PRIMO CONTATTO

Mazda CX-5: ora è più confortevole

Rifatta nella carrozzeria e negli interni, la Mazda CX-5 appare più affilata e moderna, nonché meglio rifinita. Vivace il 2.2 a gasolio da 175 CV.

21 marzo 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 40.000*
  • Consumo medio

    18,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    142 grammi/km
  • Euro

    6
Mazda CX-5
Mazda CX-5 2.2 D 175 CV Exceed 4WD

*indicativo

Immagine sportiva

La prima Mazda CX-5 è stata lanciata nel 2012 ed è stata lievemente aggiornata nel 2015. Quella in arrivo la prossima estate è nuova, anche se mantiene buona parte della meccanica del modello attuale. Lo stile punta decisamente su dinamismo e sportività, con linee nette, pulite nella parte anteriore, dove la grande mascherina con il logo della casa in evidenza e i fari affusolati ben raccordati alla mascherina da un fregio cromato, danno grinta e personalità al frontale. Le fiancate movimentate trasmettono un senso di robustezza unito a sportività, mentre la parte posteriore, con i fari orizzontali, fa sembrare ancor più larga e ben piantata a terra la macchina. Nuova anche la verniciatura Soul Red Crystal, che esalta le forme della carrozzeria.

Lo spazio non manca

Anche negli interni della Mazda CX-5 sono stati fatti apprezzabili passi avanti, a cominciare dalle finiture. La plancia e la palpebra del cruscotto sono in plastica morbida, gradevole al tatto. Anche i rivestimenti della parte superiore delle porte mostrano un evidente miglioramento rispetto a quelli della versione oggi a listino. Non appaiono all'altezza solo il cassetto di fronte al passeggero anteriore, piccolo e di fattura economica, e la zona alla base delle porte e della consolle, in plastica rigida e “leggera”. Azzeccata la linea della plancia, semplice ed elegante, con la sottile modanatura che la attraversa in senso orizzontale, lo schermo di 7” del sistema multimediale in posizione rialzata e le bocchette dell'aria che ben si integrano nell'insieme. I comandi principali sono al posto giusto, mentre appaiono troppo in basso quelli del “clima" bizona, che costringono a togliere lo sguardo dalla strada per impostare la temperatura desiderata. Ben fatto l'head-up dislay e comode le poltrone, né troppo morbide né troppo dure; nella Exceed il sedile di guida ha le regolazioni elettriche. Lo spazio non manca, neppure dietro, dove due adulti possono viaggiare comodi (gambe e testa hanno parecchio agio); anche in tre, comunque, ci si può stare senza stringersi troppo. Pratiche le bocchette dell'aria nel mobiletto centrale per i passeggeri posteriori e le due prese Usb all'interno del bracciolo centrale del divano. Il baule e la bocca d'accesso hanno una forma regolare e il vano, ben sfruttabile, è grande e ha una capacità minima maggiore di quello del modello attuale (477 litri contro 463), mentre resta invariata, 1620 litri, quella con il divano reclinato. 

Comfort da grande viaggiatrice

La Mazda CX-5 2.2 D 4WD conferma le doti di facilità di guida e maneggevolezza del modello attuale, con una migliore precisione nei tratti ricchi di curve, dove mette a frutto il nuovo sistema G-Vectoring che, misurando il grado di sterzata, agisce sulla potenza fornita dal motore per rendere più fluida la manovra. Lo sterzo è giustamente leggero a bassa andatura (ma in velocità l'avremmo preferito un po’ più solido) e le sospensioni assorbono correttamente le asperità dell'asfalto, senza essere troppo cedevoli (il rollio in curva non è mai fastidioso). Sicura la tenuta di strada, che con la trazione integrale permanente non mette in difficoltà, neppure su fondi con poca aderenza. Insomma, la CX-5 è un'auto facile e piacevole da guidare, che convince soprattutto per il suo comfort, garantito anche dall'efficace insonorizzazione dell'abitacolo, che consente di conversare a bordo senza dover alzare il tono della voce. Il 2.2 turbodiesel da 175 CV si dimostra pronto fin dai bassi giri e fa poco rumore. Inoltre offre un buon allungo (spinge con una buona progressione fin oltre i 4500 giri). Anche a livello di consumi la suv giapponese non dovrebbe deludere: la media che abbiamo rilevato nel nostro test è stata di 13,5 km/l (come indicato dal computer di bordo), su un tragitto di campagna, ricco di curve e saliscendi (a fronte dei 18,5 km/l ufficiali). Quanto alle capacità in fuori strada non possiamo esprimerci, in quanto non abbamo potuto fare un test su fondi non asfaltati; tuttavia, vista l'assenza di un blocco dei differenziali e delle marce ridotte, meglio non osare troppo.

In concessionaria prima dell’estate

La nuova Mazda CX-5 sarà in vendita prima dell’estate, probabilmente a giugno, con prezzi che partiranno da circa 30.000 euro per la 2.0 a benzina a due ruote motrici da 165 CV. Ci saranno, poi, la 2.0 con la trazione integrale (e 160 CV) e la 2.2 a gasolio da 150 CV, a trazione anteriore e 4x4, e da 175 CV solo 4WD (l’auto del test). 

Secondo noi

PREGI

> Comfort. Le sospensioni sono ben tarate e l'insonorizzazione efficace: sulla Mazda CX-5 si viaggia in relax.
> Linea. Elegante e sportiva allo stesso tempo, ora ha anche maggiore personalità.
> Motore. Il 2.2 è pronto, vivace e poco rumoroso. Fluida l’erogazione della potenza.

DIFETTI
 
> Comandi del “clima". Sono scomodi da raggiungere, così in basso nella consolle.
> Dettagli. Le finiture sono migliorate, specie quelle della parte alta dell'abitacolo. Ma il cassetto di fronte al passeggero e la parte bassa della consolle e delle porte non sono molto curati.
> Visibilità posteriore. Il lunotto piccolo ostacola la visione nelle manovre in retromarcia. 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2191
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 129 (175)/4500 giri
Coppia max Nm/giri 420/2000
Emissione di CO2 grammi/km 142
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 208
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,0
Consumo medio (km/l) 18,5
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 455/184/168
Passo cm 270
Peso in ordine di marcia kg 1520
Capacità bagagliaio litri 477/1620
Pneumatici (di serie) 225/55 R19
VIDEO
Mazda CX-5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
66
34
26
7
8
VOTO MEDIO
4,0
4.014185
141
Aggiungi un commento
Ritratto di Moreno1999
23 marzo 2017 - 09:52
4
Sto parlando della CRV di adesso, la nuova comunque ha dei bellissimi interni a livello di design ma per altri commenti aspetto a vederla dal vivo. Anche sulla Civic ero impressionato positivamente a livello estetico ma poi dal vivo mi ha deluso. La 3008 a me non piace proprio, ma non nego che sia fatta bene
Ritratto di Mattest
22 marzo 2017 - 07:45
A questo punto preferisco comprarmi la Tucson rispetto alla CX-5
Ritratto di Moreno1999
22 marzo 2017 - 07:50
4
Che battuta!!! Ma almeno sei mai salito su una Tucson e una CX5? Non sono nemmeno confrontabili da quanto sono lontane
Ritratto di Mattest
22 marzo 2017 - 08:00
Ma a livello di disegn mi piace più la Tucson rispetto alla Cx-5
Ritratto di Mattest
22 marzo 2017 - 08:00
Ma a livello di disegn mi piace più la Tucson rispetto alla Cx-5
Ritratto di Moreno1999
22 marzo 2017 - 08:02
4
A livello di design ok però non puoi dirmi che la Tucson vale più della CX-5 a livello di prezzo. Basta salirci un minuto per capirlo
Ritratto di Mattest
22 marzo 2017 - 08:04
Ok
Ritratto di AMG
21 marzo 2017 - 19:14
Mah, il modello riconferma le eccellenti doti che aveva anche prima. Valido, sincero, convincente (forse un pò più costoso..) tuttavia nonostante gli interni sensibilmente migliorati non so decidermi sugli esterni ora più "affilati", devo dire che non mi dispiacciono ma preferirei alcuni dettagli leggermente diversi per dare il verdetto super OK, che le Mazda riscuotono con facilità nelle mie graduatorie.
Ritratto di Moreno1999
21 marzo 2017 - 22:51
4
A Ginevra dal vivo gran bella scena, rende più che in foto, specie in questo soul red, ciononostante continuo a preferire il muso della mia. Altro che più personale, per me questa un po' di carattere lo ha perso a favore dell'eleganza. Gli interni sono nettamente migliorati e non li ho trovati passibili di critiche se non per dettagli come il cassettino che ancora non è refrigerato. In ogni caso si confermerà al vertice del segmento per moltissimi aspetti così come ha fatto il modello precedente. Il prezzo lo trovo più che equo, come già detto se vuoi spendere meno di 30 mila vai su auto con degli interni e un motore meno raffinati. Contate che la Tiguan, forse l'auto della categoria più paragonabile a questa per target e qualità percepita, non ha un listino più leggero anzi
Ritratto di ELAN
22 marzo 2017 - 11:36
1
Ma hai una 3 o una CX-5? (io ho una 3).
Pagine