PRIMO CONTATTO

Honda Civic: ok, il motore è giusto

Sotto il cofano della Honda Civic arriva un nuovo 1.6 turbodiesel da 120 cavalli: ha brio ed è abbinato a un cambio preciso. Ancora da migliorare, però, la posizione di guida e la visibilità.
Pubblicato 11 dicembre 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 21.750
  • Consumo medio (dichiarato)

    27,8 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    94 grammi/km
  • Euro

    5
Honda Civic
Honda Civic 1.6 i-DTEC Comfort
UNA LINEA INCONFONDIBILE

Profondamente rinnovata a inizio 2012 e offerta solo in versione a cinque porte, la Honda Civic ha comunque conservato un look futuribile e personale, oltre a un notevole spazio per i passeggeri e i bagagli nonostante le dimensioni compatte (è lunga 429 cm). Fino ad oggi disponibile con due motori a benzina (il 1.4 da 99 CV e il 1.8 da 141) e uno solo a gasolio (il 2.2 con 150 cavalli), da gennaio 2013 la Honda Civic offrirà anche un nuovo 1.6 turbodiesel da 120 cavalli, più al passo con i tempi per cilindrata, potenza e tipo di alimentazione. 

LA “BASE” È GIÀ RICCA
 
Per la Honda Civic 1.6 turbodiesel la scelta è fra quattro allestimenti. La versione meno cara (Comfort, 21.750 euro) ha di serie tutto il necessario, fra cui i cerchi in lega di 16", il climatizzatore automatico e la radio. La Sport, che offre anche i fendinebbia, il "clima" bizona e le ruote di 17", costa 22.900 euro; per la Lifestyle (fari allo xeno) occorre spenderne 24.900; e 27.100 euro servono per la Lifestyle Navi, che a tutto il resto aggiunge il navigatore.
 
VOLANTE BASSO
 
L'avveniristico e confortevole abitacolo della Honda Civic è dominato dall'imponente plancia con il cruscotto su due livelli: il tachimetro digitale e il piccolo schermo del computer di bordo sono nella parte superiore, il contagiri analogico e gli altri indicatori si trovano in quella inferiore. Questa strumentazione fa molta scena, ma è dispersiva. Un altro appunto va rivolto al volante, sempre troppo basso nonostante le regolazioni in altezza e in profondità: la posizione di guida non è particolarmente comoda. Nulla da ridire, invece, sullo spazio a bordo, abbondante pure dietro (il divano accoglie bene tre persone). Notevole anche il baule della Honda Civic: i suoi 477 litri (con il divano in uso) non sono molti meno di quelli offerti da molte wagon da circa 450 centimetri di lunghezza. Altro aiuto in caso di “trasporti eccezionali" è la seduta del divano, facilmente sollevabile per imbarcare oggetti ingombranti che non troverebbero spazio nel bagagliaio. Infine, le finiture: sono di buon livello, ma i troppi materiali utilizzati (specie per la plancia) rendono il tutto fin troppo elaborato. 
 
BUON MOTORE, OTTIMO CAMBIO
 
Il 1.6 turbodiesel dalla Honda Civic ha molte frecce al suo arco: è silenzioso, spinge con buon vigore fin dai bassi regimi (verosimili sia i 10,5 secondi dichiarati per lo "0-100" sia i 203 km/h di velocità massima) e, secondo il computer di bordo, nel corso del test (strade tortuose affrontante anche brillantemente e città) ha messo a segno una media interessante, di circa 16 km/l. Non da meno il cambio: la leva ha una corsa breve e l'inserimento delle sei marce è rapido e morbido. Allo sterzo manca un po' di consistenza, ma è comunque preciso e piuttosto diretto. Piuttosto problematica, invece, la visibilità laterale, per via dei finestrini piccoli, mentre quella nelle curve strette è ostacolata dai montati anteriori particolarmente inclinati. Difficoltose anche le retromarce: il lunotto diviso in due parti e i larghi montanti posteriori non lasciano vedere molto. Tuttavia, un aiuto arriva dalla retrocamera (di serie). 
 
SECONDO NOI
 
Pregi
> Cambio. Veloce e preciso negli inserimenti delle marce
> Motore. Ha brio e fa poco rumore
> Baule. È spazioso quasi come quello di una wagon da 450 cm di lunghezza
 
Difetti
> Posizione di guida. Il volante basso e la strumentazione "sparsa" non sono il massimo
> Visibilità. Carente sia all’indietro, sia verso i due lati 
> Finiture. Nell’abitacolo convivono fin troppi materiali diversi

 

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1597
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 300/2000
Emissione di CO2 grammi/km 94
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retro
Trazione Anteriore
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/179/146
Passo cm -
Peso in ordine di marcia kg -
Capacità bagagliaio litri 477/1378
Pneumatici (di serie) -

 

GAMMA

gasolio PREZZO CM3 CV/kW KM/H CO2 EURO  
2.2 i-DTEC Sport 24.950 2.199 150/111 217 110 euro 5
2.2 i-DTEC Executive 31.100 2.199 150/111 217 110 euro 5
benzina PREZZO CM3 CV/kW KM/H CO2 EURO  
1.8 i-VTEC Sport Automatica 23.650 1.799 141/104 210 148 euro 5
1.8 i-VTEC Sport 22.150 1.799 141/104 215 137 euro 5
1.8 i-VTEC Executive Automatica 29.800 1.799 141/104 210 148 euro 5
1.8 i-VTEC Executive 28.300 1.799 141/104 215 137 euro 5
1.4 i-VTEC Sport 19.990 1.339 99/73 187 129 euro 5
1.4 i-VTEC Comfort 18.750 1.339 99/73 187 129 euro 5
Honda Civic 1.6 i-DTEC Comfort
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
26
14
9
3
2
VOTO MEDIO
4,1
4.092595
54


Aggiungi un commento
Ritratto di H-ROSSA無限
13 dicembre 2012 - 02:09
1
Potrà non piacere esteticamente (anche se non vedo cosa ci sia di cosi bruttoda definirla addirittura "oscena") ma resta comunque una delle migliori del segmento, per innovazione, qualità costruttiva, spazio interno, sicurezza e consumi
Ritratto di H-ROSSA無限
13 dicembre 2012 - 02:09
1
Potrà non piacere esteticamente (anche se non vedo cosa ci sia di cosi bruttoda definirla addirittura "oscena") ma resta comunque una delle migliori del segmento, per innovazione, qualità costruttiva, spazio interno, sicurezza e consumi
Ritratto di Blackengine
14 dicembre 2012 - 15:37
1
Se vuoi schiarirti le idee ti consiglio di passare in concessionaria e darle una occhiata dal vivo. Io per primo guardando le foto provavo sensazioni discordanti. C'era qualcosa che non mi convinceva. Quando sono andato alla Honda tutte le incertezze e dubbi sono spariti, tanto che alla fine l'ho acquistata :-)
Ritratto di Rudik
13 dicembre 2012 - 08:01
La Honda è una casa seria, ma per sviluppare questo 1,6 ha impiegato forse troppo. L'auto ha una linea molto "personale" e non scimiotta le concorrenti, con l'enorme vantaggio dello spazio sia a bordo che nel bagagliaio. Il posto di guida è splendido, futuristico e sportivo; i due livelli contraddistinguono l'importanza delle informazioni. Per molti umani è molto bassa, come ogni sportiva, e ciò comporta difficoltà ad uscire... dalla Civic non si scende, ci si alza!
Ritratto di g.vizzotto
13 dicembre 2012 - 08:01
I sedili anteriori, come nelle versioni precedenti, sono posizionati praticamente sopra al serbatoio del carburante; ciò impedisce di abbassare ulteriormente i sedile del guidatore. Il volante a sua volta deve essere tenuto basso per consentire la lettura del tachimetro. Quattroruote ed IlVolante attaccano costantemente su questo punto. Sedetevi al volante e vi accorgerete che nonostante tutto sarete sempre seduti più in basso di qualunque vettura della concorrenza. Il volante sta benissimo dov'è perché consente di guidare comodamente sul dritto con i gomiti appoggiati sui braccioli. Insomma, la Civic non va giù ai commentatori di queste due riviste e quindi si attaccano a tutto. Ne posseggo una da aprile 2010 ed ho visto il concessionario due volte per i tagliandi. Perfetta, guidabilissima ha un solo difetto: non vorresti mai parcheggiarla.
Ritratto di VEROHONDA
13 dicembre 2012 - 09:46
Concordo...quasi in pieno. Possiedo anche io una Civic 2.2 full da Luglio 2010 e sono assolutamente pazzo per questa macchina. L'aspetto parcheggio è salvabile con i sensori adatti, ma dopo un pò, ci si abitua e diventa normale
Ritratto di Blackengine
14 dicembre 2012 - 15:52
1
La posizione guida è avvolgente quasi fosse l'abitacolo di un'auto da corsa. Una sensazione che ho trovato, in misura inferiore, solo sulla nuova Focus. C'è da dire, però, che coloro che sono più alti di 190 cm, o che comunque hanno gambe molto lunghe, possono trovare qualche difficoltà nel trovare il giusto spazio proprio a causa della limitata regolazione del volante. Quanto alle recensioni delle riviste, ne ho lette di ogni tipo. E quando, per citarne una, nel confronto con la Giulietta non si tiene volutamente in considerazione il fatto che la Civic abbia il sottoscocca interamente carenato per ridurre il Cx e proteggere il fondo, mentre all'Alfa abbiano lasciato tutto "a vista", ti resta quasi la sensazione che il recensore non sia poi così obiettivo...
Ritratto di IloveDR
13 dicembre 2012 - 09:40
4
e con questo motore quest'auto si fa veramente interessante...peccato che sono rimasto senza soldi (vedi IMU) e che per motivi di lavoro ho più bisogno di una monovolume o di un Doblò...;-(((
Ritratto di anton79
13 dicembre 2012 - 16:07
sia davanti che dietro...moooollttoooo bruta.....e poi...in giro se ne vedono pokissisime....li conti sulle ditta di 1na mano...Honda pessima....meglio la Fiat 1,6 /120 cv multijet.....
Ritratto di sceriffo79
14 dicembre 2012 - 15:42
Dopo esser salito su una Honda non vorrai mai più sentir parlare di Fiat, alfa, lancia ecc.ecc.
Pagine