PRIMO CONTATTO

Kia Ceed: più aggressiva e spigliata

La terza generazione della Kia Ceed non ha soltanto forme più grintose; notevoli i miglioramenti nella guida (ma il cambio ha innesti un po’ duri). In concessionaria a ottobre.

19 giugno 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 25.000*
  • Consumo medio

    16,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    129 grammi/km
  • Euro

    6
Kia Ceed
Kia Ceed 1.4 T-GDi Evolution
*Prezzo indicativo
 
Punta sulla tecnologia

Non è impresa facile cambiare un modello di successo, come è stata la seconda generazione della media coreana (640.000 le unità vendute in tutta Europa, altrettante quelle della prima serie). Nel caso della Kia Ceed (il nome ha perso l’apostrofo dopo la seconda “e”) la ricetta passa anche da forme più dinamiche: pur conservando la lunghezza di 431 cm, l’auto è più larga e più bassa di due (arrivando rispettivamente a 180 e 145 cm) e ha un frontale più grintoso. Un ruolo chiave per conquistare nuovi clienti lo gioca la tecnologia, con un sistema multimediale moderno e, soprattutto, con dispositivi di assistenza alla guida di ultima generazione. Insieme, cruise control adattativo e mantenimento in corsia (quest’ultimo attivo fino a 130 km/h) permettono la guida semiautonoma in autostrada, seguendo il flusso di traffico e le linee tracciate sull’asfalto (tuttavia per legge le mani vanno tenute sul volante, pena la disattivazione automatica entro 25 secondi). Non mancano neppure la frenata automatica anti-tamponamento e anti-investimento, né i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori, preziosi anche quando si esce in retromarcia da un parcheggio a pettine (avvisano se sta arrivando un altro veicolo). 

Supergarantita

La nuova Kia Ceed (che ha debuttato a marzo al Salone di Ginevra, leggi qui) arriva nelle concessionarie a ottobre (insieme alla variante famigliare Sportswagon, anch’essa tutta nuova), e come gli altri modelli della casa coreana può contare su una garanzia di 7 anni o 150.000 km. Entro il 2018 sono previste anche la versione sportiva GT e una filante shooting brake (una sorta di wagon-coupé). Il nuovo frontale sfoggia fari full led più sottili, che danno uno “sguardo” accattivante, sottolineato dai quattro diodi luminosi delle luci diurne a forma di “cubetti di ghiaccio”, una soluzione che ricorda le versioni sportive GT e GT Line (in quel caso, però, i led si trovavano nel paraurti). Più pronunciata e grintosa la mascherina a forma di “naso di tigre”. Anche i fanali, in parte incorporati nel portellone del baule, sono a led, e (caso raro) restano accesi anche nella marcia diurna per rendere la nuova Kia Ceed più visibile e per sottolinearne lo stile. Rispetto al modello uscente cambia completamente la linea dei finestrini, che nella parte superiore descrive un arco e si raccorda col fluido montante posteriore inclinato.

Al passo con i tempi

Moderno l’abitacolo, a cui si accede tenendo la chiave elettronica in tasca (o nella borsa). La plancia della nuova Kia Ceed è dominata dallo schermo (di 7 o di 8”) a sbalzo del sistema multimediale, e la consolle centrale leggermente orientata verso il guidatore. Eleganti gli inserti color alluminio satinato attorno alle bocchette dell’aria e nelle porte. Sportivo il cruscotto a due elementi circolari con lo schermo del computer di bordo a colori, e nel 2019 arriverà anche un quadro strumenti completamente digitale. Tra gli optional (con prezzi da definire, al pari di quelli dei vari allestimenti) c’è pure un sistema di ricarica wireless per i cellulari, mentre il sistema multimediale prevede le interfacce per gli smartphone Apple CarPlay e Android Auto, nonché i servizi TomTom Live gratuiti per sette anni; i puristi della musica possono scegliere un hi-fi JBL con sette altoparlanti più subwoofer, e 320 watt. I sedili sono comodi, e anche quelli posteriori possono essere riscaldabili. Sul divano l’abbassamento della seduta ha permesso di guadagnare preziosi centimetri per la testa, e anche in larghezza c’è un po’ più spazio.

Cinque motori

La nuova Kia Ceed è sviluppata sulla nuova piattaforma K2 e, come la precedente versione, è progettata in Germania nel centro tecnico Kia nei pressi di Francoforte e viene prodotta in Slovacchia, a Zilina. Rispetto al passato, le sospensioni anteriori sono state leggermente irrigidite: questa soluzione, insieme a uno sterzo più diretto, mira a rendere più pronto l’inserimento in curva. Al posteriore, invece, si è puntato sul comfort e sulla stabilità di marcia, grazie a un assetto più “soft”. La gamma prevede tre propulsori a benzina e due turbodiesel. I primi sono un 1.4 aspirato da 100 cavalli, un 1.0 a tre cilindri turbo da 120 cavalli e un nuovo 1.4, sempre sovralimentato da 140, che rimpiazza il precedente 1.6 aspirato. Le unità turbo sono anche dotate di iniezione diretta e di filtro antiparticolato, e come il resto della gamma rispettano le norme Euro 6d Temp, che entreranno in vigore a settembre 2019. Nuovo anche il 1.6 turbodiesel, declinato in due livelli di potenza: 116 e 136 CV. Tutti e due (come pure il 1.4 turbobenzina) possono essere abbinati al cambio robotizzato a doppia frizione a sette marce, in alternativa al manuale a sei marce. Nel 2019 è già prevista una variante ibrida con un sistema “leggero” a 48 volt, inizialmente per il motore a gasolio, successivamente anche per quelli a benzina.

Un 1.4 niente male

Ci mettiamo al volante della nuova Kia Ceed col 1.4 turbo a iniezione diretta di benzina, e fin dai primi metri ne saggiamo la notevole silenziosità e fluidità di marcia. La spinta non manca fin dai bassi regimi, e pure l’allungo non è niente male, considerato che si tratta di un motore turbo. Quando iniziano le curve si apprezzano i miglioramenti in termini di prontezza e precisione dello sterzo e le nuove sospensioni assecondano bene una guida brillante. Non è stato trascurato l’assorbimento delle irregolarità dell’asfalto. Dopo un centinaio di chilometri, possiamo valutare come contenuti i consumi (stando ai dati del computer di bordo, che verificheremo con i nostri strumenti in occasione di una prova più approfondita): circa 14 km/litro guidando in maniera vivace, mentre la casa coreana ne dichiara 16,9 in media. L’auto del test era priva del sistema di guida semiautonoma in autostrada, ma abbiamo potuto saggiare il dispositivo di mantenimento in corsia, per la verità un po’ brusco e non sempre puntuale nell’intervento.

Secondo noi

PREGI
> Agilità. Negli inserimenti in curva si apprezzano i progressi in termini di prontezza e precisione.
> Comfort. La taratura delle sospensioni e la buona insonorizzazione rendono quest’auto confortevole.
> Tecnologia. Non mancano i moderni sistemi di assistenza, inclusi guida semiautonoma e sensori che aiutano nell'uscire da un parcheggio in "retro".

DIFETTI
> Bocchette del “clima” frontali. Quelle a ridosso dello schermo del sistema multimediale non si regolano nella portata.
> Cambio manuale. Per quanto ben manovrabile, ha innesti un po’ troppo duri per un’auto da famiglia.
> Mantenimento in corsia. Ha un funzionamento poco fluido. Aspettiamo di provare quello abbinato alla guida semiautonoma in autostrada.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1353
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 103 (140)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 242/1500-3200
Emissione di CO2 grammi/km 129
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 210
Accelerazione 0-100 km/h (s) 8,9
Consumo medio (km/l) 16,9
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 431/180/145
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1240
Capacità bagagliaio litri 395/1291
Pneumatici (di serie) 225/45 R 17
VIDEO
Kia Ceed
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
11
17
7
3
VOTO MEDIO
3,4
3.375
48
Aggiungi un commento
Ritratto di dario87CT
7 luglio 2018 - 23:02
Onestamente mi piace ed è tra le mie scelte insieme alla nuova Focus. Attendo per entrambe la SW, quello che mi preoccupa della Ceed è che anche il benzina monta il filtro antiparticolato, ho una cmax dm2 del 2009 1.6 tdci con l'antiparticolato ed ho avuto brutto esperienze, ho dovuto sostituirlo e m'è costato più di un migliaio di euro. Certo penso che il sistema sia migliorato, aggiornato e differente. Qualcuno ha già info su questo sistema di filtro antiparticolato?
Pagine