PRIMO CONTATTO

Honda HR-V: sportiva e pratica (ma non nei dettagli)

Oltre che sull’aspetto grintoso, la nuova Honda HR-V punta su interni spaziosi e ben sfruttabili e sulla gradevolezza nella guida. In alcuni particolari, però, c’è qualcosa da rivedere.

1 luglio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.550
  • Consumo medio

    25 km/l
  • Emissioni di CO2

    104 grammi/km
  • Euro

    6
Honda HR-V
Honda HR-V 1.6 i-DTEC Elegance Connect
Due motori
 
La Honda HR-V è una nuova crossover poco ingombrante (430 cm la lunghezza), spaziosa e dall’aspetto sportivo, proposta soltanto a trazione anteriore (i modelli 4x4 non sono previsti per l’Europa). Per i motori, la scelta è fra il 1.6 turbodiesel da 120 CV (quello dell’auto del test) e il 1.5 a benzina con 130 cavalli, proposto anche con cambio a variazione continua di rapporto. La Honda HR-V sarà in vendita da metà settembre 2015, con prezzi compresi fra 20.350 euro per la 1.5 Comfort a benzina e 27.250 per la 1.6 Executive Navi Adas a gasolio. Tutte le versioni hanno di serie il climatizzatore automatico, il cruise control e il City-Brake Active che, fino a 32 km/h, può frenare da solo l’auto per evitare un urto. Tranne che nell’allestimento meno costoso dei tre previsti (il Comfort, gli altri sono l’Elegance e l’Executive), sono inclusi nel prezzo i fendinebbia, i sensori di distanza (anteriori e posteriori) oltre ad altri sistemi di aiuto alla guida: l’avviso di collisione frontale, la riproduzione nel cruscotto di segnali stradali, l’avviso per errato cambio di corsia e il limitatore di velocità che adatta l’andatura dell’auto ai limiti “letti” dalla segnaletica. Il raffinato impianto multimediale, in grado di connettersi a internet e di riprodurre nell’ampio schermo (7”) al centro della plancia la “schermata” del telefonino, è compreso nel prezzo della Elegance e, per la Elegance Navi include pure il navigatore. Quest'ultimo è di serie per la Executive, insieme ai cerchi in lega di 17” (di 16” per le altre), al tetto apribile in cristallo e alla videocamera posteriore. 
 
Divano più pratico che comodo
 
L’interno della Honda HR-V ha un aspetto sportivo, è realizzato con apprezzabile cura (morbida la fascia in finta pelle che attraversa la plancia) ed è spazioso. Fra i dettagli più riusciti spiccano lo schermo a sfioramento nella parte bassa della consolle, attraverso cui si comanda il climatizzatore automatico, e la corta leva del cambio, sopraelevata sul massiccio tunnel fra i sedili. Sotto, questo c’è un piccolo vano con le prese Aux e Usb che, però, risultano poco accessibili. Da rivedere anche le tasche nelle porte (sia davanti sia dietro), davvero minuscole. Nonostante lo spazio abbondante, chi siede al centro del divano della Honda HR-V non è comodo: il cuscino è rialzato e duro. In compenso il divano ha lo schienale reclinabile all’indietro (due posizioni) e le originali sedute sollevabili (come nella Civic) per caricare oggetti alti. Questa soluzione incrementa la già generosa capacità del baule e, se occorre, oltre al divano si può ripiegare lo schienale del sedile per il passeggero anteriore. A proposito di sedili, sono duri ma abbastanza comodi: peccato che la regolazione dello schienale, a scatti, sia poco precisa. 
 
Ok il cambio
 
La solidità delle sospensioni (non sempre puntuali nell’assorbire le buche) della Honda HR-V e la buona manovrabilità del cambio (breve e precisa la corsa della leva) non deluderanno gli sportivi (sicura la tenuta di strada). Non male anche lo sterzo, leggero e abbastanza diretto, mentre i freni si sono dimostrati resistenti. In rapporto alla cilindrata, il 1.6 turbodiesel è piuttosto potente, ma i suoi 120 cavalli non possono imprimere grandi accelerazioni: tuttavia non sono pigri e, oltre i 1700 giri, spingono bene. Nei viaggi autostradali a 130 km/h si apprezza l’efficace insonorizzazione dell’abitacolo e, nei curvoni presi ad alta velocità, la Honda HR-V si mantiene stabile (pur con pneumatici non molto grandi, 215/60 R 16). Il consumo rilevato dal computer di bordo nel test su strade extraurbane è nella media: 14 km/l.
 
Secondo noi
 
Pregi 
> Cambio. Ha una manovrabilità da sportiva.
> Capacità di carico. Il baule è capiente e l’auto offre varie soluzioni per implementarne la capacità.
> Dotazione di sicurezza. Sono molti i sistemi di aiuto alla guida.
 
Difetti
> Divano. Non è adatto per tre: la seduta al centro è scomoda.
> Sospensioni. Non sempre assorbono efficacemente le sconnessioni.
> Tasche. Quelle nelle porte sono piccole.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1597
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 300/2000
Emissione di CO2 grammi/km 104
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 192
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10
Consumo medio (km/l) 25
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 430/200*/161
Passo cm n.d.
Peso in ordine di marcia kg 1324
Capacità bagagliaio litri 453/1026
Pneumatici (di serie) 215/60 R16

*Inclusi i retrovisori

Honda HR-V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
90
68
40
21
20
VOTO MEDIO
3,8
3.782425
239
Aggiungi un commento
Ritratto di Etinerante
18 agosto 2016 - 15:19
Possiedo la versione 1.6 Elegance Navi da gennaio di quest'anno e sono davvero soddisfatto dell'acquisto. La consiglio assolutamente a tutti i lettori interessati. Nel caso vogliate avere qualche informazione nello specifico, chiedetemi pure.
Ritratto di Buddino
7 settembre 2016 - 18:38
Salve, dopo molto tribolare e lunghe ponderazioni, sono arrivato alla scelta finale tra la Scenic che uscirà ad ottobre e la HR-V. Vista la sua recente esperienza, potrebbe indicarmi pregi e difetti di quest'ultima? Sente molto la mancanza della retrocamera, che sulla Elegance non è disponibile nemmeno come optional? A me interesserebbe molto, ma spendere 2000 euro in più per una Executive che, esclusa la retrocamera, ha di serie dotazioni che non m'interessano. Mi chiedevo se ne vale la pena..... La ringrazio per ogni delucidazione vorrà darmi. Marco
Ritratto di anthomino
7 settembre 2016 - 20:12
Chiedo venia marco se mi permetto, ma non puoi confrontare hrv e scenic. Hrv se sognavi una BMW serie 1 ma poi decidi di risparmiare, se hai una alternativa VW...ma scenic va confrontata con 500L, Ford cmax... :-( le renault internamente sono economicissime (non la kadjar) quasi dozzinali. Honda ti distingui, è di nicchia, da competenti. Inoltre valuta che il pur ottimo 15 renault è più moscio del 16 honda, mentre il 16 renault costerà altri ingiustificati 2000 in più del 1,5. Infine se confronti le dotazioni vedrai che le honda non costano di più: ma poi tra 28 e 30 che cambia? Prendi la executive che col vetro panoranico fai una bella figura con gli ospiti :-) se poi vuoi risparmiare 5000 tondi tondi... Suzuki scross top col 16 Fiat che fa faville a parità di dotazione honda.
Ritratto di Buddino
8 settembre 2016 - 09:32
Grazie mille per il prezioso consiglio. Ho visto la S Cross ed è carina (come tipologia ricorda vagamente la Peugeot 2008) ma, avendo una sola auto in famiglia (per tutti gli usi: dal cittadino ai viaggi), preferisco un'auto un po' più spaziosa, in termini di volumi (abitacolo e, soprattutto, bagagliaio), come la HR-V. L'Executive è un bell'allestimento, ma non m'interessano cose tipo i fari a LED od vetro panoramico, solamente la retrocamera, che penso dovrebbe essere obbligatoria per tutte le auto.
Ritratto di anthomino
8 settembre 2016 - 13:34
Beh per il mio livello di pigrizia ed anche imbranataggine avrei voluto retrocamera e sensori anche sulla jazz. Poi con le suv dietro non si vede niente. Secondo me è essenziale. La scross è solo un pochino meno spaziosa della hrv, certo hrv ha un impatto diverso, sua esteriormente che internamente. Più moderna e futurista. Però se non fai molto km... col nuovo boosterjet 1000 di cui si dice un gran bene la scross viene via a 18500 senza navigatore ma con retrocamera. Credo sarà la mia scelta l'anno prossimo.
Ritratto di Etinerante
10 settembre 2016 - 00:42
Salve, le rispondo iniziando a dirle che non sento affatto la mancanza della retrocamera poiché sono sufficienti e precisi i sensori ant. e post. e la vettura è talmente compatta e con buona visuale che si parcheggia con estrema facilità, per via anche dello specchietto retrovisore dx che si abbassa automaticamente azionando la retromarcia e rende la manovra davvero semplice. I pregi della macchina sono il motore 1600 diesel davvero vivace con ottima ripresa e parsimonioso 18 km /l con una giuda sportiva. Poi il sistema honda connect digitale preciso, intuitivo ed elegante, il cambio corto è un piacere azionarlo e i dispositivi di frenata, di distanza e gli altri di assistenza alla guida sono molto affidabili e funzionano molto bene. Poi la seduta posteriore che si può ribaltare sullo schienale, da uno spazio di carico utile e notevole Il volante è preciso e la tenuta di strada eccellente. Difetti ne ho trovato solo uno, sospensioni posteriori un pò rigide su tracciati molto dissestati. e quindi i pneumatici R16 sono da preferire direi. Spero possa esserle stato di aiuto e se le occorre un ulteriore parere, nessun disturbo. Saluti.
Ritratto di Buddino
10 settembre 2016 - 08:48
Grazie Etinerante. Deduco che lei possieda una Elegance, versione già di per se completa, soprattutto se Navi ADAS, come interesserebbe a me. Un concessionario con officina delle mie parti mi ha detto che pare ci sia una circolare ufficiale di Honda che dice sia possibile montare una retrocamera post vendita; ovviamente senza assistenza al parcheggio (visualizzazione della traiettoria). Ho sentito altri due concessionari ed officine, che mi hanno detto che la cosa non è possibile: a chi credere? Certo che per me sarebbe la svolta perchè, come ho spiegato, la versione Executive mi dà accessori che non ritengo necessari. Per quel che riguarda le sue impressioni di guida, ho avuto le stesse, nei 10 minuti del test drive che feci. L'unica cosa che mi frenò dall'acquisto di quella versione furono la mancanza della retrocamera (era una Elegance) ed il colore Morpho Blue, perchè la vorrei biianca, uniti all'assoluta mancanza di valutazione del mio usato, che altre case automobilstiche mi valutavano dai 4000 ai 6000 euro, mentre quei taccagni della Honda 300 euro!!! Sto aspettando la fine dell'anno, quando spero ci sarà qualche sconto: posso sperarci, secondo lei? Grazie per il suo parere.
Ritratto di anthomino
1 settembre 2016 - 23:36
bella, anche in rosso pastello, e funzionale ma: 1) non mi ha entusiasmato alla guida 2) tranne che per il bagagliaio, non è più spaziosa della jazz 3) il motore 1500 è inadeguato alla concorrenza dei turbo (Renault, Peugeot, VW...) 4) persino il 1600 diesel non è all'altezza del fiat (almeno quello montato dalle Suzuki) 5) molto tosta sulle asperità 6) fari posteriori non a led 7) non tutti i congegni elettronici funzionano a dovere (ad es frenata automatica) 8) sterzo non eccellente 9) pochi portaoggetti 10) last but not least... costa un botto (considerando la dotazione completa più degli altri ma gli sconti quasi nulli al momento che la rendono più costosa della crv) a finale, pur da amante delle honda ho deciso di far prevalere la razionalità. credo opterò per la bruttina neo s-cross boosterjet 1000cc e risparmio una cifra :-)
Ritratto di fedet
11 settembre 2016 - 16:07
acquistata a luglio 1.5 benzina comfort (con sensori parcheggio) colore rosso (unico disponibile pronta consegna, se no devi aspettare mesi e mesi...). Abitabilità dietro e bagagliaio ottima, consumi incredibili (autostrada 130 km/h climatizzatore stracarico in 4 ... consuma 6 l/100 km... in città mai sopra i 6.2). Ovviamente non ci si può aspettare ripresa e sprint, anche se basta arrivare a 4000 giri e il vtec si sente... per ora 1500 km fatti quindi consumerà ancora meno... spero nell'affidabilità
Ritratto di gxkesp
16 agosto 2017 - 13:12
1
comoda..bella e solida...una gran macchina, motore elastico per non parlare del cambio.... davvero bella da guidare
Pagine