PRIMO CONTATTO

Kia Rio: vivace anche a gasolio

Look più grintoso per la quarta edizione della Kia Rio, piacevolmente briosa anche con il 1.4 turbodiesel da 90 CV. Nelle “retro”, però, si fatica un po’.

20 febbraio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 18.100
  • Consumo medio

    26,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    98 grammi/km
  • Euro

    6
Kia Rio
Kia Rio 1.4 CRDi 90 CV Cool
Si conferma spaziosa

Dopo il nostro primo contatto della Kia Rio mossa da 1.0 a benzina da 100 CV (vedi qui), ecco il test della quarta generazione dell’utilitaria coreana mossa da un 1.4 a gasolio da 90 CV. La Kia più venduta al mondo, che ora ha un look più grintoso, si conferma accogliente, anche grazie alle poltrone larghe; peccato solo per l'imprecisa regolazione a scatti dello schienale (per il resto la posizione di guida è comoda), e per l’eccessiva altezza della soglia di carico (75 cm da terra), che complica le cose con gli oggetti pesanti. 

Un’auto sicura

Fra i vari dispositivi della Kia Rio, la frenata automatica con il riconoscimento dei pedoni: utilizza un radar che scorge eventuali pericoli di collisione con un altro veicolo e riconosce un pedone che attraversa la strada e, se necessario, aziona i freni dell’auto per rallentarla, sino a fermarla quando il guidatore non interviene. Già in concessionaria, la Rio in questa versione costa 18.100 euro; è disponibile, inoltre, anche con il 1.2 aspirato a benzina da 84 CV e il 1.4 a gasolio da 77. Più avanti arriverà il motore turbo a benzina 1.0 T-GDI da 120 CV (abbinabile pure al cambio automatico).

Facile da guidare

Su strada, la Rio ha sospensioni solide che favoriscono la tenuta di strada (di buon livello), con l’Esp che interviene tempestivamente. Facile da guidare e maneggevole, ha uno sterzo leggero; solo le retromarce risultano difficili per via della scarsa visibilità posteriore (comunque, di serie, ci sono i sensori di distanza). Il vivace 1.4 diesel è dotato di una buona spinta dai bassi giri e vibra poco, mentre il cambio manuale a sei marce è preciso negli innesti dei rapporti. Solo la sesta, un po’ lunga, obbliga a scalare per aumentare la velocità in fretta. Nel nostro test, in città e fuori, abbiamo percorso circa 20 km con un litro di gasolio: risultato buono, anche se i dati ufficiali parlano di 26,3 km/l. La vettura, secondo la casa, accelera da zero a 100 in 12 secondi: una prestazione che ci pare realistica, così come la velocità di punta di 175 km/h.

Secondo noi

PREGI
> Comfort. La posizione di guida è ok e l'abitacolo spazioso.
> Guida. Agile e maneggevole, tiene bene la strada.
> Motore. Il 1.4 a gasolio è pronto e con un’erogazione dolce. E non è rumoroso.
DIFETTI
 
> Regolazione schienale. Occorre effettuarla tramite una leva, a scatti: è imprecisa.
> Soglia di carico. Alta ben 75 cm da terra, rende più faticose le operazioni di carico di oggetti pesanti. 
> Visibilità posteriore. Il lunotto piccolo ostacola la retromarce: ci si affida ai sensori, di serie.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1396
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 90 (66)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 240/1500-2500
Emissione di CO2 grammi/km 98
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 175
Accelerazione 0-100 km/h (s) 12
Consumo medio (km/l) 26,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 407/173/145
Passo cm 258
Peso in ordine di marcia kg 1235
Capacità bagagliaio litri 325/980
Pneumatici (di serie) 195/55 R16
Kia Rio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
38
42
31
11
6
VOTO MEDIO
3,7
3.74219
128
Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
20 febbraio 2017 - 18:45
4
Un'ottima auto. Grande più delle altre, rifinita meglio di tante europee, ottimo motore.
Ritratto di Asburgico
20 febbraio 2017 - 20:50
Esteticamente non sono mai riuscito a farmela piacere
Ritratto di alex_rm
20 febbraio 2017 - 22:16
Esteticamnte mi convince di più la i20,questa però è meglio internamente.
Ritratto di alemian95
20 febbraio 2017 - 22:23
"Non c'è l'agvzzz, c'è la manetta" (cit.)
Ritratto di Rudik
20 febbraio 2017 - 22:28
A 18mila euro non è regalata! La garanzia di 7 anni obbliga ai tagliandi abbastanza costosi.
Ritratto di gjgg
21 febbraio 2017 - 09:37
1
Tutti i tagliandi in concessionaria hanno un diverso impatto rispetto a quelli non, meccanico sotto casa o fai da te che sia. L'altra volta leggevo di uno che con la sua, non mi ricordo ora la marca, il tagliando gli veniva orgogliosamente solo 60 o non mi ricordo bene 80€ poi dopo un po' di commenti è venuto fuori che quel prezzo era perchè se lo faceva da solo il tagliando e quindi era solo la materia prima. Con questo detto mi sembra difficile che un tagliando Kia-Hiunday venga a costare più per esempio di un VW, almeno da quello che si legge nei forum dei compratori. Non dimenticando che già l'assistenza su strada che rientra nella garanzia se te la fai con l'assicurazione RCA porta a una aggiunta di 20-30€ in più
Ritratto di gjgg
21 febbraio 2017 - 10:11
1
Ad ogni modo dopo i sopra botta e risposta ho capito perchè la Kia Rio è seconda come vendite a livello mondiale e pur comunque in Italia vende relativamente poco o nulla. Il compratore medio italiano quando trattasi di una Rio è zeppo di dubbi del tipo -ma il volante lo ha?-, -ho paura che le manchi la retromarcia-, nelle prime 3 foto non si vede il divanetto posteriore, ma ha solo i 2 posti anteriori?!?!- e poi la gente nella totale indifferenza paga per qualche altra utilitaria #di successo# 600-700€ di messa in strada o si prende la macchina con soli 4 airbag. Che dire
Ritratto di oretaxa
21 febbraio 2017 - 13:16
L'auto mi piace. Non capisco peró come in tutto il segmento si continui a proporre i motori diesel invece che un sistema a benzina mild hybrid. Il diesel rischia di essere bandito e il risultato sarà l'abbattimento del valore residuo dell'auto. A pensar male, le case puó darsi che lo sappiano anche e che continuino a sfornare diesel apposta: tra qualche anno avranno milioni di clienti costretti a passare all'ibrido.
Ritratto di gjgg
21 febbraio 2017 - 14:12
1
Ibrido e Suv sono piuttosto di moda e quindi la cosa più giusta è di congiungerli. Dunque la cosa più logica che mi viene da prevedere è che l'ibrido invece che sulle citycar del gruppo lo ritroveremo prima sul un prossimo Small Suv, probabilmente il Kia S-Tonic
Ritratto di Gordo88
21 febbraio 2017 - 13:29
Non male soprattutto guardando la concorrenza questa rio si posizione tra le utilitarie di punta del mercato. Migliore anche della cugina i20. E chi l avrebbe detto?
Pagine