PRIMO CONTATTO

Maserati Levante: si scrive suv, si legge gran turismo

La Maserati Levante è la prima off road della casa modenese e, alle buone doti fuoristradistiche, aggiunge un comportamento stradale da sportiva. Difficoltosa la visibilità dietro.

15 aprile 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 91.358
  • Consumo medio

    9,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    253 grammi/km
  • Euro

    6
Maserati Levante
Maserati Levante 3.0 V6 S
La prima volta
 
Linea filante, prestazioni mozzafiato e una buona agilità. No, non stiamo parlando di una coupé, ma della prima suv del Tridente: la Maserati Levante. Nella categoria si distingue per le linee fluide e classiche (s’ispirano alle berline sportive), che dissimulano le notevoli dimensioni di quella che è pur sempre una suv lunga cinque metri. E, forte dei 430 CV del 3.0 V6 biturbo e dell’efficacia delle sospensioni con ammortizzatori a controllo elettronico e molle pneumatiche, fra le curve le oltre due tonnellate di peso dell’auto si fanno sentire meno del previsto (nella modalità Sport). Il tutto senza rinunciare a doti di vera fuoristrada, come potete leggere più avanti. Meccanicamente basata sulla Ghibli e dotata di un sistema a trazione integrale sviluppato dalla casa modenese, la Maserati Levante è in vendita nella versione S (quella del test) a benzina e in quelle a gasolio con il 3.0 V6 da 250 o 275 CV (73.417 euro per entrambe). Le prime S sono in consegna a maggio, per quelle a gasolio occorre attendere luglio. Per tutte la dotazione di serie include il cambio automatico (ZF) a otto rapporti, le sospensioni “intelligenti” e gli interni in pelle. Stupisce dover pagare a parte il navigatore (2.204 euro nel pacchetto Business) e l’indispensabile retrocamera (dietro si vede poco): 492 euro. Gli aiuti alla guida, finalmente disponibili per una Maserati, sono nei pacchetti Driving Assistance (da 1.948 euro): includono gli avvisi di involontario cambio di corsia, del sopraggiungere di altri veicoli, oltre al cruise control adattativo, al sistema di frenata automatica e la videocamera 360° (permette di osservare dall’alto il perimetro dell’auto nell’ampio schermo di 8,4” nelle consolle).
 
Interni di lusso
 
L’abitacolo della Maserati Levante è accogliente, con estese finiture in pelle (di serie, ma a scelta se ne possono scegliere altre, perfino abbinate alla selleria in seta). I materiali sono di qualità e solo le parti meno visibili sono di plastica più economica. Gli arredi della vettura in prova non erano esenti da scricchiolii, ci auguriamo imputabili al fatto che l’auto fosse di preserie, mentre le tasche nelle porte sono piccole. La posizione di guida (con regolazioni elettriche) è comoda e dotata di un sedile largo e non troppo avvolgente. Largo è anche il divano, ma la sua forma e la presenza del tunnel di trasmissione e del mobiletto fra i sedili, lo rendono più adatto a due passeggeri che a tre. Quanto ai comandi, sono intuitivi, la strumentazione chiara e il nuovo impianto multimediale, pur senza una grafica all’ultimo grido, offre tutte le funzionalità oggi irrinunciabili (si comanda anche con una pratica manopola fra i sedili). Il baule non è dei più grandi, ma comunque capiente: 580 litri a divano su.
 
Come va su asfalto…
 
La Maserati Levante si presta ad essere guidata nella modalità Sport delle quattro disponibili (le altre sono Normal, Ice per fondi ghiacciati e Off-road), pigiando due volte il tasto accanto alla leva del cambio: si varia in senso sportivo la risposta di cambio e motore e, con la seconda premuta, delle sospensioni: s’irrigidiscono. Così l’auto è reattiva ma sempre confortevole. In Normal il rollio si fa sentire e, più che guidare, ci si “lascia trasportare”. In ogni caso la risposta del cambio è dolce, in Sport i passaggi di marcia sono più lesti, tanto da invogliare a inserire efficacemente le marce con le lunghe leve in alluminio dietro il volante. Proprio in Sport abbiamo affrontato il tortuoso tracciato collinare della strada che da Parma conduce a Poggio di Berceto (terreno non ideale per una suv), sul quale si svolgeva una la celebre corsa a cui partecipò Alfieri, fondatore della Maserati. Qui, la Levante ha evidenziato una valida prontezza nei cambi di traiettoria e una stabilità elevata (complici i pneumatici Pirelli PZero 265/40 R 20 all’avantreno e 295/40 R 20 al retrotreno, che costano da 1.230 euro). Il V6 a benzina spinge sempre con ferocia, accompagnato da un rombo coinvolgente ma, in queste condizioni, è pure vorace di benzina: 5 i km/l “visti” dal computer di bordo.
 
… E nel fuori strada
 
Inserita la modalità Off-road e, tramite il manettino vicino alla leva del cambio, portata al massimo l’altezza fra il fondo dell’auto e il suolo (4 cm in più rispetto a quella standard), la Maserati Levante (sempre con pneumatici stradali, estivi) ha superato con disinvoltura accidentati percorsi fra pietraie e sterrati, affrontando una rampa "a gradoni" che, in alcuni brevi "strappi", presentava una pendenza di 52°. Nella successiva discesa abbiamo apprezzato il funzionamento del sistema che mantiene costante la velocità impostata (di serie), lasciandoci solo la gestione del volante.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Aspetto. Ha una linea da berlina sportiva, che la differenzia dalle altre suv.
> Guida. In Sport è appagante.
> Off-road. Ha notevoli capacità di disimpegno su fondi difficili.
 
Difetti.
> Modalità Normal. La risposta dell’auto è anche troppo “mollacciona”.
> Tasche. Quelle nelle porte sono piccole.
> Visibilità. Dietro si vede poco e la retrocamera è optional (492 euro).

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2979
No cilindri e disposizione 6 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 316 (430)/5750 giri
Coppia max Nm/giri 580/5000
Emissione di CO2 grammi/km 253
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 264
Accelerazione 0-100 km/h (s) 5,2
Consumo medio (km/l) 9,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 500/197/168
Passo cm 300
Peso in ordine di marcia kg 2109
Capacità bagagliaio litri 581/n.d.
Pneumatici (di serie) 265/50 R19 ant. - 295/45 R19 post.

 

Maserati Levante 3.0 V6 S
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
69
17
2
3
14
VOTO MEDIO
4,2
4.18095
105
Aggiungi un commento
Ritratto di TheBlackCat
16 aprile 2016 - 08:40
il fatto che t non riesca ad essere critico non ti autorizza a scrivere commenti ridicoli. A te piace? buon per te.
Ritratto di Vrooooom
16 aprile 2016 - 09:06
Non ho scritto che mi piace ho scritto che il tuo commento rapppresenta una specie di cortocircuito mentale, visto che critichi per il marchio un auto che secondo te altri apprezzano per il marchio. Essere critici è una cosa, fare accostamenti come quello del clone cinese è un altra cosa, sa tanto di arrampicata sugli specchi e di mancanza di obbiettività, altro che fanale tondo sotto quelle orizzontali
Ritratto di TheBlackCat
16 aprile 2016 - 13:16
leggi bene: io non ho criticato maserati, che ha fatto auto stupende. Ho messo in rilievo l'ipocrisia di chi, quando commenta e non gli piace il marchio, trova mille somiglianze, mentre, come in questo caso, no. La fanaleria tonda, stile alpine o twingo, è una provocazione. Io guido una y10 del 93, motore fire eccezionale e si aggiusta con poco. 93.000 sono soldi che van bene per un immobile, non per un 'elettrodomestico che serve per andare da A a B. nessuno va in fuoristrada ai 190 all'ora
Ritratto di Vrooooom
16 aprile 2016 - 14:48
quindi pacchiana e con soluzioni estetiche di dubbio abbinamento non è uan critica ( basata su dubbi - davvero - gusti personali)? Se prendi il singolo fanalino troverai sempre somiglianze, ma guarda l'assieme, la modalità con cui viene realizzato il tutto, il prestigio ( perché no!!) che ne deriva e mille altre cose: questo ( non solo questo) non è un mezzo per andare da A a B e basta , quello è un ragionamento (?) buono per il forum di cioè, non in per un forum di automobili
Ritratto di fiattaro
24 aprile 2016 - 22:19
guarda che c' è di troppo.
Ritratto di Marcobello
23 aprile 2016 - 16:00
proprio per questo che noi italiani siamo indietro. Per noi tutto quello che facciamo (in campo automobilistico) è perfetto, anche se fa nettamente schifo;ma per noi va bene così. Come nel caso della Levante.
Ritratto di ducati916
15 aprile 2016 - 19:17
stupenda
Ritratto di fiattaro
15 aprile 2016 - 22:38
schifosa
Ritratto di nidik
15 aprile 2016 - 19:29
Solo io ci vedo una vaga somiglianza con infiniti qx70?
Ritratto di torque
15 aprile 2016 - 19:44
Meravigliosa. Vista dal vivo è fantastica, anche se mi sarebbe piaciuto vederla presentata a Ginevra in questo bel blu. Inoltre, capisco le critiche al segmento suv nel suo complesso e capisco chi non li ama, ma secondo me adesso, con questa Levante, la nuova Jaguar F-Pace, tutta l'attuale gamma Range Rover e la nuova Mercedes GLC, c'è poco di cui lamentarsi...
Pagine