PRIMO CONTATTO

Mazda 2: cambio ottimo, bella guida, divano discreto

La nuova piccola Mazda 2 punta su sportività e dotazione all'avanguardia. Bene la guida e le finiture, un po' meno lo spazio.

13 febbraio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 17.800
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    105 grammi/km
  • Euro

    6
Mazda 2
Mazda 2 1.5 90 CV Exceed
Piccola, ma con grinta
 
Avevamo già avuto modo di guidare in anteprima la nuova edizione della Mazda 2, una piccola cinque porte caratterizzata da forme grintose e snelle: si trattava della turbodiesel 1.5 da 105 cavalli, che arriverà in Italia il prossimo mese di maggio. Il test di oggi, invece, si riferisce alla versione a benzina, già ordinabile da qualche settimana. 
 
Ricca dotazione
 
I motori a benzina della Mazda 2 sono due “1500”, a iniezione diretta e omologati Euro 6, con potenze di 75 oppure di 90 cavalli. Il primo è disponibile per l'allestimento “base” Essence, con climatizzatore, radio, sei airbag, tre anni di garanzia e gli specchietti regolabili elettricamente, al prezzo di 13.900 euro, oppure per il più ricco Evolve che, per 14.600 euro, offre anche il cruise control, il Bluetooth e i retrovisori sbrinabili. La Evolve da 90 CV costa invece 15.150 euro; aggiungendone altri 2.650, infine, ci si può portare a casa la Exceed del nostro test. Il sovrapprezzo è consistente, ma la dotazione diventa davvero ricca: di serie ci sono i cerchi in lega di 16", i fari completamente a led, lo schermo centrale di 7" con il navigatore, i sensori di parcheggio posteriori, la frenata antitamponamento (attiva fino a 30 km/h) e l'allarme in caso di  uscita involontaria dalla corsia di marcia.
 
Sportiva dentro
 
L'abitacolo della Mazda 2 è moderno, personale e, nel complesso, realizzato con cura: l'effetto è gradevole. Sportivo il cruscotto, con il grande tachimetro centrale contornato da due strumenti digitali: che, però, sono così piccoli da essere poco leggibili (in particolare il contagiri, posto sulla sinistra). Scegliendo il pacchetto i-ActiveSense Technology, che costa 600 euro e include l'head-up display, si ottiene invece una strumentazione diversa (con ampio contagiri a lancetta e tachimetro digitale) e di lettura più agevole. Lo schermo a sfioramento è ben posizionato (in alto nella plancia) e si aziona facilmente (anche con i raffinati comandi nel tunnel centrale).
 
Dietro, non è enorme
 
È comoda anche la posizione di guida della Mazda 2, che ha l'unico lieve difetto della regolazione dello schienale solo a scatti (a rotella sarebbe più precisa). Lo spazio disponibile è buono davanti, mentre sul divano solo un paio di adulti di media altezza stanno abbastanza comodi, senza contare che le dimensioni ridotte dei finestrini e i grandi poggiatesta anteriori privano di un po' di visuale e di luce, e che mancano le tasche nelle porte e le maniglie sul soffitto. Il bagagliaio è più ampio di quello del precedente modello, come, del resto è lecito aspettarsi, visto che la lunghezza della vettura è cresciuta di ben 14 cm; la capacità (280/950 litri invece di 250/787) non è comunque fra le migliori della categoria, mentre la bocca di carico piuttosto stretta e il fondo distante ben 25 centimetri dalla soglia rendono meno facili i carichi “difficili”. 
 
Il “1500” spinge bene
 
Come tutta la vettura, il motore è interamente nuovo, e anche piuttosto particolare. Adesso che vanno di moda i “1000”, magari rinvigoriti dal turbo, la Mazda ha optato per un quattro cilindri relativamente "grosso", con iniezione diretta della benzina ed elevato rapporto di compressione nei cilindri (ben 14:1) per aumentarne il rendimento. Il risultato, su strada, è una spinta pronta e priva di sgradevoli picchi, che diventa vigorosa ai regimi medi e alti. Le marce sono così lunghe (in quinta, a 130 orari, si viaggia a 3000 giri) da smorzare l'impressione di brio, ma basta guardare il tachimetro per capire che il notevole scatto dichiarato (“0-100” in soli 9,4 secondi) è a portata di mano. A una prima impressione, anche i consumi sembrano buoni: stando al computer di bordo siamo stati attorno ai 15 km/litro, e senza guidare come tartarughe.
  
Ben guidabile
 
La Mazda 2 è un'auto maneggevole e che dà un'immediata confidenza: lo sterzo è leggero ma anche preciso, il cambio ha innesti morbidi e ben definiti e accetta qualunque “strapazzo”. La capacità di assorbire lo sconnesso ci è parsa buona, mentre il rumore dovuto alle gomme e all'aria che scorre sulla carrozzeria inizia a filtrare nell'abitacolo già a 70-80 km/h. E pure il “1500” si fa sentire (anche con qualche sottile vibrazione) quando lo si sfrutta più a fondo.  
 
Secondo noi
 
Pregi
> Cambio. Preciso e morbido negli innesti, si usa con piacere.
> Dotazione. Tanti accessori di serie, e molti di pregio.
> Facilità di guida. Motore e sterzo sono molto progressivi.
 
Difetti
> Bagagliaio. La bocca di carico non è ampia e la capacità non è delle migliori.
> Cruscotto. Quello di serie ha un contagiri quasi illeggibile.
> Divano. Spazio e “aria” non sono il massimo per la categoria.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1496
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 66 (90)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 148/4000
Emissione di CO2 grammi/km 105
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 183
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,4
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 406/170/150
Passo cm 257
Peso in ordine di marcia kg 975
Capacità bagagliaio litri 280/950
Pneumatici (di serie) 185/60 R16

 

VIDEO
Mazda 2
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
139
83
42
17
22
VOTO MEDIO
4,0
3.9901
303
Aggiungi un commento
Ritratto di R-R Merlin27.0
17 febbraio 2015 - 14:14
Anzi ti faccio i miei complimenti per come, nonostante tu sia molto giovane (non che io sia navigato: ho 22 anni), parli con passione e a ragion veduta di diversi aspetti (a volte anche molto specialistici). Ciao!
Ritratto di Moreno1999
20 febbraio 2015 - 10:27
4
Non avevo visto la tua mail...comunque grazie per il complimento, sono felice di fare questa impressione! Buona giornata
Ritratto di Franck Dì
21 febbraio 2015 - 18:53
si stia alzando un polverone su una cilindrata che, come dici giustamente tu, è di soli 1.5 l (dunque nulla di astronomico!) quanti anni hai??? presumo che hai 15 anni come quel bimbetto di moreno99..... di astronomico è il costo della rca legato alla cilindrata..... stai zitto ke fai più bella figura....
Ritratto di Franck Dì
21 febbraio 2015 - 18:57
"Quello dell' RCA è un discorso diverso, fondatissimo, ma diverso" diverso un corno.... la cilindrata (oltre ai consumi) è quello che determina il successo commerciale di un veicolo.... Qui in Italy nessuno comprerebbe una segmento B di grossa cilindrata.... conta il costo d'esercizio di un auto che la tecnica..... Quando avrai un auto capirai molte cose visto ke sei molto giovane e ingenuo.....
Ritratto di Moreno1999
21 febbraio 2015 - 19:50
4
Ma tu parli solo per partito preso... Smettila di dire càzzate che fai meglio
Ritratto di Franck Dì
22 febbraio 2015 - 16:25
"parlo solo per partito preso"???? io????? semmai sei te che parli per partito preso visto che osanni e lecchi il p0pò alla mazda nonostante la scarsa scelta nei motori..... ma vai a studiare invece di perdere tempo a scrivere minghiate su questo sito......
Ritratto di Moreno1999
22 febbraio 2015 - 16:31
4
Ma sei tu che neghi l'evidenza, io non so più cosa dirti, e parli per partito preso ancora una volta. Tieniti la tua auto di 2000 kg con un 1.2, cosi magari credi anche di risparmiare sui consumi e sei più in pace con te stesso, eh? Che poi magari inquini il doppio, visto che ti improvvisi come un onnisciente ecologista. Non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere, ma veramente!
Ritratto di Franck Dì
22 febbraio 2015 - 16:41
fai finta di non capire???? io parlavo dell'alto costo della rca derivato dalla cilindrata e non dell'inquinamento... non girare la frittata!!!! per caso ho detto ke i motori mazda inquinano??? nn ho mai detto... parlavo del motore così grande per una piccola citycar che fa pagare caro la rca... che cazzo c'entra l'inquinamento?!?!?!?!? e rigiri la frittata....
Ritratto di Moreno1999
22 febbraio 2015 - 16:45
4
Si vede che sei giovane e non hai mai provato dolore nel cacciare tanti soldi per pagare la rca auto e soprattutto dolore nell'inquinare l'ambiente visto che molte case automobilistiche fanno downsozing del motore per risparmiare sulla rca e per inquinare meno l'ambiente.... E tutto questo CIT. te! Sabato scorso. Non inquini assolutamente di meno con un frullino
Ritratto di Vespa Primavera
22 febbraio 2015 - 17:21
<< Ancora un approccio in controtendenza per Mazda, in linea con il proprio DNA: la voglia e la capacità di sfidare le convenzioni, per migliorarsi sempre. E’ questo approccio che ha portato Mazda nel tempo a fare scelte fuori dal coro, a collocarsi come un vero e proprio “challenger” nel quadro delle Case Automobilistiche; qualche esempio? Il motore Wankel, motore rotativo nel quale Mazda ha voluto credere fin dall’inizio e che ha portato una Mazda 787B a vincere – unica Casa Giapponese – la 24 Ore di Le Mans nel 1991; o la scelta di dar vita alle Tecnologie SKYACTIV che, in un panorama di Case che hanno scelto l’elettrico, il metano o l’idrogeno per raggiungere risultati di riduzione di emissioni e consumi, utilizzano motori a combustione interna raggiungendo - grazie all’adozione di innovativi accorgimenti tecnologici - consumi ed emissioni a livello delle vetture cosiddette “green”, senza sacrificare le prestazioni ed il piacere di guida, vero fiore all’occhiello di tutte le vetture Mazda. E ancora la scelta controcorrente di Mazda in materia di motori. Mentre infatti molte Case Automobilistiche ricorrono al downsizing per rispettare le severe normative Europee su consumi ed emissioni, Mazda – grazie alle incredibili peculiarità della SKYACTIV TECHNOLOGY – ha scelto di adottare un’altra strada, quella che gli ingegneri giapponesi chiamano “Rightsizing”. Questo significa che auto dotate di propulsori come il 2.2L diesel da 150 e 175 CV, il benzina 1.5L da 100 CV e il 2.0L da 165 CV, ottengono risultati – in termini di consumi ed emissioni – di pari livello se non addirittura migliori di quelli di auto dotate di motori con una cilindrata inferiore. Il tutto senza rinunciare ad una prerogativa tipica delle auto Mazda: il piacere di guida che, ad esempio, si traduce nel divertimento di cambiare marcia con un’auto diesel già omologata Euro6 a 5.300 giri e nel poter raggiungere i 100 Km/h in soli 8.1 secondi, come è possibile, ad esempio, nella nuova Mazda3 diesel 2.2 da 150 CV con cambio manuale a 6 marce. Gli ingegneri di Hiroshima amano dire: “mettiamo un pizzico di roadster in tutto ciò che progettiamo”. Una barriera mentale tutta Italiana: “il mondo finisce a 2.0L?” Con il suo motore 2.2L SKYACTIV-D, Mazda vuole abbattere una barriera mentale tutta Italiana, ovvero la convinzione che le alte cilindrate facciano aumentare i costi di gestione. Questa convinzione deriva dalla complessità del sistema di tassazione, da retaggi del passato e probabilmente anche da una diffusa disinformazione. Sono ad esempio moltissime le aziende che nelle proprie “policy” prevedono soglie massime sulla cilindrata del parco auto, spesso coincidenti con i 2.0L. La stessa soglia psicologica influenza frequentemente le scelte di acquisto dei clienti privati. Analizzando però con dati razionali l’impatto di un’alta cilindrata sui costi di gestione, si possono scoprire cose molto interessanti. Le alte cilindrate non sempre aumentano i costi di gestione: è il caso del 2.2L SKYACTIV-G. Vediamo nel dettaglio quali sono i costi di gestione di un’auto ed il loro legame con la cilindrata. BOLLO AUTO/IPT Il costo dipende dalla potenza espressa in KW, dalla normativa antinquinamento e dalla provincia di residenza: un 2.2 da 150 CV paga come un 2.0, o anche un 1.6, di pari potenza CONSUMO INFERIORE Spesso i dati di omologazione smentiscono questa convinzione; ad esempio, i consumi del 2.2 SKYACTIV-D sono pari e molte volte inferiori a quelli di motori con cilindrata ben più piccola sia che siano 2.0L che addirittura 1.6L ASSICURAZIONE RCA E’ vero che il costo dell’Assicurazione dipende anche dalla cilindrata, ma più in dettaglio questo dipende dalla tipologia di contratto stipulato. Confrontando preventivi a pari classe di merito e Provincia, la differenza di costo tra un 2.0L e un 2.2L è mediamente irrilevante se non in alcuni casi addirittura favorevole a quest’ultimo. Tra un 2.0L ed un 1.6L la differenza (compresa tra poche decine di euro e poche centinaia di euro a seconda dei modelli) è irrisoria se comparata ai costi di acquisto dell’auto. MANUTENZIONE La cura dell’auto ed il suo mantenimento non hanno nulla a che vedere con la cilindrata; anzi, un motore di cilindrata superiore è meno soggetto a stress e sicuramente più affidabile di un motore più piccolo e sovralimentato, normalmente maggiormente sollecitato. Per darvi un’idea di quanto sia riscontrabile - numeri “alla mano” - quanto appena dichiarato, a seguire trovate un confronto tra i costi annui legati alle voci in oggetto relativi a Mazda6 2.2 e due concorrenti di cilindrata 2.0: Nuova Mazda6 2,2 150 CV WGN Consumi 25.000 Km/anno = 1.840 € Bollo = 299 € RCA = 572 € Totale = 2.711€ Opel Insignia 2,0 163CV WGN Consumi 25.000 Km/anno = 1.882€ Bollo = 335 € RCA = 609 € Totale = 2.826 € Differenza = + 115 € Volkswagen Passat 2,0 140CV WGN Consumi 25.000 Km/anno = 1.925 € Bollo = 270 € RCA = 567 € Totale = 2.762 € Differenza = + 51 € PREZZO GASOLIO: 1,671€/l fonte "youpetrol.it" 19/11/2013 PREZZO RCA: fonte "directline.it" novembre 2013 - CU 5- Prov. Milano CONSUMI MEDI: fonte "al Volante" Stesso discorso anche per la nuova Mazda3, l’ultima interprete della nuova generazione di modelli Mazda, che si avvalgono tutti delle Tecnologie SKYACTIV e delle linee eleganti del tema di design KODO. A titolo di esempio, qui di seguito i costi di gestione di Nuova Mazda3 2,2l diesel 150 CV confrontata con due modelli della concorrenza: Nuova Mazda3 2,2 150CV Consumi 15.000 Km/anno = 1.049 € Bollo = 299 € RCA = 456 € Totale = 1.804 € Volkswagen Golf 2,0 150CV Consumi 15.000 Km/anno = 1.049€ Bollo = 299 € RCA = 452 € Totale = 1.800 € Differenza = - 4 € Alfa Romeo Giulietta 2,0 150CV Consumi 15.000 Km/anno = 1.074 € Bollo = 299 € RCA = 476 € Totale = 1.849 € Differenza = + 45 € PREZZO GASOLIO: 1,705€/l fonte "youpetrol.it" 07/10/2013 PREZZO RCA: fonte "directline.it" ottobre 2013 - CU 5- Prov. Milano CONSUMI MEDI: fonte "al Volante" Ancora una volta, quindi, Mazda sfida le convenzioni per realizzare progetti innovativi, continuando a garantire ai suoi clienti un piacere di guida ineguagliabile in piena sicurezza ed economia.>>>
Pagine