PRIMO CONTATTO

Lexus CT: più intuitiva che spaziosa

L’ibrida giapponese si rinnova nell’aspetto e si conferma facile da guidare. Generosa l’offerta di lancio; non altrettanto lo spazio per chi siede dietro (e per i bagagli).
Listino prezzi Lexus CT non disponibile
Pubblicato 25 febbraio 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.250
  • Consumo medio (dichiarato)

    24,4 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    94 grammi/km
  • Euro

    6
Lexus CT
Lexus CT 200h Executive
Poche novità
 
La Lexus CT 200h è l’unica ibrida di lusso e di medie dimensioni (435 cm la lunghezza) in vendita in Italia (dove è anche il modello più richiesto del marchio). A tre anni dal debutto, è stata sottoposta a un leggero aggiornamento, più che altro nel frontale (ora con la mascherina a clessidra comune alle Lexus più recenti), negli interni (rinnovato l’impianto multimediale) e nell’assetto (diversa taratura per gli ammortizzatori). Resta sostanzialmente invariata la meccanica (deriva da quella della Toyota Prius), con il 1.8 a benzina da 99 CV accoppiato a un motore elettrico da 82: quando lavorano insieme erogano 136 cavalli e garantiscono basse emissioni inquinanti. Già in vendita, la Lexus CT 200h ha prezzi compresi fra i 27.250 euro del modello “base” (che ha di serie sette airbag, climatizzatore automatico bizona e radio con Bluetooth) e i 36.250 della Luxury (navigatore, sedili riscaldabili e in pelle, sensori di distanza). Non manca un’allettante offerta lancio, che prevede uno sconto di 4.350 euro: nel caso della versione intermedia del test (l’Executive, con cerchi in lega di 17”, cruise control, fendinebbia e retrocamera di serie), il prezzo cala da 30.250 euro a 25.900. 
 
Cambia poco
 
A parte il volante e il sistema multimediale migliorato (più moderno e con schermo tipo tablet), l’abitacolo della Lexus CT 200h resta quello di prima e, nel complesso, non è mal fatto. In rapporto alla lunghezza della carrozzeria non offre molto spazio per chi siede dietro e, per via della batteria sotto il fondo, nemmeno per i bagagli (375 litri la capacità con il divano su; 985 la massima). In compenso, il guidatore sta comodo. Ha un sedile accogliente, una strumentazione completa e quasi tutti i comandi disposti come si deve: per esempio, la levetta nella consolle per il cambio a variazione continua di rapporto (in realtà non è un vero e proprio cambio, ma un complesso dispositivo che collega i motori alle ruote motrici anteriori) e i “mouse” fra i sedili per accedere ai servizi di bordo e per modificare, su tre impostazioni (Eco, Comfort e Sport), la risposta del motore, dello sterzo e del climatizzatore. Da rivedere il freno di stazionamento: invece della classica leva accessibile a tutti i passeggeri dell’auto, c’è un pedale, che solo il guidatore può azionare (e con il piede sinistro).
 
Si guida bene
 
Nonostante il frontale aggressivo e la taratura rigida delle sospensioni (anche se non così dure come prima), la Lexus CT 200h Executive non è una sportiva. I motori spingono con più regolarità che grinta (verosimili il tempo di 10,3 secondi per coprire lo “0-100” e la velocità massima di 180 km/h) e si fanno apprezzare per i consumi ridotti (16,7 km/l la media calcolata nel test dal computer di bordo). A batteria carica, siamo anche riusciti a percorrere un chilometro (viaggiando a meno di 50 km/h) in modalità solo elettrica. Migliorato il cambio a variazione continua di rapporto: è ora meno avvertibile lo sgradevole effetto del motore che sale troppo di giri rispetto alla velocità dell’auto. Per il resto, la Lexus CT 200h si conferma facile nella guida: sterzo e freni rispondono prontamente mentre la tenuta di strada è elevata. Le sospensioni solide aggiungono anche una soddisfacente agilità, però mal digeriscono le sconnessioni dell’asfalto. 
 
Secondo noi
 
Pregi
> Consumi. Stando al computer di bordo, la media nel test è stata buona: 16,7 km/l.
> Emissioni inquinanti. Grazie al motore elettrico, sono basse.
> Facilità di guida. Questa ibrida si lascia condurre senza alcuna difficoltà.
 
Difetti
> Freno di stazionamento. A pedale, è scomodo e non raggiungibile dai passeggeri.
> Sospensioni. Nonostante la nuova taratura, restano piuttosto dure.
> Spazio. Limitato per chi siede dietro e per i bagagli.

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1798
No cilindri e disposizione 4 in linea (propulsione ibrida)
Potenza complessiva del motore termico ed elettrico kW (CV)/giri 100 (136)/5200 giri
Coppia max del solo motore a benzina Nm/giri 142/4000
Emissione di CO2 grammi/km 85
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio automatico a variaz. continua
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 435/176/144
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg 1370/1410
Capacità bagagliaio litri 375/985
Pneumatici (di serie) 205/55 R16

 

Lexus CT
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
70
66
100
64
62
VOTO MEDIO
3,0
3.049725
362


Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
26 febbraio 2014 - 12:49
medie di 26,3 in città, 18,5 statale, 14,3 autostrada e con ottime doti di ripresa 70-90 in 3,9, 70-100 in 6 netti, 70-120 in 11 netti. Poche diesel di pari classe fanno tempi migliori. Inoltre l'affidabilità del powertrian ibrido è nettamente superiore a quella di un diesel e la manutenzione a detta degli stessi tassisti è ridotta al minimo indispensabile e costa il 40% meno di un diesel. Inoltre anche la tenuta valore dell'usato è superiore. Oggi per una CT vecchia di tre anni non scendi sotto i 17,000 euro.
Ritratto di sdrino
26 febbraio 2014 - 18:31
Io è da un anno che ho la Auris ibrida (praticamente la CT200h in versione non lussuosa), quindi posso già fare un po' di conti: il computer di bordo mi ha riferito delle medie di consumo che vanno dai 18,5-19 km/l (in inverno) ai 22-23 in estate, abito in collina e non vado quasi mai in città, dove ci dovrebbe essere il massimo vantaggio delle ibride. Io i vantaggi li vedo bene nei miei percorsi e confermo che l'ibrido è una delle soluzioni migliori per il risparmio del carburante. Certo bisogna avere uno stile di guida adatto al mezzo; chi viaggia sportivo o con l'acceleratore a singhiozzo non ne trae vantaggio. Sinceramente sono contento di averla presa al posto per esempio di una A3 TDI o di una C4 a gpl. Anche mia moglie sta pensando che dopo la Polo 1.2 passerà a una Yaris ibrida. :) Saluti.
Ritratto di MatteFonta92
27 febbraio 2014 - 01:22
3
Se tu sei contento della tua Auris Hybrid buon per te. Io ho una 500 1.2 a GPL e credo che per risparmiare (sia in città che fuori) al momento non ci sia niente di meglio del GPL, a parte il metano. Perché le ibride, nonostante il motore elettrico, alla fine hanno comunque bisogno di benzina per camminare, che alla pompa costa il doppio del gas.
Ritratto di sdrino
27 febbraio 2014 - 18:31
Può darsi, d'altro canto come km/l (prove di AV) i gpl di segmento come la mia hanno consumi che sono quasi il doppio di quelli che faccio io, quindi siamo lì lì come spesa di carburante, poi c'è anche il gusto personale per questo tipo di tecnologia e le emissioni inquinanti (ho cercato notizie anche per altri gas tossici oltre alla CO2) che sono decisamente inferiori come g/km per l'ibrido rispetto al gpl. D'altronde ognuno ha le proprie priorità per le valutazioni. Non ultimo il trattamento ricevuto dal concessionario, che mi ha molto soddisfatto. Saluti.
Ritratto di sdrino
27 febbraio 2014 - 18:32
Può darsi, d'altro canto come km/l (prove di AV) i gpl di segmento come la mia hanno consumi che sono quasi il doppio di quelli che faccio io, quindi siamo lì lì come spesa di carburante, poi c'è anche il gusto personale per questo tipo di tecnologia e le emissioni inquinanti (ho cercato notizie anche per altri gas tossici oltre alla CO2) che sono decisamente inferiori come g/km per l'ibrido rispetto al gpl. D'altronde ognuno ha le proprie priorità per le valutazioni. Non ultimo il trattamento ricevuto dal concessionario, che mi ha molto soddisfatto. Saluti.
Ritratto di MatteFonta92
27 febbraio 2014 - 19:14
3
Sì, è vero che i motori a GPL consumano di più di quelli a benzina, ma tieni conto che alla pompa il GPL costa circa 1 €/litro in meno, il che compensa ampiamente. Io rimango convinto del fatto che l'ibrido non sia la migliore soluzione per risparmiare sul carburante, e i dati lo dimostrano; sull'ultimo numero di alVolante ci sono i costi reali di 84 auto, ovvero: quanto spendo in carburante per percorrere 20.000 km? La Fiat Panda 1.2 a GPL (che ha lo stesso motore della mia 500) è fra le prime, con 1.412 € di spesa complessiva. La prima ibrida in classifica è la Toyota Yaris Hybrid, per la quale occorrono però 1.815 € per fare 20.000 km, circa 400 € in più che la Panda a GPL. Fa ancora peggio la Toyota Auris Hybrid, con 1.971 €. Di fronte a questi dati (concreti e confermati) direi che c'è poco da aggiungere.
Ritratto di federico.g
28 febbraio 2014 - 02:16
Con il gpl (lo scrivo da ex-possessore di due Subaru bifuel) risparmi fino al tagliandone dei 100 mila, per il quale si va dai 1000 ai 1700 euro solo per il motore, che va smontato e controllato, in particolare a livello di sedi valvole e iniettori. E a 150 mila arriva un'altra mazzata di 600-700 euro. Discorso analogo per il metano. Il risparmio c'è in percorrenza, ma con quello che costa la manutenzione, ce li rimetti quasi tutti i soldi che non metti in carburante. Questo non te lo dice nessuno su nessuna rivista, ma basta andare da un qualsiasi meccanico di concessionaria e farsi mostrare le fatture degli interventi dei tagliandoni sui motori a gpl e metano. Le batterie delle ibride sono garantite 10 anni e nel complesso i motori sono molto più affidabili e meno esosi da mantenere. Anche io sono d'accordo sul fatto che oggi l'ibrido non sia la soluzione giusta (ancora), però non avrei dubbi tra gpl e ibrido e sceglierei sicuramente a favore di quest'ultimo.
Ritratto di MatteFonta92
28 febbraio 2014 - 10:56
3
Guarda, noi in famiglia abbiamo due auto a GPL e non abbiamo mai effettuato nessuna manutenzione straordinaria, e non credo nemmeno che ce ne sarà mai bisogno: l'unica cosa è la sostituzione della bombola del GPL, ma si fa dopo ben 10 anni dall'acquisto dell'auto! Riguardo al fantomatico "tagliandone" non ne ho mai sentito parlare e anche cercando su internet non ho trovato nulla... per cui, fino a prova contraria, mi riservo di non crederti... senza offesa.
Ritratto di federico.g
28 febbraio 2014 - 11:52
O non hai cercato per nulla. Con una ricerca di dieci minuti su google con parole chiave "costo manutenzione gpl" , "manutenzione gpl" e "tagliando 100 mila km gpl" trovi una marea di informazioni. Tutte le fonti, dalle meno autorevoli a quelle più credibili riportano tutte un costo di manutenzione più elevato rispetto a qualsiasi altra tipologia di auto. Trovi poche informazioni relative al tagliandone dei 100 mila? E non trovi che questo sia strano? A questo punto io mi chiederei : non sarà forse perché le persone vendono le loro auto prima per qualche ragione? Io andrei su autoscout e cercherei un qualsiasi veicolo a gpl usato, prendiamo una Grande Punto ad esempio. Noterai che la maggior parte delle auto in vendita sono quelle dai 50 mila chilometri in poi (fatta eccezione per le chilometri zero, che non fanno testo, non essendo realmente usate), in particolare nella fascia 80 - 100 mila. Credi che sia una coincidenza? A me che tu mi creda o no, poco interessa. Il solo fatto che tu abbia dovuto fare una ricerca su internet e che la abbia fatta così male, fa capire due cose. La prima è che di gpl e motori a gpl, sai poco o niente, se non forse che quando vai dal benzinaio devi specificare di quale carburante vuoi che ti rifornisca. La seconda è che non ti interessa sapere nulla sull'argomento. E secondo me non ti interessa, soprattutto perché in famiglia non sei tu a pagare i tagliandi. Poi per me puoi credere a Babbo Natale, alle fate e all'innocenza di Berlusconi, siamo in un Paese libero. Evita di fare l'arrogante però "riservandoti di non credere", quando sull'argomento sai poco o niente.
Ritratto di kingaio
28 febbraio 2014 - 20:16
Be' se ti fidi solo delle prove dei giornali sei a posto; ti invito a vedere i miei consumi e costi annuali della mia auris ibrida lounge 1400kg con ruote da 225 su spritmonitor.de: https://www.spritmonitor.de/en/detail/558041.html fino a 20000 km ho consumato esattamente 882,12 litri di benzina per un costo di 1482 euro; pero' se consideri che per tre anni non paghero' il bollo sono altri 200 euro in meno di spesa carburante; dove abito a Jesolo (Ve) sono esente dal pagamneto dei parcheggi a strisce blu; ma la cosa piu' bella e' quella di vedere un bambino che dice al suo papa' "guarda un auto che non fa rumore" IMPAGABILE......
Pagine