PRIMO CONTATTO

Honda Civic: ok, il motore è giusto

Sotto il cofano della Honda Civic arriva un nuovo 1.6 turbodiesel da 120 cavalli: ha brio ed è abbinato a un cambio preciso. Ancora da migliorare, però, la posizione di guida e la visibilità.
Pubblicato 11 dicembre 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 21.750
  • Consumo medio (dichiarato)

    27,8 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    94 grammi/km
  • Euro

    5
Honda Civic
Honda Civic 1.6 i-DTEC Comfort
UNA LINEA INCONFONDIBILE

Profondamente rinnovata a inizio 2012 e offerta solo in versione a cinque porte, la Honda Civic ha comunque conservato un look futuribile e personale, oltre a un notevole spazio per i passeggeri e i bagagli nonostante le dimensioni compatte (è lunga 429 cm). Fino ad oggi disponibile con due motori a benzina (il 1.4 da 99 CV e il 1.8 da 141) e uno solo a gasolio (il 2.2 con 150 cavalli), da gennaio 2013 la Honda Civic offrirà anche un nuovo 1.6 turbodiesel da 120 cavalli, più al passo con i tempi per cilindrata, potenza e tipo di alimentazione. 

LA “BASE” È GIÀ RICCA
 
Per la Honda Civic 1.6 turbodiesel la scelta è fra quattro allestimenti. La versione meno cara (Comfort, 21.750 euro) ha di serie tutto il necessario, fra cui i cerchi in lega di 16", il climatizzatore automatico e la radio. La Sport, che offre anche i fendinebbia, il "clima" bizona e le ruote di 17", costa 22.900 euro; per la Lifestyle (fari allo xeno) occorre spenderne 24.900; e 27.100 euro servono per la Lifestyle Navi, che a tutto il resto aggiunge il navigatore.
 
VOLANTE BASSO
 
L'avveniristico e confortevole abitacolo della Honda Civic è dominato dall'imponente plancia con il cruscotto su due livelli: il tachimetro digitale e il piccolo schermo del computer di bordo sono nella parte superiore, il contagiri analogico e gli altri indicatori si trovano in quella inferiore. Questa strumentazione fa molta scena, ma è dispersiva. Un altro appunto va rivolto al volante, sempre troppo basso nonostante le regolazioni in altezza e in profondità: la posizione di guida non è particolarmente comoda. Nulla da ridire, invece, sullo spazio a bordo, abbondante pure dietro (il divano accoglie bene tre persone). Notevole anche il baule della Honda Civic: i suoi 477 litri (con il divano in uso) non sono molti meno di quelli offerti da molte wagon da circa 450 centimetri di lunghezza. Altro aiuto in caso di “trasporti eccezionali" è la seduta del divano, facilmente sollevabile per imbarcare oggetti ingombranti che non troverebbero spazio nel bagagliaio. Infine, le finiture: sono di buon livello, ma i troppi materiali utilizzati (specie per la plancia) rendono il tutto fin troppo elaborato. 
 
BUON MOTORE, OTTIMO CAMBIO
 
Il 1.6 turbodiesel dalla Honda Civic ha molte frecce al suo arco: è silenzioso, spinge con buon vigore fin dai bassi regimi (verosimili sia i 10,5 secondi dichiarati per lo "0-100" sia i 203 km/h di velocità massima) e, secondo il computer di bordo, nel corso del test (strade tortuose affrontante anche brillantemente e città) ha messo a segno una media interessante, di circa 16 km/l. Non da meno il cambio: la leva ha una corsa breve e l'inserimento delle sei marce è rapido e morbido. Allo sterzo manca un po' di consistenza, ma è comunque preciso e piuttosto diretto. Piuttosto problematica, invece, la visibilità laterale, per via dei finestrini piccoli, mentre quella nelle curve strette è ostacolata dai montati anteriori particolarmente inclinati. Difficoltose anche le retromarce: il lunotto diviso in due parti e i larghi montanti posteriori non lasciano vedere molto. Tuttavia, un aiuto arriva dalla retrocamera (di serie). 
 
SECONDO NOI
 
Pregi
> Cambio. Veloce e preciso negli inserimenti delle marce
> Motore. Ha brio e fa poco rumore
> Baule. È spazioso quasi come quello di una wagon da 450 cm di lunghezza
 
Difetti
> Posizione di guida. Il volante basso e la strumentazione "sparsa" non sono il massimo
> Visibilità. Carente sia all’indietro, sia verso i due lati 
> Finiture. Nell’abitacolo convivono fin troppi materiali diversi

 

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1597
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 300/2000
Emissione di CO2 grammi/km 94
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retro
Trazione Anteriore
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/179/146
Passo cm -
Peso in ordine di marcia kg -
Capacità bagagliaio litri 477/1378
Pneumatici (di serie) -

 

GAMMA

gasolio PREZZO CM3 CV/kW KM/H CO2 EURO  
2.2 i-DTEC Sport 24.950 2.199 150/111 217 110 euro 5
2.2 i-DTEC Executive 31.100 2.199 150/111 217 110 euro 5
benzina PREZZO CM3 CV/kW KM/H CO2 EURO  
1.8 i-VTEC Sport Automatica 23.650 1.799 141/104 210 148 euro 5
1.8 i-VTEC Sport 22.150 1.799 141/104 215 137 euro 5
1.8 i-VTEC Executive Automatica 29.800 1.799 141/104 210 148 euro 5
1.8 i-VTEC Executive 28.300 1.799 141/104 215 137 euro 5
1.4 i-VTEC Sport 19.990 1.339 99/73 187 129 euro 5
1.4 i-VTEC Comfort 18.750 1.339 99/73 187 129 euro 5
Honda Civic 1.6 i-DTEC Comfort
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
26
14
9
3
2
VOTO MEDIO
4,1
4.092595
54


Aggiungi un commento
Ritratto di H-ROSSA無限
23 gennaio 2013 - 00:33
1
Te lo spiego io perché é stata poco venduta. Il 1.6 diesel entrerà in commercio i primi di febbraio 2013 ,e la motorizzazione diesel venduta fino ad ora era un 2.2 (che possiedo) ma che ovviamente crea critiche di gestione perché volumetricamente non piccolo. C'é da dare parte della colpa anche ad Honda Italia, che non fa un briciolo di pubblicità (a differenza di VW, fiat, ford, opel e audi) e poi ci sono pochissime concessionarie che vendono le Honda, un pò come Mitsubishi e Subaru. Spero di aver colmato esaustivamente le tue domande. Saluti
Ritratto di VEROHONDA
27 dicembre 2012 - 23:27
allora... comprala e sii felice !!! In tanto noi ci godiamo la nostra Honda... saluti!!!
Ritratto di anton79
19 dicembre 2013 - 18:24
aiutatemiiii.... preventivo Honda Civic 1,6 idtec 120 cv colore bianco met. : -21.950 + 700 il colore + 401 ipt +200 usato art.36 miniv usato =23.251 € :D io possiedo Ford Fiesta inmatriculata 11/2007 e 1,6 tdci 90 cv 5 porte color met . valutatta devo sborsare 18.700 x la Civic ..... cosa ne pensate ??? dittemi le vostre pareri ... vi ringrazio ... :D la honda e vers. comfort
Ritratto di anton79
19 dicembre 2013 - 18:25
aiutatemiiii.... preventivo Honda Civic 1,6 idtec 120 cv colore bianco met. : -21.950 + 700 il colore + 401 ipt +200 usato art.36 miniv usato =23.251 € :D io possiedo Ford Fiesta inmatriculata 11/2007 e 1,6 tdci 90 cv 5 porte color met . valutatta devo sborsare 18.700 x la Civic ..... cosa ne pensate ??? dittemi le vostre pareri ... vi ringrazio ... :D la honda e vers. comfort
Ritratto di vademecum
28 dicembre 2012 - 12:19
Il recente 1.6 tdi di Wolfsburg fa registrare 250 Nm di coppia massima a 1500 giri/min, il nuovo 1.6 i-dtec di Honda segna 300 Nm a 2000 giri/min. Due buoni motori, ma l'eccellenza del secondo stronca ogni possibile raffronto.
Ritratto di carmelo.sc
1 gennaio 2013 - 15:25
non è così brutta secondo me, anzi è molto originale ed è qualcosa di diverso dalla altre berline che sono tute uguali, e con questa linea sarà attuale anche tra qualche anno (come sta succedendo al vecchio modello).. l' unica cosa che non mi convince è la visibilità, che é una cosa fondamentale secondo me!
Ritratto di Alberto Stella
6 gennaio 2013 - 20:35
Piacevole la linea sportiva, ma se davvero è scomoda da guidare... Bene invece il 1.6 diesel. ma spero proprio che i 94 grammi/km di CO2 non siano ottenibili solo in qualche test falsato. Sarebbe ora inoltre che qualcuno (o anche qualche periodico di auto) svelasse "l'imbroglio" che rappresentano i più diffusi sistemi antiparticolato che, quando va bene, restituiscono con gli interessi i residui della combustione dei moderni diesel. Ricordo un numero di "Quattroruote" di una quarantina di anni fa, che lanciava un allarme sul pericolo che avrebbe rappresentato in futuro lo smaltimento dei nuovi sistemi catalizzatori (!). Fino ad oggi invece non ho letto nulla sui sistemi di abbattimento delle emissioni dei motori diesel, che oltretutto di problemi agli utenti troppo spesso ne hanno dati e ne danno davvero molti...
Ritratto di Blackengine
11 gennaio 2013 - 11:08
1
Perchè dovrebbe essere scomoda da guidare? Ogni volta che mi metto al volante della mia Civic l'esperienza di guida è una vera goduria. Asperità assorbite in maniera ottimale nonostante i cerchi da 17", posizione di guida buona (dopo qualche regolazione si trova il giusto compromesso tra volante e sedile), stabile in curva anche a velocità, ottimo isolamento acustico e per quanto riguarda la visuale posteriore ci si abitua presto al fatto che il lunotto sia tagliato a metà. Inoltre la parte in vetro sotto l'alettone è stata ingrandita e dotata di spannavetro rispetto alla versione precedente.
Ritratto di michelefontanive
10 gennaio 2013 - 19:44
Vista dal vero il posteriore è orribile....Meglio la serie precedente......
Ritratto di Alberto Stella
11 gennaio 2013 - 13:27
La linea della Civic è sempre stata piuttosto personale e può piacere o meno, ma mi pare di poter dire che di questi tempi i costruttori di auto dovrebbero cercare di evolvere i loro prodotti guardando di più al concreto. I costi di gestione delle auto oggi stanno diventando sempre più pesanti per la maggior parte degli utenti e, a mio avviso, mentre sembra che si voglia puntare soprattutto o soltanto sulla produzione di mezzi sempre più costosi, forse si dovrebbe pensare anche a soddisfare le esigenze di una maggioranza di persone che vorrebbe mezzi più economici da tutti i punti di vista. La diminuizione di prezzo d'acquisto, consumi e manutenzione, dovrebbero essere le priorità dei fabbricanti d'auto, invece... Mi sembra positivo invece che Honda abbia pensato di progettare e costruire un motore diesel di cilindrata minore rispetto al 2.2 litri precedente e che il nuovo propulsore prometta minori consumi ed emissioni. Però, come ho già tentato di suggerire, mi piacerebbe molto che qualcuno (anche dello staff di "Al Volante!) iniziasse a fare chiarezza sul reale grado d'inquinamento degli odierni motori diesel e sulla concreta efficacia dei sistemi di abbattimento delle emissioni di questi. Ho letto che i vari sistemi di "filtro" antiparticolato in verità non farebbero che aggravare il problema delle emissioni nocive dei diesel, oltre a creare molti problemi agli utenti delle vetture dotate di questi congegni, aumentando inoltre i costi di manutenzione di queste... Ne vogliamo parlare? Sarebbe ora no? Mi piacerebbe molto approfondire il tema in questi termini, in questa rubrica o altrove. Suggerimenti?
Pagine