PRIMO CONTATTO

Land Rover Range Rover: primeggia, anche nel prezzo

Completamente rinnovata, la Range Rover è ancora più potente, tecnologica ed efficace in fuori strada. È stata alleggerita parecchio, tranne nel prezzo: costa come un appartamento.

26 ottobre 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 123.600
  • Consumo medio

    11,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    229 grammi/km
  • Euro

    5
Land Rover Range Rover
Land Rover Range Rover 4.4 SDV8 Autobiography
Ha quarant’anni e non li dimostra

È proprio il caso di dirlo: la quarta generazione della Range Rover porta davvero bene i suoi anni. Nata nel 1970, è stata la prima fuoristrada di lusso, ovvero un’auto adatta a percorrere senza difficoltà sterrati fangosi e strade innevate, senza poi vergognarsi di sfilare nelle vie più alla moda delle città. Oggi, dopo quarant’anni, la mitica fuoristrada inglese è stata rivoluzionata, con una cura dimagrante che le ha tolto 420 kg e con un benefica “iniezione di tecnologia”. Eppure non ha perso il suo carattere aristocratico, la linea squadrata che l’ha sempre contraddistinta, con il tetto che sembra galleggiare sui sottili montanti scuri, le fiancate massicce e il cofano lungo e piatto con i gradini ai lati.

A prova di bilancia

Cura dimagrante, si diceva. E infatti, una delle caratteristiche principali della nuova Range Rover SDV8 è proprio quella di essere più leggera, per ovviare a quello che è stato uno dei maggiori limiti delle ultime generazioni di quest’auto, vale a dire la massa da carro armato (e i conseguenti consumi da petroliera), penalizzante anche per il comportamento dinamico della vettura. Così, grazie all’uso dell’alluminio per il telaio e per i pannelli della carrozzeria, è stato possibile "tagliare" il peso complessivo in media di 420 kg, portandolo da 2580 kg agli attuali 2160 della versione base con il 3.0 V6 a gasolio. Il tutto lasciando pressoché invariate le dimensioni esterne (anzi, la lunghezza cresce da 497 cm a 500).

Spazio a volontà

Ma la nuova Range Rover si distingue anche per l’abitacolo più spazioso. Entrando, si percepisce che c’è più agio per chi siede dietro (secondo la casa il passo maggiorato di 4 cm rispetto al vecchio modello ha regalato 11,8 cm in più per le gambe dei passeggeri posteriori). E, davanti, possono accomodarsi senza fatica anche persone di taglia extralarge: anche qui lo spazio non manca certo. Il lusso, invece, è quello di sempre; aggiornato, secondo i canoni estetici più recenti. Così troviamo una nuova plancia che mantiene il carattere razionale e squadrato della Range Rover di ieri, ma appare meno pesante, e con qualche pulsante in meno. Al centro campeggia lo schermo touchscreen di 8" ad alta risoluzione, che permette il controllo e la visualizzazione delle funzioni del sistema multimediale. Il grande display è comandato da pulsanti virtuali che trasmettono l’impressione di superfici in tre dimensioni e offrono scorciatoie per le schermate di maggiore utilizzo, come quella iniziale, quella audio e video, il navigatore e il telefono. Ovviamente, i comandi possono essere impartiti anche con la voce (c’è perfino un programma "di apprendimento" che consente al sistema di imparare a riconoscere i diversi accenti degli utenti abituali).

Strumentazione virtuale

Le poltrone anteriori della nuova Range Rover sono comode e avvolgenti: come il divano posteriore (ma dietro si possono scegliere anche due sedili singoli, riscaldabili e dotati di massaggio lombare), sono rivestite con un elegante e robusto strato di morbida in pelle. Tra le chicche tecnologiche c’è il cruscotto, che racchiude il pannello strumenti digitale di 12,3" ad alta risoluzione. Dotato di tondi quadranti virtuali visualizzati in 3D, è personalizzabile in modo da mostrare solo le informazioni che servono per ogni specifica situazione di guida in corso. La Range Rover può essere dotata dell’impianto hi-fi Meridian di 825 watt con 19 altoparlanti e 16 canali, oppure del più sofisticato impianto con sistema surround, da 1700 W (4.880 euro, sempre firmato Meridian), con 29 altoparlanti, compresi il subwoofer, le quattro casse nel rivestimento del soffitto e altri altoparlanti nell’area centrale del sedile posteriore. All’altezza della situazione anche il baule (che ha una capacità che varia da 909 a 2030 itri), rifinito con cura fin nei minimi dettagli, regolare nella forma e con un’apertura sdoppiata a comando totalmente elettrico: anche la ribaltina inferiore si aziona con un pulsante.

Sa trasformarsi in autentica bruciasemafori

Ma veniamo all’esperienza di guida. Sulle strade e sulla sabbia del Marocco abbiamo testato le doti dinamiche della Range Rover SDV8 Autobiography. L’otto cilindri 4.4 biturbodiesel da 339 CV spinge fortissimo, ha una coppia da camion (ben 700 Nm di picco massimo, da 1750 a 3000 giri) ed emette perfino un piacevole rombo (comunque poco invadente nell’abitacolo). Velocissima su asfalto (la Land Rover dichiara uno scatto da 0 a 100 orari in 6,9 secondi, assolutamente verosimile, e una velocità massima di 217 km/h, che non abbiamo potuto minimamente avvicinare sulle autostrade africane), la Range Rover si è dimostrata abbastanza maneggevole (in rapporto alle dimensioni) e molto meno propensa a coricarsi in curva rispetto al vecchio modello. Anche il consumo medio di 11,5 km/l rappresenta un valore notevole per una suv di questa stazza e prestazioni; il computer di bordo, però, indicava una percorrenza di circa 8 km/l. Nella guida in velocità lo sterzo non è molto diretto (va manovrato con particolare attenzione) e il cambio automatico è dolce, ma non rapidissimo. Spostando il selettore da Drive a Sport, però, la risposta migliora. Ottime la tenuta di strada e la stabilità. Qualche difficoltà, invece, la si può incontrare nei parcheggi: dietro si vede poco (ma un valido aiuto lo forniscono i sensori di distanza e la retrocamera).

Non teme il fuori strada vero

Lontano dall’asfalto la Range Rover SDV8 si muove con disinvoltura: grazie alla collaudata trazione integrale permanente a gestione elettronica, alle marce ridotte e all’altezza da terra regolabile, se la cava egregiamente. Sabbia, fango, pietre, erba non sono un problema. Il rinnovato sistema Terrain Response 2 Auto esegue un costante monitoraggio delle condizioni di guida sulla base del quale adatta e automaticamente l’assetto della vettura, adeguandone la dinamica al tipo di superficie del momento; vale a dire, cambiando la risposta di ammortizzatori (di tipo pneumatico a controllo elettronico e ad altezza variabile), sistema di trazione, motore, cambio automatico, Abs e controllo di stabilità e di trazione. Come nella vecchia versione, lo schermo a centro plancia ci racconta che cosa stanno facendo le ruote.

Un’auto per pochi

La nuova Range Rover sarà nelle concessionarie a gennaio. Al momento del lancio saranno disponibili due allestimenti, Vogue e Autobiography; poi, a metà 2013 arriverà la versione base HSE, mentre nella seconda metà dell’anno è prevista anche l’ibrida a gasolio (che, secondo la Land Rover, dovrebbe contenere le emissioni in 169 g/km di CO2). Tre i motori: 3.0 V6 a gasolio da 248 CV, 4.4 V8 (quello della prova) da 339 e 5.0 V8 a benzina con compressore volumetrico da 510 CV. Prezzi da 91.500 euro a 130.200. Il lusso e la tecnologia si pagano cari!

Secondo noi

PREGI
> Fuori strada. Altezza minima da terra che può arrivare a 30 cm, profondità di guado di 90 cm, un’elettronica sofisticata: la vettura va dappertutto.
> Motore. È potente, non vibra, è ben insonorizzato e offre un tiro possente fin dai bassi giri.

DIFETTI
> Dimensioni. Alla guida della Range ci si sente quasi su un’autobus: cinque metri di lunghezza, due di larghezza e 184 cm di altezza non sono uno scherzo!
> Visibilità posteriore. Dietro non si vede bene in manovra… ma con le cinque telecamere del sistema Surround Camera System (di serie nella Autobiography) è difficile sbagliare il parcheggio.

 

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 4367
No cilindri e disposizione 8 a V
Potenza massima kW (CV)/giri 250 (339)/3500
Coppia max Nm/giri 700/1750-3000
Emissione di CO2 grammi/km 229
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (aut.-seq.) + retromarcia
Trazione Integrale
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 500/197/183
Passo cm 291
Peso in ordine di marcia kg 236
Capacità bagagliaio litri 550/2030
Pneumatici (di serie) -
Land Rover Range Rover
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
155
39
19
8
21
VOTO MEDIO
4,2
4.235535
242
Aggiungi un commento
Ritratto di BrunoV8
27 ottobre 2012 - 13:52
Il primo problema di questi suv é il peso ,l'escursione delle sospensioni e l'altezza da terra, dati fondamentali in fuoristrada. Poi se montano il blocco del differenziale sugli assali riescono ad andare avanti un po di piú. Peró quando vai in fuoristrada non puoi girare sempre con il blocco inserito senno spacchi i semiassi.
Ritratto di fedex
26 ottobre 2012 - 18:17
quest'auto è fantastica ed è così che dovrebbero essere anche tutti gli altri suv: inarrestabili nell'off road! comunque chi la compra dubito che la porterà mai su percorsi del genere e francamente non lo farei mai nemmeno io... non potrei mai perdonarmi di aver graffiato quei cerchi ahahahah! XD
Ritratto di viva fiat
26 ottobre 2012 - 18:57
Allo stesso suo prezzo mi porto a casa due Grand Cherokee, come lo definisco io: un gigante in via di estinzione in Europa
Ritratto di Enrico Q5
26 ottobre 2012 - 19:44
1
Stupenda, veramente la più bella fuoristrada che ci sia in commercio. Ottimi anche motore e interni, ma ormai a sti prezzi (oltre 120.000€) e con superbollo e accertamento della Finanza, questa è una macchina che non sarà facile venderla e nemmeno mantenerla
Ritratto di juvefc87
26 ottobre 2012 - 21:16
ma costava tanto anche la vecchia?? vabbè 11,5 km/l manco se lo vedo ci credo..
Ritratto di MatteFonta92
26 ottobre 2012 - 22:02
3
Bella, ma mi sa tanto di auto fatta per ostentare la propria ricchezza, senza nulla togliere alle sue innegabili doti fuoristradistiche. Però, siamo sinceri: chi farebbe del fuoristrada con un'auto che costa quanto un appartamento? Col rischio di graffiare i cerchi in lega da 20 e passa pollici, che costeranno 2.000 € l'uno, e pure la carrozzeria, anche se chi compra questo genere di auto di certo ha i soldi anche per riparare eventuali danni.
Ritratto di fabri99
28 ottobre 2012 - 09:32
4
Guarda che quando ti arriva, i cerchi da venti li stacchi subito e li appendi in camera.... Poi vai a cercare quelli in lamiera nera, così almeno... :) Ciao ;)
Ritratto di MatteFonta92
28 ottobre 2012 - 12:23
3
Già, sarebbe più logico fare così!!! Aahahaha! XD Ciao :-)
Ritratto di fabri99
28 ottobre 2012 - 15:10
4
XD Ciao ;) PS. Sta nevicando da noi, in Valtellina, sotto i 400 metri...
Ritratto di MatteFonta92
28 ottobre 2012 - 17:09
3
Me li faccio fare su misura! XD Comunque complimenti, lì deve essere uno spettacolo bellissimo veder nevicare, comunque anche negli Appennini qui vicino dovrebbe nevicare, ma finora non ho visto nulla... ciao!
Pagine