PRIMO CONTATTO

Kia Stonic: agile, sbarazzina e con un 1.0 brioso

La crossover compatta Kia Stonic ha un look alla moda, interni moderni e vivaci e un tre cilindri turbo a benzina da 120 CV brillante e poco rumoroso. Alta la soglia di carico.

22 settembre 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 21.250
  • Consumo medio

    20 km/l
  • Emissioni di CO2

    115 grammi/km
  • Euro

    6
Kia Stonic
Kia Stonic 1.0 T-GDI 120 CV Energy
Pronta a dare battaglia

Fresca di debutto (al recente Salone di Francoforte), questa crossover compatta coreana ha un look sbarazzino e personale pensato per fare presa sui giovani, ma mostra anche un equilibrio nelle forme che punta a conquistare pure clienti con qualche primavera in più alle spalle. Del resto, la Kia Stonic si affaccia su una scena (quella delle crossover compatte: la vettura è lunga 414 cm, larga 176 e alta 152) affollata e in continua espansione, in cui la competizione tra le case è molto agguerrita (tra poco arriveranno nuove rivali dirette della Stonic, come la Hyundai Kona, la Citroën C3 Aircross, la Volkswagen T-Roc, la Seat Arona e la Skoda Karoq): l'impatto estetico, di conseguenza, conta parecchio.

La Kia Stonic ha una linea muscolosa: paraurti massicci, fiancate alte, grande presa d’aria nel paraurti anteriore e un’originale mascherina, larga e bassa, che unisce i fari ed è chiusa da un inserto nero lucido. Le fiancate incavate nella parte bassa, i passaruota robusti e il paraurti posteriore elaborato conferiscono forza e personalità alla macchina, mentre il lunotto molto inclinato, sormontato da un vistoso spoiler, le assicura un tocco di sportività. Molto originale anche il montante posteriore che sale fino al tetto, di colore diverso, attraversandolo interamente (un particolare già proposto, nel 2013, dal prototipo Provo della stessa casa). 

Pennellate di colore

Gli interni della Kia Stonic si distinguono per le linee semplici, ma personali, e per i colori vivaci, che danno loro un look frizzante e sportivo. Accattivante il sottile schermo a sfioramento di 7”, che campeggia a centro plancia, e riuscito il volante piatto nella parte bassa: piacerà a chi ama le auto sportive. I sedili sono abbastanza larghi e hanno i fianchetti rialzati, ma gli schienali si regolano solo a scatti, in un modo quindi poco preciso. Peccato, poi, per le plastiche rigide, anche nella parte superiore della plancia. Abbastanza preciso, piuttosto, l'assemblaggio. Interessante il sistema multimediale, che comprende il navigatore satellitare e che, attraverso le funzionalità Apple CarPlay e Android Auto, consente di integrare gli smartphone, effettuando il mirroring (la riproduzione dello schermo del cellulare nel display dell’auto e la possibilità di usarne le app per informazioni e ricerche online). Il baule, che ha una capacità di 352/1155 litri, è ben sfruttabile e ha un pratico doppio fondo regolabile su due altezze. Scomoda, invece, la soglia di carico: a ben 80 cm da terra, non agevola lo stivaggio di oggetti pesanti.

Un punto di forza della Kia Stonic è senza dubbio la dotazione, specie a livello di sicurezza, con sistemi elettronici di ausilio alla guida fino a poco tempo fa riservati solo a macchine di classe superiore. Si va dalla frenata automatica d’emergenza, con il riconoscimento dei pedoni, all’avviso di collisione frontale e all’allarme nel caso di uscita involontaria dalla corsia di marcia. Ma ci sono anche il dispositivo che monitora il grado di attenzione del guidatore e i fari automatici, che si accendono da soli quando fa buio. 

Un “motorino” niente male

Ma veniamo alla guida della Kia Stonic con il 1.0 T-GDI a tre cilindri a iniezione diretta di benzina da 120 CV, il sistema Stop&Start e il cambio manuale a sei marce. Progettato nel centro di ricerca e sviluppo di Namyang, in Corea, il motore ha iniettori con sei ugelli realizzati con il laser e distribuiti a piramide, condotti di aspirazione rettilinei che migliorano i flussi dell’aria e il riempimento e la turbina con valvola waste-gate azionata elettricamente. Assolutamente poco rumoroso e quasi privo di vibrazioni, eroga la potenza in modo fluido fin dai regimi più bassi e mostra una buona progressione: i 10,3 secondi che la casa promette per lo “0-100” sembrano realistici. Solo quando si tirano le marce la sonorità si alza e si incomincia a percepire il classico rumore “da frullino” tipico dei tre cilindri (che, però, non diventa mai fastidioso). Non molto pronta, invece, la ripresa in quinta o in sesta marcia (che hanno una rapportatura abbastanza lunga, per abbassare i consumi): dopo aver rallentato, per riguadagnare velocità in fretta (la punta massima ufficiale, dichiarata in 184 km/h, non sembra irraggiungibile) è meglio scalare. Non male i consumi, che nella nostra breve prova (in autostrada e su un percorso di campagna) si sono attestati, stando al computer di bordo, attorno ai 16 km/l: un dato non così lontano dai 20,0 che la casa dichiara.

In città la Kia Stonic è decisamente a suo agio: gli ingombri sono contenuti, lo sterzo è leggero, il cambio manuale a sei marce ha innesti morbidi. Bene anche le sospensioni, che, pur abbastanza rigide, filtrano con efficacia il pavé, le rotaie e le buche meno profonde. Ma è scarsa la visibilità posteriore, limitata dal lunotto piccolo e alto da terra. Nel misto la macchina si corica poco di lato in curva e la tenuta di strada è elevata (se si esagera, comunque, l'intervento dell'Esp è rapido ed efficace). Inoltre, nonostante la trazione sia solo sulle ruote anteriori (non è prevista una versione 4x4), la buona altezza minima da terra consente di viaggiare con una confortante sensazione di sicurezza anche sui fondi accidentati.

Presto in concessionaria

La Kia Stonic 1.0 T-GDI nella versione Energy, la più ricca (le altre sono la Urban e la Style), costa 21.250 euro; la dotazione, completa, comprende i cerchi di 17”, i fanali con le luci a led, i vetri posteriori scuri, il bracciolo anteriore con vano portaoggetti, le cinture di sicurezza anteriori regolabili in altezza, il cruscotto a colori Cluster Super Vision, la pedaliera in alluminio, i sensori di pioggia e di luce, la radio con lettore di cd/mp3 e prese Aux e Usb (una anche dietro), il navigatore e il “clima” automatico monozona. In concessionaria arriverà il 14 e 15 ottobre (giornate di “porte aperte"). La gamma dei motori comprende anche il 1.4 aspirato da 99 CV (16.250 euro) e il 1.6 CRDi a gasolio da 110 cavalli (si parte da 18.750). A gennaio 2018 si aggiungerà il 1.4 a Gpl (2.000 euro più del 1.4 a benzina); successivamente, anche il 1.2 da 84 CV per i neopatentati (nella versione Style da 17.250, lo stesso prezzo del 1.4). Dal lancio, e fino al 31 dicembre 2017, la Kia Stonic sarà in promozione con uno sconto di 2.300 euro: il prezzo “base”, quindi, partirà da 13.950.

Secondo noi

PREGI

> Guida. La vettura è facile da condurre, maneggevole, tiene bene la strada e, anche grazie alla posizione di guida alta, infonde una sensazione di sicurezza. 
> Look. La crossover coreana ha un aspetto sbarazzino e personale e interni dalle linee moderne e ricercate, con vivaci accostamenti di colore. Piacerà ai giovani, ma non solo. 
> Motore. Il 1.0 a tre cilindri a iniezione diretta di benzina è fluido nell’erogazione della potenza, ma anche brioso e a velocità costante si fa notare per il contenuto livello di vibrazioni e di rumore.

DIFETTI
 
> Regolazione degli schienali. Poco precisa, è solo a scatti, con una leva.
> Soglia di carico. Alta 80 cm da terra (e 11 o 21 cm rispetto al pavimento interno, a seconda della posizione del fondo amovibile), non facilita le operazioni di stivaggio di oggetti pesanti, costringendo ad alzarli parecchio. 
> Visibilità posteriore. Il lunotto piccolo la ostacola nelle manovre in retromarcia. 

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 998
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/4500 giri
Coppia max Nm/giri 172/1500-4000
Emissione di CO2 grammi/km 115
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 184
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,3
Consumo medio (km/l) 20
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 414/176/152
Passo cm 258
Peso in ordine di marcia kg 1185
Capacità bagagliaio litri 352/1155
Pneumatici (di serie) 205/55 R17
Kia Stonic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
33
49
47
18
19
VOTO MEDIO
3,4
3.35542
166
Aggiungi un commento
Ritratto di Abacus
25 settembre 2017 - 14:32
La mancanza del cambio automatico è una scelta commerciale della filiale italiana. Basta comprarla a Mentone e portala in Italia.
Ritratto di manuel1975
22 settembre 2017 - 18:47
penso che il consumo reale sia 16 km litro
Ritratto di Bruno91
22 settembre 2017 - 18:53
1
Carina, abbastanza carina. Ma qual è l'utilità dei crossover? Non sono dei fuoristrada e l'unica caratteristica che li accomuna ad essi è una relativa altezza da terra a svantaggio della facilità di carico del bagagliaio. La compreranno quelli che hanno i soldi da spendere per un'auto poco utilitaria da far usare alle mogli che usano l'auto per andare al supermercato difronte.
Ritratto di Moreno1999
22 settembre 2017 - 19:52
4
L'estetica non mi fa particolarmente impazzire specie il 3/4 posteriore, anche se il prezzo non sembra eccessivo, allineato ad altre della categoria che saranno probabilmente fatte peggio.
Ritratto di Luzo
23 settembre 2017 - 12:01
Ma non c'è awd solo in Italia o è proprio castrata apposta?
Ritratto di Marcolino52
23 settembre 2017 - 12:27
Automatica e plug-in Speriamo
Ritratto di Tymmy
24 settembre 2017 - 11:24
Sarà agile e sbarazzina quanto vuoi, ma la macchina è pesante e i consumi saranno per forza alti... p.s. Il giusto compromesso rimane sempre il solito segmento B.
Ritratto di Alfiere
24 settembre 2017 - 17:29
1
Misurare i consumi "stando al computer di bordo" è prassi da blogghetto di quart'ordine non ha testata di questo livello.
Ritratto di gianni.s
24 settembre 2017 - 22:10
Esteticamente è bella,il motore Gpl è interessante, dentro non riesco a farmela piacere
Ritratto di ziobell0
25 settembre 2017 - 11:18
Buon prezzo, auto originale, per me è una buona seconda macchina.
Pagine