm n.d.
Peso in ordine di marcia kg 1324
Capacità bagagliaio litri 453/1026
Pneumatici (di serie) 215/60 R16

*Inclusi i retrovisori

Honda HR-V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
90
67
40
20
21
VOTO MEDIO
3,8
3.77731
238
Aggiungi un commento
Ritratto di Serie3
8 luglio 2015 - 16:06
Ma non si può paragonare una Fiat/Renegade ad una Honda suvvia, siamo seri. Tra 10 anni l'HRV sarà ancora in forma senza troppi patemi, la 500x/Renegade manco ci arriveranno se non a costo di spendere follie in manutenzione. Poi sento parlare di qualita dei materiali interni che non è al livello di 500x e Renegade....ma come fate a dire ciò? Siete passati in concessionaria a toccare con mano l'HRV? Non penso visto che non è ancora arrivato in Italia, quindi.... Senza parlare del prezzo, a parità di cifra questa offre molto di piu rispetto a 500x (che ricordiamo è una 500 pompata) e Renegade (stesso discorso di 500x)
Ritratto di emanuel99
9 luglio 2015 - 01:06
Vedono che Honda vende poco quindi pensano che sono le peggiori auto in commercio,la Honda non ha nulla da invidiare alle europpee o americane o alle altre giapponesi...e lo dico da mazdista. Saluti.
Ritratto di I love Kars
10 luglio 2015 - 11:37
l errore sarebbe paraginare audi con Honda :D
Ritratto di giusep'pe
9 luglio 2015 - 13:21
me la comprerei se ...160 cv diesel....awd .....cambio aut a 9 rapporti e penso ne venderebbero mmolte oppure cambiassero il posteriore della crv ho guidato honda per 15 anni...basta e...il tettuccio apribile su crv
Ritratto di remo1965
23 agosto 2015 - 00:11
Era l'auto che attendevo...appena arrivo la compro
Ritratto di remo1965
23 agosto 2015 - 00:12
Mi piace molto
Ritratto di a.k.brain
8 ottobre 2015 - 18:12
Pesante e "vecchia", specie considerando l'originalità di Civic, CR-Z e, in parte, CR-V. Molto ben equipaggiata e pratica, questo sì, ma per il design voto massimo 6,5, sia fuori che dentro. La linea migliore è quella di Mazda CX-3, Renault Captur, Fiat 500X (versione off-road) e, per chi sa apprezzare,come me, l'originalità senza compromessi, Kia Soul con il pacchetto aggressivo Design Your Soul.
Ritratto di IlSanto1900
11 ottobre 2015 - 01:43
Bellissima auto/SUV...ma senza 4wd lascera' scoperta una bella fetta di mercato! Peccato perche con il motore 1,6l a gasolio e la trazione integrale, con quei consumi da utilitaria(magari un po di piu visto il maggior peso che ne deriverebbe) la sua linea filante e la modularita rinomata degli interni sarebbe stata una delle regine della categoria! La 2wd verrà considerata al pari di una pur interessante peugeot 2008 o anonima e incompleta 3008, come all solito, quindi, la Honda rimarrà rilegata in zona salvezza nel campionato europeo, ma soprattutto italiano, delle case automobilistiche...dico ancora "un vero peccato"!e pensare poi che la questione rimane europea perche nel resto del mondo mi pare che gia ci sia la variante con trazione integrale, ma forse si teme che possa dar fastidio alla cr-v che sarà certamente una suv di contenuto ma anche tanto remissiva nello stile generale esterno sia interno! Valli a capire questi "nipponici"
Ritratto di gianlucamt
19 marzo 2016 - 20:51
4
Ordinata prima di Natale e ritirata il mese scorso, ci ho fatto già 2000 km. Versione executive e motore benzina con cambio automatico 7 rapporti. NON VEDO L ORA DI RIVENDERLA. Attenzione però perchè è una macchina bellissima comodissima e che si fa notare in giro, ma il cambio automatico la penalizza in una maniera pazzesca. 0 ripresa, quando ci si trova avanti a qualche minima salita non riesce a mantenere il proprio passo, oltre che per raggiungere i 130 (quindi velocità autostradali) ha bisogno di ore. Mi è stata data l occasione di provare la versione sempre benzina ma con cambio manuale in dotazione della concessionaria ed è tutta un' altra storia, veloce e scattante. Ripeto la nuova hr-v è una macchina fantastica ma diffidate dalla versione con cambio automatico. Da possessore di altre di altre 3 Honda altre questa mi aspettavo un cambio decisamente migliore.
Ritratto di morino
20 marzo 2016 - 11:04
Purtroppo questi cambi andrebbero abbinati a motori più performanti, visto il peso dell'auto. Sono più di 20 anni che compro macchine con cambio automatico e per esperienza acquisto motori da 1.8cc in su e con almeno 130 cavalli. Considera che per l'auto di città di mia moglie con cambio automatico ho preso la mazda2 1.5cc e 90 cavalli e devo dire che anche in autostrada se la cava egregiamente. Questa HR-V sarebbe la prima scelta per la mia prossima auto, ma solamente se importano la versione 1.8cc da 141 cavalli (ci sarebbe anche in versione 4 ruote motrici). http://automobiles.honda.com/tools/build-price/trims.aspx?ModelID=&ModelName=HR-V&ModelYear=2016
Pagine